28 Febbraio 2008

Un giovedì dopo. Belgrado sulla superficie

[Video] C’è qualcuno che dice che il mondo contemporaneo sia ormai solo esperibile sulla superficie. Dei miei quattro giorni a Belgrado con Matteo e Marija, riporto una sequenza di immagini video quando, tra le varie cose, sono stato alla ricerca dei facinorosi. I facinorosi cioè quelle centinaia di teppisti che hanno assaltato l’ambasciata americana di Belgrado un giovedì fa, 21 febbraio 2008: non li ho trovati. Sono arrivato venerdì 22 a Belgrado e ho trovato, come da sequenza video:

splendido cesso con mucche arabeschi e fiori nella kafana da Dacio; Marija; “palazzo tv” alla confluenza di Sava e Danubio; palazzoni socialisti e capitalisti; palazzo tv bombardato ancora a pezzi; chiesa ortodossa; la casa dei sindacati jugoslavi; le interminabili piste ciclabili sulle spiagge dei fiumi con l’interminabile costellazione di griglie (Belgrado, la città della sagra permanente); lo stupendo palazzo liberty dell’Accademia delle Scienze; l’hotel Mosca; Belgrado dall’alto; uno degli autori della colonna sonora dei facinorosi (almeno lui); delizie al caffè. Ecco tutte queste cose qua dentro:

(video con la musica delle kafane!)

Tag: , , , , , .

Un commento a Un giovedì dopo. Belgrado sulla superficie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.