Siamo in ferie fino al 29 maggio.
Per rispetto verso i clienti abbiamo disabilitato per questo periodo la possibilità di fare acquisti, altrimenti la spedizione sarebbe stata effettuata decisamente troppo in ritardo.
Ci scusiamo per questi giorni di attesa. Tornate a trovarci dopo il 29! :)
In offerta!

Troppo triestini

13,30

Anno: 2022
Autore: Paolo Pascutto
Dimensione: 14,8×21
Pagine: 96
Rilegatura: Brossura
Isbn: 978-8831908566

“Ai tempi de Franz Josef a Trieste se stava propio ben.
Mi iero picio, ‘ssai picio, cussì picio che no iero gnanca nato.”

Descrizione

troppo triestiniUn vecchio autobus arancione, un autista dissacrante e una curiosa ricercatrice ci accompagnano in un viaggio alla scoperta di alcuni dei personaggi più endemici e caratteristici degli ultimi decenni triestini: Franz, nostalgico della Defonta, Ciano, cultore del Ventennio, Mirko, professore sloveno filojugoslavo, Stelio, orfano del mitico Territorio Libero di Trieste governato dagli Alleati, Vinicio, candido contadino esule istriano e infine Ruggero, intraprendente immigrato meridionale, figlio dell’età dell’oro (e dei dinari) dei “ginsinari” di Ponterosso.
Li unisce, oltre alla caratteristica comune della nostalgia, anche l’innata propensione a lamentarsi.
Troppo triestini, nella sua divertente e volutamente estrema caratterizzazione di tormenti e manie dei passeggeri, risulta un vero e proprio manuale di storia triestina, un compendio delle vicende nord-adriatiche est-frontaliere degli ultimi due secoli.
Perché, come diceva un murale del manicomio di San Giovanni: “No tuti qua dentro xe mati, e no tuti i mati xe qua dentro.”

ATTENZIONE, OFFERTA DI FEBBRAIO: Per tutto il mese, chi acquisterà sul nostro sito una copia di Troppo triestini, riceverà in omaggio anche il calendario di Paolo Pascutto “Le navi di Trieste“!
Lo inseriamo automaticamente nella spedizione 🙂

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Troppo triestini”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *