18 Marzo 2010

Smog a Gorizia, domani potrebbero scattare le targhe alterne

Attesa per i dati relativi alle concentrazioni di polveri sottili. Se le misurazioni effettuate ieri dall’Arpa dovessero rilevare un ulteriore sforamento dei limiti di pm10, il Piano di azione comunale prevede l’introduzione delle targhe alterne.
Fa sapere infatti il Comune: “Se le condizioni meteorologiche, come pare, non dovessero favorire una maggiore dispersione degli inquinanti e si verificasse un ulteriore superamento della soglia, nella giornata di mercoledì, con il quinto giorno consecutivo di sforamento dei limiti previsti, le restrizioni successive, oltre a quelle già in atto, riguarderanno la circolazione a targhe alterne nei giorni feriali e festivi e il blocco dei veicoli pre Euro 3. Il blocco totale del traffico, invece, scatterà, in determinate fasce orarie, dal 7° sforamento”.

Tag: , , , .

4 commenti a Smog a Gorizia, domani potrebbero scattare le targhe alterne

  1. Avatar Imerio ha detto:

    Come se servisse davvero a qualcosa … si tratta di pura demagogia ambientalista.

  2. Avatar Morgan ha detto:

    Vabbè prendila con filosofia…andremo in giro in bici…!!!

  3. Avatar Luca ha detto:

    Imerio, da quale canale TV apprendi questi modi di dire? 🙂
    “si tratta di pura demagogia ambientalista.”

  4. Avatar Imerio ha detto:

    Per Morgan:
    in genere per Gorizia mi muovo a piedi ed in ogni caso, se volessi proprio utilizzare l’auto, sarei comunque in possesso di un “pass” che mi permetterebbe di circolare comunque; quello che mi urta violentemente è la stupidità del provvedimento,giacché si tratta di uno specchietto per i gonzi e non mi garba affatto di essere gabellato per tale da una Pubblica Amministrazione .

    Per Luca:
    ad onor del vero, la Tv la vedo abbastanza poco, ma, per pura curiosità, quale dovrebbe essere la migliore espressione alternativa che avrei dovuto utilizzare ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.