25 Gennaio 2010

Non ne può più di vivere a Gorizia: meglio il carcere. E si fa arrestare

Meglio stare in un carcere che a Gorizia. Non è una provocazione.
Un presunto affiliato del clan Di Fiore di Acerra ha preferito farsi arrestare piuttosto che continuare a vivere dai parenti residente nell’Isontino. Il 26enne ha divieto di dimora in Campania, ma è stato arrestato dai carabinieri di Avella, dai quali si è presentato spontaneamente chiedendo di essere arrestato: “Voglio tornare qui” avrebbe confidato ai militari dell’Arma. E’ stato trasferito a Poggioreale, sostituendo il divieto di dimora con la custodia cautelare in carcere.

11 commenti a Non ne può più di vivere a Gorizia: meglio il carcere. E si fa arrestare

  1. simone ha detto:

    e avanti avanti avanti….

  2. sam ha detto:

    bah.. che dire.. non penso che Gorizia abbia perso molto se questo se n’è andato.

  3. Bastafurti ha detto:

    Un mona in meno

  4. milost ha detto:

    Qualcuno si sente in colpa per non aver fatto sentire pienamente a suo agio il giovanotto?

  5. abc ha detto:

    Io no. Anzi, aggiungo che a Gorizia mi trovo bene 🙂

  6. Wehrle ha detto:

    I podeva darghe un apartamentin in Via Barzelini, forse lì se trovava a suo agio…

  7. ennei ha detto:

    è un bel biglietto di visita per Gorizia essere portata alla cronaca nazionale come rifugio (pure scomodo) delle persone con il “divieto di dimora” e la presenza dei parenti residenti accondiscendenti.

  8. Morgan ha detto:

    Adesso che siamo sulla cronaca nazionale non ne manderanno altri…grazie a tutti per averne parlato!!!

  9. bubez goriziano ha detto:

    Già, perché le procure scelgono le località dove mandare al confino i mafiosi leggendo i giornali… In realtà cercano i posti più lontani culturalmente dall’ambiente di provenienza dei malviventi, privandoli della rete di connivenze e di favori che li sostiene nelle zone d’origine. Gorizia mi sembra prestarsi bene a questo scopo, anche se ovviamente non è desiderabile per noi ospitare questi malviventi. Questo tizio probabilmente ha degli agganci in carcere a Napoli, o comunque spera di uscire presto e di sguazzare nuovamente nello stagno maleodorante della camorra.

  10. TINA ha detto:

    CHE TIPO!!!!E VERO CHE VIVERE QUA E UN PO SOFFOCANTE,SOPRATUTTO PER UNO CHE ARRIVA DA UNA CITTA GRANDE…PERO PREFERIRE LA GALERA E DA PAZZI!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *