13 Maggio 2008

Euroregione, una stravaganza illyana?

Considerando le ultime dichiarazioni di Frattini e Tondo, potrebbe sembrare che la creazione di un’Euroregione sia un’idea estemporanea di una parte politica particolarmente esterofila. Sarà vero?

Nel frattempo, viene in aiuto l’ottimo blog http://strangemaps.wordpress.com.

In un post di qualche mese fa appare una mappa delle euroregioni (esistenti?) ai confini della Germania, non risparmiando critiche ma anche speranze nei confronti di questo tipo di istituzione.

Mappa delle Euroregioni Tedesche

Mappa delle Euroregioni Tedesche

Tag: , , , , , .

4 commenti a Euroregione, una stravaganza illyana?

  1. Avatar Giovanni Costa

    Riporto il LINK alla pagina del sito della Regione FVG, in cui si parla di EUROREGIONE, come si vede, esiste una Convenzione di Madrid che prevede questa possibilità, ratificata in legge dall’Italia, ecc.;

    http://www.regione.fvg.it/rafvg/rapportieuropeinternazionali/areaArgomento.act?dir=/rafvg/cms/RAFVG/AT11/ARG8/

    Con questo voglio dire che l’Euroregione non è una stravaganza Illyana, è qualcosa di previsto dall’ordinamento Europeo e, quindi, è possibile che ne esistano già.
    Quello che, a mio parere, lascia perplessi, è la conseguente complessità legislativa, esistono gà troppe leggi, è, come dice qualcuno, un marasma legislativo, con l’Euroregione è verosimile che si andrebbe ad accrescerlo ulteriormente.

  2. enrico maria milic enrico maria milic

    le euroregioni esistoni in europa dalla fine degli anni ’50. storicamente, in questi casi, esistono come attività ‘libere’ da leggi statali o sovrastatali per quanto riguarda la cooperazione di zone di confine.

    con la legislazione gect, invece, l’ue ha voluto legiferare per permettere, in qualche misura, il superamento delle competenze degli stati nazionali e delle amministrazioni regionali collegate a loro.

    non credo che, come dice giovanni costa, le euroregioni intese come gect accrescerebbero per forza il numero di leggi.

    una euroregione nella nostra area potrebbe essere istituita con la semplice delega di alcune competenze dei land, delle regioni, delle contee e eventualmente degli stati a una nuova istituzione giuridica.

    per esempio, l’istituzione nuova euroregionale potrebbe godere di tutte le competenze per quanto riguarda la sanità che prima erano a carico di altri land, regioni, contee e eventualmente stati-nazione.

    per quanto riguarda la nostra misera situazione di italofoni, suppongo che potremmo migliorare l’efficienza di alcuni servizi pubblici oggi gestiti secondo culture e criteri decisamente discutibili.

  3. Bisogna che l’Italia ratifichi, con atto di legge, il regolamento europeo Gect.
    Il Gect è diverso dalle Euroregioni che ci sono già, e che sono una specie di associazioni (Alpe Adria, remember?). Qui si tratta invece di vere e proprie istituzioni transnazionali, dalle prospettive incoraggianti.
    Mi sa però che con la nuova giunta tutto decada.

  4. enrico maria milic enrico maria milic

    solo attenti che il gect viene considerato anche, non solo da illy, come un nuovo quadro per le euroregioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.