19 Dicembre 2006

Arlon: proposte sul marchio di Bora.La

Arlon Stok, studente in design a Milan e (adesso) a Colonia (Deutschland), ma born in Triest, mi ha proposto 3 idee per il marchio di Bora.La. Il breve briefing che gli avevo dato era quello presente nella prima pagina del documento “Bora.La, spunti”. Discutendone con lui avevo enfatizzato l’importanza che il logo deve essere buono non solo per il monitor, ma anche stampabile su adesivi, riviste, magliette, ecc.
Non vi dico quale, ma a me una delle versioni aggrada e la farei di Bora.La. Accanto a ogni versione ci sono i commenti di Arlon. Arlon ed io aspettiamo i vostri commenti.

Proposta 1.forte segno identificativo, l’utente se vedi riflesso in tel logo, al posto dei propri oci xe el nome. Forte ma original“:

proposta 1
Proposta 2. “El ga una dimension tridimensionale, linee de differente valor e peso, un richiamo al DNA, quindi un collegamento forte con la identità, l’essenza dele persone“:


Proposta 3. “Un semplice simbolo de union vien ripetudo e incrosado piu volte, quasi a far una texture: xe un segno semplice, ma con una certa originalità. (no me par de ricordarme loghi “famosi” con sto motivo)“:

21 commenti a Arlon: proposte sul marchio di Bora.La

  1. arlon ha detto:

    ghe tegno a precisar che xe solo dele bozze 🙂

  2. patrick ha detto:

    La 2 e la 3 me par belissime.

    La 2 xe il vento, la 3 el mar. Tute e due le sa de adriatico, specie se zogade sul blu e bianco.

    Me piasi sai tute e do, ma fussi costreto votassi 2.

  3. patrick ha detto:

    Complimenti ad arlon.

  4. Enrico Marchetto ha detto:

    Mi piace la uno. Molto.
    Mi piacerebbe però vedere i capelli scompigliati.
    Dal vento naturalmente.

  5. arlon ha detto:

    bona idea.. de tignir inamente, se vien scelta quela version là!

  6. Cenerentola82 ha detto:

    Spunti sui valori:
    1) Il vento in queste zone rappresenta il gioco e l’imprevedibilità contrapposti alla grave serietà dei suoi vecchi abitanti (tanto per dirne una Trieste è, dati Istat alla mano, la città con la popolazione più vecchia d’Italia)
    2) Rappresenta lo scatenarsi di energie libere all’aria aperta, in contrapposizione ai fiumi sotterranei e alle grotte che sono l’altro elemento ambientale caratteristico di questa zona

    Forsi quel che riprendi magiormante i spunti xe el 3 che ricorda el mar. Anche se il logo dovessi ricordar de più el vento.
    Nel complesso i me sembra tropo ‘calmi’ e no i cogli el punto 3. Pe mi i dovessi rapresentar energia che se sprigiona in modo incontrollado e irrefrenabile.

  7. patrick ha detto:

    La uno me sa de zà visto, cussì come la xe ora. E ga poca atinenza con quel che vol esprimer el sito: sui oci te pol scriver coca cola e la resta uguale. Forsi col vento nei cavei…

  8. arlon ha detto:

    solo una altra precisazion: li go pensai, in vista de una eventuale traduzion in altre lingue (e magari con un nome legermente diverso), in modo che no i sia *evidentemente* colegai a vento e mar, nonostante la ispirazion sia quela. In modo (secondo sugerimento de EMM) de no asociarli necesariamente al nome del sito..

  9. arlon ha detto:

    (e ricordemose che la euroregion xe anche Carinzia, Veneto “interno” e Friul, che con vento e mar no ga in genere sai cossa far..

  10. fabio ha detto:

    buone tutte le 3 idee.

    elementi di bora.la, vento naturalmente (perchè è insito nel nome e come si sa il vento non dovrebbe avere confini e dunque essere trasnazionale), rete (perchè si parla di comunità in rete virtuale), energia (perchè dovrebbe essere destinata ad un pubblico giovane che ha voglia di pensare e agire). per questo voterei la 3, evidenziando ed esasperando l’irregolarità del vento e dell’energia.

  11. enrico maria milic ha detto:

    io sostengo la 3. per i motivi detti da vari qua sopra di me e per quelli di fabio.

    mi ha scritto, interpellato a proposito, daniele tabellini, amico e designer. lui dice e condivido che:
    – la tipografia andrebbe cambiata in tutte e tre.
    – andrebbe costruito un nuovo font ad hoc da costruire in base a come costruite le onde… Cioè usare le onde stesse e le sue curve di costruzione in illustrator come curve di costruzione anche del carattere. Se usate una griglia per far ciò vi riuscirà anche pittusto “facile” dopo trovare gli allineamenti e gli spazi.
    – Sia 2 che 3 sono troppo larghi i simboli.
    – “Se fossi io a farlo probabilmente unirei tipografia e simbolo e non li lascerei separati… E’ molto più immediato se la tipografia stessa diventa l’onda prima o dopo ….”

  12. Kit ha detto:

    Mi me piasi el terzo…semplice e intuitivo

  13. valerio fiandra ha detto:

    la tre

  14. Matteo ha detto:

    Ma el tre xè un tribaglie?

  15. Matteo ha detto:

    A parte gli scherzi, due. Tutti e tre comunque non enormemente d’impatto. Daghe Arlon!

  16. arlon ha detto:

    “vinzi” la 3?

  17. enrico maria milic ha detto:

    mi diria de sì… se no ghe xè nissun troppo forte contrario, diria che te continui sulla 3…. silenzio, assenso?

  18. Matteo ha detto:

    Per mi la tre inveze no. La due!!!! Vota la due!!!

  19. Matteo ha detto:

    Mi diria la 2!!! Moooolto Kraftwerk, molto kraftwerk. Viva la due.

  20. patrick karlsen ha detto:

    Due! Due! Due!

  21. arlon ha detto:

    ma xe sempre i stesi che disi la due?! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.