6 ottobre 2017

Contaminazioni Digitali, il festival multimediale sulle migrazioni

el sunto Dal 6 all'8 ottobre a Fiumicello si svolge un festival che racconta i fenomenti migratori attraverso l'utilizzo dei nuovi linguaggi multimediali

Organizzata da Invisible Cities e dall’associazione Quarantasette Zeroquattro, la prima tappa di questo festival itinerante è il paese friulano di Fiumicello.

Attraverso le pratiche delle arti digitali e i linguaggi della multimedialità, gli artisti di Contaminazioni Digitali saranno chiamati ad esplorare l’esperienza della migrazioni. “Vogliamo che gli artisti propongano visioni e narrazioni alternative, sguardi “altri”, differenti punti di vista, anche in contrasto tra di loro” spiegano gli ideatori del festival.

Al centro dell’attenzione ci sono i racconti di vita, le pratiche di trasmissione della memoria, le diverse percezioni degli avvenimenti da parte delle popolazioni migranti e di coloro che le accolgono.

Il pubblico avrà modo di interagire con le installazioni e  ammirare gli spettacoli di videomapping – oltre a performance live di artisti giunti da tutta Italia. Oltre a ciò sono organizzate diversi incontri dove esperti del settore, gli stessi richiedenti asilo di Fiumicello e il pubblico avranno modo di parlare e confrontarsi.

Aprirà la rassegna il film “Les Sauteurs” (2016)

“Les Sauteurs” è documentario girato nell’enclave spagnola di Melilla, vincitore di diversi premi in giro per il mondo. La proiezione è fissata per le 16.30. A seguirsi avverrà una discussione in presenza del regista del film.

Tra i diversi spettacoli del festival merita una visione il videomapping “Translation” di Giulia Grotto, proiettato ogni sera sul campanile della Chiesa di San Valentino. Inoltre, è da non perdere lo spettacolo teatrale multimediale “Nice to Meet you” in programma sabato 7 ottobre alle 15.30 presso la Sala Bison. Infine, per domenica 8 ottobre  alle 19.00 è in programma la performance teatrale partecipativa “M2” al Piazzale dei Tigli. Tra le installazioni che si protrarrano fino a domenica in Piazzale dei Tigli particolarmente adatta ai bambini è quella di “Boll, Io e Loro” di Paolo Scoppola. Un altro film che merita la visione è il corto “La pizzeria” (2016) di Massimiliano Milic.

Qui sotto trovate il programma completo del festival:

http://invisiblecities.eu/wp-content/uploads/2017/07/Pieghevole-Fiumicello-2.pdf

Qui sotto il link alla pagina facebook per seguire live tutti gli avvenimenti della manifestazione:

Tag: , , , , , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *