7 Luglio 2015

Questa sera “D… Come Donna” di Pino Roveredo

el sunto Rigorosamente vere le storie di donne in scena alle 21 al Lunatico Festival

Sono tutte storie rigorosamente vere, quelle raccontate nello spettacolo “D… Come donna”, in scena questa sera all’ex Opp di Trieste, sotto la regia del premio Campiello 2005 Pino Roveredo. Il suo atto unico nasce tre anni fa, quando lo scrittore-regista decide di “rompere il silenzio degli uomini e di cominciare a raccontarlo, il dolore delle donne. Perché – spiega – una signora una volta mi disse che il male peggiore del dolore femminile sta proprio nel silenzio degli uomini”. In 24 ore (le uniche prove sono state fatte ieri), le attrici e gli attori del caso (alcuni di loro non vengono dal mondo del teatro) si troveranno quasi a improvvisare i brani tratti da Cara Creatura (“il libro che amo di più”, ammette Roveredo) e da Cecilia, che con la seconda edizione del 2014 ha raggiunto 100mila copie.
Da allora lo spettacolo ha girato in lungo e in largo, anche nelle scuole, sempre “senza la presunzione di spiegare, ma solo con il bisogno di raccontare”, dice Roveredo.
“D… Come donna” va in scena alle 21 nell’ambito del Lunatico Festival, organizzato al Posto delle Fragole, nella cornice dell’ex Ospedale psichiatrico liberato da Basaglia, e per questo meritevole di continuare a essere frequentato dagli abitanti della città.
Giunto alla seconda edizione, il programma di musica, teatro e cabaret è messo in piedi dalle cooperative La Collina e Reset con la direzione artistica del gruppo Pupkin Kabarett.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.