23 Luglio 2012

Mandamento: nove Comuni su un unico Centro Commerciale naturale

Un unico Centro Commerciale naturale per i nove Comuni del mandamento che lavori in sinergia con quelli già esistenti, con un’immagine coordinata che possa promuovere un calendario di iniziative condivise: questo è il progetto «Nove Comuni» – presentato dal presidente Ascom Paolo Bratina nell’ultima seduta della Conferenza dei sindaci del mandamento – che di fatto per la prima volta crea un coordinamento di tutte le iniziative sulla valorizzazione dei centri, delle iniziative e delle loro attività produttive, con il Comune di Monfalcone e Ascom a fare da capofila.

Il progetto in questione darà la possibilità di accedere ad appositi finanziamenti regionali previsti dalla legge 12/2006, che saranno utilizzati per una valorizzazione comune del territorio mandamentale.

Lo scopo è infatti quello di dare un’unica regia alle iniziative organizzate dai nove Comuni interessati, creando anche una promozione coordinata. Questo, di fatto, trasformerebbe le nove amministrazione nel primo embrione di un unico Centro Commerciale Naturale ”spalmato” su tutto il mandamento: una vera novità a livello regionale.

Come spiegato dal presidente dell’Ascom, Paolo Bratina, il Centro Commerciale Naturale rappresenta una sinergia tra pubblico e privato che punta alla valorizzazione e promozione di un territorio, migliorandone la vivibilità e l’economia. A farne parte, dunque, sono chiamati i vari enti istituzionali come gli imprenditori dell’agricoltura, piuttosto che dell’industria o dei servizi. La proposta del CCN ha già trovato applicazione a Monfalcone e a Ronchi dei Legionari e la sua estensione alle altre municipalità mandamentali permetterebbe sia di avere più forza per l’ottenimento dei finanziamenti, sia consentirebbe di creare, poi, un organismo di coordinamento per fare sistema e dare una immagine coesa e unitaria del Monfalconese.

«E’ un passo avanti molto importante verso la collaborazione tra Comuni che sosteniamo da sempre – spiega l’assessore al Commercio di Monfalcone, Paola Benes – .Dopo la firma con Ascom e VivaCentro di un protocollo di azioni comuni per Monfalcone, le intenzioni si allargano fino a comprendere l’intero mandamento, e questo non potrà che essere un beneficio per tutti».

Una delle prime iniziative che potrà essere compresa nel progetto è quella dell’Ecomuseo ”Territori. Genti e memorie tra Carso e Isonzo”, appena riconosciuto di interesse regionale con la delibera dello scorso 6 luglio 2012.

L’iniziativa, partita dalla collaborazione fra il Consorzio Culturale del Monfalconese, associazioni locali e partner pubblici e privati, si pone quale obiettivo principale la condivisione partecipata del percorso storico-culturale e delle esperienze che hanno definito nel tempo le caratteristiche sociali ed economiche della comunità.

«Il progetto ecomuseale ha ora un marchio esclusivo e una visibilità extra-regionale – ha spiegato il presidente del Ccm, Davide Iannis – .Crediamo molto in questa formula che permette di attivare

Un commento a Mandamento: nove Comuni su un unico Centro Commerciale naturale

  1. dario gian ha detto:

    fantozzi parla così…….padrone naturale ,centro commerciale naturale;non sapevo che dalla nascita si è predestinati ad andare in un centro commerciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *