31 Luglio 2011

La Quarta Olimpiade dele Clanfe: videodiario di un sabato all’insegna del morbin

E finalmente arriva il gran giorno, il sabato dell’Olimpiade dele Clanfe. Inizio alle 15, ma il ritrovo per noi che ancora dovemo montar tuto è alle 10. Le previsioni meteo danno pioggia dalle 14, ottimo. Cossa femo? Bu, penseremo. Il tempo in mattinata non sembra lasciar spazio a molto ottimismo. Ci sarà il sole dietro quelle nuvole? Non pervenuto. E già arrivano valanghe di sms: “ou, se fà o no? piovi! mi stago casa dei”. Rimandiamo a domenica? a sabato prossimo? Ad agosto inoltrato? Alle 12 la decisione. Sopra l’Ausonia le nuvole non sono minacciose e l’edificio copre la visuale sull’Altipian, dove sembra invece che tiri tempesta. I cinque che vengono da Pordenone per tuffarsi cosa fanno? “I ga dito che lori vien e se tufa anche in mezo a tuoni e fulmini”.
Bon, orgoglio campanilistico, femo. Il maltempo non ci fermerà. E infatti, su 156 iscritti, alla fine solo 30 abbandonano il campo.
Continuiamo l’allestimento. Striscioni degli sponsor, tavolo della giuria, dj, microfoni wireless che non funziona per le interferenze dei mati del porto. Io e Alberto Krebel montiamo gli ombrelloni per la giuria. Li mettiamo dietro il tavolo. “Si muli, ma el sol riva del’altra parte”. Bon, ma tanto servirà più per la piova che per el sol. No xe frescheza de spostarli.
Alle 15 il capobanda del casin Mauro Vascotto annuncia la cerimonia di apertura. Fa quasi freddo, raggiungo il mio posto in giuria portandomi dietro la felpa, che non si sa mai.
Tutti in piedi per l’alzabandiera sull’inno di Maxino:

Si parte con lo spirito giusto. Il pubblico non può limitarsi ad osservare, ma diventa protagonista:

C’è chi omaggia la giurata del morbin Federica Macrì travestendosi da ginnasta:

C’è chi cerca di uccidere la giuria intanfandola:

I lavori della giuria sono all’insegna del divertimento, come ogni anno. Quasi subito arriva il primo spritz. Seguito dal secondo spritz. E dalle birrette. Poi da un altro spritz fruttato indefinito che no gavemo capì cossa iera. Ma bon, bevemo ah. Più di qualche voto, dicono le malelingue, è stato deciso dagli spritz offerti 😀
Continua lo show dei clanfadori. Grande successo per il premier Silvio Burlasconi, ciolto pel fioco da ben 3 partecipanti:

Arriva il sole. La felpa giace immobile. Gli ombrelloni, saggiamente messi dietro, non fanno il loro dovere. Caldon. E arriva i felini abituati al caldo:

Anche i pinguini tengono botta. E qua scatta un po’ di etologia. I pinguini, per non farsi mangiare dalle orche, si tuffano in mare facendo 3 taconeti, in modo da cacciare i temibili predatori. Eccolo:

Se i predatori non vanno via, serve Mr Crocodile Dundee (tra l’altro vincitore del premio più simpatico):

Verso le 16 arriva il sindaco. Bene, le clanfe hanno l’attenzione delle istituzioni, siamo salvi. Pecile senior gli consegna una maglietta della manifestazione, giusto un attimo prima che Pecile junior, Andrea, prenda il microfono in mano per rivelare la terribile verità: “si si ma vara che mio papà ga votà per quel’altro!”
Ridade. Per questa volta Cosolini non si tuffa causa due prove effettuate in settimana finite malamente. Bon, lo aspettiamo al varco la prossima.
E i muloni de Pordenone? Da affinare un po’ la tecnica, ma quanto a morbin non devono invidiare nulla ai triestini. Ecco un Eros che spara una freccia al pubblico:

L’irriverenza intanto dilaga. Ecco finalmente la famosa biancabalena, a mostrar le chiappe chiare!

E, imperdibile, c’è chi ha provato a far volar via la propria picia, con una mitica bomba aerostatica:

Si bon, ma ala fine chi ga vinto?
Ecco il re delle clanfe 2011, Cristian Ricciardi:

e la regina, Virginia Esposito:

Ma a mi me ga piasso ssai lui (oltre al pinguin). Un kamikaze 360 mortaio, un mito:

Dopo due ore e ciapilo di tuffi, i lavori di giuria sono finiti, così come lo spritz e le birrette. In attesa della classifica, c’è la lotteria con tutti i premi offerti dagli sponsor più i gadget cocoli dell’Olimpiade. Ed infine la premiazione dei due regnanti della Clanfa, che si sono portati a casa i biglietti per il MotoGP di San Marino offerti da Red Bull. Eccoli:

Sul sito ufficiale di Spiz trovate la classifica completa, con anche i vincitori delle varie categorie (fioi e pice, muleti e mulete, muli e mule, muloni e babe, vece bobe e vece marantighe, ufo). Una marea di altri video li trovate nel canale iutub del Monon Behavior. Nei prossimi giorni inoltre saranno pubblicate anche le riprese subacque, ciò. E una marea di foto…insomma, stay tuned!
Sicuramente un grandissimo successo quello dell’Olimpiade di ieri, sfortunata per le condizioni meteo che ha tenuto molta gente a casa, ma alla fine baciata dal sole, che ha premiato gli audaci. Nessuno fermi el morbin, ciò.

Hai scritto qualcosa (o fatto foto, o video, o pupoli…) di divertente/ironico/satirico su Trieste, Gorizia e dintorni? Mandacelo al Quel dela Quela! Scrivi a manna@bora.la

Tag: , , .

13 commenti a La Quarta Olimpiade dele Clanfe: videodiario di un sabato all’insegna del morbin

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.