17 Febbraio 2011

Romoli contrario al tracciato Tav: “Finirebbe per isolare Gorizia”

Il Comune di Gorizia esprime ”netta contrarieta”’ alla dismissione del raccordo ferroviario Ronchi sud – Ronchi nord, prevista da una sezione del progetto prioritario 6 dell’Ue, relativo al tracciato della Tav. Il tratto, che si snoda per 2 km ed e’ interamente elettrificato, e’ attualmente utilizzato dai convogli merci: la soppressione del collegamento comporterebbe il transito del traffico ferroviario commerciale attraverso la linea Palmanova-Udine-Venezia, allungando di 34 km il percorso.

”L’eliminazione di quel tratto finirebbe con l’isolare il capoluogo isontino – ha detto il sindaco di Gorizia, Ettore Romoli – impedendo la connessione con il futuro scalo intermodale di Ronchi. Senza il raccordo, il Comune di Gorizia sarebbe totalmente privato dell’accesso diretto allo scalo aeroportuale, compromettendo anche i progetti europei che prevedono l’istituzione di un servizio metropolitano che dovrebbe legare Nova Gorica, Gorizia, Ronchi, Trieste e Capodistria”. Secondo Romoli, inoltre, ”la soluzione ipotizzata comporterebbe gravi ripercussioni sul ruolo del capoluogo isontino nell’ambito del progetto del Superporto: anche per questo intendiamo far valere le nostre ragioni nelle opportune sedi”, ha concluso.

fonte: Ansa

Tag: , , .

23 commenti a Romoli contrario al tracciato Tav: “Finirebbe per isolare Gorizia”

  1. Dalla foto direste che è due anni più giovane del cavaliere?

    L.

  2. ilaria ha detto:

    Ma lui non ga la ruby che ghe rubi il cuor!

  3. giò ha detto:

    @1 – Hai forse lo specchio rotto?

  4. Liliana Mlakar ha detto:

    Già a metà Ottocento, con la costruzione della ferrovia, era previsto di emarginare Gorizia, lasciandola fuori dal tracciato. Fu solo l’intervento dei Ritter che fece sì che il Governo di Vienna concedesse il passaggio della ferrovia per Gorizia. L’inaugurazione è del 1860. Ce la faremo anche questa volta?

  5. piemontese ha detto:

    e la migliore e più bella delle consigliere comunali o regionali non è la Minetti!

  6. Federico ha detto:

    Temo che Ritter fosse ben più influente -a Vienna – di quanto Romoli lo sia a Trieste e a Roma…

  7. Federico ha detto:

    Anyway, come direbbe la Minetti (anzi, lei su CNN dice “in any way”…), occorre fare il possibile. Mi domando in questi mesi quali azioni abbia fatto (o non fatto…).

  8. Cristiano ha detto:

    Ma non c’e’ una qualche chance di ricandidarlo ‘sto Ritter?

  9. Jack ha detto:

    E pensare che in Autoporto hanno già speso una barca di soldi per l’intermodale ferroviario. E’ partito solo un treno carico di camion con tanto di articoloni sul Piccolo e Messaggero. E poi…buu…

  10. Ale ha detto:

    Ma vi immaginate se pensassero di far passare la TAV per Gorizia…
    se non si può fare nemmeno un ascensore figuriamoci la TAV! Per non parlare della scuola di polizia della Finanza.
    Ehi! Sveglia!!! Voliamo bassi che Gorizia è poco più di un paese di campagna!

  11. abc ha detto:

    Qui non si chiede di far passare la TAV per Gorizia, ma semplicemente di non sopprimere il brevissimo tratto di linea esistente che collega Ronchi sud con Ronchi nord. Mi pare una richiesta più che legittima.

  12. Cristiano ha detto:

    @11

    giusto

  13. Ale ha detto:

    Bhe… @ABC basta andara sul sito di Ronchi DL e scoprire che non sopprimeranno la linea Ronchi DL-Udine.
    GoriziaNato!;-|

  14. luigi (gorizian) ha detto:

    @Ale
    e allora per cosa sta protestando Romoli?
    Si è sognato lui che vogliono dismettere quel tratto di ferrovia?
    Non credo che la redazione si sia inventata di sana pianta il testo:
    “Il Comune di Gorizia esprime ”netta contrarieta”’ alla dismissione del raccordo ferroviario Ronchi sud – Ronchi nord, prevista da una sezione del progetto prioritario 6 dell’Ue, relativo al tracciato della Tav. Il tratto, che si snoda per 2 km ed e’ interamente elettrificato, e’ attualmente utilizzato dai convogli merci: la soppressione del collegamento comporterebbe il transito del traffico ferroviario commerciale attraverso la linea Palmanova-Udine-Venezia, allungando di 34 km il percorso.”
    Penso abbiate imparato che i “siti” non sono oro colato e molto spesso non sono aggiornati per mesi, vero? Va tutto verificato.

  15. kaiokasin ha detto:

    Cara Ale,
    io sto sito Ronchi DL non lo trovo. Però sul progetto preliminare di RFI (per esempio sul Piano profili su ortocarta Variante LS Udine -Trieste – Binario Pari -Tav.1/1) sulla lunetta (dietro l’Emisfero) c’è una freccetta e la scritta “d dismettere”. Probabilmente passeranno decenni, ma l’eliminazione è prevista. Il raccordo essitente serve solo ai merci (non ci sono treni passeggeri Venezia-Gorizia). Comunque far passare un tot di merci per Gorizia vrrebbe dire avere – già adesso – 4 binari tra Italia e Slovenia: la Provincia di Gorizia (già Brandolin e poi Gherghetta) hanno fatto dei progetti per migliorare i collegamenti tra Gorizia e la Slovenia: solo penso che ai sloveni non interessi granchè, loro pensano solo al loro porto di Koper e alle autostrade.

  16. Mauro ha detto:

    @Ale Hai ragione ma vedi che hai Goriziani non gli intaressa niente preferiscono una città morta, non vogliono il bene di G orizia ma solo lasua morte. Ho fatto molti esempi dalla sanità turismo commercio fanno di tutto per poter bloccare l’ascensore, l’aereoporto duca D’aosta in stato di abbandono.

  17. Mauro ha detto:

    A me piace molto questa giunta comunale fa l’interesse della città e non mi sono pentito di averla votata. A me da fastidio i cittadini sono solo che attacano per ogni stupidagine e poi la sinistra e l’ex prete che se fasava il prete era meglio non capisce niente di politica.
    Lo fanno per aprire la strada per le elezioni.

  18. isabella ha detto:

    La “morte” di Gorizia non la decretano di certo i goriziani.
    Per quanto riguarda la sanità credi che i goriziani possano fare molto quando le decisioni a livello regionale vanno in altre direzioni?

  19. abc ha detto:

    @Ale, evidentemente confondi la linea Ronchi-Gorizia-Udine con il raccordo fra Ronchi Nord e Ronchi Sud il quale permette ai treni della linea Udine-Trieste di passare direttamente sulla linea Trieste-Venezia senza dover passare per Monfalcone ed invertire il senso di marcia. Questo raccordo permette ai treni merci che provengono da Nova Gorica-Gorizia di raggiungere direttamente Cervignano. Fino a poco tempo fa inoltre c’era una coppia di treni viaggiatori che passava di lì e collegava Venezia e Vienna passando per Gorizia; era il collegamento più veloce fra la nostra città e il capoluogo veneto. La soppressione di questo raccordo non consentirà a tutte le stazioni della linea Udine-Ronchi Nord di avere un collegamento ferroviario diretto con l’aereoporto che farà capo alla stazione di Ronchi sud.

  20. Ale ha detto:

    @ABC: scusami ma qual’e il tuo problema?
    che ci sia ancora la ferrovia Udine-Gorizia-Ronchi Nord o che a Gorizia passino tutti i treni che passano per Ronchi?
    Nel primo caso devi stare sufficientemente tranquillo anche se inevitabile un ridimensionamento ci sarà.
    Nel secondo caso speri l’impossibile.

    Gorizia deve abbandonare il suo campanilismo di città capolluogo a cui è tutto dovuto. Gorizia è una città di provincia che se vuole soppravvivere deve fare sistema con il mandamento e incoraggiare le TAV per Ronchi dei L. altrimenti è la morte per tutti.
    Bisogna sostenrere la TAV perchè prterà lavoro, soldi, industrie ecc. e controlare che venga fatte bene!
    Tutto il resto sono GoriziaNate!

  21. alpino ha detto:

    quoto in toto ALE

  22. abc ha detto:

    Dove mai ho scritto “che a Gorizia passino tutti i treni che passano per Ronchi?”. E’ ovvio che la TAV da Ronchi sud prosegue verso Trieste. E’ naturale che ci sarà anche un collegamento viaggiatori veloce fra l’Aeroporto regionale e Monfalcone-Trieste, a cui nulla sarà tolto.

    Sarebbe però utile anche un servizio che colleghi Ronchi sud alla linea per Udine, la quale non serve solo la da te poco amata Gorizia, ma pure le altre stazioni di tale linea.

    La richiesta di Romoli di mantenere ciò che già c’è non scoraggia affatto, come invece sostieni tu, la costruzione della TAV per Ronchi.

    Il fare sistema fra Gorizia e il mandamento non deve essere solamente a senso unico come sostieni tu, ma reciproco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *