2 Febbraio 2010

La “casta” regionale costa?

(Renzo Tondo, in una foto di Ivan Doglia)

Fvg La Conferenza dei presidenti delle Regioni ha reso noto gli stipendi di presidenti e vice, assessori e consiglieri. Le sorprese per la regione Friuli Venezia Giulia non mancano. Nella classifica dei “meno pagati” a livello nazionale i consiglieri di palazzo Oberdan si piazzano al secondo posto: con 5.360 euro netti al mese sono i “i più poveri” dopo i colleghi toscani (5.288 euro). Anche il governatore Renzo Tondo e il presidente della giunta regionale Edouard Ballaman non risultano tra i più salariati: per loro, al netto delle tasse e benefit a parte, ci sono 8.038 euro al mese, una cifra che li colloca al quarto posto tra i meno pagati dietro i pari ruolo di Umbria, Toscana e Marche.
Per finire gli assessori: con 6.654 euro mensili si classificano al terzo posto dei meno stipendiati nel confronto con gli altri colleghi del resto d’Italia.

Le regioni che spendono di più per i loro amministratori sono quelle del Sud. Spiccano i 14.644 euro di stipendio del presidente della Sardegna e i 14.369 del collega siculo. Ma non va poi tanto meglio in Trentino dove il governatore s’aggiudica 10.507 euro mensili.
Quanto agli assessori, risultano più costosi quelli della Calabria (12.884 euro), seguiti a ruota dai pugliesi (11.865 euro) e dai campani (11.261).
I consiglieri sardi risultano, invece, i più remunerati: 11.417 euro, quasi il doppio dello stipendio degli eletti nel Fvg, pari – come detto – a 5.360 euro. Quest’ultima cifra si costruisce sommando i 4.417 euro del netto ai 943 dei rimborsi minini.

(fonte: Il piccolo)

Tag: , , , .

3 commenti a La “casta” regionale costa?

  1. Avatar bagarino ha detto:

    Per non parlare dei funzionari e dipendenti:
    http://www.repubblica.it/esteri/2010/02/02/news/dipendenti-sicilia-2160928/
    Abbiamo decine e decine a >€10.000 al mese netto + premi di produttività (= spendere tutto i soldi alle loro disposizione).
    Vedo tutto l’apparato politico-amministrativo come un gigante tumore maligno nel corpo d’Italia. Quando cresce rischia di mettere a repentaglio la salute dell’organismo stesso. Meglio sarebbe una specie di coefficiente con la paga media in quale lo stipendio dei nostri amministratori e politici è legato al potere d’acquisto dell’italiano medio. (i.e 20x per presidente di consiglio, 15x per un ministro, 12x un sottosegretario ecc.) Vola bene il paese? Bene. Volano anche i stipendi o il numero delle cellule del tumore. Va male l’economia? I politici e dirigenti la risentono. Chemioterapia? Forse è ora.

  2. Avatar massimiliano ha detto:

    da “L’espresso”:

    I furbetti dell’aumentino
    Alla faccia della crisi. Con un cavillo nella Finanziaria regionale, i consiglieri del Friuli Venezia Giulia si sono concessi un regalino. Si sono aumentati i rimborsi per le spese di auto e vitto, con un incremento che va da 175 a 580 euro in più al mese. In pratica, un omaggio anche di 8700 euro l’anno per migliorare il loro tenore di vita. Si stima che alla fine per i 59 consiglieri regionali l’esborso supplettivo sarà sicuramente superiore ai 120 mila di euro, forse vicino ai 200 mila. E – nonostante non siano in cima alle classifiche della casta local – i parlamentari del Fvg hanno già stipendi significativi: in busta paga finiscono circa 8000 euro netti di stipendio, più altre indennità variabili. Per il rimborso auto finora c’erano contributi variabili a seconda della distanza dalla sede del Consiglio: 443 euro mensili per i triestini, 2704 per chi viene da Pordenone. Ma nel 2010 dovranno lavorare anche di venerdì, ed ecco l’aumentino per compensare il giorno in più di riunione.

    Di fronte alle critiche, maggioranza di centrodestra e Pd hanno fatto quadrato e hanno difeso la decisione di potenziare il benefit. Solo il governatore Renzo Tondo si è dissociato chiedendo un taglio dei costi della politica. E si è beccato bordate feroci dai suoi alleati leghisti guidati da Federico Razzini: “Il governatore dia il buon esempio e passi ai fatti, visto che dispone di auto blu con due autisti, stuoli i personale e portaborse, ricchi fondi spese di rappresenza”. Insomma, chi è senza peccato scenda dall’auto blu.

  3. Avatar Aureo Muzzi ha detto:

    Per dire la verità, anche la Serracchiani ha chiesto ai suoi consiglieri regionali di far un (tardivo) passo indietro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.