17 Dicembre 2009

“Processate subito Luca Tornatore”

Trieste Continuano ad arrivare alla spicciolata le notizie da Copenaghen riguardo le sorti di Luca Tornatore. Il ricercatore residente nel mestrino del Dipartimento di Fisica dell’Università di Trieste, arrestato nella città danese dopo degli scontri tra la Politi e i contestatori.

(foto tratta dal sito de "L'Espresso", che ringraziamo)

(foto tratta dal sito de

Questo pomeriggio, intanto, una delegazione di ricercatori dell’Ateneo triestino ha consegnato al consolato danese della città giuliana, una petizione per richiedere la liberazione del collega. La prima firmataria di una delle petizioni presenti in rete è Margherita Hack, docente emerita d’astronomia. Non da ultimo, si è mosso anche il Rettore Francesco Peroni che ha scritto una lettera all’ambasciatore danese a Roma, descrivendo Tornatore come una”persona impegnata politicamente e civilmente”.

Tornatore è stato coinvolto in alcuni scontri all’uscita da un incontro di attivisti. In questi giorni tanti dissidenti stanno manifestando parallelamente allo svolgimento della conferenza sul clima di Copenaghen. Secondo delle indiscrezioni, la prova incriminante sarebbe costituita da una fotografia che ritrarrebbe lo stesso ricercatore in procinto di lanciare una molotov. Ma i difensori di Tornatore, e i diversi testimoni presenti, ritengono che ci sia stato uno scambio di identità, basato sul fatto che il soggetto inquadrato in tale documento fotografico, indossa un cappello simile a quello di Luca. Non si vedrebbero chiaramente i lineamenti del volto né i vestiti del violento corrisponderebbero a quelli indossati la sera del 14 dicembre dal ricercatore triestino.

Il processo è stato fissato dalle autorità danesi per il 12 gennaio. Questo significherebbe che il giovane, padre di famiglia, dovrebbe trascorrere il Natale e le festività di fine anno, dietro le sbarre.

Due le opzioni considerate dai difensori del ricercatore. Da una parte i sostenitori della tesi “libero subito”: tra questi la federazione dei giovani comunisti che, sempre questo pomeriggio, ha inoltrato una richiesta al Ministro degli Esteri, Franco Frattini, e all’Ambasciatore italiano in Danimarca, affinché gli organi competenti “si attivino immediatamente per riportare in Italia questo nostro concittadino, reo solamente di chiedere un mondo più giusto”.

Altra la tesi sostenuta dai famigliari e dai conoscenti più vicini a Luca. Sempre secondo indiscrezioni, infatti, sarebbe da sostenere l’ipotesi del “processatelo subito”. Vista l’inconsistenza delle prove accusatorie, il giovane sarebbe così liberato prima del 12 gennaio.

(l'immagine dal profilo Facebook di Luca)

(l'immagine dal profilo Facebook di Luca)

Tag: , , , , , , , .

15 commenti a “Processate subito Luca Tornatore”

  1. Avatar effebi

    “…in procinto di lanciare una molotov…”

    posto che aspetto l’esito della verifica della foto per formulare un giudizio su Luca Tornatore, che non conosco, ma due parole su chi lancia le molotov lo vogliamo dare ? opprure ste cose oramai dobbiamo considerle normalità ?

    quando c’è qualcosa che non ci piace lanciamo le molotov come fossero caramelle ?

    ci indignamo perchè viene fermato un dimostrante sopettato di aver lanciato una molotov ma non abbiamo niente da dire su chi lancia le molotov ?

    mah ! quasi quasi mi indigno e… lancio una molotov… tanto…

  2. Avatar Odilo Globocnik

    Eeeh caro Effebi, se te ga ragion! Proprio l’altro giorno iero in sacchetta a far lavoretti sulla barca e ghe iera un cocal che no me lassava in pase, e gò pensà proprio cussì: se mi fossi un noglobal o un comunista, cossa ghe farìa adesso a quel cocal? Ghe tirassi una molotov! Xè proprio vero, in ‘sto paese disgrazià, pien de negri e de mobrucchi, quei che sguazza xé sempre i comunisti che ogni giorno no’i fa altro che tirar decine e decine de molotov, come se piovessi. E dopo i se preoccupa de l’inquinamento…

  3. Avatar Wehrle

    Visto che el se al fresco, fosi de scaldarlo co la Molotov che el voleva lanciar…

  4. Avatar bubez goriziano

    Globo, ma sei uscito dalla Kleine Berlin?

  5. Avatar Alabardato.

    Bè io personalmente erogherei una pena pesantissima se fosse vero. Prima la sicurezza di chi sia stato a tirare la molotov e poi l’incriminazione per tentata strage come minimo.

  6. Avatar iole

    ah, signore mie, sti comunisti. i xe dapertuto. e po’, gave’ visto el sporco che i ga soto le onze?

  7. Scopro solo oggi questo appassionante sito di informazione. Leggo incuriosito, con occhi da alieno i commenti a questo articolo. Povera Trieste, popolata da siffatti individui, da chiacchiere da osteria. Povere osterie, che una volta ospitavano persone come Joice o Saba…Chi, tra di noi, vive nell’iperspazio?

  8. inutile a dirsi sperando nella sua innocenza,una certa classe politica che si rispecchia nella sinistra si indigna e colpevolizza anche senza prove chi non la pensa come lei per poi assolvere chi si rende colpevole di violenze ma manifesta idee “Pacifiste”

  9. Avatar lcoroll

    Ma cosa val solo per “Lui” (SB per chi no capisce) che un xe inocente fin prova contraria? (Anzi anche senza prova contraria)
    E quei dela parte aversa i xe colpevoli a prescinder?
    Ma semo mati?
    Tuti quei che conosce una persona che vien acusada de qualcosa gà il dirito de dir la sua, poi stà ai giudici verificar le prove (e qua se apriria un capitolo enorme sopratuto per l’Italia…)
    Come per i muli acusadi de stupro. Xe sai probabile che sia vero ma fin che no xe dimostrà per mi xe inocenti.
    So de un fato de un che xe stà mezo rovinà de una che se gà fato inzinganàr de un paio de “amiche” e lo gà denuncià. Dopo un bel pò gà ritratà ma intanto xe stà sputanà e la ritratazion no gà vudo il rilievo del sputanamento… Se devi sempre star molto atenti muli…
    Robe del genere ghe pol capitar a tuti, ricordeve del Tortora.
    Viva,
    Gigi goriziàn

  10. Avatar martino "bulow" prizzi

    gigi, io non ti conosco, ma mi sembri una persona di buon senso. ti chiedo, per favore, di non raccogliere queste provocazioni.

  11. Avatar lcoroll

    @bulow
    certe robe me fà girar de qualsiasi parte le rivi (e mi son ben schierà) e la puza soto il naso de certa sinistra la conoso bèn, molto bèn! De sti tempi xe de impizarse praticamente per tuto, xe tuti mati!

    Veramente xe quasi de rimpianger i tempi de Moro e Berlinguer il che xe tuto dìr.
    Comunque sparo una ogni tanto… ma la scomparsa del caro vecchio buon senso e la mancanza de profesionismo e informaziòn nel far e dir le robe me ratrista sài. Ghe digo sempre a mio fio, trovite un lavoro in germania che me sa che ti te troverà meio… e forse ti gavrà anche una pensiòn.
    Bona note,
    Gigi goriziàn

  12. Avatar bulow

    gigi, qui non si tratta di puzza sotto il naso. qui si tratta di provocatori che non aspettano altro che qualcuno tiri in ballo le vicende giudiziarie di chi sappiamo, per poter dire: eccolo, il clima di odio! ma il caso di luca tornatore non ha nessun legame con il cosiddetto “dibattito politico” italiano.

  13. Avatar effebi

    “Povere osterie, che una volta ospitavano persone come Joice o Saba”

    i andava in osteria perchè la ghe iera tanta gente genuina e pochi “simulatori…”

  14. luca tornatore libero subito!!!
    nel caso qualcuno non avesse capito il problema in questione non sn i comunisti ma le forze dell ordine ke non vedono l ora ke arrivino questi vertici per operare una serie di soprusi e violenze spesso gratuite e immotivate…innanzitutto ci hanno rotto le scatole con questi falsi vertici del cazzo in cui pensano solo a tenersi stretti stretti i loro soldi e se ne sbattono i coglioni di tutti i problemi ambientali ke abbiamo…questi, in realtà, sono di una gravità estrema…luca lo sapeva sicuramente, in quanto competente, le forze dell’ordine e quelle giudiziarie, con tutto il rispetto, credo ke nn ci capiscano un fico secco… col manganello però pikkiano molto bene… purtroppo… MAI PIU’ GENOVA 2001!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.