27 Marzo 2009

Gli anni della dolcevita triestina di Mitri e Franco, venerdì su Sky

Il blog “2 out” racconta che venerdì sera su Sky (ore 21, canale 407) ci sarà un documentario dedicato al pugile Tiberio Mitri e alla Miss Italia Fulvia Franco, stelle triestine del dopoguerra italiano nate negli anni dell’occupazione americana della città nord-adriatica.

Scrive questo blog:

tra il 1945 ed il 1954, quando non si sapeva se la città sarebbe finita sotto la dittatura di Tito o sotto la repubblica di De Gasperi, a comandare la transizione rimasero battaglioni di Marines americani e di soldati inglesi e Trieste visse, come una cicala, una sorta di dolce vita.

Quegli stessi anni di foibe, continue lotte, manifestazioni, attentati organizzati dalle opposte fazioni politiche, portarono i triestini a scoprire le sigarette Philip Morris, i primi blue jeans mai visti in Europa, le insegne al neon, le calze di nylon sotto alle gonne sempre più vicine al ginocchio e le notti a base di Martini e boogie-woogie nei fumosi locali e nei night dei stretti vicoli di Cavana. Mentre gli stessi film hollywoodiani arrivavano prima nei piccoli cinema di viale XX Settembre della città giuliana che nel resto d’Europa.

Adesso quei nove anni di attesa, che videro salire e scendere l’astro di Tiberio Mitri, stella del pugilato italiano e campione d’Europa a poco più di 20 anni e di Fulvia Franco, eletta Miss Italia appena diciannovenne nel 1948 e attrice con Totò in alcune pellicole (Totò e il giro d’Italia e Totò a colori) sono raccontati nel documentario TRIESTE, UN RING SULL’ADRIATICO, in onda su History Channel (canale 407 di SKY) venerdì 27 marzo alle 21.00.

Tag: , , , .

Un commento a Gli anni della dolcevita triestina di Mitri e Franco, venerdì su Sky

  1. Giovanni ha detto:

    Mi riferisco alla frase “occupazione americana”.
    Mio padre era, per obblighi professionali (militare), di idee favorevoli all’ Italia, bene un suo collega, non triestino, bensì meridionale, gli fece presente che era giusto tenersi i vincitori, perchè, con questi si sta sempre bene. Mi sembra che abbia detto una grandissima verità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *