9 Febbraio 2009

Omero: “l’intitolazione a Granbassi serve al conflitto nazionalistico

Omero, capogruppo del Pd di Trieste in Consiglio Comunale, ha nuovamente criticato sul suo blog l’intitolazione di una scalinata al giornalista Mario Granbassi. Omero, in sostanza, ricorda come atti simili siano utili ai politici che hanno “costruito le proprie fortune sulla contrapposizione politica e nazionalistica“. Omero in particolare critica Paolo Sardos Albertini, presidente della Lega Nazionale, un’organizzazione “impegnata per la difesa dell’italianità di Trieste. Sardos Albertini aveva dichiarato ieri al Piccolo:

devo sottolineare come si sia davvero voluto creare il caso con questa mobilitazione contraria da parte di cittadini e politici. A mio avviso, c’è stata un’autentica manipolazione, andata al di là dei fatti realmente accaduti. Granbassi ha vissuto in un determinato periodo storico, lo sappiamo. È andato a combattere in Spagna, ancora molto giovane, credendo in certi ideali e ci ha anche rimesso la vita: è stata avviata una campagna disonesta da molte persone che hanno giudicato questa sua scelta non condivisibile. Nessuno di loro, però, ha agito in modo intellettualmente onesto, preferendo cercare di essere efficace in senso propagandistico.

Omero ha risposto, rendendo pan per focaccia:

Chi è Paolo Sardos Albertini che si permette di dare patenti di onestà intellettuale o, meglio, dà del disonesto a chi non condivide le sue idee?
È lo stesso che, come ritorsione a chi si è dichiarato contrario all’intitolazione della scala a Mario Granbassi, ha lanciato una raccolta di firme contro le intitolazioni slovene che fanno riferimento al comunismo e a Tito, confermando così tutta la strumentalità che c’è dietro alla scelta della destra triestina.
Una cosa è chiara a tutti, meno al sindaco Dipiazza. La pacificazione annulla chi a destra come a sinistra ha costruito le proprie fortune sulla contrapposizione politica e nazionalistica. Avvallando l’intitolazione finisce solo con il riconosce un ruolo politico sia a Paolo Sardos Albertini che a Claudio Cossu.

Tag: , , , , , .

Un commento a Omero: “l’intitolazione a Granbassi serve al conflitto nazionalistico

  1. Adriano ha detto:

    A quando invece, l’intitolazione di una via al grande prof. Carlo Callerio, biologo e benefattore morto nel 1999?
    Aiutò la realizzazione della Facoltà di medicina, mise a disposizione dell’Università la sua Fondazione. Aveva cercato assieme alla moglie Dirce di far avere a Trieste la Facoltà di medicina veterinaria incontrando però molti ostacoli.
    Perchè il comune si è dimenticato di lui?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *