4 Giugno 2007

La Provincia chiama a raccolta i sindaci per difendere Fincantieri

La Provincia chiama a raccolta i sindaci isontini in difesa di Fincantieri. Venerdì alle 18, nella sala giunta della Provincia, il presidente Enrico Gherghetta ha invitato tutti i sindaci del territorio per "rimarcare con forza la nostra preoccupazione e contrarietà a ipotesi che pregiudichino il ruolo della navalmeccanica in Italia e nella nostra provincia". L’incontro fa riferimento all’ipotesi di quotazione in Borsa della Fincantieri di Monfalcone, un’eventualità che già aveva trovato la contrarietà del Consiglio provinciale lo scorso 20 dicembre 2006, con 13 voti a favore e 3 contrari (Migliorini, Morandini e Baresi), resi da 16 consiglieri votanti su 17 presenti.

Un commento a La Provincia chiama a raccolta i sindaci per difendere Fincantieri

  1. FEDELEALESSANDRO ha detto:

    Gherghetta… sulle orme di Franco Giordano(Rc) si oppone alle oramai avanzate procedure di filing di Fincantieri… non sa forse (lo sa benissimo) che e’ proprio Il Ministero dell’Economia che darà mandato a Fintecna di avviare le procedure necessarie al collocamento delle azioni…Probabilmente deve fare bella figura con il suo zoccolo duro di elettori staranzanesi che non capiscono che quando un azienda si vuole quotare in borsa e’ per una necessita’ fisiologica di liquidi…le alternative:meno investimenti,meno lavoro,cassa integrazione etc etc tutte cose su cui marciano cgil e compagni…
    perche’ il ns presidente della provincia non difende le scelte del governo prodi? si ricordi il consiglio provinciale che si vuole mantenerne la proprietà con almeno il 51% del capitale sociale dell’azienda, salvaguardando l’integrità del gruppo e utilizzando i proventi dalla quotazione per un rafforzamento industriale dei siti Italiani (nota la Uilm)
    E’ stato inoltre confermato dal Governo e dall’Azienda che non ci sarà nessun riferimento, nel piano industriale, a processi di delocalizzazione attraverso acquisizioni di cantieri low-cost
    Sarebbe il caso che le istituzioni come la provincia con gherghetta in primis si occupassero della gestione delle competenze della provincia,senza fare la solita demagogia politica…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.