18 novembre 2016

Weekend con Überfranz al Caffè degli Specchi

el sunto Il fumetto supereroistico 100% Triestin e i suoi autori saranno sabato 19 e domenica 20 nel locale dove è nato. Chi è Überfranz? Ecco le sue origini!

Nel fine settimana del 19-20 novembre al Caffè degli Specchi potrete incontrare gli autori di Überfranz e acquistare la vostra copia del fumetto: affrettatevi, perché delle mille copie stampate quasi 500 sono già state vendute lo scorso fine settimana a Fumetti per Gioco. Il ricavato delle vendite sarà devoluto… Un momento. Non sapete di cosa stiamo parlando? Davvero? Facciamo un passo indietro, e andiamo verso le origini di questo super personaggio…

Un tempo, c’erano Batman e Udin – “i supereroi che Trieste ci invidia”. Ora l’invida è finita: nel 2016 un supereroe come si deve difende la città, in un fumetto rigorosamente triestino negli autori e nella parlata. È Überfranz, che unisce le amate fattezze del Kaiser Francesco Giuseppe con muscoli, mantello e tuta anatomica in pieno stile comic americani. Una mescolanza assurda e insopportabile? Tutt’altro: il primo prodigio di Überfranz è quello di apparire un personaggio ovvio, naturale. Come se fosse già presente nell’immaginario dei giuliani, nascosto nelle loro teste in attesa di una abile penna per materializzarsi. E a sentire il suo papà, Luca Vergerio, sembra che sia andata proprio così.

“L’ultimo sabato di agosto, al Caffè degli Specchi, con molti altri artisti locali, stavo partecipando a una manifestazione organizzata dall’Accademia di Fumetto, Trieste agli Specchi. Un weekend di beneficenza in cui noi disegnatori realizzavamo tavole da battere all’asta per raccogliere fondi per il Burlo. Ho finito piuttosto presto il mio lavoro, e mi sono trovato con un bel po’ di tempo a disposizione… Cosa faccio?” Il suggerimento arriva dal collega e co-autore Giulio Riosa, anch’egli docente come Luca all’Accademia di Fumetto. “Potresti fare la copertina di un finto fumetto dedicato a un supereroe triestino, l’Uomo-Caffè…” è una boutade, un wiz. Luca ribatte: “E con chi vuoi che lo faccia combattere, contro Überfranz?”

Il nome prende vita. Luca e Giulio forse non si sono neanche intesi bene. Giulio immaginava l’Uomo-Caffè come l’eroe. Ma quando la matita di Luca parte Überfranz prende il sopravvento e diventa il protagonista della copertina. Il paladino della città. Il supereroe. L’entusiasmo cresce, il personaggio si definisce grazie anche all’aiuto di Mario Cerne, direttore dell’Accademia di Fumetto. “Quel giorno abbiamo realizzato anche una tavola con la primissima storia. Prima ancora del numero Zero che ora hai tra le mani. Mi pare che sia stata battuta all’asta per 120 euro, e non ricordo chi l’abbia presa…”

Già in quella prima tavola Überfranz parlava in dialetto triestino. E così è anche nel numero zero, dove a parlare in lingua è solo il suo avversario, un magniloquente e atletico giovane allevato dai cinghiali, che assieme a questi animali semina caos e panico in città. Solo un eroe può riportare l’ordine… Le venti belle tavole che compongono la storia autoconclusiva sono briose, ironiche e ricche di spunti e citazioni da fumetti, film e letteratura popolare: niente nostalgia, solo una sana allegria pop che marca il tono e mette le basi per un futuro sviluppo delle avventure dell’asburgico eroe.

14441169_935662283212198_3787427841721343464_n

Luca Vergerio, Überfranz e Giulio Riosa

“Venti tavole non sono poche per raccontare una buona storia” ragiona Luca, “soprattutto considerando che le abbiamo realizzate in team, durante un faticoso weekend di beneficenza. Ma non sono neppure abbastanza per inserirci tutto il materiale che ci è venuto in mente a partire dalla prima idea… da principio eravamo piuttosto cauti, ma visto il successo di pubblico stiamo pensando che a questo numero potrebbero seguirne altri due o tre, con un maggior numero di tavole e a cadenza annuale. Visto che noi autori non intascheremo una lira dal progetto, non possiamo permetterci di fare più di così.” Luca puntualizza: “Ci sembra giusto che l’animo nobile di Überfranz resti legato a iniziative benefiche locali. Così questo supereroe potrà davvero fare del bene alla nostra città. Purtroppo questo comporterà che dovrete attendere circa un anno prima di vedere Wünder Sissi in azione…”

Certo, un supereroe con le fattezze del Kaiser ha un grande richiamo sull’immaginario locale. “La maggior parte dei triestini ha risposto bene, anche se non è mancata qualche voce polemica” dice Luca. “Mi capita di vedere su Facebook persone che usano l’immagine di Überfranz per la foto di profilo. ‘Ehi, ma quello è il mio disegno!’ mi viene da dire, poi però sorrido. Ma c’è stato anche un gruppo politico che ci ha chiesto di usare l’immagine del nostro eroe. Abbiamo detto di no, ovviamente: l’Imperatore deve restare al servizio di tutta la città, e al di sopra delle parti…” Giulio aggiunge: “Abbiamo anche dei lettori a Vienna! Qualcuno ha ordinato ben 15 copie del fumetto, nella capitale austriaca… Nostalgici? Appassionati di fumetti? Semplici curiosi? Per il momento, non lo sappiamo.”

14980581_973584219420004_8711658032050035603_n

Quindi, come dicevamo all’inizio: sabato 19 e domenica 20 novembre, dalle 10 alle 19 potrete incontrare gli autori di Überfranz al Caffè degli Specchi. Oltre al fumetto, potrete anche acquistare dei poster, due legati al personaggio e uno con i primi studi per Wünder Sissi. Il ricavato delle vendite verrà destinato all’Ospedale Infantile Burlo Garofalo. Per momento, questi materiali non sono distribuiti nei negozi: chi vuole la sua copia, magari autografata, sa dove può trovarla…

Tag: , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *