8 ottobre 2015

La ricetta: le mazze di tamburo impanate

A quanto mi dicono, quest’anno è una stagione magra per i funghi. Intendo funghi locali, raccolti nelle nostre terre.
Lo dicono gli specialisti, chi li raccoglie e vende. Io di funghi ne capisco pochino.
Giustamente, mi farete notare che qua e là se ne vendono in abbondanza.
Addirittura sono comparsi dei venditori ambulanti, che li propongo (porcini) a 10 euro al chilo!
Ripeto di funghi locali pochetti quest’anno, per cui chiedetevi l’origine di quelle cassette.

Ok.

Fin qui chiacchiere.

20150923_131049-01

Un paio di settimane fa chiedo ad un ristoratore vicino a Divača, se di funghi ne avesse visti.
Kristian mi dice che no, di porcini, in zona ne son stati raccolti veramente pochi.
Però mi indica un prato (di sua proprietà) dove si vedono spuntare dei bellissimi cappelli bianchi.
Sono le mazze di tamburo. Se ho voglia le posso prendere, dice Kristian.

Non me lo faccio ripetere due volte e via, scendo in campo e me le prendo.
In pochi minuti ho raccolto circa 15 mazze di tamburo.
Ottimo! Già mi pregusto la loro panatura….

20150923_180454-01

La sera a casa.
Farina, uova e pan grattato. Olio extravergine d’oliva per la frittura.
Gnam gnam. Che delizia!
La pulitura è semplice. Basta levare i cappelli, che son quelli che si impanano e pulirli leggermente con un coltello.
Niente acqua.
Impanatura e frittura.
Servite calde con un pò di verdura cruda.

20150924_195938-01

20150924_200039-01

Pasto dei re.

Buon appetito!

Tag: , , .

2 commenti a La ricetta: le mazze di tamburo impanate

  1. michela

    le mazze di tamburo impanate……che squisitezza! le mangiavo tanti anni fa nella trattoria acquario di via crispi, il titolare per quanto mezzo matto le faceva divinamente <3

  2. Fiora

    …fame el conto ,Elvio. Dame quel che te vol! e i siparietti con oggetto le sue imprese amorose? davvero impagabili…altro che conto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *