8 Maggio 2010

Triestina – Reggina 2-1: l’ Unione c’è

(la gioia degli alabardati. Fonte: http://tuttosport.it )

Un gol di quelli che possono cambiare una stagione. La rete di Riccardo Colombo che ha restituito la vittoria alla Triestina dopo sei turni senza vittorie , ha il sapore di una vera e propria liberazione dopo un mese di continue delusioni e bastonate sui denti. La strada verso la salvezza è ancora lunga e impervia, soprattutto alla luce dei poco favorevoli risultati di oggi, ma il primo mattoncino è stato posizionato.

La partita di ieri ha detto che la Triestina c’è. Con tutti i suoi limiti, ma c’è. E lotterà fino alla fine per l’agognata salvezza.

Rispetto alla formazione che era scesa in campo contro il Crotone, Arrigoni poteva contare sul rientrante Colombo sulla fascia destra, mentre dall’ altra parte Sedivec prendeva il posto di Testini squalificato. Al centro del campo la coppia centrale era costituita da Gorgone e D’ Aversa, mentre sulla trequarti veniva confermato Volpe.

LA PARTITA – Per una volta la partenza degli alabardati è stata davvero sprint, senza la solita paura attanaglia – gambe. Già al terzo minuto è Della Rocca a rendersi pericoloso con un perentorio colpo di testa ma Marino è bravo a deviare in corner. Dopo tempo immemore sembrano funzionare anche le fasce. Il fatto che Sabato e Nef si sgancino sulle rispettive corsie laterali fa stropicciare gli occhi a più di qualcuno ed è da un’ iniziativa dello svizzero che al 9’ parte un buon pallone per Volpe, il cui tiro però viene respinto dal portiere ospite in uscita. Tanto impeto porta al sospirato gol un minuto più tardi. Con un gioco di prestigio Volpe riesce a nascondere la palla ai due centrali calabresi e la fa comparire sui piedi di Della Rocca, che davanti a Marino insacca con freddezza.

A questo punto però la Triestina ritorna piccola piccola arrivando quasi a scomparire dal campo e la Reggina comincia a farsi minacciosa dalle parti di Calderoni. Dopo un paio di occasioni capitate sui piedi di Missiroli è Lanzaro, lasciato colpevolmente solo in mezzo all’ area,  a colpire il palo con un colpo di testa. La pressione della Reggina raggiunge il culmine al 23’ quando Bonazzoli impegna Calderoni a una difficile deviazione in corner, sugli sviluppi del quale Missiroli viene abbandonato in mezzo all’ area e scocca il tiro del pareggio. Nel finale di tempo cominciano a levarsi i primi mugugni da parte della curva Furlan, mentre la Reggina sfiora ancora il gol con Bonazzoli. Alla fine del primo tempo, i fischi si sentono distintamente.

La ripresa si apre col botto, e cioè con un palo esterno colpito da Volpe, ma a dire la verità lo spettacolo è abbastanza deprimente. Nef torna a giocare sugli standard del resto del campionato, il che vuol dire in maniera assolutamente insufficiente, mentre il giocatore che sembra più nel pallone di tutti è D’ Aversa, che sbaglia una quantità imbarazzante di passaggi. Arrigoni prova a togliere l’ ectoplasma di Sedivec e Tabbiani, mentre un Godeas prende il posto del positivo Volpe. Per un gioco del destino il protagonista dell’ incontro si rivela essere proprio il vituperato D’ Aversa, che prima cicca un pallone e poi lo calcia di poco a lato, e poi quando mancano sette minuti dalla fine si inventa uno splendido lancio a pescare Colombo in mezzo all’ area. L’ esterno alabardato aggancia al volo e batte Marino facendo esplodere di gioia il Rocco. Il finale è di assoluta sofferenza ma gli alabardati riescono a conquistare una vittoria fondamentale. Pochi minuti prima si era però consumato l’ episodio più brutto della serata, quando D’ Aversa, sostituito da Princivalli,  era stato sommerso dagli insulti. Sembrerebbe che al momento del gol di Colombo si fosse rivolto con un gesto poco gradito ai tifosi della curva. Sintomo di come la situazione in casa Triestina sia tutt’ altro che tranquilla.

Triestina – Reggina  2-1

TRIESTINA (4-4-1-1): Calderoni; Nef, Cottafava, Scurto, Sabato; Colombo, Gorgone, D’ Aversa (41’ st Princivalli), Sedivec (26’ st Tabbiani); Volpe (22’ st Godeas); Della Rocca. A disp. Dei, Magliocchetti, Gissi, Pasquato. All. Arrigoni

REGGINA (3-5-2): Marino; Adejo, Lanzaro, Costa, Rizzato, Carmona, Cascione (40’ st Viola), Missiroli, Vigiani; Bonazzoli, Brienza (1’ st Pagano). A disp. Fiorillo, Dos Santos, Barillà, Montiel, Viola, Pagano, Cacia. All. Breda

ARBITRO: Doveri di Roma

Guardalinee: Bernardoni e Carrer

MARCATORI: 10’ pt Della Rocca (T), 25’ pt Missiroli (R), 37’ st Colombo

AMMONITI: Volpe (T), Sabato (T), D’ Aversa (T)

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.