5 Maggio 2008

Al via la Giunta Tondo: i lanci di agenzia (anche sull’Euroregione)

REGIONI: FVG; AL VIA GIUNTA TONDO, EMOZIONE E NOVITA’/ANSA

(ANSA) – TRIESTE, 5 MAG – “Non nego che ritornare dopo cinque anni in questo palazzo mi emoziona un po'”: con una battuta, Renzo Tondo, presidente del Friuli Venezia Giulia, già presidente dal 2001 al 2003, ha aperto oggi la conferenza stampa nella quale ha presentato ufficialmente la Giunta regionale “che governerà il Friuli Venezia Giulia nei prossimi cinque anni”. Tondo, rispondendo alle domande dei giornalisti, ha toccato un po’ tutti i temi politici sul tappeto in Regione. Ha ricordato di aver già deciso l’abolizione della Direzione generale e della Direzione della comunicazione, di aspettarsi “atti coerenti da parte dei manager nominati con rapporto fiduciario dalla precedente Giunta”, ma di non essere “un tagliatore di teste” e ha presentato la Giunta.

“Dieci assessori – ha spiegato – che rappresentano un giusto mix tra esterni ed eletti con tre donne come vuole la legge”. Tondo ha poi spiegato che le deleghe assegnate sono provvisorie “nel senso che saranno perfezionate e integrate sulla base delle nuove esigenze della maggioranza di Centrodestra nei prossimi 50-60 giorni”. Su un punto è stato molto chiaro: “rispetto a prima – ha detto – questa Giunta intende avere un rapporto privilegiato con il Consiglio regionale che considero il fulcro dell’attività politica della Regione”. Per questo il presidente ha invitato tutti gli assessori ad essere presenti, domani, alla prima seduta del Consiglio regionale e ha garantito “che tutti noi saremo, compatibilmente con gli impegni istituzionali, sempre presenti alle sedute dell’aula”.

Il presidente della regione – secondo il quale “i malumori” di alcuni esponenti della maggioranza (ndr Roberto Asquini) non sono compatibili con la necessità di garantire coesione all’azione di governo – ha precisato che, forse, “Gorizia e l’Isontino sono state un po’ penalizzate, ma già in campagna elettorale avevo fatto delle promesse a quel territorio che intendo mantenere”. Tondo ha poi annunciato che “non si faranno più Giunte itineranti nei comuni. Solo nei capoluoghi di provincia – ha spiegato – e solo per particolari problemi”. La Giunta regionale si riunirà di massima ogni giovedì pomeriggio “per dare poi tempo agli uffici regionali di prendere le necessarie decisioni”. Il presidente – che manterrà le deleghe per i Rapporti internazionali e la Montagna – ha anche precisato che “le deleghe sono provvisorie perché ci sarà bisogno di un passaggio consiliare per spacchettarne alcune e per attribuirne di altre agli assessori”.

Insiel, Ferriera di Servola, riduzione del debito, riorganizzazione dell’apparato regionale, ruolo internazionale della Regione sono stati altri temi affrontati in conferenza stampa. Su Insiel e Ferriera Tondo ha confermato quanto detto nella campagna elettorale, mentre sul debito ha annunciato “l’ insediamento di un apposito tavolo di lavoro perché è una emergenza”.

Quanto al ruolo della Regione, confermando l’asse privilegiato con il Veneto soprattutto sui temi delle infrastrutture, Tondo ha ribadito che “alla gente di Euroregione interessa poco. Noi vogliamo fare cose concrete e in questo modo bvenire incontro alle esigenze dei cittadini”. Tondo ha comunque confermato la visita a Lubiana e un incontro con Haider, governatore della Carinzia, per definire l’agenda dell’attività comune. (ANSA).


Da Rvnet:

Regione, le priorità della Giunta Tondo. Euroregione? “Non mi affascina”

5 Maggio 2008

“Emozionato” per essere tornato al vertice della Regione a distanza di cinque anni, Renzo Tondo ha presentato squadra ed obiettivi di governo nel corso della prima conferenza stampa ufficiale con a fianco tutti i dieci assessori.

MACCHINA REGIONE Tondo ha confermato l’avvio della riorganizzazione dell’apparato regionale, a partire dalle già annunciate soppressioni della direzione generale, i cui compiti verranno ripartiti tra segreteria generale e ragioneria, e di quella della comunicazione con conseguente accorpamento di funzioni all’ufficio stampa. Il processo necessiterà di 50-60 giorni.

INSIEL E FERRIERA Tra le emergenze da affrontare sin dalla prossima riunione di Giunta, prevista giovedì prossimo, precedenza assoluta alla questione Insiel, la società informatica della Regione le quali problematiche sono vincolate ai tempi di attuazione del decreto Bersani. Definita urgente anche la riapertura della procedura di chiusura e riconversione della Ferriera di Servola, a Trieste, sull’onda di quella già avviata dalla precedente Giunta Tondo nel 2003. “Cercheremo di recuperare il tempo perduto”, assicura il governatore.

EUROREGIONE? NO GRAZIE “Non sono affascinato dai grandi nomi quali Euroregione o Macroregione per definire la politica di collaborazione internazionale”, ha detto Tondo, convinto che, nel parlare di rapporti transfrontalieri, si debba puntare ad accordi fondati sulle azioni utili ai bisogni della gente.

Tag: , , , , .

3 commenti a Al via la Giunta Tondo: i lanci di agenzia (anche sull’Euroregione)

  1. chiaro e tondo. anzi no: tondo ma quadrato.

  2. Avatar Giovanni Costa

    Cito; “convinto che, nel parlare di rapporti transfrontalieri, si debba puntare ad accordi fondati sulle azioni utili ai bisogni della gente.” Perchè, non si potevano fare delle “azioni utili ai bisogni della gente” nel quadro dell’Euroregione?
    Se la politica non compie “azioni utili ai bisogni della gente” non serve a niente, anzi serve ad una cosa sola, ad intascare laute prebende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.