17 febbraio 2017

Dal 4 al 7 marzo a Trieste Olio Capitale

el sunto Ritorna a Trieste dal 4 al 7 marzo nella splendida cornice della Stazione Marittima, Olio Capitale. Qualche anticipazione.

Dopo il successo della decima edizione, Olio Capitale, il Salone degli extra vergini tipici e di qualità, organizzato da Aries – Camera di Commercio della Venezia Giulia in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città dell’Olio, ritorna a Trieste dal 4 al 7 marzo nella splendida cornice della Stazione Marittima, a pochi passi dal mare e in pieno centro cittadino, mettendo in esposizione i migliori oli del bacino del Mediterraneo con centinaia di etichette e produttori provenienti dalle principali regioni olivicole italiane, nonché da Croazia, Spagna e Grecia.

Scuola di cucina di Olio Capitale
Olio Capitale rafforzerà la propria vocazione di promotore della cultura del mangiar sano proponendo i migliori abbinamenti tra oli e pietanze. Dopo il successo “stellare” dello scorso anno, che ha visto la partecipazione tra gli altri dello chef Emanuele Scarello, la Scuola di Cucina di Olio Capitale grazie a chef di altissimo livello promuoverà abbinamenti tra extra vergini e piatti originali e saporiti così da rendere ancor più fruibile, specie al pubblico straniero, l’extra vergine d’oliva.

Quattro giorni per gli estimatori dell’extravergine e i visitatori professionali
Confermata la formula dello scorso anno per quanto riguarda le giornate: il Salone sarà aperto sabato, domenica, lunedì e martedì. Cresce, infatti, l’attenzione per il business, così come il focus sull’internazionalizzazione, per rispondere ancor meglio alle esigenze degli operatori professionali e per facilitare l’incontro tra domanda di extravergine italiano proveniente dai mercati esteri e l’offerta dei produttori.

Raccolto olivicolo: cala la produzione ma aumenta la qualità
Nonostante le previsioni di produzione dell’olio d’oliva per il bacino del Mediterraneo non siano entusiasmanti sotto il profilo quantitativo l’olio non mancherà. Secondo la Commissione europea l’Ue ha prodotto 888 mila tonnellate nei primi tre mesi della nuova campagna olearia (ottobre-novembre-dicembre), il 41% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Ci sarà però olio di oliva per tutti grazie alle scorte e all’ottima produzione dello scorso anno.

Forte partecipazione straniera
Si consolida la partecipazione straniera, dato che hanno già opzionato spazi in fiera produttori provenienti da spagna, Croazia e Slovenia. Variegata anche l’origine mediterranea degli oli partecipanti al Concorso Olio Capitale, con etichette non solo italiane, ma anche di oli prodotti in Spagna, Grecia, Francia e Portogallo.

Partnership di alto livello
A fianco di Olio Capitale si confermano le partnership strategiche con l’Associazione nazionale Città dell’olio, con un numero sempre crescente di associati tra gli espositori della manifestazione e con la Commanderie des Cordons Blues de France. Trasversale e ampia la partecipazione di molteplici associazioni di settore coinvolte negli eventi collaterali, che riconoscono Olio Capitale quale ‘Casa dell’extravergine di qualità’: gli assaggiatori dell’Associazione Assaggiatori e Cultori Olio Extra Vergine di Oliva (AS.C.O.E.) e dell’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Olio d’Oliva (ONAOO), la Federazione Italiana Pubblici Esercizi di Trieste (Fipe), Associazione nazionale donne dell’Olio e Knowoil.

Come sempre molto ricco il calendario di eventi collaterali costellato di approfondimenti tecnici dedicati ai produttori, ma caratterizzato anche dalle lezioni della Scuola di Olio Capitale, le degustazioni guidate e i mini-corsi di assaggio.

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *