27 settembre 2016

Per il Corriere della Sera, Trieste è la “Bella d’Italia”

el sunto Mercoledì alle 18.30 al Molo IV tappa "teatrale" del Corriere della Sera a Trieste, fra le sei città scelte per raccontare il "Bello d'Italia"

Riceviamo e pubblichiamo il Comunicato stampa del Corriere della Sera

Il Bello dell’Italia è un vasto progetto del Corriere della Sera che racconta il nostro Paese attraverso la bellezza: l’incanto italiano è fatto di dna ma anche di creatività; un patrimonio di realtà, progetti e visioni esplorato nella sua indole meno scontata, oltre lo stereotipo. Un racconto di un’Italia ricca di risorse, potenzialità e storie. In questo viaggio la bellezza è narrata nelle sue mille sfaccettature, a partire dalle esperienze più inedite. Dal 24 settembre fino al 5 ottobre questa ricchezza sarà protagonista di una serie di eventi diffusi in sei città italiane.

Mercoledì 28 settembre appuntamento alle 18.30 a Trieste, al Molo IV, con “La mano che pensa – La bellezza del gesto, del saper fare, del gusto tra danza, musica, neuroestetica” , in collaborazione con illycaffè, main partner de Il Bello dell’Italia. Un dialogo tra spettacolo e ricerca con danze, suoni e parole che indaga il cervello e la percezione del bello. Non qualcosa a cui assistere, ma un’esperienza da vivere insieme e che saprà cambiare il nostro sguardo su molte cose del mondo. Ne sono protagonisti gli scienziati Raffaella Rumiati, neuroscienziata Sissa e membro del Consiglio Direttivo dell’Anvur e Luca Ticini, Presidente Società Italiana di Neuroestetica «Semir Zeki», Andrea Illy, Presidente illycaffe,̀ il coreografo Alessio Maria Romano e i danzatori della Compagnia A.M.R. Teatro Danza e i Deproducers (Vittorio Cosma, Riccardo Sinigallia e Gianni Maroccolo) collettivo che ha creato un proprio particolare alfabeto sonoro per condurci nella cittadella fortificata della scienza attraverso la musica. Azioni, gesti, movimenti arrivano agli spettatori attraverso le sperimentazioni degli artisti, con le scienze neurobiologiche che offrono chiavi di lettura delle arti. E nel momento in cui dialogano diventano laboratorio e luogo in cui il bello non solo viene guardato ma accade e trasforma.

Dopo i racconti delle città, delle arti, delle culture, delle imprenditorie, delle persone, Il Bello dell’Italia si focalizza sulla bellezza del gesto, del gusto estetico e del saper fare travalicando i confini geografici per dare lettura e interpretazione dei meccanismi umani. L’articolata inchiesta pubblicata sul Corriere si mette così in scena a Trieste, città della scienza, invitando il pubblico a un esperimento-esperienza. Un cantiere aperto per una sera al Terminal Passeggeri del Porto Vecchio e un format giornalistico che si sperimenta nell’alternanza e fusione dei linguaggi. Il pubblico è invitato a calarsi nel racconto-laboratorio.  La voce in campo e fuori campo dell’attrice Emanuela Grimalda, l’impaginazione multimediale, gli interventi scientifici cuciti da una drammaturgia serrata – a cura di Raffaele Rezzonico – trasformano il palcoscenico in pagine che sviluppano l’inchiesta in diretta, nel momento in cui avviene. Una serata che è spettacolo, informazione e innovazione. Coordinano Luisa Pronzato e Daniela Monti.

La grande inchiesta Il Bello dell’Italia si è sviluppata da inizio 2016 sulle pagine e sul sito del quotidiano, attraversando tutti i territori – città, distretti produttivi, siti protetti, borghi e aree rurali. Il progetto è cresciuto grazie al contributo dei lettori, che hanno mandato migliaia di fotografie, e culminerà con eventi diffusi in tutta la penisola: dopo Novara, Il Bello dell’Italia proseguirà il 29 a Milano, il 3 ottobre a Napoli e infine il 5 a Catania.

Il lungo racconto del Bello dell’Italia – inchiesta giornalistica, contributo dei lettori, eventi diffusi, appuntamenti a tema, iniziative social – sfocerà il 6 ottobre in un numero speciale in omaggio in tutta la penisola  con il Corriere della Sera, con tiratura straordinaria di un milione di copie.

La serata è a ingresso libero fino esaurimento posti. Per partecipare occorre registrarsi sul sito www.corriere.it/bello-italia/partecipa

 

Tag: , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *