28 Maggio 2015

Perché comprare di corsa il nuovo album di Maxino

el sunto E' appena uscito Dante, Ulisse e Darth Fener, il nuovo album di Maxino. Lo trovate nelle librerie e negozi di dischi più boba di Trieste

Non è facile in questi tempi intrattenere e divertire le persone in modo intelligente senza diventare troppo volgari, usando al meglio dialetto e lingua italiana, mescolando poesia e goliardia, leggerezza e profondità, come sapientemente Maxino riesce a fare.

La sua fantasia strabordante lo porta a creare cervellotiche cornici in cui infila idee sufficienti a fare tre dischi – e in realtà Dante, Ulisse e Darth Fener riunisce tre progetti autonomi. Ciò fa sì che il disco sia denso, zeppo di roba, da ascoltare e riascoltare trovando sempre cose nuove.

Inizia come un audio fiaba con l’impagabile Fata Turpina (Ornella Serafini) che ci narra le vicende di un uomo comune in lotta contro una malvagia multinazionale, ma in realtà in lotta contro i suoi demoni interiori, incarnati simbolicamente dalle figure di Dante, Ulisse e Darth Fener. Questi personaggi sono un pretesto per giocare e parodiare miti di ieri e di oggi, un inesauribile serbatoio per citazioni e giochi di parole per un pubblico di tutte le età.

Maxino ha una vena compositiva dalla velocità leggendaria: ascoltare per credere le sue canzoni composte, arrangiate e registrare in un’ora sola su temi e parole date ogni maledetto martedì su Radio Deejay con il Trio Medusa. Ecco, dategli un paio di giorni lui ti realizza un intero concept album…

Musicalmente è eclettico ed è pure un consumato arrangiatore, in grado di sfornare canzoni perfette con ritornelli micidiali, tormentoni originali e perle di delicata bellezza. Inoltre ha la rara capacità di avvalersi di ottime collaborazioni, sapendo scegliere con cura voci e musicisti per dare vita alla sua visione.

Il CD contiene alcuni brani già noti, come Parlare con te (Logorroica) dei geniali Spritz for Five o Non dimenticare, interpretato da quelle “sirene” swing de Les Babettes, due canzoni che già da sole giustificherebbero l’acquisto dell’album. Ma in un’ora e un quarto di CD c’è ovviamente dell’altro e per tutti i gusti. C’è la dance fighetta di Daghe de selfie, la goliardica Cerbero con il Trio Medusa, il rock operistico di Senza notifiche (con Fabiana Polli), l’epica ed esilarante Odikkea, un Ruggeri più vero del vero – In trista dipartita del capello, sadicamente fatta interpretare dal calvo Furian, la micidiale Ninna nanna di Alberto Bravin (da poco nella formazione live della PFM), l’irresistibile STARanzan WARS, la trascinante e folle Monte Grease (con la fisarmonica di Denis Novato), la dolce El mio maestro (dove Maxino cede alla inveterata tradizione dei cantautori italiani di dedicare una canzone al figlio e ne esce con onore) e l’ironica pomposità di Maxino Sindaco (con Raffaele Prestinenzi). L’album è impreziosito pure da due straordinarie voci femminili come quelle di Ileana Pipitone ed Elisa Bombacigno, impegnate in vari intermezzi e nei cori. E poi ci sono ulteriori partecipazioni e sorprese che vi invito a scoprire da soli.

Un CD che, se non vi cambierà la vita, almeno per un po’ ve la renderà molto più lieta.

Compratelo, altrimenti la Fata Turpina vi verrà a cercare e vi spezzerà i braccini (corti).

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.