11 giugno 2014

I dieci motivi per visitare Trieste

el sunto Ecco le dieci buone motivazioni che renderanno indimenticabile il tempo trascorso nel capoluogo giuliano

Visitare Trieste, ecco le dieci buone motivazioni elaborate dal Monon Behavior Research Department per rinnovare l’articolo di Super Eva del 2009. Si sa, vista la velocità e la dinamicità della città di Trieste, in 5 anni cambia tutto…

1. Trieste è mare, mare è trieste, Trieste è amare, amare è Trieste.
Trieste è il tuo mare, il mare è anche costa, Trieste tu mare, mia mare cossa.

2. A Trieste c’è il Carso, con le sue bellissime manifestazioni spontanee. Ricorderemo gli endemismi delle grotte triestine, come il triplice clacson in Galleria Naturale e la ioza perpetua in Galleria de Piazza Foraggi. Senza trascurare l’altra tipica manifestazione del carsismo, le doline, come quella del buso per el Park San Giusto.

3. Trieste, la natura si scatena. I continui tsunami estivi che interessano la zona di Barcola sono uno spettacolo unico e imperdibile. L’importanza della clanfa è stata da poco riconosciuta anche dall’Unesco, che ha esteso l’Area marina Protetta di Miramare proprio allo scopo di proteggere questa primizia triestina. No sicuro per i guati. Forsi anche per i veci che zoga a lavre.

4. Trieste è scontrosa grazia. Immergetevi in questa frizzante accoglienza tanto cara anche al grande poeta Umberto Saba e lasciatevene travolgere. Non potrete più farne a meno. Tanto, comunque no poderè farne a meno. La scontrosa grazia vi attenderà volentieri in un qualsiasi negozio, a qualunque ora, meglio se poco prima della chiusura o la domenica, se trovè verto.

5. La scontrosa grazia è anche ciclabile. Trieste ha così a cuore questa sua caratteristica che il Comune ha da sempre progettato Percorsi Culturali di Scontrosa Grazia, non da ultime le principali ciclabili urbane, sulle rive e a Barcola, dove, tra un’allegra pedalata e l’altra, potrete essere mandati a remengo non solo dagli altri ciclisti, ma anche dai veci a pie, da quei che speta la coriera in mezo ala ciclabile, da quei sentai ai tavolini dei ristoranti in mezo ala ciclabile.

Continua a leggere gli ultimi 5 punti della Guida di Trieste del Monon Behavior.

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *