15 Luglio 2013

Castello di Miramare: in arrivo un accordo di valorizzazione

Il ministero dei Beni Culturali punta alla stipula di un ‘Accordo di valorizzazione’ tra Governo e Regione e di due intese specifiche sul castello di Miramare e Aquileia, per precisare impegni, collaborazioni e interventi di altri soggetti nella tutela e gestione del patrimonio artistico del Fvg. Lo ha prospettato, nel corso di un incontro con il sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, la direttrice generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale, Anna Maria Buzzi.

Tag: , .

9 commenti a Castello di Miramare: in arrivo un accordo di valorizzazione

  1. Avatar SERGIO ZERIAL

    la valorizzazione di far pagare ai cittadini l’entrata nel parco, per vedere l’abbandono dello stesso (dovendo anche pagare) da parte dello Stato che non tutela e amministra i nostri beni con tutte le tasse che paghiamo, è una vergogna complimenti alla sovrintendenza locale e in special modo agli assenteisti, che hanno permesso questo disastro.

  2. Avatar SERGIO ZERIAL

    la valorizzazione di far pagare ai cittadini l’entrata nel parco, per vedere l’abbandono dello stesso (dovendo anche pagare) da parte dello Stato che non tutela e amministra i nostri beni con tutte le tasse che paghiamo, è una vergogna complimenti alla sovrintendenza locale e in special modo agli assenteisti, che hanno permesso questo disastro.

  3. Avatar ZERIAL SERGIO

    argomento che non interessa a nessuno questi sono i triestini, povera Trieste

  4. Avatar Giancarlo De Rosa

    Non è che Miramar non interessi ai triestini, secondo me siamo stanchi di chi dovrebbe far funzionare la macchina pubblica e invece se ne ga altamente, per cui scrivere e protestare in modo civile, lascia il tempo che trova. Io personalmente sono OFFESO per il mio Miramar che era il paradiso per mia figlia, in cui giocavamo liberi con gli scoiattoli e i cigni ! Vedo nero all’orizzonte e non solo per Miramar !

  5. Avatar Alessandro

    @3 cossa te vol dir!? per mi se i metti un piccolo biglietto per entrar no me par un grosso problema e per lo meno te ga un parco decente. che i fazi distinzioni tra turisti e residenti e via.. tanto in giro per el mondo te paghi anche 10 euro per veder delle boiade pazzesche.

    purché el parco passi dallo stato alla region

  6. Avatar ZERIAL SERGIO

    Ferdinand Max quando andò in Messico, lascio come testamento, che ai Triestini era permesso di accedere al parco in maniera gratuita, cosa che con annessione all’Italia di Trieste e dintorni cessò, ora con tutte quelle tasse che abbiamo, lo stato ci contraccambia con qualche cosa non a pagamento? Paghiamo per tutto, anche questa piccola vessazione fa aumentare la pressione fiscale, per sbagli di persone politiche e della amministrazione statale che non sanno amministrare i beni pubblici oggi siamo in malora, e purtroppo anche per colpa di quei cittadini che votano sempre per quei politici che ci hanno rovinato, basta tasse

  7. Avatar Alessandro

    vedilo come un contributo…

  8. Avatar lorenzo trieste

    Prima che mettano a posto il parco,poi del biglietto se ne potrà eventualmente parlare…

  9. Avatar ikom

    @6
    stiamo parlando di 100 anni fa il mondo è un tantino diverso. Questi amministratori li abbiamo eletti noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.