2 gennaio 2013

Via Corridoni e via Leghissa: “due vie dimenticate da tutti”

Via Corridoni e la via Leghissa, due vie del centro di Trieste dimenticate da tutti, dove la pulizia è praticamente inesistente e c’è assoluta mancanza di manutenzione. La segnalazione ci arriva da Mauro Tinta.

Via Corridoni e’ assolutamente distrutta.  Ho segnalato paletti divelti e niente. Siamo stato noi residenti a toglierli dalla strada e a tappare con del cemento i buchi.  Su mia chiamata era  intervenuta la polizia municipale e li aveva appoggiati a terra, ” racconta Mauro. “I paletti rotolavano quattro mesi avanti e indietro per la via e poi ci siamo decisi a pulire, perché erano rimasti dei spuntoni nell’asfalto molto pericolosi per i pedoni.”
La situazione è stata segnalata più volte, ma ad ora non c’è stato nessun intervento, ci assicura Mauro. Stessa  discorso per via Leghissa, non asfaltata. Sempre Mauro ci segnala che qui  “già’ due persone sono cadute a terra, una signora anziana ed una ragazza in motorino, per fortuna senza gravi conseguenze. Dopo circa una trentina di telefonate e’ intervenuto il Comune posizionando un cartello di strada sconnessa e  dicendo che non c’erano fondi per la manutenzione delle strade secondarie.

Di seguito altre due foto che ritraggono una delle vie sopracitate:

Avete altre segnalazioni da farci su Trieste, Gorizia e dintorni? Inviatecele a [email protected] oppure a [email protected]

Tag: , .

449 commenti a Via Corridoni e via Leghissa: “due vie dimenticate da tutti”

  1. Ringrazio Bora.La per aver pubblicato la mia segnalazione, spero che qualche politico locale la veda e intervenga in merito, come scritto io sono ormai piu’ di sei mesi che telefono a destra e a manca senza avere alcun risultato… un piccolo appunto Mario sono io, piccolo errore di battitura, percio’ Mauro.
    La via Leghissa, qui non fotografata e’ 100 volte peggio della via Corridoni, se qualcuno ha voglia di farsi un giro nelle due vie in oggetto, cosa assolutamente non fatta dai nostri… si rendera’ conto della totale negligenza da parte del comune e sfido chiunque a trovare delle vie peggiori di queste nel centro citta’.

    Grazie.

  2. Roberto Todero

    E’ vero, zona abbandonata e degradata. Speriamo che qualcuno colga l’invito do Mauro!

  3. Bibliotopa

    di marciapiedi così ne potete vedere per tutta Trieste. E vi consiglio anche una panoramica di quelli del Corso e di via Mazzini. Da camminare guardando dove si mettono i piedi..

  4. Purtroppo, a causa della disorganizzazione cronica (o direttamente scarsa considerazione per la città) di chi ci amministra — oltre a, inutile negarlo, l’inciviltà di troppi triestini — Trieste è sempre più sporca e sta raggiungendo delle condizioni di vero e proprio degrado.

    Abbiamo la necessità di imparare da alcuni paesi a noi vicini come l’Austria o la Svizzera, almeno su questo fronte.

  5. Bibliotopa dice che di situazioni simili si vedono in tutta Trieste…io ci tengo alla mia citta’, situazioni del genere sono gia’ state segnalate piu’ volte, degradi, sporcizia, pulizia insufficente o nulla, ma strade come queste due non ce ne sono, in queste strade l’ assenza di asfalto ha fatto venir fuori la massicciata sottostante, sembra di essere in quei paesini di campagna, avete presente? dove passano pochi poveri diavoli e solo con trattori, ecco, la situazione e’ molto simile, solo che qui siamo in centro e anche se vie laterali sempre di centro citta’ parliamo, e’ una cosa schifosa, indecente e soprattutto molto pericolosa per pedoni e motociclisti, le vie non sono asfaltate da piu’ di 20 anni… fate voi… comunque invito tutti quanti a farsi una passeggiata da queste parti, grazie.

  6. sergio zerial

    questa ultima amministrazione non risponde alle email, come già scritto abbiamo un sindaco con il proprio segretario indifferente alle domande tramite web verso i cittadini, non serve scrivere, non rimpiango assolutamente il di Piazza, ma almeno lui rispondeva ogni venerdì tramite telequattro, questa giunta invece di controllare quello lasciato dalla precedente amministrazione e cercare di migliorarlo, lascia andare così un po tutto specialmente il servizio asporto immondizie, noi che dovremmo avere una diminuzione della Tarsu, avremo un aumento, mi domando a cosa serve la raccolta differenziata, la plastica il vetro lattine e carta vanno recuperate da ditte che penso pagheranno qualche cosa al comune, dunque l’umido che resta porta a risparmiare parecchi viaggi ai camion e a consumare molto combustibile in meno nell’inceneritore, il comune perciò risparmia molto, e allora il perché di questo aumento??? E allora perché dovrei andare avanti a fare la differenziata se a noi cittadini non entra nessun utile????? Egregio sindaco so che le non risponde ma legge le critiche scritte sulla Bora ci spieghi questa situazione, basta con gli aumenti, ci vogliono amministratori che sappiano amministrare troppe cose in comune non funzionano, lavori fatti male con materiale con materiale scadente, vedi i nuovi paletti di ghisa sia quelli normali che quelli lavorati artisticamente , abbiamo quelli di ferro che durano da decenni, ora quelli di ghisa che si rompono subito, chi è quel genio che gli ha scelti, sarebbe da licenziarlo in tronco, e potrei andare avanti, i troppi sprechi fanno si che altri lavori non si possono fare, come quello di asfaltare le strade, invece di asfaltare i marciapiedi sarebbe opportuno mettere delle piastrelle di cemento tipo quelle messe in campi Elisi che durano da quasi venti anni in perfette condizioni, e non credo che la spesa sia di molto superiore all’asfalto,

  7. ok, per le strade c’è poca manuntezione. Ma c…. sono persone incivili che lasciano da tuute le parti immondizie ingrombranti quando se telefoni all’acegas vegono a casa a ritirare gratuitamente. Questo non è colpa della pubblica amministrazioni ma da persone incivili che pultroppo vivono a Trieste.Impariamo tutti noi di tener pulita la nostra città e il nostro carso preso per un immondizzaio

  8. Sta a chi amministra lavorare anche di prevenzione, informazione e deterrenza.
    E purtroppo i multoni “a caso” dell’era Dipiazza (ancora in vigore?) non servono assolutamente a nulla…

  9. Tatiana

    Purtroppo non posso fare altro che confermare pienamente quanto riportato da Mauro. Conosco la Via Corridoni ed ho avuto il “piacere” di notare lo stato di degrado della strada, dei marciapiedi e quanto vi sia intorno. Confermo anche che la città in molti punti secondari è lasciata in balia a se stessa, trascurata e sporca. Non parliamo poi di “crateri” che si trovano nelle strade e sui marciapiedi, cause queste di numerosi incidenti, quali anche uno accaduto a mia suocera. Sarebbe proprio il caso che, chi di competenza, cominciasse ad occuparsene al più presto. Grazie

  10. Bibliotopa

    quoto #9 e preciso che le strade non sono di colpo peggiorate da un anno a questa parte.

  11. Io sono anni che faccio la mia piccola battaglia per la mia zona, ho sempre segnalato i problemi passando ore attaccato al telefono per riuscire a parlare con qualcuno, ho segnalato piu’ volte la sporcizia di piazza Garibaldi, causata da centinaia di persone d’oltre confine che vivono in quella piazza divenuta punto di raccolta di lavori abusivi, ho segnalato i problemi dell’immondezzaio di via del Bosco, divenuta discarica abusiva e per fortuna adesso vengono a prendere regolarmente tutte le masserizie abbandonate in strada. purtroppo la zona e’ abitata da tantissimi extra comunitari e da gente d’oltre confine che non rispetta le regole, persone incivili che orinano in strada, vuotano portacenere dalle finestre, lanciano sacchi d’ immondizia da casa per non fare le scale, sacchi che immancabilmente io raccolgo e getto nei bottini, i numeri civici 5-17-19 di via Corridoni sono una piaga e non sono i pochi triestini rimasti a sporcare, tutto questo e’ stato gia’ segnalato, come ho gia’ invitato a mettere un cartello di divieto di discarica… ma non e’ stato fatto neppure quello.
    Ora, sommando al degrado generale della zona vi potete immaginare il disagio di noi residenti… da 5 mesi segnalo legname, carrelli della spesa e sporcizia a tutti gli organi, ma niente, adesso da circa 10 giorni hanno abbandonato anche una sedia, che se ne va avanti e indietro per la via… quanto tempo restera’ in strada??? Fino a 15 anni fa facevano spostare tutte le macchine e almeno pulivano e disinfettavano a fondo, cosa che ormai non viene piu’ fatta e l’unica persona che interveniva su segnalazione era Michele Lobianco, solo lui…
    Mi domando se qualcuno leggera’ tutto questo e se questa volta verra’ fatta almeno un minimo di manutenzione.
    Signor sindaco, non faccia sempre brutta figura… risponda e faccia vedere la sua presenza, grazie.

  12. Anna

    Passo spesso da quelle parti per andare al lavoro e devo dire che di strade in quelle condizioni non le ho mai viste in giro per Trieste, uno schifo totale.

  13. Kaiokasin

    #8 E perchè mai dovremmo avere una riduzione della tassa immondizia?
    Andate sulla II colonna e cliccate la freccetta in giù, per mettere i capoluoghi di Provincia in ordine per percentuale di differenziata:
    http://dati.istat.it/Index.aspx?DataSetCode=DCCV_INDRACDIFF

  14. Di seguito pubblico anche la risposta che mi e’ stata inviata dalla signora Friolo:

    Egregio signor Tinta,
    con la presente questo Servizio non può che ribadire quanto già
    comunicato con la precedente e-mail dd. 08.08.2012, con la quale si
    portava a conoscenza che, in seguito ai sopralluoghi effettuati dal
    personale tecnico dello scrivente, il cattivo stato manutentivo delle
    vie di cui trattasi veniva segnalato con appositi cartelli di
    attenzione, mentre l’intervento necessario era stato inserito nelle
    liste dei nostri programmi di lavoro.
    Purtroppo occorre ribadire anche che le risorse disponibili sono sempre
    più scarse per cui vengono impegnate prevalentemente nelle strade
    interessate da maggior traffico o con caratteristiche plano-altimetriche
    che ne rendono impegnativa la percorrenza.
    Distinti saluti.

    Il Direttore di Servizio
    dott. ing. Enrico Cortese
    Comune di Trieste
    Area Città e Territorio
    Servizio Strade
    tel. 040-6758777

  15. Roberto Petruzzelli.

    Sono d’accordissimo con Mauro Tinta sul degrado delle vie in questione.
    E aggiungo che nella via Corridoni anche la scaletta in alto della stessa via e in condizione a dir poco spaventosa si scivola e gli scalini son una specie di trappola mortale per i piedi specialmente per le persone che hanno difficoltà motoria a causa d’età o altri problemi, il corrimano in ferro battuto e ruggine e pieno di parti che potrebbero ferire chi si presta ad afferarlo per scongiurare una caduta,per non parlare che alla sommità e divenuto un vero e propio supporto per l’apoggio di materiali di discarica provvenienti dalla incuria di alcuni abitanti esteri che risiedono attorno alla via e che hanno fatto di quell’ angolo un ricettacolo di robe vecchie all’ aperto.

  16. Roberto Petruzzelli.

    Degrado Giardino Basevi.
    Carissimi cittadini lo sapevate che un dei più bei giardini del rione di san giacomo e divenuto un luogo notturno per scambi tra tossico dipendenti, o luogo d’incontri per coppie e singoli gay che approfitando dell’ oscurità serale e notturna questi praticano sesso di ogni tipo all’interno del giardino ???????.

    Ora mi domando….Un giardino di quella grandezza rimane aperto senza illuminazione di notte con pericoli di ogni genere che va dalla sicurezza del transito pedonale a quella di scongiuramento d’atti di microcriminalità ma la cosa è normale????

    E poi molte famiglie specialmente d’estate percorrono il giardino come scorciatoia tra la Via Besenghi””acesso superiore del giardino”” e la Via San Giacomo in Monte lato Via Paolo Veronese acesso inferiore del giardino )dopo aver faticosamente parcheggiato l’autovettura e magari anche con appresso bambini o adolescenti che non hanno il diritto di vedere certe scene.

    Poi la manutenzione del medesimo e completamente assente , viottoli pieni di buche, scalini rotti, panchine rotte o divelte e spostate di giorno in giorno da una parte all’ altra, profilattici usati e carta igienica o fazzolettini sporchi di secrezioni varie tra le siepi o sotto le panchine ecc. ecc.

    Si, dimenticavo il mio appartamento come quelli lungo la Via San Giacomo in Monte gode di finestre e o balconi che s’affacciano davanti a questo bel giardino divenuto spettacolo notturno gratuito((per chi riesce a vedere il suo interno)) e spesso la gente la notte d’estate tiene aperti gli infissi per arieggiare le stanze dal caldo afoso e ovviamente sentiamo ogni tipo di schiamazzo da li provveniente.

    Grazie a tutti e buona giornata.

  17. sergio zerial

    caro Kaiokasin, come sempre hai ragione, si sa purtroppo che Trieste ha una percentuale pari a Napoli, siamo al livello dei napoletani, ma questo è colpa della provincia e del comune Acegas che ha cominciato molto tardi la raccolta della differenziata, anche perché all’Acegat conveniva e conviene che si scarichi tutto nell’inceneritore per produrre più elettricità menefregandosene dell’inquinamento, ma però in questo anno a quanto pare si è avuto un aumento della differenziata, io sono per quanto riguarda la raccolta un “integralista”, se ci fosse da parte delle autorità di competenza una sorveglianza con multe come promesso ma mai visto il problema verrebbe risolto, ma ci sono molti idioti che se ne fregano, la mia famiglia produce un sacchetto di umido alla settimana, anche questo se verrebbe prelevato,o ci sarebbero dei bidoni appositi verrebbe ad incidere in maniera drastica sul costo dell’asporto , e dell’inquinamento, hanno aumentato le multe per gli automobilisti, si aumentino le multe per chi non fa la differenziata, ma oltre che aumentarle bisogna colpire chi non le fa in maniera forte ne va del nostro futuro, io purtroppo la penso così, molti triestini hanno una mentalità che sicuramente non è settentrionale, non per offendere al sud ci sono molte città più civili di Trieste , che di Mitteleuropeo e cultura purtroppo ne è rimasto ben poco, saluti sergio

  18. sergio zerial

    @ Direttore di Servizio
    dott. ing. Enrico Cortese
    Comune di Trieste
    Area Città e Territorio
    Servizio Strade
    tel. 040-6758777

    Egregio direttore oltre tutto sarebbe opportuno pulire bene il manto stradale pieno dai ghiaia prodotta dallo sfaldamento del manto stradale, cosa che succede in varie zone di Trieste, anche in gran parte colpa dei responsabili del servizio strade che spesso e volentieri non assistono alla asfaltatura, così che le ditte incaricate mettono asfalto povero, come è stato per la via suddetta , l’asfaltatura dovrebbe avere una garanzia e si dovrebbe constatare oltre all’asfalto se si sono avuti cedimenti o se ne è messo troppo, come qualsiasi cittadino può constatare i famosi “biechi” messi dall’Acegas” o altre ditte delegate in scavi , o sono avvallamenti o sono dossi, di queste situazioni la città ne è piena, e allora a chi diamo la colpa? A lei solo per il periodo in cui è direttore, le ricordo che più volte le ho telefonato riguardo la messa in opera del pavé in via Romagna messo a dosso di mulo, dove lei era direttore dei lavori , riguardo la strada crollata, ma nonostante tutto nulla è cambiato il lavoro mal fatto esiste ancora, così purtroppo vanno avanti i lavori complimenti, così viene speso male il denaro dei contribuenti le porgo distinti saluti sperando che questa mentalità sparisca e che veramente il servizio del comune sia anche al servizio del cittadino sergio serial

  19. Ringrazio tutti quanti per gli interventi e le testimonianze, ma mi domando… ti parlano di ” risorse non disponibili ” e spendono migliaia di euro per opere inutili, vedi il ponte di PonteRosso… o lavori come i paletti di ghisa menzionati da Sergio, ti parlano di sopralluogo e di interventi di segnaletica… un cartello abbandonato con quattro sacchetti di sabbia… vedi foto… ma signori, non fatemi ridere… sarebbe ora chi vi alzaste dalle vostre sedie e dalle vostre scrivanie per andare a controllare personalmente come vengono eseguiti i lavori, non vi pare?

  20. Elisa

    sono residente in via Corridoni, e confermo pienamente il degrado della via e la discarica all’incrocio con via del bosco, dove da anni vengono abbandonati per giorni se non settimane frigoriferi, letti, materassi, armadi, divani etc. volevo inoltre segnalare che svariate volte all’altezza dei civici 15/17, in mezzo alla strada vengono gettati in gran quantità dalle finestre delle case adiacenti, pane vecchio, pezzi di carne, riso e pasta, il che non fa altro che incrementare la sporcizia oltre che al proliferare di ratti. esiste un numero di telefono per fare questo tipo di segnalazione? visto che questi incivili gettano il cibo di notte, non si riesce mai a beccarli in flagrante, tutti negano e nessuno vede mai niente, resta solo la strada lercia.

  21. Paolo Geri

    #21. Mauro Tinta

    Il “nuovo” ponte sul Ponte Rosso è stato finanziato con fondi specifici della Comunità Europea che non potevano essere destinati ad altro scopo. O si costruiva – purtroppo secondo me – il ponte o i finanziamenti andavano perduti. Così avviene per quasi tutti i finanziamenti (spesso anche quelli regionali) che sono vincolati all’ opera cui sono destinati senza lasciare margini di discrezioinalità al Comune sulle reali priorità amministrative.
    Quanto alle praticamente inesistenti risorse da destinare alla manutenzione a disposizione dei Comuni (tutti, non solo Trieste) dopo la “cura Monti” basta rileggersi gli articoli de “Il Piccolo” dei primi di dicembre che ci hanno parlato delle riduzioni dei trasferimenti previste pro 2013.
    Se sono obbligato a scegliere fra il mantenimentoi del welfare cittadino (dagli asili nido ai ricreatori e via discorrendo) e la manutenzione di una strada cittadina non ho dubbi su che cosa scegliere.

  22. #23 Paolo Geri

    Giusto sig. Geri… non fa una grinza il suo discorso, ma sa come la vedo io? semplice, dovremmo avere asili, scuole, ricreatori, ospedali, ospizi, case di cura ecc. senza pregare la carita’… e’ quasi un nostro diritto… inoltre non penso che per pulire a fondo una strada, togliere della masserizia, mandare dei controlli, manutentarla o far intervenire due operai per ripristinare due paletti le spese siano cosi’ enormi, qui non si parla di BILANCI, ma bensì si parla di volonta’ delle nostre istituzioni o chi per loro, ripeto, sarebbe ora che qualcuno si prendesse la briga di andare a controllare personalmente, sia prima che soprattutto dopo, i lavori eseguiti da appalti e strutture esterne, cosa che a quanto mi risulta, non succede praticamente mai, ecco perche’ vanno male le cose, inoltre sarebbe il caso che tutti i cittadini dessero il proprio contributo, anche rendendo pubbliche le problematiche ed esponendosi in prima persona.

  23. Maximilian

    Riguardo le strade usate come discariche…purtroppo a malincuore ho constatato che un certo tipo di immigrazione ha aggravato il fenomeno, forse per mancanza di informazione.

  24. lorenzo

    Dunque,faccio alcune considerazioni :
    1)A Trieste il centro città è MOLTO più ben tenuto di altre città italiane di dimensioni simili o più grandi di Trieste.L’ho visto di persona e sul web si trovano decine di blog dedicati al degrado di tanti rioni di città italiane.Di Trieste neanche uno.
    2)I rifiuti ingombranti vanno portati ad Acegas o fatti ritirare dalla stessa.
    3) Ringraziamo Rigor Montis se il Comune ha pochi soldi.Più tasse meno servizi.Cosolini non c’entra niente.
    4)Che qualcuno si ricordi che nei giardini comunali non si posso fare entrare i cani!!!!!
    5)Il giardino Basevi certamente non è in condizioni bellissime,ma l’asfalto sconnesso dei sentieri è colpa ( se così si può dire ) degli alberi che hanno radici molto forti.
    6)Vediamo di far fronte comune e cazziare chi fa l’incivile in flagrante.

  25. Alfredo

    Ma scusate un momento:d’accordo che le strade in questione sono malridotte ma per i rifiuto ingombranti perchè non utilizzate la piattaforma comuni-chiamo.com ?
    Io l’ho usata 4 volte e TUTTE le volte il problema è stato risolto nel giro di 8 ore.E non parlo del centro storico ma in zona via Giulia.
    Non capisco poi quale sia il problema in piazza garibaldi,ci passo spesso e non ho visto mai scene di vandalismo o di presunti extracomunitari spaccaballe…

  26. sergio zerial

    @Lorenzo, la politica ha sempre torto come puoi vedere la presidente della circoscrizione competente, che oltretutto prende una bella paga non si è neanche degnata di rispondere alle email del signor Mauro come a me il sindaco non ha mai risposto pure alle mie, il sistema di privatizzare l’Agegat da parte del signor Illy ( privatizzazione di sinistra, quando mai) ha dato risultati negativi, che nei anni nessuno ha cercato di cambiarli, abbiamo in comune un ufficio diretto dall’ing. Mian con le guardie ambientali che non funziona, abbiamo da parte della polizia amministrativa locale poco interesse verso l’ambiente, e in fondo come si può vedere un servizio che funziona in certe zone in altre assolutamente no, non c’è nessuno che controlla le frequenze di pulizia, avevo parlato con l’allora assessore Rovis, di mettere sul web comunale dove ci sono le frequenze della pulizia delle strade anche la possibilità da parte del cittadino di poter valutare il lavoro fatto dai operatori ecologici , se erano passati il giorno predefinito se il lavoro era eseguito bene o no, altra proposta era quella che colui addetto alla pulizia doveva avere un libretto dove un cittadino della via pulita doveva firmare firma che garantiva la presenza del lavoratore, libretti che dovevano poi essere portati in comune per la verifica, quante segnalazioni ho fatto su terreni comunali su terreni privati, dove ancora oggi ci sono cumuli di materiale scaricato senza che mai nessuno abbia provveduto ad asportarlo, non ho trovato da nessuna parte una volontà politica, potrei andare avanti per molto, di una cosa sono certo, non abbiamo persone sensibili a questi problemi,
    al tempo del governo del territorio libero, Trieste aveva la fama di essere la città più pulita d’Italia, ma a quel tempo c’erano persone che venivano da una mentalità Mitteleuropea ora a Trieste abbiamo tutt’altra gente, la città culturalmente ha fatto un tonfo, come dice un proverbio il pesce puzza sempre dalla testa, e purtroppo chi è il capo si deve prendere sempre la colpa

  27. Paolo Geri

    #28. sergio zerial

    “…. la presidente della circoscrizione competente, che oltretutto prende una bella paga”.

    Una “bella paga” ?? !!
    I presidenti delle Circoscrizioni di Trieste percepiscono un gettone di presenza di €. 100 (lordi) a seduta. Non percepiscono nulla per tutte le altre riunioni, incontri, sopralluoghi cui sono tenuti a partecipare. In media si tengono nelle circoscrizioni dalle 3 alle 4 riunioni al mese. I conti della “bella paga” sono presto fatti.
    A completezza di informazione un consigliere circoscrizionale percepisce €. 32 (lordi) a seduta.

  28. Mauro Tinta

    Ma stiamo scherzando??? venite a farvi un giro da queste parti prima di parlare… a suo tempo su YouTube ed in questo sito avevamo pubblicato i filmati delle discariche abusive di via del Bosco, giusto per rammentarvelo, e per Lorenzo… ben tenuto??? ma sei cieco??? e Alfredo… si vede che non sei della zona… altrimenti non affermeresti che la piazza Garibaldi non ha problemi… ragazzi, se dovete parlare a vanvera e’ meglio non scrivere niente… in piazza abbiamo una marea di alcolizzati che lordano e sporcano tutto e nessuno interviene, neppure la municipale quando interpellati… ma vi rendete conto che io lotto da piu’ di un anno per far pulire la zona in modo decente? vi rendete conto che sono dovuto arrivare al punto di minacciare di inviare al Piccolo la situazione di Corridoni e Leghissa prima che qualcuno intervenga almeno in parte? vi rendete conto che sono ormai 5 mesi che chiamo per rifiuti, porte, carrelli spesa, sedie e nessuno, dico NESSUNO e’ intervenuto??? facile parlare quando non si abita qui…

  29. sergio zerial

    Ciao Geri , sono rimasto indietro, mi ricordavo il presidente della 3 circoscrizione prendeva 3.000.000 milioni di lire, e un consigliere 10.000 lire sempre lorde, sono un po fuori tempo, grazie per la notizia , mi fa piacere che il costo del presidente sia cambiato, non per questo però non deve rispondere alle email dei cittadini, dovrebbe preoccuparsi di risolvere il problema, cosa che non fa, come non fanno altri politici, e questo non va assolutamente bene, e sono sicuro che tu sei della mia stessa opinione, un buon anno saluti sergio

  30. sergio zerial

    Claudia PONTI Partito Democratico Presidente
    Andrea DESSARDO Partito Democratico Vice Presidente

    Fabio LEGHISSA Partito Democratico
    Marzia ORLANDINI Partito Democratico
    Roberto PIGNATARO Partito Democratico
    Boris SLAMA Partito Democratico
    Marisa ZOPPOLATO Partito Democratico
    Francesco BATTAGLIA PDL
    Roberto DUBS PDL
    Silvio PAHOR PDL
    Christian PUNTAFERRO PDL
    Francesco CLUN Un’Altra Trieste
    Paolo SILVARI Un’Altra Trieste
    Mauro MOCOLO Lega Nord
    Alessandro TRAMARIN Lega Nord
    Davide DEGRASSI Lista Civica Dipiazza
    Ljubica MIHAILOVIC Lista Civica Dipiazza
    Matteo FURLANICH Italia Dei Valori
    Claudio SIBELIA Federazione Della Sinistra
    Francesca VIVARELLI MENIA
    questi sono i consiglieri della quinta circoscrizione con la presidente in testa circoscrizione che non hanno assolutamente risposto alle email del signor TINTA questo è vergognoso

  31. Alfredo

    Scusa Mauro,ma io ti assicuro che sono in buona fede e credimi quando dico che ogni volta che ho fatto delle segnalazioni del genere ( rifiuti ingombranti e quant’altro ) il problema veniva risolto in tempi relativamente brevi.Ripeto,non parlo del centro storico e certamente io non sono un personaggio influente per cui tutti si muovono subito.
    Comunque mettere multe in stile Dipiazza alla fine non serve a niente,ovvero serve per qualche settimana ma poi basta.O si comincia dal basso,fin da piccoli o è una battaglia persa.

  32. Mauro Tinta

    ALFREDO, io ti credo e non ho dubbi sulla tua buona fede, ma allora come mai qui nella nostra zona non funziona? come mai segnalando e telefonando nessuno fa niente? in casa mia un inquilino ha chiamato per far ritirare una rete di un letto e dopo pochi giorni sono venuti a prenderla… il problema e’ che i residenti della zona sono per la maggior parte persone d’oltre confine, attenzione, non fraintendermi, non sono un razzista, e sono loro che depositano materiale vario, sono loro che lasciano sacchi d’immondizia in strada, sono loro che non raccolgono le feci dei cani, sono sempre loro che vuotano i portaceneri dalle finestre, ecc. ecc. dunque a questo punto dovremmo avere in zona dei controlli, dovrebbero mettere dei cartelli con numeri telefonici a cui rivolgersi per materiali ingombranti e cosi’ via, io tutto questo l’ho segnalato piu’ volte, ma a quanto pare per mettere dei cartelli o per far intervenire qualcuno e’ un’impresa praticamente impossibile, forse sono sfortunato io?

  33. Lorenzo

    Ma a questo punto io mi domando una cosa:perchè chi è residente di una strada in brutte condizioni non inizia a darsi da fare per renderla migliore?Ho letto in un commento che anni fa le strade venivano anche disinfettate…non so se è vero,però allora perchè invece di recriminare continuamente non ci si dà una mossa anche da privati?O aspettiamo sempre che arrivi il “settore pubblico ” ad occuparsene?Se non sbaglio il regolamento comunale prescrive che gli stessi cittadini e negozianti debbano provvedere ad una regolare pulizia del proprio pezzo di strada.
    Alcuni,invece,se ne sbattono altamente del loro stesso pezzo e proprietà,cito il chiosco di giornali sotto i secondi portici prima di piazza san giovanni che ha le finestre completamente lordate dai graffiti:basta passarci sopra col diluente nitro per eliminarli ma sembra che il titolare di quel chiosco se ne freghi.In alcune cittadine europee,sono gli stessi residenti che regolarmente spazzano e lavano la strada,perchè qui da noi no?E perchè ad esempio io sono l’unico che si incazza a morte quando vede qualcuno passeggiare col cane nel giardino Tommasini,cosa vietata,e regolarmente l’ho fatto notare al padrone del cane ( anche con un tono di voce severo )….?

  34. Mauro Tinta

    Bravo LORENZO, non basta quello che paghiamo per avere niente, adesso dovremmo intervenire noi residenti, bene, noi abbiamo gia’ tolto i paletti, noi abbiamo raccolto immondizia varia per gettarla nei bottini, noi abbiamo lavato davanti al portone… adesso aspettiamo che arrivi tu con l’asfaltatrice per riprestinare le vie e, se puoi, gia’ che ci sei dacci una mano per riprestinare paletti lungo la via e se poi ti rimane un po’ di tempo, controlla chi lorda le vie e deposita materiali dicendogli gentilmente che deve telefonare, ah si, dimenticavo, puoi darci una mano per portare via due porte, un carrello della spesa e una sedia???, grazie della tua disponibilita’.

  35. Alfredo

    Mah Mauro,francamente non te lo so dire.Tra l’altro ti assicuro che in zona viale xx settembre e piazza volontari giuliani non si mette mano da almeno 20 anni…
    Ripeto,io ogni volta che ho segnalato qualcosa sono sempre intervenuti.Potrei proporre di non pagare più la TARSU finchè la strada non viene pulita e risistemata.Solo non so quanto potrebbe servire nel lungo periodo.

  36. Lorenzo Trieste

    Scusate,preciso che sono omonimo del Lorenzo di prima ma sono un’altro.
    Io ho abitato dalla nascita nel 1983 fino al 2009 in via Kandler,e per motivi di lavoro ed altri passo ogni giorno in quella zona.
    Piazza volontyari giuliani fa schifo,le aiuole non vengono curate,ma i cani le prendono per wc a cielo aperto,senza contare gli ubriaconi che gettonao le lattine a terra.E’ da circa 2 anni che è sempre sporco,il tratto di viale xx settembre è tutto sconnesso,i muri delle case pieni di graffiti…
    Per motivi di lavoro attraverso il centro città ogni giorno e,obiettivamente,alcune zone sono abbastanza ben curate,altre proprio no ( come queste due vie citate dall’articolo ).
    Molto spesso,nei ritagli di temppo,mi dedico a setacciare zone come piazza san antonio e venezia e raccogliere carte,bottiglie & C usando i guanti.
    Alle volte mi viene voglia di andar lì e abbellire con piante o fiori le aiuole ma non mi illudo,se lo facessimo in 5-6 sarebbe bello.
    Anche io ho usato comuni-chiamo.com alcune volte e sono stato esaudito,però è vero che da qualche anno a questa parte siamo messi peggio.
    Diversi cestini della spazzatura ( quelli grigi ) li ho sottoposti a “trattamento” per così dire con del diluente nitro per cancellare le scritte vandaliche e mi chiedo : MA ACEGAS E GUARDIE AMBIENTALI NON LO VEDONO???
    Dato che faccio il fotografo semiprofessionista,penso che farò un bel reportage su certe zone,ma mi piacerebbe anche che gruppi di cittadini si organizzino in un gruppo anti-degrado per migliorare un po’ certe zone verdi ( piazza hortis,chissà se si rifarà la pavimentazione?Boh…)
    Però non mi illudo…

  37. sergio zerial

    @Lorenzo no Ts

    Ho letto in un commento che anni fa le strade venivano anche disinfettate…non so se è vero,quando c’era il comune che gestiva la pulizia delle strade ho conosciuto un caposquadra persona bravissima certo Zippo si metteva un divieto di sosta per il giorno destinato alla pulizia, veniva l’autobotte con le maniche di acqua si pulivano le strade, poi pulivano i pozzetti , cose che si fanno in altre città, questo modo a Trieste non esiste più grazie alla privatizzazione come scritto, ma guarda la della sinistra di Illy, acqua luce e gas pure, prima pubblica ora privata, e proprio la sinistra che da privato dovrebbe trasformarlo in pubblico, e non viceversa, se prima a quei tempi qualcuno si lamentava ora ci sono moltissimi, queste riforme fanno schifo, si sono persi credo un 1500 o più di posti di lavoro con la privatizzazione, non avendo un servizio e pagando molto di più come presto avremo modo di constatare con l’aumento già deciso, ma se a qualcuno va bene così vuol dire che viaggia con i paraocchi, io la vedo così, se pago devo avere un servizio adeguato al prezzo ma questo non esiste, e non solo ho delegato delle persone che dovrebbero fare i miei interessi (dei cittadini) i quali non rispondono e non si danno da fare per rimediare a questi problemi ed altri

  38. isabella

    @26 lorenzo non è vero che i cani non possono entrare nei guardini comunali, c’è una legge regionale recentissima che abilità l’ingresso dei cani praticamente ovunque http://www.consiglio.regione.fvg.it/pagine/comunicazione/comunicatistampa.asp?comunicatoStampaId=284048

  39. britto

    sono 5 anni che segnalo il degrado di via cumano, a tutti.. polizia municipale, circoscrizione, sindaci e vice sindaco, risultati aumento atti vandalici, furti d’auto anarchia totale in zona..ormai non documento più..girando per lavoro un po per tutta Trieste ti rendi conto che il problema è molto diffuso e continua a pegggiorare
    x gli interessati le foto di alcni anni
    http:[email protected]/sets/72157632430503187/

  40. Mauro Tinta

    Esatto BRITTO, anche se si segnala non ci hanno neanche per… ma comunque non bisogna mollare, almeno rendendo pubblico il problema i signori si fanno delle belle figuracce, e ancor di piu’ la fanno non rispondendo ai cittadini… vergognatevi.

  41. sergio zerial

    a Britto
    ho visto le foto
    ma siamo a Trieste città Mitteleuropea?? Incredibile, incredibile, bisognerebbe fare un gemellaggio con Napoli, qui è da denuncia,

  42. britto

    ..tra l’altro via cumano, la strada delle foto segnalate, è uno delle strade del progetto pedibus, cioè scolari che ogni giorno vanno insieme a scuola accompagnati da alcuni volontari..neanchè questo è servito a smuovere l’amministrazione…

  43. Mauro Tinta

    Ho inviato il link di questa pagina alla circoscrizione, al sindaco ed ai signori della giunta comunale, vedremo se qualcuno avra’ la compiacenza di rispondere…

  44. Mauro Tinta

    Ultime novita’, finalmente qualcosa si sta’ muovendo, questa mattina sono stato interpellato dalla signora Maria Pia Muscas che gentilmente mi ha passato il sig. Enrico Cortese al telefono, persona gentilissima, ho avuto promesse di interventi nelle due strade, purtroppo le finanze del comune sono quelle che sono, ma comunque almeno tenteranno di tamponare la situazione, speriamo bene.

  45. Mauro Tinta

    Devo ricredermi… una grande delusione… questa mattina, probabilmente mandati dall’ ing. Cortese, sono intervenuti gli operai del comune, cosa hanno fatto? vi prego… venite a vederlo con i vostri occhi… hanno spazzato circa un metro quadrato di strada, hanno tappato un foro di un paletto del ristorante indiano (cosa che non era di loro competenza perche’ i paletti sono del ristorante) ed hanno asfaltato due zone, una di circa 30 cm. per 20 e una pressapoco uguale, hanno forse buttato tre o quattro chili di asfalto pronto.

    Che dire? intanto inviterei caldamente il sig. Cortese a controllare gli operai che manda a fare i lavori.

    Altra cosa: sono veramente deluso, dopo oltre sei mesi di lotta… e cosa ho ottenuto… niente.

    MI SENTO VERAMENTE PRESO PER I FONDELLI… RIPETO, QUA NON SI TRATTA DI BILANCI… SI TRATTA DI ESSERE PRESENTI E PARTECIPI E DI FARE IL PROPRIO DOVERE…

    Per cortesia: rispondete pubblicamente e dateci una spiegazione, grazie.

  46. COME VOLEVASI DIMOSTRARE… NESSUNA RISPOSTA… NON E’ SERVITO A NULLA NEANCHE RENDERE PUBBLICA LA QUESTIONE, ECCO PERCHE’ I CITTADINI NON HANNO PIU’ FIDUCIA NELLE NOSTRE ISTITUZIONI.

    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA

  47. Finalmente, dopo tante insistenze, ieri mattina hanno portato via la porta, il legname ed il carrello abbandonati in strada…

    COMPLIMENTI.

  48. Lucio

    Qualche novita’??? io sono in via Leghissa e questa mattina una signora anziana e’ inciampata in una buca, niente di serio ma… una bella botta al ginocchio… complimenti al comune, saluti.

  49. Paola Citi

    A mio parere c’è un’intenzione ben precisa di rovinare definitivamente ed irreversibilmente la nostra città.

    Questa mattina alle 9 camminavo per largo Barriera e mi sono imbattuta con due personaggi completamente ubriachi che si spintonavano, scambiandosi insulti in spagnolo. Con una mano uno teneva una bottiglia di Vodka. Erano in evidente stato alterato. Dove sono le autorità? Si aspetta qualche atto di violenza e morte prima di agire? So che sono spesso stati segnalati individui che fino a notte fonda bevono e creano risse, senza nessun risultato.

    Trieste era una città bellissima, pian piano sembra sempre di più il peggior ghetto del Bronx…tra ubriachi, lordume, marciapiedi centrali impraticabili, ecc ecc…di certo il biglietto da visita che si offre al turista (ed al cittadino) è “meraviglioso”…

    L’importante era sprecare denaro per Ponte Curto… ma fino a quando sopporteremo tutto questo?

  50. Piero Camber, tramite messaggi su facebook, mi da’ qualche speranza, vedremo se almeno lui riuscira’ a risolvere il problema o almeno a tamponarlo in parte, grazie a tutti per l’attenzione e denunciate pubblicamente anche voi tutto quello che pensate sia un vostro diritto avere, amare Trieste non e’ difficile, bisogna solo impegnarsi un po’…

  51. sfsn

    ciò,
    orami Piero Camber ghe toca acatonar i voti un per uno…

  52. Caro SFSN… nonche’ anonimo… tieniti per te i commenti stupidi, inappropriati e inutili, fammi sto’ piacere… qui’ si parla seriamente, non stiamo giocando, grazie.

  53. ufo

    Piero Camber mi da’ qualche speranza” sarebbe parlare seriamente?

  54. Caro UFO, io non guardo la politica, ne rossi ne neri, guardo solo chi fa qualcosa… e chi ti risolve i problemi ed ascolta le tue parole, ci sono altri posti per parlare di politica… grazie.

  55. Francesco

    Ho letto con piacere tutti questi post, anche se pubblicati tempo fa devo dire che la situazione non e’ cambiata, io stesso sono inciampato in un buco nel selciato… e dulcis in fundo, per completare l’opera, sono circa sei mesi che abbiamo anche un motorino rubato alla fine della via che giorno dopo giorno e’ stato completamente spogliato di tutto e… nessuno non interviene.

  56. Mauro Tinta

    Per il motorino no problem… pian pianino sta’ sparendo… ormai e’ stato completamente smontato e non rimane più quasi nulla di lui… e i nostri vigili cosa fanno ??? passano e fanno finta di non vedere, ma e’ normale, ormai servono solo a rimpinguare le casse del comune… ma il problema e’ ben diverso… ormai da una settimana non si dorme più alla notte, e come mai ??? stanno nuovamente ASFALTANDO per la quarta volta in tre anni la via Oriani… e poi vengono a dirmi che per la manutenzione delle vie cittadine non ci sono soldi… la via Oriani e’ stata asfaltata a nuovo tre anni fa, subito dopo e’ stata riaperta e riasfaltata per sostituire tubi acegas… poi hanno fatto i lavori dei semafori e riasfaltata nuovamente e da una settimana appunto la stanno riasfaltando, non si sa ben per cosa, per la QUARTA volta… e a circa 10 metri abbiamo la via Corridoni e la via Leghissa che non vengono manutentate dalla bellezza di 23 anni e sono in condizioni peggiori di una strada di campagna… adesso mi domando… chi ci mangia sopra ??? cari politici ci state prendendo per i fondelli e lo dico con sincerità assoluta, abbiamo due vie in centro citta’ che sono lasciate al degrado assoluto, il selciato ormai naviga per le vie e il ghiaietto e’ causa di continui piccoli incidenti… e voi non fate nulla, anzi mi scuso, dopo una trentina di mail e una 15ina di telefonate avete mandato un operaio a posizionare un cartello di strada sconnessa, complimenti… mi piacerebbe proprio sapere come mai nessuno si muove e nessuna delle persone interpellate non e’ venuta a controllare di persona il degrado delle due vie in oggetto…ripeto: COMPLIMENTI… spero solo che il tutto venga letto da qualche persona ONESTA che si prenda la briga di intervenire e mi auguro che Bora.la rimetta in evidenza questo problema in modo che venga reso pubblico il più possibile… grazie.

  57. Mauro Tinta

    Ormai siamo arrivati al punto che non solo dobbiamo evitare le profonde buche… ma ci siamo organizzati per spazzare la strada dal ghiaietto che rilascia l’asfalto… altrimenti in curva i motorini finiscono spesso e volentieri a terra… complimenti vivissimi ai nostri politici che hanno così a cuore la nostra citta’… che schifo.

  58. Mauro Tinta

    Volevo ancora puntualizzare che per l’ennesima volta, in data odierna, ho inviato una 50ina di mail ai nostri politici ed a tutti gli organi del comune, circoscrizioni e vigili compresi… mail alle televisioni ed ai giornali locali… vediamo se qualcuno si mobilita così… sarà mio carico rendere pubbliche eventuali risposte.

  59. mauro Tinta

    Risposta del PICCOLO di Trieste:

    Il Piccolo
    Gentile, ma forse il signor Tinta pensa che scrivendo a Bora come si chiama otterrà maggiori risultati.

  60. Mauro Tinta

    Risposta del sig. Gobessi Massimo:

    Gentile Signor Tinta,
    giro questa Sua Mail al nostro responsabile, Cristiano Degano (che ci legge in copia).
    Saluti.
    Massimo Gobessi

  61. Mauro Tinta

    Qualcosa si muove… questa mattina e’ intervenuto un addetto dell’ ACEGAS per una spazzatura sommaria del giaietto rilasciato dall’asfalto ormai quasi inesistente…

  62. Mauro Tinta

    Finalmente la strada e’ stata pulita… almeno quel pericoloso ghiaietto ora non esiste più… ma durerà forse due o tre settimane, dopo saremo repete… percio’ sarebbe auspicabile che almeno una volta al mese venisse fatto lo stesso lavoro… come sarebbe auspicabile ricevere almeno una risposta alle 54 mail che ho inviato ieri ai nostri politici locali… che per il momento non si fanno sentire… e dubito che, dopo ormai più di due anni di lotte inutili, telefonate ed email continue, ne avrò inviate a 100inaia come detto, sentiro’ qualcuno che mi dia una risposta concreta e definitiva… vi terro’ informati…

  63. sergio zerial

    cari Mauro te vede che telefonar servi saluti sergio

  64. Fiora

    @67
    “finalmente la strada è stata pulita”
    la Sua faticosa piccola grande vittoria di cittadino tenace è un po’ quella di tutti noi, sig. Mario!
    Lei mi è d’esempio:MAI MOLAR!

  65. Mauro Tinta

    E MAI MOLLERO’….. la lotta continuera’ fino a quando non dara’ i suoi risultati… e fino a quando non vedrò asfaltate queste due strade… sono stufo di farmi prendere in giro da questi signori e prima o poi riusciro’ a vincere questa battaglia che dura ormai da due anni e mezzo… a costo di farmi ricevere dal sindaco in persona… portandomi dietro tanto di testimoni… vengono spesi soldi per opere inutili, vedi asfaltature fatte per il giro d’ Italia… e mi vengono a dire che non ci sono soldi ??? e’ una presa per i fondelli ed io non sono una persona che si fa prendere in giro, percio’ lotta dura a costo di essere querelato… ma vi sicuro che vincero’ la mia battaglia… grazie Sergio… grazie Fiora…

  66. Fiora

    ..e mi perdona d’averLa erroneamente chiamata mario, Mauro caro?! 😉

  67. Mauro Tinta

    Ma si figuri… nessun problema…

  68. Mauro Tinta

    Egregio sig. Tinta,

    il Comune è a conoscenza, e ha in evidenza, le necessità di
    manutenzione della via Corridoni e della via Leghissa, al pari di
    tantissime altre vie, centrali e periferiche, principali e secondarie.

    Purtroppo sono anni che gli stanziamenti, a causa dei vincoli di
    bilancio, vengono annualmente più ridotti, con conseguente aumento del
    degrado.

    Come le ho già scritto in passato, purtroppo, il Patto di stabilità ha
    ulteriormente e pesantemente limitato la capacità di spesa, anche per
    gli interventi di manutenzione.

    Il Servizio Strade, tuttavia, con i pochi fondi a disposizione, deve
    far fronte a necessità molto superiori alle disponibilità e le poche
    risorse vengono destinate ad interventi su vie di scorrimento, percorse
    dai mezzi pubblici e da una grande mole di veicoli e persone, per le
    quali pervengono continue richieste di intervento.

    E’ sotto gli occhi di tutti lo stato in cui versano strade di grande
    importanza come, per es. via Giulia, via Roma, Via s. Spiridione, via
    Commerciale, Via Valerio, ecc.

    L’unico appalto di una certa consistenza, che siamo riusciti a
    sbloccare, risalente al bilancio del 2012, per un importo di 235.000
    euro per lavori, è stato destinato ad eseguire solamente dei rappezzi
    nelle zone più bisognose, oggetto di cedimenti, lungo il percorso
    dell’ultima tappa del Giro d’Italia, onde garantire la sicurezza dei
    corridori.
    Tali vie sono peraltro principali e di intenso traffico e richiedono
    continue manutenzioni.

    Per questo genere di lavori abbiamo chiesto un contributo alla
    Regione.

    Nel 2013 è stato possibile stanziare per la manutenzione straordinaria
    delle strade solamente 48.000 Euro, già impiegati per interventi urgenti
    in via Revoltella, via Marchesetti e via Carnaro.

    Con il prossimo bilancio per il 2014, attualmente in corso di
    approvazione, a causa dei tagli sulla spesa pubblica, per la
    manutenzione straordinaria di strade e marciapiedi, sono state assegnati
    121.000 Euro.

    Per risolvere il problema da lei segnalato sono necessari 15.000 Euro
    che cercheremo di reperire.

    distinti saluti

    IL DIRETTORE DI SERVIZIO
    dott.ing. Enrico CORTESE

    ________________________
    Comune di Trieste
    Area Lavori Pubblici
    Servizio Strade
    Passo Costanzi 2 – 34127 TRIESTE
    tel. 040/6758777 – fax 040/6756777

  69. Mauro Tinta

    La mia risposta al signor Cortese:

    La ringrazio per la risposta ma le faccio una domanda… il patto di stabilita’ e la disponibilità’ di fondi non fanno testo per l’asfaltatura della via Oriani ??? tre volte in 5 anni… il patto di stabilita’ non fa testo per le asfaltature, compresa nuovamente via Oriani, per il giro d’Italia ???……. e attenzione … la via Oriani era in perfette condizioni… liscia come un biliardo… soprattutto attorno alla piazza Garibaldi… e non fa forse testo per le asfaltature degli ultimi 10 anni in vari punti della citta’ ??? le ricordo che la via Leghissa e la via Corridoni sono a 10 metri da piazza Garibaldi, in pieno centro… e se viene di persona a rendersi conto della situazione si accorgerà che abbiamo il selciato sottostante come fossimo in campagna… questa storia va avanti ormai da due anni e mezzo… infatti ho iniziato a segnalare il problema quasi tre anni fa… e non venitemi a raccontare la fiaba dell’orso… le allego nuovamente il link con le foto delle due vie in oggetto e ricordo che nel frattempo sono già’ successi 7 piccoli incidenti a causa della situazione disastrosa… inoltre NOI residenti siamo stati più’ volte costretti a spazzare le strade dal ghiaietta che si accumula continuamente causa l’usura continua dell’asfalto rimasto… e noi residenti siamo stati costretti a togliere paletti divelti e tamponare con cemento alcuni fori pericolosi… una signora anziana ha dovuto ricorrere anche a cure mediche causa una caduta e una forte botta al ginocchio e non più tardi dell’altra settimana un signore e’ caduto a terra con il motorino… percio’ penso che sia ora di intervenire anche facendo presente che le due vie in oggetto sono da più di 25 anni che non vengono asfaltate… se non e’ priorità questa… la saluto augurandole una buona giornata.

    https:[email protected]

  70. Mauro Tinta

    Buone notizie… speriamo bene… ho parlato 10 minuti fa al telefono con il signor Cortese che si e’ dimostrato gentilissimo e disponibile a risolvere la situazione… come promesso vi tengo informati… stanno tentando di reperire i fondi per ripristinare le due vie… bisogna avere fiducia… ripeto… speriamo bene.

  71. Fiora

    Cortese indubbiamente. Auspichiamo risolutivo, ah,Mauro?!

  72. Mauro Tinta

    Si Fiora… questa mattina il signor Cortese mi e’ sembrato molto disponibile a risolvere il problema, spero sia la volta buona…

  73. Mauro Tinta

    E’ TUTTO INUTILE… questa mattina verso mezzogiorno sono intervenuti due operai del comune per ripristinare i paletti della via Corridoni… e come sempre lavoro eseguito senza fare il lavoro… cosa hanno fatto ??? hanno portato via un paletto rotto e in un foro hanno messo una cazzuola di asfalto… almeno sui due che ho fatto io avevo messo del cemento… pensavo che il comune avesse almeno i soldi per acquistare 7 paletti nuovi… forse dovrei andare da Chiaruttini a prenderli io… 25 euro a paletto per 7 pezzi… 175 euro per finire e ripristinare definitivamente almeno questo lavoro… mi domando… ma dove vanno a finire i soldi che noi sborsiamo in tasse comunali ??? e questa volta qualcuno verra’ a controllare cosa e’ stato fatto ??? ne dubito fortemente…

  74. Mauro Tinta

    Ultime novita’… almeno l’ ACEGAS verra’ a pulire i tombini, ormai intasati, delle due vie….. e speriamo, dal momento che fanno spostare tutte le macchine, che venga fatta anche una spazzatura generale.

  75. Fiora

    Bravo Mauro Tinta , autentico CAPORIONE, detto nell’accezione più letterale del termine, con ammirazione.
    che dicono gli abitanti della zona della tua battaglia?Mi auguro ti sostengano, fosse pure solo a parole.
    Anche ai tosti come te,gli incoraggiamenti servono.

  76. Mauro Tinta

    Grazie Fiora… gli abitanti della zona ????? non si fanno sentire ovviamente… nessuno vuole esporsi… be’… fa niente… tanto abbiamo uno che lavora per tutti… parole loro…

  77. Mauro Tinta

    Email inviata al comune ed al sig. Cortese:

    Salve, sono sempre il sig. Tinta Mauro di via Corridoni…

    Siccome il giorno 6 interverrà l’ ACEGAS in via Corridoni e in via Leghissa e per i lavori verranno fatte spostare tutte le macchine, sono già stati posizionati i cartelli di divieto di sosta, mi auguro che qualcuno faccia intervenire anche una spazzatrice per una pulizia a fondo delle due vie.

    Ricordo che essendo ormai l’asfalto in condizioni a dir poco disastrose, come d’altronde ho già riferito parecchie volte, abbiamo le due vie piene di ghiaietto che si accumula continuamente ai bordi e sulla curva delle strade in oggetto.

    Ringrazio e saluto cordialmente.

    Vediamo se accoglieranno almeno questa richiesta…

  78. Mauro Tinta

    Spazzatrice intervenuta, peccato che c’erano parcheggiate ancora parecchie macchine, di conseguenza il lavoro e’ stato eseguito solo in parte… far intervenire i vigili no ehhh…

  79. Mauro Tinta

    Alcuni autoveicoli sono stati spostati e la spazzatura finalmente può essere effettuata a fondo… devo ringraziare pubblicamente il sig. CORTESE per aver accolto la mia richiesta e per il suo interessamento, grazie.

  80. Mauro Tinta

    Ore 11.20… conclusi i lavori di pulizia delle due vie, questa volta devo complimentarmi con gli addetti… il primo bel lavoro che vedo concluso ad opera d’arte, grazie.

  81. Fiora

    “grazie a te, Mauro!” dovrebbero dirti i tuoi vicini 😉

  82. sfsn

    a dimostrazion che in sto paese se ottien quei che dovessi esser i propri DIRITTI solo se se rompi i cojoni.
    Bravo Mauro!

  83. Mauro Tinta

    Ringrazio i commentatori per i complimenti… ma la lotta continua e non finirà fino a quando queste due strade non ritorneranno decenti come erano fino a 20-25 anni fa… alla prossima comunicazione, saluti.

  84. Mauro Tinta

    Altra nota dolente che mi sento di segnalare e che ho già segnalato più volte e’ l’illuminazione stradale… non solo della via Corridoni e della via Leghissa, ma anche della via del Bosco e del circondario, nonche’ di altre vie della citta’… le lampade in questione sono accese circa tre ore prima del tramonto e spente tre ore dopo l’alba… ma quanti soldi butta via il comune ??? ah si, e’ vero… tanto paghiamo noi…

  85. sergio zerial

    si Mauro hai perfettamente ragione, sono anni che scrivo di questo problema dove la politica e il popolo bue di Trieste non sembra assolutamente accorgersi, anni fa ho fatto una denuncia alla finanza sede di molo Fratelli Bandiera ma niente sono stati fatti tre articoli sul Piccolo e due su segnalazioni riguardante lo spreco di luci, lettere al sindaco di Piazza, segnalazioni all’Acegas, risultato offese di rompiballe sia dal di Piazza attraverso tele 4 sia dagli addetti della manutenzione e ufficio luci, tutti possono constatare che in varie parti della città le luci sono aperte di giorno, e specialmente con giornate di pioggia, al mattino vengono chiuse in ritardo rispetto alla luce e di sera vengono aperte in anticipo, soldi e inquinamento assicurati, via Roma, Gatteri, rive parte mercato ortofrutticolo,via di Romagna, commerciale le luci rimangono aperte a lungo e altre che non riesco a vedere, ho una quantità di foto che comprovano lo spreco, all’Acegas non interessa regolare le fotocellule che fanno aprire e spegnere le luci, tanto l’azienda ci guadagna, secondo me lo fanno apposta, sarebbe da fare una denuncia per spreco e mal conduzione, ma questo non è possibile a farlo, l’unica soluzione affidarsi ad un soggetto politico per far finire questo spreco, ma a chi? Sono tutti uguali parlano parlano ma di fatti niente, ci vorrebbe che più persone ponessero il problema via segnalazioni o altro, i cittadini ne avrebbero un beneficio in fatto di tasse, ma come scritto a nessuno glie ne frega niente

  86. Mauro Tinta

    Esatto Sergio… il problema e’ che probabilmente ci sono interessi ai quali… meglio lasciar perdere questo discorso… altrimenti ai giorni nostri, dove si parla d’inquinamento e quant’ altro, sicuramente qualcuno sarebbe intervenuto… e la colpa e’ anche di noi cittadini… tutti stanno zitti e ti vengono a dire… tanto, anche se telefono no combino niente… bei ragionamenti, ma uniti si potrebbero vincere le battaglie, per esempio qui da me tutti si lamentano, ma dall’altro lato non fanno niente di niente… tanto se el m..a che se sbatti… ed io mi sbatto avanti da solo allora e forse un giorno, spero, qualcuno mi dira’ un grazie… ma conosendo el popolo triestin, ne dubito fortemente… cari concittadini se non iniziate anche voi a rompere i cosiddetti non otterremo mai niente, sveglia gente… saluti.

  87. Mauro Tinta

    Faccio nuovamente una cortese domanda ai nostri politici… il patto di stabilita’ vieta di spendere anche 250 euro ??? i signori sanno benissimo perché domando questo pubblicamente… 8 paletti e non riuscite a trovare circa 250 euro ??? volete che ve li dia io ??? io non ho patti di stabilita’ a casa mia… potete rispondere anche qui, davanti a tutti… PUBBLICAMENTE… cosa che ovviamente non avete ancora fatto e che probabilmente mai farete… dite la verita’… non e’ un problema di liquidità del comune, ma bensì e’ la NON VOGLIA di intervenire… il totale MENEFREGHISMO verso la nostra citta’… ma noi le tasse le paghiamo… ed anche salate… e con tutti i soldi che adesso sta’ racimolando il comune con queste nuove tasse non si trovano questi benedetti 250 euro… forse sarebbe il caso di mandarli tutti a casa questi signori… e trovare magari qualcuno che si prenda veramente a cuore la nostra bella Trieste…

  88. Fiora

    lo chiamavano il “rompiballe” e tu sai Mauro che ti sto rifacendo un complimento.
    Avercene,di tostissimi rompiballe così! Per partire io parto, mi spertico a redigere petizioni, raccogliere firme ma mi areno alle prime latitanze, ai primi “contaci,dallo per fatto” seguiti dal canonico nulla…di fatto.
    Tieni duro,Mauro. Anche la determinazione è contagiosa! 🙂

  89. Mauro Tinta

    Grazie Fiora, come già detto… non mollo di sicuro… bello sarebbe che si unisse qualcuno alla battaglia… oltre ai residenti… la circoscrizione per esempio… circoscrizione che interpellata più volte non ha mai risposto… ovviamente…

  90. Mauro Tinta

    Questa e’ la copia della mail che ho inviato a COMUNE ed ACEGAS per la totale negligenza della pulizia stradale… vediamo se interviene qualcuno…

    Ci risiamo… la via Corridoni e’ abbandonata a se stessa… manutenzione inesistente… la pulizia stradale e’ pessima… fate intervenire immediatamente qualcuno o saro’ costretto a segnalare il problema… sono quasi tre settimane che non vediamo nessuno che venga a pulire… venite a vedere coi vostri occhi lo schifo che siamo costretti a sopportare… e noi paghiamo le tasse per questo ??? e’ una vergogna…

    Tinta Mauro.

  91. Mauro Tinta

    Risposta dal sig. Gianfranco Castellana… ma nessuno viene a controllare….. :

    La segnalazione è stata trasmessa ad AcegasApsAmga per il seguito di
    competenza.
    Cordiali saluti
    G.Castellana

    Comune di Trieste
    Area Città, Territorio e Ambiente
    Servizio Ambiente ed Energia
    – Igiene Urbana –
    Passo Costanzi, 1 – 34121 Trieste
    Tel. 040 6754543 – Fax 040-6758080
    ( mailto:[email protected] )

  92. Mauro Tinta

    Altra mail inviata ai signori… risponderanno ??? penso proprio di no….. e’ più’ facile incassare lo stipendio senza fare niente… prossimo passo ??? forse una denuncia ??? vedremo…

    Il problema di via Corridoni e’ da più di un anno che viene segnalato continuamente ed a oggi non si e’ ancora risolto nulla… mi domando come mai noi cittadini dobbiamo pagare delle tasse salatissime senza avere dei servizi equi in cambio… mi domando come mai nonostante centinaia di mail e telefonate ancor oggi mi viene detto che le mie lamentele verranno trasmesse agli organi competenti, cosa peraltro già segnalata a tutti, e nessuno.. dico NESSUNO e’ mai venuto a controllare di persona… a questo punto mi chiedo dove vadano a finire i nostri soldi… vorrei sapere come mai non vengono, nonostante tutti si lamentino, fatti dei controlli… anche lei mi risponde che… La segnalazione è stata trasmessa ad AcegasApsAmga per il seguito di competenza… ed io le rispondo che personalmente ho contattato ACEGAS sia telefonicamente che con mail penso una 30ina di volte… risultato ??? nessuno.

    Cosa dobbiamo fare noi cittadini per veder tutelati i nostri diritti ??? il comune non risponde… i diretti responsabili non rispondono ed e’ quasi impossibile trovarli in ufficio e parlare con loro… telefonicamente sono tutti praticamente irraggiungibili… ho chiamato al telefono anche lei e nessuna risposta… mi dica lei cosa bisogna fare… non potete tutti quanti lavarvi le mani… oppure siamo costretti, per avere quello che ci spetta, a fare denuncia di quello che sta’ succedendo ???

    Arrivera’ il giorno che qualcuno si alzerà dalla sua poltrona e fara’ il suo dovere ??? a questo punto ne dubito fortemente…

    Ringrazio e saluto…

    Un cittadino scontento…

    Tinta Mauro.

  93. Mauro Tinta

    FARE I CATTIVI PAGA…

    Venerdi 10 ottobre ore 14.30 intervento ItalSpurghi per la pulizia stradale…

    I cittadini ringraziano…

  94. Mauro Tinta

    Ci risiamo… sono stato costretto a riscrivere nuovamente al sig. Castellana…

    Salve, sono sempre il sig. Tinta di via Corridoni… sono costretto a riscriverle perché mi sento preso in giro… penso si ricordi perfettamente delle mie lamentele riguardo la pulizia della via Corridoni… e non e’ cambiato assolutamente nulla… e’ stato fatta, grazie a lei, una pulizia con spazzatrice il giorno 10 ottobre alle ore 14,30… da quel giorno la via e’ stata spazzata una volta solamente… siamo al 31… e dunque una spazzatura in 21 giorni… la invito a venire personalmente a visionare la situazione… la strada e’ di nuovo un porcile e i marciapiedi sono ricoperti da cartacce e innumerevoli mozziconi di sigarette… forse sarebbe il caso di mettere in riga una volta per tutte i signori dell’Acegas…

    Ringrazio ed aspetto sua gentile risposta.

    Tinta Mauro.

  95. Fiora

    Mauro, digo con la massima serietà, senz’ombra de ironia: no resta che Striscia la Notizia.
    Prova, che se i se ativa lori…

  96. Mauro Tinta

    RISPOSTA… come se servisse… si… forse con striscia si risolve…

    A seguito della segnalazione presentata all’Ufficio Relazioni con il
    Pubblico, si porta a conoscenza che per i provvedimenti del caso e per
    quanto di rispettiva competenza si è provveduto ad interessare il
    gestore dei servizi di igiene urbana Acegas Aps Amga Spa affinchè
    provveda ad assicurare la pulizia della via secondo le frequenze
    stabilite.

    Distinti saluti

    Sergio Bello

    Area Città e Territorio
    Servizio Ambiente ed Energia
    – Igiene Urbana –
    Passo Costanzi 1 34121 Trieste
    tel : 0406758443 cel: 346 0044072

  97. Mauro Tinta

    La ringrazio Sara per l’interessamento… ma di progressi ben pochi sono riuscito ad ottenere, direi praticamente niente… il riepilogo e’ scritto in questi miei messaggi e le foto sono le stesse dei link sopracitati… ripeto, siamo sempre al punto di partenza e penso si sia ormai capito… dovrei avere le conoscenze giuste, cosa che purtroppo io non ho… e rendere pubblica la vicenda… e per rispondere a Fiora… inviata proprio questo pomeriggio una mail anche al sig. Gabibbo… forse il più serio di tutte le persone che ho avuto a che fare finora… anzi… sicuramente più serio… vedremo…

  98. Fiora

    In bocca al…Gabibbo ,Mauro!

  99. Mauro Tinta

    Grazie Fiora… riassumendo il tutto… la mia lotta e’ iniziata nel giugno del 2012… un po’ di tempo fa vero ???

    Cosa ho ottenuto: pitturazione delle ringhiere delle scalette, pulizia delle masserizie, riempimento con asfalto a freddo di due buchi, asportazione di un paletto rotto, pulizia straordinaria dei pozzetti stradali, pulizia straordinaria delle due vie con spazzatura del ghiaietto e… basta, niente altro…

    Più di tre anni di lotta, più di 60 telefonate, più di 300 mail… per niente…

    https:[email protected]

  100. Mauro Tinta

    Ohhh… finalmente questa mattina sono intervenuti due addetti per la spazzatura… altra mail inviata a tutti i nostri politici e responsabili…

    Salve, sono sempre il sig. Tinta di via Corridoni, questa mattina dopo svariate insistenze sono intervenuti due addetti alla spazzatura, avrei il piacere che veniste a controllare… marciapiedi lordi, popo’ di cani, mozziconi di sigaretta e quant’altro… per non parlare della via Leghissa, un porcile totale, abbiamo di tutto, anche degli scatoloni pieni di immondizia abbandonati da più di tre mesi che ovviamente nessuno raccoglie e finalmente alla sera circolano per le vie dei bei ratti come gatti… vergognatevi… se non sarà fatto un intervento definitivo entro questa settimana saro’ costretto a mandare segnalazione e foto ai quotidiani locali, grazie.

  101. Fiora

    …effetto Gabibbo? che gabi bastà nominar el zorro de mediaset? 😀
    beh speremo che la bonifica sia seguida da ordinaria manutenzione, Mauro!

  102. Mauro Tinta

    Macche’ Fiora… hanno fatto un lavoro schifoso… anzi… invito chiunque a controllare la via Corridoni e la via Leghissa, comunque pubblico una mail di risposta:

    Gentile Signor Tinta,
    La ringrazio per la Sua segnalazione, provvedo a trasmetterLa agli Assessori che si occupano dei rapporti con Acegas, per un controllo sollecito.
    Con i migliori saluti Miryam Taucer

    dott.ssa Miryam Taucer
    Capo di Gabinetto del Sindaco
    Piazza dell’Unità d’Italia 4
    Trieste
    T. +39 040 675 8456
    F. +39 040 675 4936
    email: [email protected]

  103. Mauro Tinta

    Finalmente sono intervenuti due addetti del comune per controllare la situazione… hanno subito mandato a pulire le due vie ed hanno anche buttato qualche chilo di asfalto a freddo nei buchi più grandi… sarà la volta buona o dovrò ritelefonare ogni volta che abbiamo un immondezzaio ??? i signori dell’ ACEGAS rispetteranno finalmente la pulizia stradale programmata ??? vedremo… intanto invito i residenti della zona a battere i pugni… assieme a me…

  104. SERGIO ZERIAL

    bravo Mauro se tutti avessero la tua costanza Trirste sarebbe la città più pulita e manutenzionata del mondo

  105. SERGIO ZERIAL

    L’Acegas sarebbe la prima ditta a lanciare, le strade sono sporche, la pulizia avviene come vogliono, non rispettano le date stabilite, molti operatori ecologici spazzano le immondizie nei tombini o sotto le macchine, di cicche di sigarette neanche parlarne ,le persone preposte alla relazione con l’Acegas nonostante tutte le segnalazioni non fanno nient, mancanza di bottini per la differenziata in varie parti della città, per non parlare dei bottini sempre pieni in varie parti di Trieste stracolmi con immondizie al di fuori del cassonetto che alla prima raffica di vento vengono sparpagliate per tutta la città, insomma zero da tutte le parti, consiglieri circoscrizionali comunali pare che siano tutti ciechi sindaco e giunta pure, il grande sbaglio da parte dei triestini votare questa giunta che è inchiodata, in questi anni di mandato Cosolini non ho visto migliorare la città anzi

  106. Fiora

    davvero il mastino di Barriera, Mauronostro ,ma capite che è frustrante che il cittadino sia costretto a chiedere la carità ? TASI paga e rangite.
    Nel mio piccolo,voglio vedere quante preci dovrò rinnovare ad Acegas perchè cambino il cassonetto sotto casa mia, taroccato da più di un anno. Coperchio lato strada semi accartocciato. Un foglietto appiccicato al coperchio sul lato interno vicino alla reclame dell’idraulico avverte invece che da quella parte “funziona solo manualmente”. In effetti a schiacciare il pedale si farebbe notte, senza esito. “Apriti sesamo” non sortisce effetti,forse perché non ci metto fede …
    Sfido i responsabili Acegas ad ingegnarsi facendo a meno del pedale con triplice sacco di differenziata e bi-guinzaglio reggi cagnetti saltellanti…
    Per ora sono al quarto tentativo a cadenza trimestrale al numero verde. ripeto come un mantra il reclamo,corredato da generalità e da avvertenza che la gente in luogo della scomoda manovrina molla al suolo i sacchetti dell’ indifferenziata…
    Diligentemente prendono nota e…basta!
    e in questo caso basterebbe tanto poco…

  107. giorgio (no events)

    a proposito di differenziata, sentita per strada in zona Pascoli / Rossetti:
    – Co gò sentì che se devi tignir a parte le scovaze umide, me son preparà un sacheto aposito con drento le foie de tè zà doprade, le scorze de pomo e i fondaci de cafè, gò fato el giro del rion, senza trovar un casso-netto per l’umido che sia un.
    – “Deve conferire il sacchetto nei bidoni color antracite” i gà dito “quelli con il coperchio marrone”.
    – E cossa no podèvi dir subito che xe quei color scagarèla? Comunque, intorno a casa mia, nissun li gà visti. In compenso, però, a metà de via Gambini, xe una bateria de sete (7) bidoni de scovaze indiferenti / INdiferenziate un drìo l’altro che porterà via, mi calcolo, venti metri de postegi. I me gà dito che i li meti un rion per volta: e difati, in Via Cosulich / Via Malaspina (zona industriale) dove no abita nissun e xe solo fabrichete, podè trovar tre bidoni antracite sempre svodi, ché la no abita nissun e chi lavora, oggidì, no se porta miga el pomo per merenda.
    Cussì ogni matina me porto de via Manzoni el mio bel sacheto de umido che vado a butar in via Cosulich, prima de andar a lavorar. Prima andavo in autobus, ma dopo che i me gà fato osservazion, che spuza, me toca andar in auto. Per dir che, ala fine, oltre che a costar de più, xe anche più inquinante.

  108. Mauro Tinta

    FINALMENTE… cosi’ si lavora… questa mattina sono venuti nuovamente a spazzare le strade… e devo dire che e’ stato fatto un bel lavoro… forse che sia la volta buona ???

  109. Fiora

    @15
    ssst , Mauro! che non mollino tutto per timore che tu ti sia montato la testa e allarghi la protesta fino in ….Gretta! 😉

  110. claudia58

    vi segnalo che, incredibilmente, almeno per quanto riguarda le riparazioni dei pedali dei cassonetti o la sostituzione di cassonetti rotti, questo servizio funziona a meraviglia: https://comuni-chiamo.com/cities/trieste

    Bisogna registrarsi, scegliere la sezione giusta, e scrivere qual’é il problema, essendo piú precisi possibili (strada e numero civico e se si vuole anche indicazioni sulla mappa allegata), nel giro di pochissimi giorni, cambia lo status in “preso in carico”. Nella zona mia ho segnalato 4 cassonetti con il pedale rotto e sono intervenuti in settimana sostituendoli. Nel contempo mi arrivava via mail lo status di “problema risolto” . Non so se vengono prese incarico segnalazioni di degrado, non ho mai provato. Quello che funziona mi fa piacere segnalarlo.

  111. claudia58

    ops…in carico volevo dire…

    esiste anche l’app per Android, insomma siamo molto avanti, ma temo il sistema sia poco usato perché poco pubblicizzato..

  112. Mauro Tinta

    Interessante Claudia58… eventualmente, se serve, proveremo anche il tuo sistema… grazie.

  113. Mauro Tinta

    IMPORTANTI NOVITA’…

    Buonasera, volevamo avvisarla che il Sindaco farà un sopralluogo in via Corridoni il martedì 25 novembre alle ore 15.
    Cordiali saluti.

    Dott.ssa Eugenia Fenzi
    Portavoce del Sindaco
    Comune di Trieste

  114. Fiora

    EVVIVAAA! la voce del cittadino è arrivata ai piani alti. davide e golia ( e data la stazza del primo cittadino, la similitudine mi è venuta immediata 😉 ) anziché scontrarsi s’incontrano…
    Che ci scappi anche la proposta di un assessorato, Mauro?! Te lo meriteresti!

  115. Mauro Tinta

    Grazie Fiora… no no… lasciamo fare l’assessore a qualcun altro… bisogna essere “portati ” per certi posti…

  116. Mauro Tinta

    HA HA HA HA HA….. mi vien da ridere… i signori dell’ACEGAS hanno la coda di paglia ??? venivano a spazzare le vie una o massimo due volte al mese ed ora… siccome sicuramente sono stati avvisati del sopralluogo del sindaco… hanno pulito tre volte in due settimane, addirittura stanno spazzando i marciapiedi, cosa che non avevano mai fatto… complimenti per il servizio… molto bravi e solerti…

  117. Fiora

    ” Signore ( per convenzione,a ognuno il suo…) dammi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, IL CORAGGIO DI CAMBIARE LE COSE CHE POSSO,la saggezza per capire la differenza”.
    Bravo Mauro!

  118. Fulvia

    Confermo che il servizio https://comuni-chiamo.com/cities/trieste funziona.
    Ho fatto varie segnalazioni e mi è sempre stata data risposta, anche se a volte con tempi biblici.
    Per i due casi più grossi (asfaltatura di un tratto di strada molto trafficato e di un marciapiede) l’intervento è stato fatto dopo un anno circa, ma intanto….
    Però recentemente ho segnalato un cestino pieno con della spazzatura tutto attorno e devo dire che dopo un paio d’ore sono venuti a svuotarlo, non so se sia stato un caso o meno.
    Un’altra volta ho segnalato un caso che non era di competenza del comune (zone demaniali) ed ho ricevuto comunque una risposta in tempo quasi reale.
    Insomma, visto che è un servizio che esiste e che paghiamo, perché non usarlo?

  119. Mauro Tinta

    Si certo Fulvia… il servizio esiste, ma non sempre, anzi, quasi mai, sono solerti nell’eseguire le segnalazioni… vedi il fatto che per pulire alcune masserizie abbandonate in strada sono andato avanti più di sei mesi… ma e’ ovvio… quanto telefono io ormai penseranno: sempre el solito rompi….e …..

  120. Fiora

    “il coraggio di cambiare le cose che posso” mi sta venendo meno nel reiterato tentativo di far sostituire quel cassonetto rentecasamia ammalorato ormai da lustri.
    Le telefonate al numero verde prassi obsoleta e forse per questo la richiesta non merita accoglimento?
    Il suggerito tentativo on line mi è risultato solo frustrante per mia probabile imperizia. Tant’è che clicco e clicco e la sola volta che qualcosa mi si è aperto, ho ricevuto una garbata risposta da un responsabile nazionale di tutto l’ambaradan che mi chiariva non essere quello il santo a cui rivolgermi bensì al “mio Comune”.
    E io cos’altro avrei fattoooo?! bu, “indiferente” dai!
    Riproverò telefonando a manetta finché si faranno l’idea che io sia imparentata con Mauro T. e mi daranno ascolto. Occhei, Mauro?! 😉

  121. Mauro Tinta

    LA BATTAGLIA E’ FINITA… l’incontro odierno con il nostro sindaco e’ andato bene… sono molto soddisfatto ed ho avuto assoluta assicurazione che la via Corridoni e la via Leghissa verranno asfaltate in Gennaio/Febbraio… tutto e’ bene quel che finisce bene, all’incontro erano presenti anche la dottoressa Fenzi e l’assessore Dapretto, che mi hanno dato la loro disponibilità totale anche per futuri problemi… e non e’ vero, come dicono in tanti… tanto non serve a niente… serve eccome.

    Grazie.

  122. Fiora

    “non chiedetevi cosa può fare il vostro Paese per voi, ma cosa potete fare voi per il vostro Paese”
    e tu nel tuo piccolo…
    Mauro Tinta, un esempio per quanti di noi amiamo la nostra città…a parole, a parolone, a parolacce.

  123. cumano

    auguri mauro
    promesse da cosolini. martini,dapretto la via cumano aspetta da quasi 3 anni….
    x fulvia rispondono ma non controllano ho segnalato una discarica e hanno risposto che è stata pulita e non è vero
    la zona demaniale è forse quella vicino l ingresso porto vecchio ?
    prima hanno coperto delle buche su mia richiesta, la seconda volta mi hanno detto che è zona demaniale e non potevano intervenire..i vigili mi hanno detto che loro le multe le mettono …
    insomma rispondono come conviene ma quando c’è una grana in più…..

  124. Mauro Tinta

    Grazie Cumano per il tuo intervento… comunque la via che citi tu non e’ sicuramente paragonabile alle condizioni di queste due vie… qua abbiamo una strada di campagna, con tanto di selciato che sbuca dal poco asfalto rimasto… e come scritto due vie come queste non esistono in tutta Trieste… staremo a vedere, ringrazio anche Fiora per le giuste parole che ha scritto… io sono fiducioso e comunque vi terro’ informati, ne riparliamo col nuovo anno, nel frattempo buone feste a tutti ed anche a Bora.la che mi ha dato la possibilità di rendere pubblico il mio problema.

  125. Mauro Tinta

    Cosolini, Fenzi, Dapretto… per il momento niente di fatto… e nessuna risposta alle mie mail… caro Dapretto mi avevi promesso che saresti intervenuto sui paletti mancanti… cara Fenzi mi avevi promesso che avresti risposto alle mie domande… a oggi 11 Febbraio nessuna novità… mi avete preso in giro ???

  126. Fiora

    @132
    “mi avete preso in giro?” Me pareva a mi! Troppo bello (addirittura sintomatico di auspicato new deal) per essere vero!
    Va ‘bbe che i tempi dei potentati sono più dilatati dei nostri, Mauro caro.Quod licet Iovi,non licet bovi… Speriamo che sia solo un ritardo.Noblesse oblige!

  127. Mauro Tinta

    Risposta dalla Fenzi:

    La contattera’ l’assessore Dapretto per la posa dei paletti…
    L’asfaltatura rientra nel piano strade che parte da Marzo in poi…

  128. Fiora

    CIAPA…uomo di poca fede! Chi vivrà vedrà…luuuuunga vita a noi, dunque 😀

  129. Mauro Tinta

    LA BATTAGLIA CONTINUA E NON MOLLO… mail inviata alla Fenzi ed ai signori che mi stanno prendendo in giro:

    Salve, il 12 Febbraio mi aveva assicurato che sarei stato contattato dall’assessore DAPRETTO per la posa dei paletti in via Corridoni… ho lasciato passare un mese, siamo il 12 marzo… e devo dirle che mi sento preso in giro… nessun contatto… sono passati quasi 4 mesi del vostro sopralluogo e nessuno, dico nessuno, si e’ fatto sentire… non mi venga a dire che in 4 mesi non siete riusciti a reperire 250 euro per 8 paletti… e non avete trovato due operai con due o tre ore libere per venirli a ripristinare… ma le vostre promesse ai cittadini vengono mantenute o le fate solo per fare bella figura ??? sono veramente deluso… nel frattempo mi sono spazzato già due volte il famoso ghiaietto all’angolo tra Corridoni e Leghissa… ovviamente perché neanche la mia richiesta di mandare a pulire almeno una volta al mese non l’avete presa in considerazione… e’ una vergogna…

    Mi aspetto almeno una risposta definitiva da Lei e da Dapretto… e meglio ancora dal signor Sindaco… buona giornata.

    TINTA MAURO

  130. Fiora

    ma tu Mauro, la tessera del partito te la sei fatta? Chissà magari avresti più influenza ….
    Sto ovviamente scherzando e capisco condividendola la tua esasperazione vs sti muri di gomma.

  131. Kaiokasin

    Forza, insisti!
    Posso approfittare per segnalare anche un problema sull’altro lato di Barriera, finalmente denunciato anche sulle “Segnalazioni”. Sul retro del Mercato coperto vengono accatastati alla rinfusa cartoni, cassette di verdura con resti marcescenti e altre immondizie prodotte dalle bancarelle. Tutto all’aperto e in una confusione totale. Quando viene un po’ di bora, tutta questa roba si sparpaglia lungo la via Maiolica, tra le macchine in sosta e ci resta per giorni e giorni. Non ci vorrebbe tanto a organizzare decentemente la raccolta rifiuti al Mercato. Tanto più che con anni e anni di ritardo si inizia a parlare di raccolta dell’umido (che a vedere cosa finisce nei bottini verdi per strada mi pare non funzioni affatto) e quale posto migliore per iniziare se non il Mercato Coperto?
    Scusate l’OT e lo sfogo!

  132. Mauro Tinta

    Non mollo… non preoccupatevi… vedremo alla fine chi la vincerà se io o loro… per intanto si stanno rifiutando di ripristinare i famosi paletti addicendo scuse assurde… e per le asfaltature non danno risposta… vedremo… quello che posso dirvi e’ che leggono i nostri commenti… e come sempre vi terrò informati…

  133. Mauro Tinta

    Da una decina di giorni abbiamo un altro motorino ( presumibilmente rubato ) alla fine della via Corridoni… che pian pianino viene spogliato ogni notte… i vigili, come sempre, vedono e non fanno nulla… da quando abito in questa via abbiamo avuto circa una ventina di motorini rubati ed abbandonati in strada… la prima volta, dopo chiamata, ne avevano tolti una quindicina… la situazione si era arrestata per parecchi anni per poi ricominciare nel 2013… primo motorino spogliato di tutto… per il secondo scooter sono intervenuti solo quando ormai era rimasto solo il telaio e solo su chiamata… adesso abbiamo questo e scommetto che nessuno interverrà… dovrò chiamare nuovamente la municipale… ma mi domando… se questi casi si sono già verificati parecchie volte… come mai non ci sono controlli e nessuno interviene ??? sicuramente le denunce di furto ci sono… ma e’ ovvio… bisogna lavorare e fare rapporto… e’ molto meglio piazzare una multa su un lunotto e via…

  134. Fiora

    la situazione che puntualmente fotografi caro Mauro, mi appare il ritratto in sedicesimo dell’intero Paese. Degrado, demagogiche brevi illusioni alimentate dal potentino di turno ,un po’ di polvere spazzata e il grosso sotto al tappeto… e giorno dopo giorno per dirla con Tenco ” la speranza ormai è un’abitudine”.
    Ma tu tienila viva la tua di speranza -monito assiduo. Perché poco è meglio di niente e perché se via Toti e via Corridoni sono in sedicesimo lo specchio del Paese,tu Mauro sei in sedicesimo l’alfiere di tutti quanti noi, che ognuno nel proprio ambito lottiamo per un Paese in ogni senso più pulito.

  135. Fiora

    …e se ci ho messo via Toti e ho omesso via Leghissa ,l’incoraggiamento e gli auguri di Buona Pasqua sono altrettanto sentiti. 🙂

  136. Mauro Tnta

    BUONE NUOVE… mail appena arrivata…

    Egregio sig. Tinta,

    L’asfaltatura delle vie Leghissa e Corridoni è prevista in un lotto di
    manutenzione aggiudicato definitivamente nei giorni scorsi.
    Una volta passato il periodo previsto dalla legge per eventuali ricorsi
    (35 gg) potrà essere stipulato il contratto e consegnati i lavori.
    Pertanto, presumibilmente entro maggio, potremo eseguire i lavori.
    Sarà nostra cura far iniziare i lavori con le vie in questione.
    In merito al motorino inoltrerò la segnalazione alla Polizia municipale
    per le verifiche.

    distinti saluti

    IL DIRETTORE DI SERVIZIO
    dott.ing. Enrico CORTESE

    ________________________
    Comune di Trieste
    Area Lavori Pubblici
    Servizio Strade
    Passo Costanzi 2 – 34127 TRIESTE
    tel. 040/6758777 – fax 040/6756777

  137. anny

    Salve,
    anch’io abito di fronte al giardino Basevi,c’è un degrado che dura da anni,oggi si son decisi a rimetterlo un pochino a posto,stanno provvedendo almeno a fornire illuminazione visto che ne era sprovvisto,……da piccola (abitavo in un’altra zona di trieste ma comunque mi portavano qualche volta al Basevi a giocare)era tutt’altro,c’erano tantissimi bimbi,il custode,……..trieste vive un degrado pari alle altre città italiane,tutto è trascurato in italia,opere d’arte,musei,castelli,strade,giardini,……..è un degrado totale!

  138. Fiora

    @144
    Sono senza parole, Mauro (e ce ne vuole per una come me 😉 ) ma per una volta lo stupore è positivo…un ORPO tondo tondo come un uovo di Pasqua!

  139. Fiora

    il mandato di Sua Corpulenza scade nel 2016… non saranno fuochi fatui di campagna ( preelettorale)?, lo spero vivamente

  140. Mauro Tinta

    E’ quello che ho pensato anch’io FIORA… speriamo proprio di no… e comunque non mollerei come ho già detto migliaia di volte e questo lo sanno anche loro… queste due vie sono indecenti e se ne sono accorti e in un modo o nell’altro sono consapevoli che prima o poi dovranno intervenire… ho buone speranze… vedremo… Buona Pasqua a tutti i lettori di Bora.la…

  141. Mauro Tinta

    COMPLIMENTI AL NOSTRO COMUNE… altri seri problemi nella zone Garibaldi, Leghissa, Bosco, Corridoni… prima tolgono tutti i bottini… la gente, non sapendo cosa fare, ovviamente riempie quelli della differenziata… per ovviare al problema gli addetti del comune tolgono anche quelli della differenziata… forse prima era meglio fare un po’ di informazione ??? e adesso dove buttiamo l’immondizia ??? in giro per la città come stanno già facendo in molti ??? oppure optiamo tutti per carso e spiagge ??? la situazione e’ alquanto drammatica… forse questa giunta non si rende conto che da queste parti ormai il 70-80 % dei residenti non e’ di Trieste… periodicamente, anzi, quasi ogni giorno venivano abbandonati enormi quantitativi di rifiuti e masserizie varie, addirittura lanciati sacchetti di plastica pieni di porcherie e di avanzi dalle finestre… e come già detto e comunicato più volte a Sindaco, consiglieri, Acegas, ecc. la situazione era già drammatica… figuriamoci adesso… speriamo che qualcuno legga e che altri cittadini inviino le proprie lamentele, grazie.

  142. gianna

    Abito a Trieste dal 1973, in Via Corridoni dal 1982. Da italiana non triestina, ho amato questa strada e questo quartiere oltre ogni dire, quando qui vivevano persone e pulsava una comunità coesa, operosa, vivace, interessante e colta. Ho assistito a un suo crescente e umiliante degrado materiale e morale, inarrestabile e irredimibile. Non esiste presente e soprattutto non esiste futuro non solo per questa via e per questo quartiere, ma neanche per questa città di sconvolgente bellezza, insultata, oltraggiata, ormai allo sbando totale, facile preda e dimesso ostaggio inerme di tutti e di ciascuno.

  143. Mauro Tinta

    Ringrazio anche Gianna per il suo prezioso intervento e comunico di aver ricevuto una mail da parte del sindaco Cosolini… le asfaltature inizieranno entro Luglio… speriamo bene…

  144. Fiora

    L’ intervento di Gianna mi ha emozionato. Un ritratto fedele della realtà cittadina,con accorata amarezza.

  145. gianna

    Buongiorno Fiora, buongiorno Mauro. “Gianna” è felice di poter intervenire in questo vostro appassionato e vibrante dialogo/dibattito. Mi auguro che esso possa travalicare i confini troppo angusti di una conversazione intrattenuta da abitanti amareggiati ed esasperati da ogni sorta di mistificazioni pubbliche, talvolta in buona fede, più spesso invece no. Alla notizia della prossima asfaltatura di queste due martoriate strade, appresa ieri da Mauro durante uno scambio gentile, voglio credere, voglio crederci che non sia un ennesimo miraggio autocelebrativo preelettorale. Non certo invece è un miraggio il tristo spettacolo quotidiano, notturno e diurno, di varia umanità che si dipana incessante lungo queste due brevi e sfregiate vie cui siamo di fatto sottoposti; e chi questi luoghi aveva imparato a sentirli propri e a viverli/ci ben diversamente, si sente ora violato nella propria dignità di individuo e di cittadino. Questa città è diventata un tetro barnum soffocante e grottesco; così, la sua bellezza nobile e luminosa (la sua ineffabile ‘grazia scontrosa’) ha il destino segnato, e purtroppo non sarà una mano di catrame gettata in via X o in piazza Y per tacitare i frontisti a risollevarne le sciagurate sorti. Una morte annunciata, preparata con la connivenza magari inconsapevole di tutti noi, colpevoli di ingiustificata mitezza e irragionevole tolleranza nei confronti di amministrazioni inette, di eventi, di cose e di persone. Come dire, ce la siamo voluta.

  146. michela

    attenta, gianna, hai fornito parecchio materiale per la reazione dei buonisti a oltranza… ti daranno della bugiarda, della razzista, della fascista…. auspichi pulizia e ordine? ti lamenti di una giunta di sinistra? ohibò che sfrontatezza. Anche la Boldrini esorta ad adeguarsi al nuovo stile di vita che ci insegnano le nuove persone innestate tra noi.
    Negli anni Ottanta ero cliente del Notorious, un grazioso ristorante in quella zona, e mi ricordo il particolare fascino da paesetto delle vie Corridoni e Leghissa…..ora, quando salgo verso S. Giacomo dal centro città, le evito come la peste. Ma che dire, è il nuovo che avanza e guai a protestare parlando del passato, è da fascisti…. non meno che desiderare decoro e pulizia.

  147. maja

    michela, prima ti rallegri per la ritrovata armonia in questo luogo, poi però te le cerchi a ogni commento che scrivi. mettiti d’accordo con te stessa.

    (ho abitato per lunghi anni in viale d’annunzio, e a mia memoria quella zona non è mai stata particolarmente “signorile”, a parte la comodità dei negozi sotto casa e della possibilità di unirsi al corteo del primo maggio in piazza garibaldi senza dover spostare l’auto.)

  148. gianna

    “Gianna” è di fatto estremamente attenta a quanto e come scrive. Ad esempio, ha utilizzato un generico plurale: “amministrazioni”, con il che ciascheduno può pensare a quella/e che meglio crede, dall’Impero romano fino a giorni nostri. “Gianna” non ha scritto parole quali “giunta” o “signorile”; si è riferita invece a un concetto di ‘nobiltà’ al quale chi vive qui da decenni sa perfettamente quale contenuto dare a prescindere da ogni forma di demagogia populista. “Gianna” non partecipa mai e per principio a cortei di nessun tipo e tendenza e non è automunita. “Gianna” è invece estremamente sensibile a una qualità di vita che è scomparsa sia in zona Barriera sia ovunque altrove in città. E quindi fa quello che le è concesso legalmente di fare per cercare di ripristinare una quotidianità non dico idilliaca ma quantomeno accettabile, ovvero:
    1. Telefona con regolarità a 112 e 113 in occasione di gravi turbative alla quiete pubblica
    2. Telefona con regolarità al numero verde Acega per sollecitare interventi di spazzatura strada, di rimozione rifiuti abbandonati e di derattizzazione
    3. Ha depositato un esposto in Questura
    4. Ha inviato due segnalazioni relative a interventi di ben nota urgenza in Corridoni/Leghissa sul portale “Comuni-Chiamo” di Trieste

    “Gianna” non alberga certo futili speranze di riassetto urbano e sociale, ma è assai accorta nel vagliare contenuti e forma di quanto scrive e dice; pertanto quanto scrive e dice è blindato ma ben chiaro al tempo stesso, comunque inattaccabile su ogni fronte, come che lo si voglia interpretare.

  149. michela

    gianna è molto prudente e ha capito che aria tira.
    brava, gianna.

  150. Fiora

    “Gianna ” è “condannata” a sentirsi ogni giorno che passa più estranea al suo loco natio…come me! e come Mauro Tinta e nel mio piccolo pure io comunque rinnovare ogni mattina l’impegno “per” la nostra città e mai “contro” alcuno.

  151. Fiora

    donchisciottesco e chimerico come impegno , che però può dare uno stigma di qualità, anche nelle piccole cose.
    Come quando mi sento dire lassa perder , pensa alla salute, mentre ad esempio spacco gli scatoloni (ma nooo! in senso reale, proprio) abbandonati da altri vicino al contenitore della differenziata perché disfarli per introdurlceli costa troppa fatica…

  152. michela

    bravissima Fiora, davvero!!! mi viene da pensare a quel superbidone della spazzatura multiplo che hanno installato in Piazza della Borsa, che è costato settecentomila euro ed è stato installato quattro anni fa? quei cassonetti a scomparsa, hai presente? vedo che vi si accumulano attorno scatoloni e scatoloni che i negozianti non hanno tempo e voglia di spezzettare… poi se ho ben capito, dicono che i cartoni voluminosi si accumulano immediatamente al di sotto delle bocche dei bottini, intasandole…. tanto vale lasciarle lì
    io che sono proprio VECCHIA, mi ricordo i tempi negli anni Settanta, quando ogni mattina gli spazzini (pardon, operatori ecologici) suonavano il campanello ed entravano nel cortile interno dei palazzi del centro, prelevando la spazzatura nei bidoni che stavano là….. bei tempi, tempi anche in cui il postino saliva ogni giorno non solo a portare le raccomandate, ma pure la posta normale!!!!!!!!!!! parlo di Borgo Teresiano, dove ho passato mezza vita.

  153. Mauro Tinta

    Ragazze… mi complimento con voi… ottimi interventi… vi ringrazio e come dico sempre… per vincere una guerra bisogna essere uniti… mai mollare, grazie a tutte e a tutti quelli che ci leggono… ed un grazie particolare va anche a Bora.la che ci ospita su queste pagine… ovviamente, come sempre, vi terrò informate/i…..

  154. Kaiokasin

    Ottima notizia quella dell’asfaltatura, ma sicuramente non basta. Io abitavo a San Giacomo e adesso in Barriera, dove stavano i miei nonni, ma in casa mia sono occupati 4 appartamenti su 8 e nella mia via e in quella limitrofa ci sono 3 stabili, bei edifici di fine 800, con il catenaccio sul portone, completamente vuoti e in stato di degrado. Bisogna riportare la popolazione ad abitare il centro, fornendo servizi adeguati (e da ambientalista e ciclista urbano dico anche parcheggi per residenti!). In passato si è sbagliato tutto, si è fatto costruire di tutto e di più ovunque, chi ne aveva la possibilità ha lasciato il centro per case nuove in periferia (se non in Carso), i pensionati anche in Bisiacaria, e la città si è svuotata. E’ un trend comune a molti centri urbani italiani, ora sta tornando di moda la città, ma per invertire il flusso ci vogliono scelte coraggiose.

  155. Kaiokasin

    Gli stranieri evocati da Michela e Maja non sono di per sè motivo di degrado, ma è logico che abbiano un minor legame con il territorio. Sono qui per lavorare, ma i serbi torneranno a farsi la vecchiaia a casa loro, non hanno un rapporto affettivo con la città. Quindi è logico che non ci tengano particolarmente al decoro urbano. I cinesi hanno bar ed esercizi commerciali obiettivamente molto brutti. Dovrebbe essere compito del Comune fare e applicare regolamenti per costringere gli esercenti ad assicurare determinati standard estetici (hanno fatto la guerra alla Soprintendenza che ci ha provato!). E costringere i proprietari a ristrutturare e affittare invece di lasciare tutto sfitto.

  156. gianna

    Piace rilevare che il dibattito coinvolge, e si estende ad altre aree palesemente ‘in sofferenza’ su svariati fronti.
    Preme però, credo, tornare al quid iniziale perché da lì esso ha preso le mosse e abbandonare per un attimo i massimi sistemi (tutto lo spazio internettiano non sarebbe sufficiente, a volerli enumerare tutti, i problemi della triestinità, dal Carso a CampoMarzio passando per Borgo Teresiano e Città Vecchia). Il quid iniziale è e resta il periglioso dissesto del manto stradale delle Vie Corridoni e Leghissa, problema impellente e per il quale urge l’intervento più volte richiesto e sollecitato. Risolto questo (pio desiderio? mah, aspettiamo dunque luglio in trepida e ottimistica attesa, suvvia), per nulla affatto sarà invece risolto il problema collaterale, ovvero quello del degrado e della sporcizia; infatti, anche un fanciullo capisce bene che un manto di mozziconi di sigarette può giacere indisturbato sia su un fondo stradale sgarrupato ad alto rischio di inciampo sia su una sontuosa massicciata di macadam nuovo di zecca (come quello spalmato, appunto, con zelante frequenza in Via Oriani). Certo, per i possessori di calli e i piedi sensibili è ben più confortevole camminare su un parterre di sigarette che non sul nudo e duro asfalto, e di questo sappiamo chi ringraziare. A quest’abitudine, culturale e transculturale, così come a quella di gettare comunque e sempre per terra ogni sorta di residuati uno si porti appresso (cartine cartacce lattine bottiglie fazzolettini blister di medicinali borsine plastica vuote ma pure piene, pubblicità dismesse: la fantasia della gente non ha limiti), a questo, dicevo, nessuna amministrazione potrà porre rimedio: la soluzione risiede solo e unicamente nella buona educazione e nel rispetto reciproco di ciascuno verso tutti. Principio ben semplice, eppure il più irriso o ignorato. Aspettiamo comunque l’arrivo delle salvifiche ruspe quindi (sperando di non entrare a ridosso dell’immediato pre-ferie estivo con obbligatoria sacrosanta pausa ferragostana che rimanderebbe il tutto a settembre, e così via). Forse al primo che starà per gettare la scatolina vuota di mentine su un asfalto smagliante e liscio come il velluto gli verrà un po’ di pudore. O no?

  157. maja

    kaiokasin, solo per precisare che io non ho affatto parlato di stranieri. quella zona non è mai stata particolarmente invitante, neanche quando ci abitavano solo patochi doc.

  158. Mauro Tinta

    Vedendo che non si muove niente sul fronte lavori, questa mattina ho scritto al nostro sindaco… questa e’ la sua risposta:

    Caro sig. Mauro.
    Sono stupito come lei in quanto avevo avuto piena rassicurazione sull’inizio dei lavori. Chiedo all’Assessore che legge in CC di sollecitare l’impresa affidataria affinché dia una data certa prossima e ce la comunichi.
    Un cordiale saluto
    Roberto Cosolini

  159. gianna

    Quindi tutto va bene nel migliore dei mondi possibili, mi si passi l’usurata citazione.
    Beh, di fatto ‘avevano’ previsto (chi? diciamo ‘l’amministrazione’, per farla breve) un inizio in zona luglio se non erro? Ebbene, siamo ancora nei tempi per credere che tutto sia possibile.
    Ci crediamo?
    “…Continua…”, come si leggeva nei fotoromanzi anni ’60.
    “La storia infinita”, volendo essere più à la page.
    Speriamo che le assicurazioni giungano, a conforto di chi le chiede. E magari anche le azioni.
    Intanto stamattina una coscienziosa operatrice ecologica, biondina esile ma di polso, ha provveduto a spazzare la strada in modo meno truffaldino e piratesco di altri suoi debilitati colleghi. Già qualcosa, non inciampare su bottiglie vuote. Meglio ancore non inciampare sull’ asfalto dissestato, ma non si po’ pretendere ‘tutto subito’….

  160. Fiora

    @165
    ” sono stupito” ma come? nel nostro Comune non sa la mano …sinistra quel che fa la sinistra?Malignità mi ispira, caro Mauro di dirti che sto cosolinesco pizzino più autoreferenzial-propagandistico-pro-secondo-mandato non potrebbe apparirmi…
    se alle parole seguissero i fatti, sarò lieta di fare ammenda!

  161. Mauro Tinta

    ARRIVATA ALCUNI MINUTI FA UNA MAIL DA PARTE DEL SIG. CORTESE…..

    Egregio sig. Tinta,

    Le comunico che l’inizio lavori in via Leghissa/Corridoni è previsto
    per il giorno 13 luglio 2015.

    distinti saluti

    IL DIRETTORE DI SERVIZIO
    dott.ing. Enrico CORTESE

    ________________________
    Comune di Trieste
    Area Lavori Pubblici
    Servizio Strade
    Passo Costanzi 2 – 34127 TRIESTE
    tel. 040/6758777 – fax 040/6756777

  162. Fiora

    Il giorno dopo, 14/o7 (anniversario della presa della Bastiglia ohibò! fusse che fusse che anche il Terzo Stato Triestino l’abbia vinta sui potenti …)al caso mi genufletterò col capo cosparso di cenere.
    Fino a quel giorno però mi permetto di manipolare il cartesiano “cogito…” modificandolo con un “dubito…” 😉

  163. gianna

    Gli abitanti delle due ormai celeberrime Vie cittadine attendono pertanto con ottimistica fibrillazione e incrollabile fede (un occhio al calendario) il profilarsi all’orizzonte il rombo gioioso di pubbliche ruspe la quali con “Cortese” ma energico piglio faranno piazza pulita, del vecchio asfalto intendo. Sarà come camminare sul velluto, come massaggiarsi le piante dei piedi con una palla da biliardo. Ci raccomandiamo: prodotti forniti da premiate ditte, non sia mai che l’asfalto si squagli ne giro di qualche giorno e ci s’appiccichi fastidiosamente alle suole, con queste ulteriori calure promesseci.

  164. Mauro Tinta

    Egregio sig.Tinta,
    purtroppo a causa del protrarsi imprevisto di lavori precedentemente
    assunti dalla ditta che deve eseguire l’asfaltatura, l’inizio dei lavori
    di asfaltatura delle vie in oggetto, originariamente previsto per il
    giorno 13.7 slitterà di due settimane.
    Scusandomi per l’inconveniente Le porgo
    distinti saluti

    IL DIRETTORE DI SERVIZIO
    dott.ing. Enrico CORTESE

    ________________________
    Comune di Trieste
    Area Lavori Pubblici
    Servizio Strade
    Passo Costanzi 2 – 34127 TRIESTE
    tel. 040/6758777 – fax 040/6756777

  165. Fiora

    @Mauro
    No comment, dopo 170 post.
    …”Cortese” almeno!

  166. gianna

    Cortese, appunto. Se oltre alla cortesia si potrà avere anche una fattiva efficienza, scatterà il pubblico plauso. Attenzione tuttavia: saremo a cavallo tra luglio e agosto, le ferie agostane sono sacre e non saremo certo noi contribuenti a costringere i signori stradini a gettare e spalmare asfalto rovente sotto i 40 gradi dell’implacabile Flegetonte. Non vogliamo certo avere la coscienza turbata da svenimenti sul lavoro. Tutti al mare, meglio.

  167. sergio zerial

    troppo Cortese !!!!!! saluti ciao Mauro e auguri ma per altro

  168. Fiora

    Ogni bel zogo stufa.
    Digo del nostro de zogar un per de volte su un cognome , ma 180 volte de più digo dei “magiorenti” de zogar con Mauro Tinta, citadin esemplare nel quale molti de noi se identifica.

  169. Fiora

    eh con questo saria 176…go arotondà e chissà quanti commenti ancora su questo snervante minuetto tra “la” Comun e el citadin.
    Nel suo picio me fa pensar al vergognoso minuetto de l’India con i marò.

  170. gianna

    Noi seguiremo con puntigliosa attenzione ogni giro di valzer, turno di rimpalli e rondò di minuetti con il massimo interesse, anche faunistico-entomologico. Una volta imboccata questa “strada” (nomen omen, e si scusi la commistione assai cheap), il minimo che possiamo fare è vedere come va a finire questa istruttiva vicenda di res publica, che nel suo piccolo è straordinariamente emblematica del funzionamento dell’Italietta più vera. Solo questa è l’immagine che ormai esportiamo e che ci fa riconoscere ovunque sulla faccia del globo, al pari di pizza spaghetti e mandolini.

  171. Fiora

    @Mauro Tinta
    ciao caro concittadino. Ti chiedo la cortesia di riassumere il numero dei tuoi tentativi e quanti siano andati finora a buon fine.
    …perché mi risulta che le risposte che hai ricevuto siano state sempre puntuali …Cortesi e”variegate” (ci si è messo nientepopodimeno 😉 che il Sindaco), ma che in definitiva ‘sssai siano state le ciacole e ‘ssai poche le fritole!

  172. Mauro Tinta

    A questo punto non resta che aspettare e vedere… mi rendo conto pero’ che andremo a finire in Agosto, periodo di ferie… vediamo… comunque penso che il lavoro verra’ eseguito… altrimenti non avrebbe senso avvisare dei ritardi… o forse si… la menata continua ??? vedremo… i signori sanno che non mollo… mal che vada seguiremo altre strade più… crude…

  173. Fiora

    ” altre strade più crude”…via del Toro, Mauro? 😉
    …meglio buttarla in ridere intanto che aspettiamo

  174. Mauro Tinta

    Questa volta ci siamo… oggi hanno posizionato i cartelli di divieto di sosta… i lavori dovrebbero iniziare il giorno 27 luglio… incrociamo le dita…

  175. gianna

    Posizionamento cartelli divieto di sosta con anche il MOTIVO?….
    WOW, fibrillazione totale.
    “I HAVE A DREAM”
    Se ce la facciamo, un glorioso brindisi a noi tutti e SOPRATTUTTO, SOPRATTUTTO alla civica indefettibile determinazione di Mauro Tinta, sarà obbligatorio; magari ci invitiamo qualche maggiorente, e a spese nostre.
    “IMAGINE, YOU CAN”.

  176. Fiora

    ottimo Mauro! e dire che in un anno abbondante di appelli di svariata tipologia non sono ancora riuscita a far aggiustare il meccanismo per l’ apertura del cassonetto c/o casa mia 🙁
    ma il risultato della tua tenacia mi incoraggia a continuare.

  177. Mauro Tinta

    Sono ormai passati tre anni e mezzo da quando ho iniziato la mia battaglia… ed e’ da più di due che scrivo gli sviluppi su Bora.la… chi la dura la vince… e come dico sempre… e’ inutile lamentarsi, bisogna agire…

  178. sergio zerial

    bene domani vedremo ciò si avvererà auguri, a Trieste bisogna lottare per tutto, abbiamo personaggi nella dirigenza della città che purtroppo su molti settori non sono assolutamente esperti, sarà un mese che lotto con il comune belle arti assessore e altro, ma non succede niente, come forse qualcuno avrà visto posare le plote di masegno in piazza Ponterosso in un modo mai visto come le piastrelle del bagno con le fughe a chi capitasse di passare per il Ponterosso faccia una comparazione con le plote vecchie che sono ancora posate dall’ottocento e le nuove, le prime hanno una fessura di circa due centimetri le nuove anche cinque, questa mattina ho visto due cinesi che stavano mettendo la boiaca, liquido composto da sabbia e cemento nelle fughe, la ditta è triestina, anche qua pare che gli italiani questo lavoro non lo fanno, ci stanno rovinando Trieste, dopo essersi accorsi (ma credo di no) del disastroso risultato del masegno messo in varie parti della città, vedi piazza grande, stazione del tram di Opicina, sia a Trieste sia ad Opicina piazzale antistante e altre parti si continua mettere masegno, che dura pochissimo perfetto poi si sfalda, dicono che le belle arti non permettano altre pietre, non vero, in piazza Puecher hanno messo granito molti anni fa, e la passano cambio auto e persone, eppure tutto è rimasto perfetto, e allora perché domando non si mette il granito pietra che si può trovare con il colore del masegno??? Fare e rifare a Trieste è tutto un lavorare e il cittadino paga per l’ignoranza e forse per altro dovuta a questi non amministratori che non sono edotti in materia saluti sergio

  179. sergio zerial

    scusate accorti non accorsi, il pc mi corregge le parole in sbaglio

  180. Fiora

    ad aggiornarci lunedì, Mauro. Un’incognita permane…e se piove? Evento che potrebbe fare il “loro” gioco, alibi indiscutibile, nonché innegabile auspicio di tutti noi.
    beh giorno più, giorno meno les jeux sont faits, alea iacta ecc.ecc. …e che non restino solo i divieti di sosta!

  181. gianna

    Oddio, a dire il vero a me basterebbero anche i divieti di sosta permanenti così ci liberiamo da tutte quelle carcasse sgarrupate che ingombrano le due anguste vie: ci potremmo piantare due filari di pioppi e renderle pedonalizzate e magari ciclabili, in attesa che il destino della Via Mazzini trovi un esito definitivo. Però poi se ci fanno gli happy hour e la movida dei regazzini birraioli rionali? Beh, se piove, l’asfalto nuovo verrà subito messo a giusta prova. Dipende quando e se pioverà, prima durante o dopo. Intanto aspettiamo fiduciosi, sperando che gli Amministrativi abbiano ordinato catrame a sufficienza, fornito da premiate ditte.

  182. Mauro Tinta

    La battaglia e’ stata vinta… questa mattina sono iniziati i lavori… devo ringraziare tutti quanti per gli interventi e un ringraziamento particolare va a Bora.la che ci ha ospitato su queste pagine per tanto tempo… comunque la guerra non e’ finita… con il nuovo anno si parte alla carica per far ripristinare anche i marciapiedi, ormai ridotti a trappole per pedoni… per il momento grazie a tutti e non mollate… denunciate e fate sentire la vostra voce… siamo cittadini onesti che pagano le tasse ed abbiamo i nostri diritti… ricordatelo sempre… grazie.

  183. Fiora

    Un plauso a te Mauro. Mi hai dato una grande lezione . con la tua incrollabile determinazione hai battuto il nosepolismo.
    Facci sapere e…No molar !

  184. Fiora

    ho messo copia del pagamento del mod. F.24 del primo bollettino Tari sul coperchio dell ‘ormai storico cassonetto ammalorato, con l’aggiunta “io il mio lo faccio!” .

  185. Fiora

    E ho ripetuto pure l’ennesima segnalazione on line ad Acegas
    Tu mi fungi da corroborante civico , Mauro 😉

  186. gianna

    Inenarrabile soddisfazione per averla spuntata, in questa tenzone tanto lunga e tosta quanto sacrosanta! Grazie innumerevoli a Mauro. Ma quindi, i marciapiedi NON rientrano nel ‘pacchetto’? Strabiliante, no? allora gambe in spalla o meglio, penna alla mano: si riparte….

  187. Mauro Tinta

    Non mollare Fiora, telefonate e mail a gogo’ sono la ricetta giusta… io ne mandavo circa una 30ina al mese… quasi una al giorno… devono capire che TU non ti stufi e che andrai avanti… devi esasperarli… devi stancarli… e cara Gianna, purtroppo i marciapiedi non fanno parte del pacchetto, e neppure i vari paletti divelti… ma non preoccuparti, come scritto… col nuovo anno si riparte alla carica… e scommettiamo su chi vincerà ???

  188. Fiora

    …che poi ,Mauro, tutto l’impegno di questi tre anni ti ha fatto conoscere per quel tostissimo che sei. E ora che sanno con chi hanno a che sono sicura che appena suonerai la carica si arrenderanno

    https://youtu.be/Ilz_YSXz_Xo

  189. gianna

    Tostissimo, parola esatta.
    Resta lo sconforto di aver dovuto caparbiamente investire oltre 3 anni in paccate di mail per ottenere quello che neppure ci sarebbe bisogno di chiedere, tanto è evidente. Questo vorrebbe la logica di chi versa tasse imposte contributi accise balzelli gabelle a non finire per una contropartita in servizi, pur minimi, resi al cittadino (sono al ‘nostro’ servizio, dicono, no?).
    Chi vincerà il prossimo giro? Neanche chiederselo, e stavolta ci vorranno 3 mesi non 3 anni.

  190. Mauro Tinta

    Come sempre vi terrò informati… per adesso godiamoci quel che ci resta di questa estate… un caro saluto a tutte/i.

  191. Mauro Tinta

    Magari andasse sempre tutto bene… i lavori sono finiti e devo dire che sono stati fatti a regola d’arte… complimenti alla ditta che li ha eseguiti ma… questa mattina ho dovuto telefonare al sig. Cortese… e’ da quel giorno che la ditta ha lasciato parcheggiati sull’asfalto appena messo di via Leghissa un bel RULLO COMPRESSORE ed una bella ASFALTATRICE… ovviamente mezzi pesantissimi e il nostro bel asfalto nuovo sta’ affossandosi sotto il peso delle macchine… questa sera, vedendo sempre i mezzi parcheggiati nonostante la telefonata, ho inviato anche una mail:

    Rullo e asfaltatrice parcheggiati in via Leghissa…

    Salve… questa per comunicarle che non e’ venuto nessuno a spostare i due mezzi pesanti presenti in via Leghissa… mi domando se dovremo poi tenerci le pozzanghere che si formeranno o se la ditta interverrà in merito… ringrazio.

    TINTA MAURO.

  192. gianna

    Mh, mi sembrava troppo idilliaco, pur essendo costato anni di martellamento! Comunque è già formidabile che il lavoro sia stato fatto a regola d’arte, non era scontato. Magari possiamo suggerire ai nostri amministratori di usare quei mezzi per il rifacimento dei marciapiedi, già che ci sono? L’auspicio è anche che adesso la gente, abbia un po’ di remore a buttarne per terra di ogni, ma questo è ancora più difficile che far asfaltare, forse perché fa appello a un semplice senso civico di buona educazione e rispetto.

  193. Fiora

    @Mauro
    far e disfar , dai! ma ormai “siamo sul buono” 😀
    Quanto alla mia crociata per la riparazione o sostituzione del cassonetto ti rendo partecipe del semitrionfo di stamane. Cassonetto sostituito, con usatissimo con coperchio semi sfondato (ecco perché lo definisco un semitrionfo) ma perlomeno funzionante. Ti ho pensato con civico trasporto e gratitudine e mentre con le lacrime di commozione attivavo l’apertura del sesamo finalmente con l’estremità inferiore con entrambi gli arti superiori come d’abitudine impegnati da borse dei rifiuti differenziati e indifferenziati e guinzagli nonchè sacchetti raccogli pupù dei miei due iperattivi quadrupedi, più croce che delizia ,ma tant’è!
    el covercio se verzi sì col pìe ma el xè mezo sfondà

  194. Mauro Tinta

    Allora… sono stato costretto a ritelefonare al sig. Cortese per spiegare… questa mattina ho parlato con il direttore lavori della ditta e… mi ha mandato a quel paese dicendo… ahhh e’ lei che chiama sempre, si vergogni, noi lavoriamo… alzando anche il braccio in segno di… dunque… chiariamo… l’asfalto ha ceduto perché era troppo caldo e faceva troppo caldo, non e’ colpa loro… ma sono impazziti questi… la strada nuova ha ceduto a causa di due mezzi pesanti che LORO hanno lasciato parcheggiati cinque giorni per comodità , dal momento che devono asfaltare anche la via Toti… adesso vogliono fare un rattoppo… giusto, spendiamo 15.000 euro per far asfaltare e poi rattoppiamo per tamponare… complimenti al nostro comune che controlla i lavori… e complimenti anche per la pulizia strade già che ci siamo… ho chiamato anche l’ ACEGAS… abbiamo un sacchetto d’immondizia da due settimane in via Leghissa, sempre nella stessa via immondizia varia alla porta dell’ex meccanico e subito dopo un bel ratto di mezzo chilo schiacciato più volte dai veicoli… speravo di finirla con questa lotta, ma a quanto pare mi sono illuso… come sempre il nostro comune splende d’efficienza… in compenso noi paghiamo avanti le nostre belle e salatissime tasse…

  195. Mauro Tinta

    Allora… sono stato costretto a ritelefonare al sig. Cortese per spiegare… questa mattina ho parlato con il direttore lavori della ditta e… mi ha mandato a quel paese dicendo… ahhh e’ lei che chiama sempre, si vergogni, noi lavoriamo… alzando anche il braccio in segno di… dunque… chiariamo… l’asfalto ha ceduto perché era troppo caldo e faceva troppo caldo, non e’ colpa loro… ma sono impazziti questi… la strada nuova ha ceduto a causa di due mezzi pesanti che LORO hanno lasciato parcheggiati cinque giorni per comodità , dal momento che devono asfaltare anche la via Toti… adesso vogliono fare un rattoppo… giusto, spendiamo 15.000 euro per far asfaltare e poi rattoppiamo per tamponare… complimenti al nostro comune che controlla i lavori… e complimenti anche per la pulizia strade già che ci siamo… ho chiamato anche l’ ACEGAS… abbiamo un sacchetto d’immondizia da due settimane in via Leghissa, sempre nella stessa via immondizia varia alla porta dell’ex meccanico e subito dopo un bel ratto di mezzo chilo schiacciato più volte dai veicoli… speravo di finirla con questa lotta, ma a quanto pare mi sono illuso… come sempre il nostro comune splende d’efficienza… in compenso noi paghiamo avanti le nostre belle e salatissime tasse…

  196. Fiora

    ahio, Mauro! davvero all’italiana st’alfaltatura…neanche la tela di Penelope! Ora sì che sarebbe il momento di chiamare Striscia. Imbastirebbero un bel servizietto corredato dalle tue notizie pregresse.
    Peccato che siano in ferie, anche se pavento che Ricci & band torneranno prima della conclusione della storia infinita.
    Se li contatti ci ficchiamo pure il neo comparso cassonetto col coperchio sfondato ma perfettamente funzionante a pedale, ohibò!

  197. gianna

    1. era ben evidente che certi lavori non vanno eseguiti in agosto e non occorre essere ingegneri civili per capirlo, anche una qualunque mezza calzetta amministrativa dovrebbe arrivarci.
    2. il rattoppo sul nuovo è una delle manifestazioni ‘italiane’ più eclatanti e tristi di operatività miope e incapace e di incompetenza tecnica
    3. L’abbandono di monnezza dovunque e in ogni luogo è manifestazione non solo italiana ma planetaria di sprezzo del pubblico decoro e totale assenza di rispetto verso il prossimo. Ho in mente sanzioni che oggi purtroppo verrebbero stigmatizzate come attentato alla libertà individuale, quindi ci teniamo i ratti, con buonapace dei monnezzari e degli imbrattatori di tutto il mondo
    4. La risposta emanante da fonte amministrativa ci insegna che nulla è cambiato sotto il firmamento, quale che sia il colore di amministratori e amministrati
    5. A prescindere da tutto quanto sopra, riconoscenza incondizionata a Mauro. Inizierò a prendere la staffetta: “ce n’est qu’un début continuons le combat”, per quanto poco ‘epocale’ appaia la causa, che è invece di primario rilievo.

  198. Mauro Tinta

    La cosa che mi fa più rabbia e’ che nessuno, e dico NESSUNO, venga a controllare lavori e persone che lavorano… e non serve neppure farglielo notare… ed invitarli ad uscire dai loro uffici… mah… ripeto… meglio godersi, per il momento, quel che ci resta di questa estate… e chissà… magari col fresco comune, acegas, e loro funzionari ed addetti inizieranno a lavorare meglio… ehm… già… sicuro…

  199. sergio zerial

    caro Mauro purtroppo i triestini sono meloni pochi protestano e vanno fino in fondo, la maggior parte non interessa che la città sia manutenzionata basta vedere il numero di partecipanti a questa discussione, siamo allo sbando completo, la gente non si rende conto che protestare per lavori mal fatti fa diminuire le tasse, ormai i dirigenti sanno non rispondendo che non succede nulla, fanno finta di niente e tutto finisce per stanchezza del cittadino, parecchi dirigenti del comune sarebbe da lanciarli basta vedere la quantità infinita di rappezzi o ” biechi” fatta di dossi buchi con asfalto che dura niente, senza contare i tombini sotto il livello o sopra stradale, che hanno causato anche morti, l’assoluta mancanza di andare a vedere come sono stati fatti i lavori è proverbiale, parlando l’altra settimana con l’ingegner Cortese, mi diceva che è impossibile, come se Trieste fosse grande come Pechino, manca la volontà politica di questa giunta, per non parlare dei consiglieri sia comunali che circoscrizionali, manca la professionalità di parecchi ingegneri e assessori, basta vedere in che maniera hanno posato in Ponterosso le plote di masegno, come piastrelle del bagno con la fuga di cemento, tutti possono constatare la non conoscenza di come si mettono basta guardare le plote messe sulle rive in piazza Garibaldi e altri posti, ma dalla ditta al direttore dei lavori ingegnere, all’assessore e al dirigente del comune non una risposta per le constatazioni e contestazioni fatte, così va avanti questa città fra l’indifferenza, però se il tema sono le foibe o l’esodo istriano, e altro ecco che il popolo bue si scatena, se invece queste persone si interesassero un po’ più alla manutenzione e ai lavori della città, come si occupano per la propria casa e appartamento non avremmo tutti questi sprechi e persone competenti

  200. Parole sante Sergio… vedi il fatto che dalle mie parti siamo solo in due o tre che telefonano e si prodigano per la zona… gli altri si lamentano e non fanno niente… tutti bravi a parlare e poi nulla… adesso alcuni si lamentano per le vie che sono sporche, bene… ho spiegato dove telefonare, cosa che io ho già fatto parecchie volte, ed uno di loro mi dice: ho chiamato e mi hanno detto che manderanno qualcuno… bene dico io, ma poi hai chiamato di nuovo ??? eh no, per prendere la linea e parlare con qualcuno ho atteso più di 10 minuti… complimenti, andate pure avanti così che otterrete tutto… e non occorre dire altro…

  201. Mauro Tinta

    Ed io intanto lotto avanti… e ancora questa bisogna farla sapere e bisogna renderla pubblica… ecco cosa ho saputo di recente… l’ACEGAS ha dei contratti con il comune per quanto riguarda la pulizia strade ed ogni rione e strada ha un contrattino a se… la via Leghissa ha un contrattino di pulizia ogni 15 giorni, mentre per la via Corridoni, dopo innumerevoli lamentele, e’ stato stipulato un contrattino di pulizia ogni 4 giorni…. bene direte voi… MALE DICO IO… questa mattina sono dovuto intervenire di persona per far pulire dei rifiuti abbandonati in Leghissa da più di un anno… il comune, come detto, paga ACEGAS per pulire Corridoni ogni 4 giorni e ACEGAS incassa i nostri soldi e fa pulire la via ogni 10 o 15 giorni… magari qualcuno del comune o di ACEGAS leggera’ questo post ??? staremo a vedere…

  202. Fiora

    ciao Mauro ,sarebbe una buona idea fare di questo spazio un ufficio reclami virtuale permanente. La tua battaglia è esemplare.
    mi auguro che dopo Ferragosto qualcuno segua il tuo esempio, segnalando altri disservizi . Non dubito che sarai prodigo di consigli su come muoversi e del tuo sostegno ai demotivati/e.
    ” magari qualcuno del comune o di Acegas leggera’ questo post” scrivi tu. Già, staremo a vedere… e faccio mio il tuo dubbio/auspicio.
    Tutte le mattine, attivando finalmente col piede l’apertura del cassonetto, sia pure col coperchio sfondato e istoriato di scritte, ti penso con gratitudine. Senza di te non avrei insistito!

  203. gianna

    Già il fatto della parcellizzazione dei contrattini di pulizia strade la dice lunghissima e fa venire in mente innumerevoli altri ingloriosi esempi della stessa specie di cui riceviamo nauseante e pubblica notizia ogni giorno.
    “Divide et impera”, e il banco comunque vince sempre. E così, perdiamo a poco a poco la voglia di indignarci, e questa è la cosa che più sgomenta.
    Detto questo, nessuno mi toglie dalla mente che se la gente sapesse comportarsi in maniera minimamente, dico MINIMAMENTE, civile e rispettosa, al limite neppure ci sarebbe bisogno di attivarlo, il servizio municipale di nettezza urbana perché le strade sarebbero e resterebbero pulite di per sé. Spazzarle ogni 4 giorni è assurdo e sperpera quattrini pubblici.
    Una bella passata una volta all’anno giusto per asportare le romantiche foglie d’autunno basterebbe.
    Invece, le Vie Corridoni e Leghissa, nuove di asfalto, ri-sono già vecchie e trasandate, lordate di ogni schifezza gettata con noncuranza, tanto chissenefrega. Che pena.
    L’Italia è una zozzeria di strade senza uguali al mondo, e Trieste sta in cima alla classifica di questa Grande Bruttezza.

  204. sergio

    Caro Mauro, una volta sulla rete civica c’era la data di spiazzamento delle vie di tutta Trieste, ora è sparita. o io non so più trovarla, da quella lista tu sapevi quando e la percentuale di volte che la via veniva sparata, avevo parlato a suo tempo con l’assessore competente proponendoli di mettere almeno una tabella in ogni via con gli orari e con il giorno di pulizia,, inoltre l’operatore ecologico doveva farsi firmare da un abitante della via la venuta e la visione del lavoro se fatto bene, penso una cosa semplicissima, messa in opera in tanti alberghi, autogrill e altro all’interno dei bagni. Come parlare con un muro promesse e null’altro, il comune (noi) spende ben 35 milioni di euro con l’Acegas, il contratto con l’Acegas è stato fatto dal signor Illy e compagni a suo tempo per ben 50 anni, il contratto non si può sciogliere, loro lo sanno e fanno quello che vogliono, risparmiano su tutto per avere più dividendi mettendo in crisi la città, questo vale anche per la parte illuminazione, come scrivo sempre, alla mattina le luci della città si spengono dopo, alla sera si accendono prima con un enorme spreco di denaro dei cittadini, inoltre sovente in vari punti della città a tutte le ore ci sono luci accese per vari minuti o ore, ha fatto denunce alla finanza scritto sul Piccolo, il Piccolo ha fatto vari articoli, ultimamente un paio di mesi fa ho mandato le foto alla Russo dirigente del comune con mansioni di collegamento dell’Acegas la quale ha parlato con il reparto Acegas che in pratica le ha risposto niente, io attendo da mesi una risposta che sono sicuro assolutamente non verrà, e intanto l’Acegas fa dividendi, sindaco consiglieri e altro dormono come sempre , questa è Trieste che non ha persone con gli attributi per protestare e votare i giusti caro Mauro, e noi siamo sempre quelli, presi per rompiballe saluti e auguri

  205. sergio

    si sarebbe opportuno che la Bora potesse istituire una spazio per le segnalazioni con le lamentele dei cittadini con foto con tutte le brutture che ci sono a Trieste, e credetemi ne abbiamo tante

  206. sergio

    scusatemi mi sono dimenticato una virgola correggo Si, (riferendomi a Fiora) sarebbe opportuno

    Sarebbe opportuno anche avere la possibilità di correggere il testo come è possibile farlo in tutti i Blog,egregia redazione potete fare qualche cosa???

  207. gianna

    @213. Chiedo: cosa si intende per “correggere il testo”? Se si intende quello che immagino, è battaglia ardua e persa in partenza, come dimostrano quasi tutte le arene di pubblico dibattito virtuale, in cui ciascuno ha facoltà di scrivere ‘quello che’ (e questo è in linea di principio sacrosanto) ma soprattutto ‘come’ (e questo è comunque disdicevole) gli pare, in barba alle piccole e grandi norme della lingua. Di cui ormai ‘ma chissenefrega’, l’importante è esternare.

  208. Fiora

    e i campers? ci farei un discorsino. Ingombranti e pericolosi a stazionare per mesi su entrambi i lati della carreggiata della prima strada che mi viene in mente a caso , così per assonanza… 😉 Strada del Friuli!
    In una via a traffico costante ed ininterrotto, ad occupare con un solo mezzo quattro parcheggi (non mi tocca,orpo! go el box,dei!) ad ostacolare la visuale per le manovre, a creare un muro alto tre metri in zona panoramica, dove è vietato elevare alcunché oltre ad una certa altezza.
    Con la protervia di chi “el bollo lo go pagà, mi come voi, quindi no steme romper…” arrivano in macchina spostano il camper e ci mettono l’auto e lo scooter a tenergli il posto, quando non ci passano le notti obiettando ironici ” non ho più la casa…”
    Abbiamo raccolto qualche centinaio di firme con le valide motivazioni che qui ho riassunto, citando e documentando incidenti imputabili al malvezzo, accuratamente evitando l’ immotivato accenno a parcheggi sottratti, inviato tutto per racc. r.r. al Comune . Uno scarabocchio per ricevuta e nessun altro riscontro . Manco un “volentieri..”

  209. Fiora

    …a causa di queste case mobili supplementari che invadono la carreggiata, ne consegue anche l’impossibilità di effettuare uno spazzamento stradale decente.

  210. sergio

    @ Gianna , io domandavo che si potesse correggere il proprio testo, a volte quando pubblico un mio parere mi ritrovo con degli errori che vorrei rimediare, ma con la Bora non lo posso fare, mentre in tutti gli altri Blog si ha la possibilità di correggere il proprio testo, più volte ho visto scrivere di tutto di più per errori di svista , si ha ragione importante è esternare, ma ci sono sempre persone che non ti rispondono al tema, ma agli errori di ortografia e altro, saluti

  211. Mauro Tinta

    Bella l’idea di uno spazio dedicato per le segnalazioni… comunque il problema resta sempre lo stesso… il cittadino si prodiga ma nessuno lo ascolta… e solo se uno ha la forza di non mollare MAI, allora ottiene qualcosa… giuste anche le osservazioni che avremmo bisogno di un po’ più di civiltà e di cultura… ma quante persone ci tengono alla loro città ???

  212. gianna

    In questi giorni il minidiluvio ha parzialmente rimediato a tracimar via un tot d’immondezzaio organico e inorganico (otturando i tombini, certo, ma non si può pretendere tutto, almeno è a costo, se non a danni, zero questa ripulitura qui); ma i ‘cittadini’ provvederanno ben presto a ripristinare lo sconcio ormai usuale, elargendo anche le deiezioni proprie e quelle dei loro piccoli amici animali. A domanda @218 si può rispondere con altra domanda: DI CHI è, davvero, questa città? Guardiamoci intorno, osserviamo anche solo 5 minuti come si comportano gli individui negli spazi pubblici: parte della risposta, ormai, è anche in strada: questa città è di tutti e quindi non è più di nessuno, e ciascuno la umilia e la stupra ogni momento, con impunita protervia.

  213. iole

    56 compnenti l’amministrazione, e il risultato è quello che leggo? Cosaq aspettatea fare una bella e salutare rivoluzione? Ciao, Fiora. dove sono i tuoi vecchi colleghi?

  214. Mauro Tinta

    ULTIMA SPAZZATURA… oggi… 24 agosto 2015 alle ore 7.30 e dalla mia finestra riesco a contare 23 mozziconi di sigaretta rimasti a terra.. per non parlare di carte spazzate sotto le macchine… l’addetta vede ma non raccoglie… l’addetta fa le veci della donna delle pulizie, scopa la polvere e la infila sotto il tappeto… interpellata ACEGAS la settimana passata e… nessuna risposta… comune ??? nessuna risposta… controlli ??? zero ovviamente… andiamo avanti così… bene…

  215. Mauro Tinta

    Ovviamente oggi si riparte con telefonate e quant’ altro… e se volete almeno mandare una segnalazione…

    http://www.gruppohera.it/clienti/casa/casa_servizio_ambiente/casa_aaa_ambiente_contatti/casa_aaa_ambiente_invia_segnalazione_ts/32424.html

  216. Fiora

    controlli Mauro? quando leggiamo che a Roma non controllano neppure i cortei funebri e che a spazzare provvedono solo se si tratta di petali di rose lanciati da un elicottero….

  217. gianna

    @221: Alle 8.45 di oggi ho infatti provveduto a telefonare al servizio nettezza urbana, dove una gentilissima addetta ha preso cortese ma temo inutile nota di quanto accaduto. Ivi compreso il fatto che la operatrice ecologica (a onor del vero in genere piuttosto solerte, meno peggio di tanti altri scansafatiche), oggi invece era assorta nei suoi pensieri, immobile sul marciapiede. Poi se ne è andata, lasciando la strada grossomodo come l’ha trovata. Speriamo almeno abbia trovato una risposta ai suoi tormenti e riflessioni, che noi provvediamo peraltro a remunerare unitamente a un servizio non erogato.

  218. Mauro Tinta

    Grazie Gianna… ma penso che dovremo segnalare e telefonare parecchie volte prima che qualcuno si smuova dalla sua ” carega “….. e’ la stessa storia che si e’ ripetuta due anni fa e dopo innumerevoli chiamate e mesi di lotta hanno verificato e sostituito l’addetto, ma e’ durato poco… noi lottiamo, lottiamo e ancora lottiamo… ma questi signori avranno la compiacenza, prima o poi, di fare il proprio dovere ???

  219. gianna

    Gli addetti, in genere disadatti e disadattati assoluti, che si sono alternati negli anni lungo quelle due vie sono innumerevoli. Appena ne arrivava uno un po’ meno inetto e con un MINIMO di voglia di lavorare, questo spariva (troppo produttivo, non va bene per un sistema inerziale). La fila degli inutili da distribuire a caso è comunque ancora lunga, temo. La linea telefonica quindi resta aperta, quella delle segnalazioni anche. A oltranza.

  220. Mauro Tinta

    Come volevasi dimostrare per il momento nessuna risposta… attendiamo sviluppi da parte di ACEGAS… intanto inviata nuova mail al signor Cortese per un altro paletto divelto all’altezza del civico n.6… vediamo se intervengono o se devo intervenire io…

  221. gianna

    Un paletto divelto…chissà chi li ‘divelle’? Forse gli stessi che occupano il proprio tempo a graffitare sconciamente la città, a disseminare per ogni dove mozziconi, a gettare cartacce cartine bottiglie lattine, a sputare per terra per vedere chi mira più lontano, a bighellonare senza costrutto con alle orecchie, comunque e sempre, gli auricolari di aggeggi tecnologici . Un paletto divelto: la punta di un iceberg.

  222. Mauro Tinta

    Ringrazio pubblicamente il sig. Cortese… gli ho scritto sabato ed oggi sono intervenuti gli operai… grazie.

  223. gianna

    Mi associo. Che sia dunque legittima qualche piccola speranza per quanto riguarda l’ efficienza della mano pubblica, magari anche solo in queste piccole cose? Crediamoci, e anche in quelle grandi…”se se vol se pol”.

  224. Mauro Tinta

    Ho mandato in giro delle segnalazioni per il telaio di motorino abbandonato sul marciapiede in via Leghissa… e ancora niente… ovviamente i vigili non vedono o… non vogliono vedere… questa mattina faro’ un paio di telefonate… si degneranno di venire a prenderlo ??? ai posteri l’ardua sentenza…

  225. Mauro Tinta

    Adesso sono veramente stufo… telefonate e mail e il telaio del motorino e’ ancora parcheggiato sul marciapiede di via Leghissa… inoltre la spazzatura stradale e’ notevolmente peggiorata… la solerte ragazza ha appena spazzato e solo all’altezza del civico 4 ci sono la bellezza di 29 mozziconi di sigaretta… invito calorosamente gli abitanti della zona e tutti quelli che leggono questi post ad esternare con comune and company tutto il loro malcontento… da parte mia, se non otterro’ al più presto risposte esaurienti e definitive al problema, saro’ costretto ad adottare le maniere forti… grazie.

  226. Mauro Tinta

    Menefreghismo totale… nessuna risposta da comune e ACEGAS… e nessuna soluzione con le persone che seguono gli immigrati del civico 4 di via Corridoni… nonostante esposti e varie lamentele queste persone continuano a fare chiasso alla notte impedendo il sonno e il riposo dei residenti… inoltre continuano a gettare di tutto dalle finestre… siamo costretti a vivere in un porcile… e ripeto… nessuno fa niente… complimenti… e poi ci vengono a parlare di accoglienza…

  227. gianna

    Al telefono, per richiedere l’urgente intervento di spazzamento strada, stamattina una signora peraltro gentilissima e dal deciso accento centro-veneto mi chiede: “Via Corridoni a Padova?”. Evidentemente il servizio è gestito da un megacentralino centrale triveneto: è il villaggio globale, è la mondializzazione senza limiti e confini. Di nessun tipo, e di nessun costrutto.

  228. Mauro Tinta

    Gianna… per il momento accontentiamoci dei lavori fatti… con ACEGAS dobbiamo provare altre strade più… incisive e drastiche… vediamo…

  229. Mauro Tinta

    Chiedo pubblicamente ai signori dell’ ACEGAS… come mai, se la via Corridoni ha il servizio spazzatura ogni 4 giorni, non si vede nessuno anche per due settimane ??? pongo la stessa domanda anche al comune… e come mai nessuno multa ACEGAS per il disservizio ??? ai posteri l’ardua sentenza… la via Corridoni e la via Leghissa come sempre sono lorde e fanno schifo, nessuno interviene… ma i nostri soldi li pretendete… bene, e noi pretendiamo pulizia… so con certezza che questi post vengono letti da VOI signori perché ne ho avuto conferma… e allora vediamo se qualcuno ha il coraggio di rispondere pubblicamente… o se continuerete a fregarvene avanti… e se continuerete a NON fare il vostro lavoro avanti… e’ una vergogna… ACEGAS e Comune non rispondono… telefonare e segnalare non serve… e allora, vediamo ste’ risposte… vediamo chi avrà la coscienza di fare il proprio lavoro… oppure volete proprio dimostrare quello che siete… e non commento oltre…

  230. gianna

    Telefonando al servizio Nettezza Urbana del Comune di Trieste risponde un addetto della società che ha in gestione detto servizio. Risponde da Padova e io mi sono affezionata a questi colloqui surreali nel corso dei quali mi vengono poste delle domande tipo: “Intende lo spazzamento di tutta la strada?” E anche: “Cosa c’è per terra che lo scrivo in modo dettagliato?” e io rispondo bene: “sì, tutta la strada che è lunga 36 metri e larga 4”, e poi elenco: “cartine, cartacce, lattine vuote, fazzoletti di carta usati, mozziconi fumati, plastiche varie, elastici, deiezioni, bucce di banana”. E questo qui scrive, diligente. Come non adorare tutto ciò? E poi, essendo un numero verde è pure gratis, da non credere! Non dobbiamo lamentarci, the show must go on.

  231. Mauro Tinta

    Gianna… non serve a niente chiamare il numero verde, come non serve a niente inviare segnalazioni, tempo perso… bisogna chiamare la sede centrale e farsi passare l’addetto di turno, avendo la fortuna che risponda… oppure l’assessore all’ ambiente Umberto Laureni… ma tanto e’ inutile… questa volta non vogliono sentire… oppure e’ meglio non sentire… dovremo trovare altre strade più drastiche…

    ACEGAS
    via del Teatro, 5
    34121 Trieste
    telefono 040 77 93 111

    Umberto Laureni
    [email protected]
    Segreteria
    Daniela Camerino
    piazza Unità d’Italia 4
    Secondo piano – stanza 94
    tel. 040 6754335
    fax 040 6758424
    [email protected]

  232. gianna

    Una misura veramente drastica, non violenta e paradossalmente molto democratica sarebbe secondo me quella che nessuno, ripeto nessuno più ,si recasse a votare: forse la ruota cambierebbe giro e il messaggio sarebbe inequivocabile. In tutte le elezioni intendo, da quelle del presidente della polisportiva in avanti. Non si può umiliare lo strumento democratico per eccellenza in questo modo, per avere come risultato sacchetti di monnezza gettati astutamente sotto le macchine. Certo, la colpa primaria è di quei figoni mentali che sistemano il sacchetto sotto le auto. Per costoro, avrei in mente soluzioni di altro tipo.

  233. giorgio (no events)

    @239: Gianna, ci sarà sempre una minoranza (forse anche uno solo) che voterà (per se stesso) e si farà forte del fatto che non avrà un’opposizione. L’affluenza alle urne si sta riducendo ormai da quarant’anni e le cose, a mio avviso, stanno peggiorando.
    Dal mio punto di vista, con l’astensione si umilia la democrazia.

  234. Gianni Bua

    @ 239 – Gianna
    Scusami, ma chi NON vota ha sempre torto. Come diceva giorgio(no events) ci sarà sempre uno – di Dx/Sx/varie ed eventuali- che col suo voto deciderà per te. Parlando d’altro, sto combattendo da mesi una battaglia impari – da solo, ma me ne sbatto – per l’accesso ed i posteggi al Distretto IV di San Giovanni. Sono a circa 30 email a Provincia, Asl,Circoscrizione,Università..incontri con due assessori della Provincia. Finora sono becco e bastonato, ma vado avanti comunque. Se più d’uno iniziano a tempestare email/centralini etc.. forse (sono per natura ottimista) qualche risultato si ottiene.

    Servus, Gb

  235. Mauro Tinta

    Gianni Bua… le lotte si vincono anche da soli… se leggi tutto questo papiro vedrai che io ci sono riuscito… l’importante e’ non mollare… io ho lottato per più di tre anni prima di vincere la mia battaglia e non e’ ancora finita…

  236. Fiora

    @Gianni e Mauro
    mi lusinga pormi in un’ipotetica triade con voi…anche se con ruolo di gregaria.
    Gregaria,nel senso che pure io faccio del mai molar il mio motto e con successo, sebbene con piccoli obiettivi. Cassonetti sostituiti, cagnetti chiusi in auto con finestrini chiusi e a seguito di mie segnalazioni immediatamente soccorsi dai vigili, rimozione di carcasse di sventurati felini, diversamente da me poco esperti nel dribblare le auto…. nell’attraversare sulle strisce.
    Insomma sempre meglio che voltarsi dall’altra parte…
    Superfluo aggiungere che sul voto sono perfettamente d’accordo con voi. Errori spesso.Omissioni mai!

  237. gianna

    Andando a votare per ‘questa’ gente qui (tutta) si umilia la democrazia e si irride il più sacro e nobile dei diritti.
    A margine: telefonando al numero verde, il sacchetto della monnezza nascosto da qualche mariolo birichino sotto un’auto è prontamente scomparso. L’ignoto (ma neanche tanto) monnezzatore immagino si avvalga del sacrosanto diritto di andare a votare. De minimis non curat praetor, è pur vero, pertanto ce ne dobbiamo curare noi, per esempio per tentare di arginare un’epidemia di scabbia. A fine mese dobbiamo pagare non so più quali tasse comunali. Le pagheremo: è un dovere. Il voto è un diritto.

  238. Mauro Tinta

    Visto ??? alla fine ci sono riuscito… stanno pulendo la strada… ringraziamo ??? certo… sperando che qualcuno in futuro si prenda la briga di controllare il lavoro che viene fatto dagli addetti dell’ ACEGAS… grazie.

  239. gianna

    Esatto! Forse anche di fronte alle umoristiche surreali e imbarazzanti conversazioni (registrate, spero, a futura memoria) con il numero verde, sede di Padova, chi ci amministra ha pensato che era davvero giunto il momento di provare a recuperare un minimo di faccia.
    Un grazie è sempre dovuto, certo, anche se in questo caso il “dovuto” era semplicemente quello che è stato fatto cioè pulire e lavare con un minimo di criterio. Anche perché ieri sera sul selciato troneggiava sontuoso e ben visibile il corposo lascito di un piccolo amico dell’uomo.
    Purtroppo, ruspa e ramazza non sono riusciti a raccattare su anche il padrone, del cagnolino, amalgamandolo con “l’indifferenziata”: ritentate, alla prossima spero saremo più fortunati.

  240. Mauro Tinta

    Cagnolino ??? cagnolone direi… comunque… la via Corridoni e’ una bella via in pieno centro cittadino, sempre stata come un piccolo paesello dove tutti si conoscevano, tranquilla perché a fondo cieco, ( ecco perché tutti vengono con i cani in questa strada ) l’unica in centro città senza traffico sotto le finestre… ma purtroppo questo ” sogno ” e’ stato rovinato da inciviltà ed incuria… la via e’ durata pulita circa tre ore… poi sono apparse cartacce, mozziconi, deiezioni e quant’ altro, come appunto asserito anche da Gianna… la situazione e’ drammatica in particolare modo all’altezza del civico n. 4, un casermone occupato ormai solo da extra comunitari… una 40ina di persone che hanno, diciamo, altri criteri di pulizia… da quelle finestre appunto arriva giu’ un po’ di tutto… cosa gia’ segnalato più volte al comune e a tutti gli organi competenti, ovvio che non e’ possibile mettere persone fisse a controllare, ma almeno una volta al mese ci auguriamo che venga fatto il lavoro come ieri… in fin dei conti non pretendiamo tanto… 10 minuti di lavoro per avere un minimo di decenza… grazie.

  241. gianna

    La Via Corridoni nel 1982 era ben altra cosa rispetto ad oggi, sotto ogni possibile punto di vista. Non la direi a fondo cieco, bensì finisce con delle scalette, come molte altre in città, e questo era una caratteristica che le aggiungeva grazia e decoro. Oggi aggiunge zozzeria e degrado. Quanto al civico 4 mi chiedo se sia stato attivato il fantomatico ‘servizio di portierato’ ampiamente annunciato. Se sì, lascia comunque il tempo che trova e solo serve solo a dilapidare inutilmente denaro; se non lo è stato, perché annunciarlo?

  242. Mauro Tinta

    Portierato ??? ….. quella casa non ha neppure un amministratore… cosa che per legge dovrebbe esistere, ma lasciamo perdere… io nel frattempo ho richiesto la pulizia straordinaria e programmata della via… vedremo…

  243. gianna

    Il portierato, già mi fa ridere la parola stessa. Almeno la gente imparasse a tacere prima di esternare concetti inverosimili e, è di dominio comune, totalmente campati in aria.
    Quanto alla nettezza di Corridoni-Leghissa, essa è sulla carta prevista ogni 4 giorni. Sulla carta, appunto, e sulla carta resta. Solo che in questo caso essendoci un contratto scritto di prestazione di servizio, volendo si potrebbe andare a fondo. Credo che ci andremo, il calendario è lì per questo, per metterci delle crocette. Sul calendario ci sono le scadenze delle tasse comunali, queste non negoziabili, appunto, visto che stanno scritte nero su bianco.

  244. Mauro Tinta

    Infatti Gianna… ogni 4 giorni… e da quello che mi risulta l’ ACEGAS e’ gia stata multata… per ben tre volte… e quante altre ancora prima di decidersi ad operare in modo corretto ???

  245. gianna

    Multata, ma da chi, da se stessa? E l’effetto quale sarebbe? A parte il fatto che se la gente sapesse come comportarsi anziché disseminare le proprie schifezze e monnezze varie sul selciato, 4 giorni sarebbero esagerati, basterebbe una volta alla settimana, ma fatto come si deve: se ci si limita a guardarle senza spazzarle, cartine e cartacce per terra restano. Adesso vedremo quanto resta dove è da 2 giorni la carcassa del povero piccione, la cui presenza ho segnalato al giovanottino Gruppo Hera di Padova, che si occupa della nettezza di Trieste e che ha preso diligente nota. Credo che potremo tranquillamente aspettare che la carcassa del volatile sia pronta per essere impagliata, la potremmo usare come spaventapasseri.

  246. Mauro Tinta

    Multati dal comune Gianna, e questo lo so per certo… ma le multe non servono a niente se oltretutto, a quanto sembra, non vengono neppure pagate… per il piccione aspettiamo il ” COCAL ” de turno… ma mi domando, e’ poi cosi’ difficile controllare chi lavora ??? e’ poi cosi’ difficile, sapendo ormai bene la situazione, fare eseguire degli interventi straordinari di pulizia ??? non penso proprio… semplicemente gia’ alla fonte esiste un menefreghismo di base… e come dico sempre, se gia’ sulle piccole cose dobbiamo lottare, figuriamoci su cose più serie… ma come possiamo pretendere che questa Italia funzioni ??? auspichiamoci e speriamo che questo volta sia la volta buona e che il funzionario di turno abbia capito… altrimenti tra 20 giorni si torna alla carica…

  247. gianna

    Il piccione porello ha trovato degna sepoltura. Tempismo eccezionale, era un fenomeno allarmante per la sanità pubblica, e il sistema ha dimostrato di saper reagire prontamente alla drammatica allerta, che tempra! Quanto al Comune che multa Acegas, v’è da chiedersi, come i nostri antenati: “chi censura i censori?”. Controllare chi lavora è umiliante, è da kapò: ciascuno dovrebbe capire fin dove può spingersi con la fannulloneria, fermandosi almeno alla soglia della decenza. Invece no, e il sistema resta inerte. Ma le telefonate a Hera Padova continueranno: non ci si può privare di un balocco così esilarante (che poi, diciamocelo, dài e dài alla fine, anche per puro caso, funziona). Anche i due corposi sacchi gialli di rifiuti domestici sono stati prelevati. Il prossimo passo è convincere chi se ne sbarazza nel primo punto che trova uscendo di casa che in fondo 50 metri per gettarli negli appositi contenitori non sono poi una traversata dalle Alpi agli Urali.

  248. Mauro Tinta

    Ci risiamo… strada spazzata questa mattina 5 dicembre alle ore 7.00 e… rinnovo il mio invito ad Acegas, comune e… Laureni… per cortesia… mandate qualcuno a controllare… grazie.

  249. Fiora

    Mauro e ora Gianna: un binomio efficiente e con quel pizzico d’ironia che è valore aggiunto.
    L’ironia, merce che i maggiorenti non trattano. Speriamo raccolgano. Se non l’ironia almeno i rifiuti.

  250. gianna

    Già, la raccolta della monnezza che ci pervade basterebbe. Quanto alla raccolta dell’ironia da parte di, diciamo così, seriosi maggiorenti, la tenzone è se possibile ancor più aspra, e vincerla sarebbe un lusso al momento superfluo. Ci rinunciamo in cambio di ogni buccia di banana raccattata, vuoi mai che sennò ci scivoli il classico omino: un granclassico filmico, un tipo di ilarità, questo, alla portata di chiunque.

  251. Mauro Tinta

    A questo punto non ci resta che interpellare tv locali e giornali… forse a quel punto qualcuno interverrà… stiamo vivendo in un porcile… i cittadini ringraziano…

  252. gianna

    TV, giornali, massmedia vari…blabla a non finire. Vogliamo capirla o no che la partita è chiusa e che la storia si ripete da millenni? ci piaccia o no, così è e ci conviene farcelo piacere: dalla monnezza stradaiola ad altri tipi di guano di varia turpitudine, questo è il menu ammannito, non c’è altro signori miei. Gli chef stanno altrove e se ne lavano le mani, anzi, manco se le sporcano: pontificano a oltranza blabla, alle televisioni.

  253. Mauro Tinta

    NUOVA MAIL INVIATA A LAURENI e CAMERINO… speriamo che venga letta e che ci dia una risposta certa:

    Salve, sono il sig. Tinta Mauro di via Corridoni… e scrivo nuovamente sperando di risolvere una volta per tutte il problema PULIZIA di questa via… avrò interpellato Comune ed Acegas ormai una 50ina di volte… ottenendo sempre e solo promesse mai andate a buon fine… solo una spazzatura straordinaria per tamponare il problema… spiego… da quando al numero civico 4 abbiamo una marea di rifugiati o extracomunitari che siano… la via Corridoni e’ un IMMONDEZZAIO a cielo aperto… la storia va ormai avanti da un paio d’anni… queste persone (incivili ) gettano di tutto dalle finestre… spazzatura varia, cartacce e quant’altro… vuotano addirittura i portacenere giu dalle finestre… escono di casa e gettano a terra di tutto… abbiamo parlato con gli assistenti che li seguono senza alcun risultato… abbiamo comunicato più volte il problema ma nessuno si e’ prodigato a risolverlo… ora… avendo chiesto una SPAZZATURA STRAORDINARIA almeno una volta al mese… cosa che mi era stata promessa ma fatta solo una volta… chiedo nuovamente e gentilmente… siccome la spazzatrice passa ogni giorno in Piazza Garibaldi e vie limitrofe… mandatela anche in via Corrdidoni a pulire questa benedetta via… non penso sia cosa impossibile no ??? il problema e’ stato reso pubblico su Bora.la ma nessuno ha mai dato risposta a questo… cosa deve fare un cittadino che paga le tasse per far valere i suoi diritti ??? spero sinceramente che questa volta verra’ accolta questa mia… non vorrei ricorrere ad altri metodi… in fin dei conti chiediamo solo un po’ di pulizia e di igiene… non chiediamo la luna… grazie.

  254. Fiora

    manco con speranza di rielezione si attivano….non c’è che da sperare nel nuovo sindaco, Mauro!
    E dato il contesto,il proverbio calza. Scova nova (o rinnovata, dopo un mandato d’ interruzione 😉 ) scova ben!

  255. gianna

    Oddio, già una bella botta de vita la si avrebbe lanciando un’operazione di tipo interculturale di quelle che gli operatori delle varie benemerite onlus adorano. Spiegando che, per esempio, in queste contrade del mondo, peraltro assai ospitali, non è prassi praticata né universalmente accettata quella di, che so, sputare per terra. Il che vale per tutti, siano essi imbriacati autoctoni o profughi richiedenti asilo. I suddetti operatori invece sono solertissimi nel seguire altre attività, per esempio quella di trafficare con il trasporto di masserizie e mobilio vario introdotto e prelevato nei depositi all’uopo riservati e ubicati nella Via in questione. Da chiedersi davvero quale possa essere l’interior design all’interno degli appartamenti del civico 4. Anche sono assai solerti, i volenterosi giovani, nel distribuire gadget elettronici di ultima generazione e altri beni di prima necessità con cui aiutare a far trascorrere certe giornata uggiose, in mancanza di trastulli come quelli ideati a Colonia, sai quanto si sono divertiti certi buontemponi. Chissà se funzionerà il passaparola per questo originale passatempo di piazza, o il gioco vale solo per il 31 dicembre? Sic transit gloria mundi dicevano i nostri vecchi.

  256. Mauro Tinta

    Ci prendono per i fondelli… questa mattina hanno pulito e… mi vien da ridere… non ho parole… dico solo una cosa… e’ uno schifo… devono vergognarsi… tutti… dal più piccolo al più grande… pagati coi nostri soldi per non fare niente… ma i miei complimenti vanno al comune, alla giunta e a chi per loro dovrebbe intervenire… ma mi domando… e’ cosi difficile fare il proprio lavoro ??? ripeto una sola parola… VERGOGNA…

  257. Mauro Tinta

    Aggiungo che adesso ho parlato personalmente al telefono con la signora Camerino che si e’ dimostrata ben disponibile ad ascoltare le mie lamentele e a portare avanti il problema… e per questo devo ringraziarla pubblicamente… grazie.

  258. Mauro Tinta

    Mail appena ricevuta:

    Gentile sig. Tinta,
    come le accennavo nella nostra telefonata di qualche giorno fa, le confermo che il problema è all’attenzione sia dell’assessore Laureni che della funzionario del Servizio.
    Le posso anticipare che il giorno 20 ci sarà una riunione dedicata a queste problematiche.
    Cordiali saluti
    Daniela camerino

  259. Fiora

    @265
    se indirizzata a me , dopo l’ormai annoso scambio di inutile corrispondenza che ha prodotto effimeri exploits, le risponderei: più che mail e riunioni “dedicate a queste problematiche” servono sugo di gomito e ramazze di addetti, stipendiati con le nostre tari et similia.
    con estrema amarezza e comprensibile sfiducia, ricambio i saluti

  260. sergio

    Ci vorrebbe così poco per poter controllare le coperative che sono adibite alla pulizia di Trieste, manca la volontà e idee da parte di questa giunta, i controllori del comune le famose guardie ecologiche che dovrebbero controllare l’operato dell’Acegas non sono all’altezza del loro lavoro basta vedere l’esiguo numero di multe date in un anno,, l’Acegas che dovrebbe controllare le coperative non sa farlo, la cooperativa che dovrebbe controllare i suoi uomini non lo fa sapendo che a sua volta nessuno controlla. Avevo parlato tempo fa con l’assessore Laureni proponendoli di far mettere in ogni via la data e l’orario di pulizia delle strade, affinché le persone che abitano sapessero il numero di pulizie e l’orario, finito il lavoro l’addetto non doveva che far firmare ad un abitante della via o negoziante, persona che doveva constatare se la pulizia era stata fatta bene e nell’ orario e data prestabilita, penso semplice il tutto, ora nessun abitante di Trieste sa quando la propria via deve essere pulita, tante volte viene anche saltata, poi ci sono persone addette che lavorano bene e tante che se ne fregano, e qui a quanto si legge il Tinta ha trovato una persona assolutamente menefreghista, ma nonostante le segnalazioni e non sono poche, pare che a nessuno del comune gliene freghi, tutti possiamo constatare la sporcizia sia in città quanto in periferia, come già scritto tante volte questa giunta e diremo consiglieri che oltretutto non so perché sono anni che vengono votati e fanno poco quasi niente, meno qualche eccezione sono i peggiori che abbiamo avuto in questi decenni, non lo dico politicamente ma materialmente, e sono presuntuoso nel dire che sono uno dei pochi che segue in ogni punto la città, e segnala sempre di tutto, lottando contro muri di gomma, se ci fossero più persone a seguire questi politici avremmo meno tasse e lavori fatti bene, ma si sa che il triestino è melone, in ogni caso un bravo al nostro cocciutissimo Mauro ci vorrebbero molte persone come te saluti e auguri, speriamo che l’assessore si svegli e faccia qualche cosa perché fino ad ora tutti possiamo vedere il suo non risultato

  261. gianna

    “Il problema è all’attenzione” è una frase insuperabile dal punto di vista del gergo amministrativo. Potevamo sperare che la gente avesse alfine acquisito una certa pudicizia prima di utilizzare queste formule consunte e oziose, che sono un oltraggio all’intelligenza dei propri interlocutori. Soprattutto quando i tuoi interlocutori sono coloro che ti permettono di avere un non risicato stipendio mensile regolarmente accreditato. Detto questo, oggi sui marciapiedi giacevano alcuni sacchi di immondizia (però chiusi, grazie, così non si spande il contenuto). Una prima operazione da fare potrebbe essere quella di indicare con un percorso luminoso il sentiero che porta ai bottini di fronte alla Coop. Sono tipo 23 metri da percorrere, ma certo è più comodo lasciare la propria zozzeria dove capita: si cammina più leggeri prima e del prossimo chi se ne importa. Trieste è di fatto una delle città più sporche e abbandonate in Italia, con una incuria per il decoro pubblico che davvero sconcerta. Non è nella sua tradizione peraltro, questa discarica a cielo aperto, è anzi piuttosto recente; questo fa pensare. O no? Ah, ovviamente ho telefonato a Padova, società Hera, per la rimozione di quanto sopra. Mi ci sono affezionati, ai centralinisti che prendono nota. Uno mi fa, candido: “Ma non è stata contattata dall’addetto di zona?” Io: “Non voglio essere contattata dall’addetto, voglio una strada pulita”.

  262. Gianni Bua

    @286…Gianna

    Premesso che abito a san giovanni, quartiere …ricco… di extracomunitari, case Ater e via discorrendo (con molti abitanti che si divertono a controllare ed a riciclare quanto viene conferito nei cassonetti) devo assicurarti che le strade sono pulite GIORNALMENTE dalla Cooperativa che ha in appalto il servizio. Che Trieste sia una delle città sporche ed abbandonate d’Italia mi sembra sia un giudizio un pò riduttivo. Le caditoie – e guai se no – sono pulite quasi settimanalmente,altrimenti dovrei uscire di casa con maschera e pinne ad ogni precipitazione superiore alla norma; ci sono, ebbene si, mozziconi di sigarette – fumo anch’io – ma bottini attrezzati da portacenere brillano per la la loro assenza. Non credo, a mio modestissimo avviso, che chirurghi e/o similia richiedano poer la loro opera strade sterilizzate.

    Servus, Gb
    Ps. sono pensionato, non ho azioni/partecipazioni in Hera……….

  263. Fiora

    @286
    ” non ho azioni/partecipazioni in Hera” , né partecipate in banche Marche, Etruria, Cariferrara,Carichieti, spero! 😀 😀 😀
    Concordo con te, Gianni. In FVG non saremo lindi come in AltoAdige ma neppure il fanalino di coda.
    Una mediocritas …poco aurea, con zone del capoluogo più trascurate (e le traversali di Barriera guidano la classifica…)e soprattutto con una palese involuzione cui non eravamo abituati.
    Fa benissimo Mauro Tinta a non rassegnarsi e a continuare la sua battaglia per una città più pulita. La nostra,ohibò!

  264. Gianni Bua

    @ 270…Fiora

    Debbo,purtroppo, smentirti. Da moooolti anni vado a san Candido (Innichen) sia d’estate che d’inverno x sciare – fin che le gambe tengono – e constato che la lindezza del Sud Tirol è purtroppo un luogo comune. Vi trovi nulla di più e nulla di meno di quanto vedi/odori/constati dalle parti nostre. In più, vista la normativa sul conferimento dei rifiuti (cassonetti sigillati ad uso esclusivo degli indigeni) trovi solo porta-rifiuti che contengono al massimo due fazzoletti di carta !! secondo gli indigeni, è SEMPRE colpa degli Auslander che abbandonano rifiuti dappertutto; vorrei però capire dove ….kavoletten…posso conferire i miei miseri rifiuti. Non è che Toblach,Meran e Bozen stiano molto meglio. Sono munito di portacenere portatile, ma se mi spieghi dove possa vuotarlo, ti pago strudel!! Inoltre, fino ad anni fa, il Comune provvedeva – in caso di nevicate e/o ghiacciate importanti – a pulire i marciapiedi; sarà colpa della spendingreview, ma attualmebnte non serve andare in palazzo del ghiaccio, basta camminare sui marciapiedi.

    Servus, Gb

  265. John Remada

    Di solito consiglio a tutti di smettere di fumare….

  266. gianna

    @272: Infatti io ho smesso, fa bene alla salute e alla città.
    @269: Ho in mente una sola categoria di individui, quella dei maleducati privi di senso civico, a qualunque titolo costoro stanzino o transitino per questa un tempo splendidissima città. A margine: se i solerti omìni che curano la Sua zona volessero fare un allungo in quartiere Barriera Vecchia, troverebbero di che occuparsi, e tutti saremmo loro grati, Madonnina de oro inclusa. Il portacenere portatile potrebbe essere riportato a casa, svuotato nel sacchetto dell’immondizia e questo a sua volta ‘conferito’ dove lecito…un valzer da capogiro.

  267. Fiora

    Mai fumato in vita mia.Ne consegue un’ incomprensione scevra da qualsiasi solidarietà per chi ammorbi col fumo e contribuisca alla zozzeria cittadina, mollando disinvoltamente i mozziconi dove capita.
    Fastidio addomesticato però da tolleranza per chi non “ne può proprio fare a meno”,
    purché dipendenza non prescinda dal rispetto e dalla buona educazione.
    Quando, soprattutto al mare intravvedo certi civilissimi tossici con il pacchetto adattato a portacenere improvvisato, quando l’élite del fumatore, per la verità ristretta ad uno o due, arriva a chiedermi dà fastidio se fumo, beh supero ogni remora e sento la mia voce dire,ma no non si preoccupi. Anzi ,se interessa, finisco di leggerlo e le passo il Bugiardello!

  268. Mauro Tinta

    E’ tutto inutile… io non mollo… ma ho davanti un muro… comunque questa mattina e’ stata spazzata la strada… invito caldamente LAURENI ( & company ) a passare da queste parti… facciamo due chiacchiere e gli pago un caffè e brioche…

  269. gianna

    Spazzata…non usiamo parole grosse per favore! Chiacchiere, caffè, brioche?…..e in ragione di che cosa? Se il lavoro fosse stato fatto bene, sarebbe esattamente quello che un’amministrazione è tenuta a fare; se è stato fatto male, come è questo il caso, avrei in mente altro, come cadeau.

  270. Mauro Tinta

    Altre mail inviate:

    Salve… il giorno 20 doveva esserci una riunione per verificare e risolvere il problema spazzatura di via Corridoni… come da mail precedenti aspettavo un chiarimento risolutivo… a oggi, giorno 29 non si sa ancora niente e non solo… la situazione e’ IMMUTATA se non PEGGIORATA… vi invito caldamente a venire a controllare… magari subito dopo una spazzatura…

    Avevo almeno richiesto una passata con la spazzatrice… e anche questo niente… mi sento veramente preso in giro… aspettiamo di vedere di nuovo gli amici ratti che girano per la via ???

    Aspetto una vostra cordiale risposta, grazie.

    RISPONDERANNO ??? ma mi domando… non si vergognano questi signori ??? sono pagati dai cittadini e non fanno nulla… e se li licenziassimo una volta per tutte ???

  271. gianna

    Se ancora esiste qualcuno che non vede che Trieste è diventata una città a misura di ogni tipo di immondizia lo invito a fare un pur breve giro di ricognizione in una zona qualunque, ovviamente al di là dello specchiato metroquadro antistante i palazzi di rappresentanza. Rappresentanza di cosa, di chi?
    Per quanto riguarda i sacchetti di rifiuti disinvoltamente lasciati fuori dai portoni, davvero potremmo creare un simpatico percorso luminoso, tipo aeroporto, che instradi i depositanti pigri, luridi e menefreghisti fino ai capienti bottini di Largo Barriera. Troppa fatica? Beh, non esageriamo, ce la si può fare, sia avendo da fare qualcosa sia non avendo da fare nulla del proprio tempo. Almeno venisse usato, questo tempo improduttivo, per ‘conferire’ la propria monnezza laddove previsto.

  272. Fiora

    E come scopro quotidianamente, l’inciviltà è morbo più contagioso del rispetto .
    Malcostume, finora estraneo alla zona cosiddetta residenziale del Faro, che avanza .
    Sacchetti abbandonati a terra attorno ai numerosi cassonetti…lasciare la spazzatura davanti ai portoni di ville e condomini nelle strade private dove la nettezza urbana non passa più sarebbe un autogol…però mollarla sul suolo pubblico è ormai prassi. La fatica di compiere la traiettoria verticale fino al coperchio dei cassonetti pare attività sportiva troppo pesante. Mi fa sospettare che l’artrosi affligga troppi residenti di ambo i sessi a prescindere dalle generazioni.
    Sul fronte delle deiezioni canine ho gettato la spugna. Dopo i segni circolari con il gesso ad enfatizzare i reperti, corredati da scritte pseudospiritose ” a proprietari incivili,cani stitici”, dopo il porgere in sdegnoso silenzio sacchetti made in china raccoglipupù a gentiluomini e damazze beccati in flagranza di abbandono,mentre i gentiluomini tirano dritto come fossi trasparente e le damazze farfugliano pietosamente ,me go dimenticà, no me go inacorto, me diol la schena se me cucio , beh ! ormai mi limito alla diligente duplice raccolta dei prodotti nostrani dei miei Artù &Anita. E constatato” la vita com’ è” ” … mi faccio un caffè!”

  273. gianna

    Ma, la questione non era: “allo studio di”, “attenzionata da” e via burocratizzando ? Che cosa è ‘lastricato di buone intenzioni’, la via verso il paradiso forse? per il momento sul lastrico c’è soprattutto altro. Un voto mancato certo non fa la benché minima differenza; molti, sì.

  274. Mauro Tinta

    Gianna… questa e’ una battaglia persa… questi signori ( pagati profumatamente ) non hanno nessuna intenzione di risolvere il problema… almeno leggendo questi post altri cittadini forse si renderanno conto con chi abbiamo a che fare… magra consolazione si… ma meglio di niente… e forse leggendo appunto tutti questi post, magari qualcuno dei nostri politici o dei nostri burocrati comincerà a vergognarsi… o forse no… tanto sono abituati a prendere la gente per i fondelli… e cosa gli diciamo ??? ma che vadano a quel paese… e che buon pro’ gli faccia… ma un giorno avremo la nostra rivincita… e allora rideremo noi…

  275. gianna

    Penso che i cittadini si rendano perfettamente conto dell’ambiente (umano , urbano, sociale) che impregna la città. Il pericolo maggiore è ritenere che ciò rappresenti la normalità e che subentri l’indifferenza. Questa sì è la peggior battaglia, o anche guerra, persa e su più fronti. Un voto in meno non incide. Tutti i voti in meno, sì. Ma il voto, si sa, è un diritto fondamentale e democratico e non si deve rinunciare a eleggere i propri rappresentanti. Dopodiché appunto ciascheduno avrà eletto la qualità che si merita e che è sotto gli occhi di tutti. Un pur minimo senso non dico di vergogna ma di imbarazzo da parte degli eletti non esiste. E allora ce li teniamo, gli eletti, assieme a molto altro. Decoro e decenza, all’esterno e all’interno, ma chi se ne importa più? 10 minuti in giro per città, e vedi squadernata ogni possibile sorta di turpitudine e bruttura, la città sconciata.

  276. Fiora

    @283
    ” il pericolo maggiore è ritenere che ciò rappresenti la normalità e che subentri l’indifferenza”
    vero,Gianna e ancora peggio, come sta accadendo a me, che subentri la rassegnazione.
    Convinta che l’inciviltà dei cittadini e il menefreghismo delle istituzioni non siano affatto la normalità e sempre più sensibile al degrado ,ma quasi rassegnata a subirlo.
    Meno male che persone tenaci come Mauro Tinta scuotono se non la polvere almeno l’apatia.

  277. Mauro Tinta

    Fiora… questi signori giocano sulla nostra RASSEGNAZIONE e dunque… mai mollare… se non altro rendere pubblico il problema… lottare… combattere… per avere, in fin dei conti, solo quello che ci spetta, solo quello che e’ un nostro diritto… noi abbiamo il dovere di pagare le tasse, abbiamo il dovere di essere dei bravi cittadini e di tutelare e rispettare la nostra città… ma abbiamo anche il dovere di denunciare chi non fa nulla, chi ci prende per i fondelli, chi non risponde alle nostre domande… e’ per questo che non bisogna mollare… siamo Noi dalla parte del giusto… e chi vuol capire capisca… chissà se il signor Laureni o la signora Camerino avranno la compiacenza o troveranno prima o poi un minuto per rispondere…

  278. gianna

    Non devono rispondere, anche se sarebbe elegante (chiedere è lecito, rispondere è cortesia). Devono soprattutto fare e far fare quello per cui hanno ricevuto pubblica delega. Possibilmente con competenza, capacità, efficienza, trasparenza e tempestività. Mi chiedo quali di queste parole siano comprese nel lessico di certuni. Probabilmente nessuna di queste.

  279. Mauro Tinta

    VIA CORRIDONI.

    Salve, dopo innumerevoli mail senza risposta… mi chiedo… vi divertite a prendere in giro la gente ???

    Aspettavo chiarimenti dopo il vostro incontro del giorno 20… e niente…

    Aspettavo almeno una mail di cortesia… e niente…

    Ditemi… cosa devo fare ???

    E’ poi cosi’ difficile ascoltare i cittadini ???

    Ovviamente non risponderete neanche questa volta… vuol dire che seguiro’ altre strade più… dirette… ma non mollerò… e lo sapete perché ??? prima di tutto per una questione di principio… e poi perché e’ un mio diritto, e ANCHE mio dovere, segnalare ed ottenere quello che mi spetta…

    Quel che e’ sicuro e che non ho nessuna intenzione di abbandonare questa mia battaglia… anche perché qua parliamo di igiene pubblica… gli escrementi in strada ( e nel mio portone ) non sono di animali… cosi’ come le varie porcherie gettate dalle finestre…

    Ma vi sembra giusto che noi residenti siamo costretti a pulirci la strada ???

    Se non volete intervenire almeno una volta al mese come richiesto… faro’ un bel servizio fotografico ed invierò tutto a qualche giornale locale… non vorrei arrivare a questo ma…

    ATTENZIONE… non sono ne minacce ne tantomeno ricatti… sono solo stufo di dover sopportare…

    Aspettando Vostra cordiale risposta e premettendo che questa e’ l’ultima volta che scrivo…

    Ringrazio e saluto.

  280. Fiora

    @Mauro Tinta
    tu non mi vuoi dare ascolto quando ti suggerisco di contattare Striscia. A bussare alle solite porte cos’hai ottenuto?
    chissà magari a fargli una carnevalata (che siamo nel periodo, peccato non prima…) con tanto di gabibbo,di pigne “impegnative” di luca abete date all’assessore competente inquadrato dalla tivù e paccottiglia assortita qualcosa in concreto sortisce…
    Se non altro ci divertiamo un po’, come quella volta del mago casanova sul Pontecurto.
    La caralcuore in prima serata…forte!

  281. Mauro Tinta

    Forse hai ragione Fiora… ma prima busseremo altre porte… questa proprio non mi va giu’… OHHH ECCOLO EL ROMPI… di sicuro pensano questo… e non rispondono… maleducazione e menefreghismo totale… e li paghiamo anche… eheh no… proprio questa non mi va giu’…

  282. Mauro Tinta

    Finalmente una risposta… non risolutiva… ma almeno una risposta… io ovviamente ho risposto invitandoli ad organizzare una pulizia straordinaria programmata almeno una volta al mese… ma penso non vogliano sentire da quell’orecchio….. vedremo…

    Caro signor Tinta, credo che la cosa migliore sia vederci sul posto. Le chiedo di concordare con la signora Camerino una data e un’ora di comune gradimento. Cordiali saluti. Umberto Laureni.

  283. Fiora

    gabibbo rimandato e che dio ce la mandi buona.
    Aldilà del vantaggio comune tu lo meriti, Mauro!
    ciao con stima.

  284. gianna

    Tanto di cappello. Se si ritiene opportuno comunicare luogo e ora, potremmo essere in diversi a scortare gli illustri ospiti nel giro panoramico di quest’angolo di terra incognita….

  285. Mauro Tinta

    Il problema e’ che e’ impossibile concordare un orario senza sapere gli impegni dell’altro… e ancor più concordarlo per terza persona… e dal momento che ci leggete…

    Caro Laureni… io sono disponibile sempre… anche di notte o al primo mattino… resto a sua completa disposizione…

  286. gianna

    Si potrebbe cominciare, reciproco calendario e orologio alla mano, a lanciar proposte. Vuoi mai che troviamo una ‘finestra’? Evitando di lanciare proposte dalla finestra, così come vengono lanciati altri e ben più tangibili prodotti.

  287. Mauro Tinta

    INCREDIBILE… la mia lotta e’ iniziata più di tre anni fa… all’epoca per tamponare il problema erano intervenuti i nostri comunali mettendo un cartello PROVVISORIO di strada sconnessa… per capirci quelli triangolari bordati di rosso su sfondo giallo e con dosso o cunetta… bene, quel cartello con la bora immancabilmente volava via ed io avevo segnalato il problema… passati appunto più di tre anni finalmente asfaltano la strada ed il cartello provvisorio ovviamente viene portato via… ci siamo ??? e adesso cosa appare sull’angolo di via Leghissa e via Corridoni ??? un bel cartello NUOVO… ma questa volta cementato a terra… HA HA HA HA HA… posso solo buttarla sul ridere… ma e’ incredibile tutto questo… buttare via dei soldi… soldi nostri… soldi pagati dei cittadini… e solo perché questi SIGNORI non controllano… non parlano… non fanno il proprio dovere… e poi mi vengono a dire che loro controllano e vigilano sui lavori che vengono eseguiti… e dopo tre anni abbondanti poi… proprio si vede che comunicano celermente… ma mi domando, chi e’ venuto a montare quel cartello, non si e’ domandato perché’ lo metteva su una strada nuova e perfettamente diritta come un biliardo ??? ovviamente adesso voglio vedere cosa risponderanno… e se risponderanno… be’… io continuo a dirvi… VERGOGNATEVI…

  288. Mauro Tinta

    La risposta e’ gia arrivata…

    Egregio sig. Tinta,

    purtroppo evidentemente c’è stato un disguido in quanto, vista l’enorme mole di richieste arretrate, l’elenco dei segnali di strada sconnessa da installare a cura di una ditta esterna, risaliva a più di sei mesi fa e quindi nel frattempo la strada è stata (finalmente!) asfaltata.
    Concordo con lei che se il personale ed in primis il responsabile tecnico, della ditta avesse posto maggiore attenzione avrebbe potuto avere più di qualche dubbio sull’opportunità dell’intervento.
    In ogni caso faremo eliminare il cartello senza liquidare nè la posa nè il successivo lievo.
    Ringrazio per la segnalazione e Le porgo distinti saluti.

    EC

  289. gianna

    Secondo me quando la ‘ditta esterna’ arriva per piantare un cartello di ‘strada sconnessa’ e vede la strada liscia come un biliardo grazie alla recente asfaltatura, gli omìni si caricano il cartello in spalla e vanno a rendersi utili altrove. Già questo la dice lunghissima sul razionale e accorto agire di una pubblica amministrazione. Resta intatto il mistero di questo esagerato ricorso a ‘ditte esterne’ quando è arcinoto che l’esternalizzazione non produce quasi mai giovamento ma solo grande sperpero di pubblico denaro. Come è per l’appunto il caso dell’appalto concesso per la, diciamo, pulizia della Via in questione, emblema perfetto di incuria, degrado, mancanza di decoro e zozzeria urbana che ci costa una marea di quattrini, spesi a ufo. La garanzia di ‘non liquidare né la posa né il successivo lievo’ infine ti entusiasma circa il modo di esprimersi dei maggiorenti nei confronti del contribuenti. Stre-pi-to-so. Chissà se taluni son più versati nel potere della lingua o nella lingua del potere? A me pare la seconda che ho detto.

  290. Mauro Tinta

    Questa volta sono stati SPLENDIDI… e devo ringraziare il sig. Cortese per la celerità della risposta e del lavoro… infatti sono gia’ intervenuti gli addetti rimuovendo il cartello incriminato… dovrebbe funzionare sempre cosi’… bravi, veloci, attenti alle esigenze dei cittadini… che dire… 10 e lode… grazie.

  291. gianna

    Oddio, diciamo che lo SPLENDORE si misura sulla costanza e sulla lunga distanza e non sullo sfolgorante (e neanche tanto impegnativo, diciamocelo) scoop di una mossa. Lo scacchiere è vasto, volendo darsi da fare.

  292. Fiora

    @298
    Mauro in rapporto al tuo impegno è come la nocciolina, però accanto alla tua determinazione apprezzo anche l’entusiasmo con il quale accogli ogni “loro” sporadica mossa a campione, raro segno concreto d’interessamento.

  293. Mauro Tinta

    Gianna e Fiora… avete ragione… ma quando bisogna parlar male si parla male e quando bisogna parlar bene si parla bene… questa volta sono intervenuti subito, e siccome siamo letti mi sembrava giusto e doveroso ringraziare… anche se, ovviamente, concordo con le vostre parole… la strada e’ ancora lunga… ma ricordo come eravamo messi… molto male…

    https:[email protected]

    Adesso dobbiamo ancora risolvere il problema della spazzatura e finalmente avremo finito questa battaglia… facciamo nuovamente appello a Laureni… spero che voglia mettersi allo stesso livello dei suoi colleghi… e spero che prima o poi interverrà anche lui a dare un po’ di decenza a queste due vie… nel frattempo io aspetto ancora l’intervento mensile della spazzatrice… e penso che questa volta non la spuntero’… esistono le persone coscenziose e quelle che se ne fregano… spero di sbagliarmi…

  294. Mauro Tinta

    Per la cronaca… ho appena chiuso il telefono con la signora Camerino… e a quanto pare non vogliono sentir ragioni… non vogliono risolvere il problema… ho riferito che sono disposto ad aspettarli dal momento che ieri e’ stata spazzata la strada… ma loro vogliono un appuntamento quando ne hanno voglia… non quando serve… e’ ovvio che non risolvere nulla mi da molto fastidio, ma questa lotta da solo non la vinco… purtroppo piove… e come giustamente mi e’ stato detto… oggi e’ una giornata uggiosa e non bisogna incavolarsi… e continuiamo a pagare le nostre tasse… se adesso volete fare qualcosa bene… altrimenti godetevi la vostra vittoria… grazie Laureni, grazie Camerino.

  295. sergio

    per quanto riguarda il cartello di strada dissestata l’hanno levato immediatamente, questo vuol dire che qualsiasi lavoretto da poco si può fare in velocità, ma è stato tolto per non fare la solita figura alla Emilio Fede, poi queste persone prendono anche il premio per raggiunti obiettivi, ci sono molte persone che in comune lavorano male, anche avendo la direzione lavori non vanno mai a seguire i lavori che puntualmente vengono fatti male, le ditte sanno che non ci sarà nessuno a contestare il lavoro mal fatto, di episodi ne posso raccontare molti, uno dei tanti riguarda proprio l’ ingegner Cortese, in via Romagna era crollato un muro e lui era direttore dei lavori, fatto il muro a più riprese invece di gettarlo in una volta sola, la ditta rimise i cubetti di porfido sulla strada, qualsiasi persona può constatare come sono stati messi male, ho telefonato più volte al Cortese dato come scritto che era lui alla direzione dei lavori, dicendo di andare a controllare dato che avevano fatto un brutto lavoro, i cubetti erano stati messi a dosso di mulo, e così sono rimasti, mi rispose che il lavoro non era finito, ma invece i cubetti erano stati già messi, la ditta fallì, ma poi il responsabile della ditta apri una nuova che ora sta facendo la piazza di Ponterosso, tutti possono vedere che brutto lavoro almeno all’inizio è stato fatto, la canaletta che deve assorbire l’acqua è stata fatta male la lamiera che doveva arrivare a filo del terreno è stata messa su tutti e due i lati lato banca nazionale del lavoro e lato dietro la fontana di Pierino sotto di 4 centimetri e più, dovendo poi fare un piccolo getto di cemento per compensare affinché le signore con i tacchetti non ci finissero dentro, la piccola gettata non so fino a quando durerà, si poteva risolvere il problema in altra maniera e ovviare allo sbaglio della ditta, anche qua avvisato il Cortese con il solito nulla di fatto, e poi come scritto a fine anno si vanno a prendere i premi, potrei fare una lista dei lavori fatti male dal comune, ma mi fermo qui, coraggio Tinta andiamo avanti a vedere i lavori fatti male e denunciamo prima o poi qualcuno leggera la poca solerzia e il menefreghismo che il comune in molti casi ha verso il cittadino, questi consiglieri che abbiamo da 20 anni qualcuno si accorgerà che molti non fanno niente, e allora perché votarli?? Si votino persone che vogliono cambiare la città e lottino per un decoro urbano che ora sia con questo sindaco e compagni e alcuni dirigenti del comune non funziona

  296. gianna

    La domanda è ben posta: “…e allora perché votarli?”, la risposta vien da sé. A questo punto però, chi sono le persone da votare, sempreché esistano? Poi: decoro urbano? Si faccia una pur rapida ricognizione dei muri cittadini sconciati da graffitari compulsivi e psicolabili: questa è una delle svariate e avvilenti forme di decoro che offre al momento la città.

  297. sergio

    non ci sono solo i muri, ci sono palazzi vedi Municipio, palazzo Carciotti, il Tripcovich, la chiesa di S. Antonio manca da fare la facciata della parte campanile , la parte dietro della biblioteca di piazza Hortis fontane, il palazzo della Borsa vedi statue rovinate e muri pure, Cavana da finire, il selciato voluto in masegno dalla soprintendenza messo in vai punti della città che si sta sfaldando ovunque, percorso del tram di Opicina sporco, e le fermate pure, albergo dell’Obelisco fermo da anni in condizioni spaventose, per non parlare delle gallerie quella di Montebello ma ancor più la Sandrinelli, per non parlare della S. Vito sporca e zozza mai lavata, il piazzale a S.Giusto , l’ospedale maggiore ancora non finito manca metà della pittura, e poi mettiamo anche le schifezze dei deficienti a cui piace pitturare sui muri, Mercato coperto di via Carducci in pessime condizioni, dimenticavo la chiesa di Monte Grisa ancora da finire dopo vent’anni e tante altre cose questa è Trieste, il castello di Miramar e l’albergo non appartengono al comune ma il resto si, io ho una certa età ma penso che non vedrò mai finiti questi lavori che sono fermi da anni e anni, e allora alla domanda per chi votare?? Rispondo per qualsiasi persona meno quelle che per vent’anni non hanno fatto niente, e chi non vota dovrebbe andare a votare almeno per punire e lanciare chi non ha fatto niente in questi anni, e penso che tutti possono fare delle considerazioni, la città è sotto gli occhi di tutti e non è mai stata così come in questi 5 anni di amministrazione del Pd

  298. Furio

    Se metti qualche punto ogni tanto hai tempo per respirare, ragionare, e capire che forse qualche colpa ce l’hanno anche i cialtroni di prima….

  299. Furio

    … e no’l se ciama Pierino ma Giovanin.

  300. michela

    anche pierino-giovanin è stato rotto da vandali cinque anni fa, il braccino mi pare. vittima del degrado pure lui.

  301. Fiora

    Giovanin è bersaglio abituale degli idioti cui ascrivo pure un pizzico di crudeltà, peculiarità negativa aggiunta,trattandosi della raffigurazione di un puttino in tenera età.
    ” loro” gli spaccano sistematicamente le manine e immediatamente interviene un solerte gruppo di artisti che gliele ricostruisce.
    Altro bersaglio privilegiato è la madonnina difronte alla chiesa di Gretta.
    …sempre sulle mani si accaniscono. E’ lavoretto più facile e veloce? Vandali e pure pervertiti?
    Mah! la madre dei mone è sempre incinta!

  302. Fiora

    …ciò bevi col tapo, gli urlerei a certi teste di attributo maschile che si producono in simili saggi d’intelligenza.
    Digressione correlata all’invettiva. Di entrambe chiedo venia. Nel lessico comune è curiosa la duplicità di significato annessa all’attrezzatura di piacere maschile. Il dispregiativo testa di ca*** e al contrario l’elogiativo co*****i quadrati 😀

  303. sergio

    si scusatemi nella foga ho scritto Pierino invece che Giovanin, per quanto riguarda i punti siccome in questo blog non si ha la possibilità di correggere e di vedere il testo integro scrivo così, ma non penso che non si possa leggere, per quanto riguarda invece riguarda i cialtroni che erano prima .anche loro hanno delle colpe, una principale di non aver fatto asfaltare marciapiedi e strade, e altro, ma non mi dica che questi si sono sprecati, hanno fatto poco o niente e anche male, io seguo da buon cittadino parecchi lavori e riesco a vedere quelli fatti male, che non vengono ne visti dalla politica e ne dai direttori dei lavori del comune, anche in comune sarebbero da cambiare parecchi dirigenti, il brutto di tutto questo sarà che l’elettorato di sinistra nonostante questa amministrazione abbia fatto poco e male rivoterà queste persone, la mancanza di obiettività nella sinistra è molta purtroppo. Sono sposati e bastonati ma di divorzi non ne vogliono sapere

  304. Mauro Tinta

    Avete tutti ragione… questo e’ sicuro… ma lo sapete perché questi signori si fanno forti e si sentono di fare il bello e il brutto tempo ??? la risposta e’ ovvia… perché li lasciamo fare… dunque e’ colpa nostra, di tutti… se ognuno farebbe il suo dovere di cittadino denunciando ed esternando il proprio disappunto le cose forse cambierebbero non vi pare ??? come mai, ad esempio, combatto da solo con questi signori ??? come mai persone come Sergio, o Gianna o qualche altra rara mosca bianca denunciano, scrivono, telefonano e gli altri stanno zitti ??? e allora non lamentiamoci se poi paghiamo per non avere niente in cambio, anzi no, in cambio ci resta la presa per i fondelli… peccato… avrei dovuto registrare l’ultima telefonata e poi renderla pubblica… forse solo cosi’ avrei avuto la mia rivincita… comunque ripeto… grazie Laureni… grazie Camerino… siete stati splendidi, avanti cosi’…

  305. sergio

    saggio parole, el triestino ga per simbolo un melon, e questo dice tutto , molte lamentele ma fatti pochi, anche gli ultimi arrivati comandano più di noi indigeni, non esiste coesione, questo è il male dei triestini che poi se vogliamo contarli, alla fine ce ne sono rimasti pochi.

  306. sergio

    scusate sagge parole, il correttore della Bora ha cambiato la parola

  307. gianna

    I triestini, potendo, secondo me fuggono o dovrebbero fuggire e alla svelta da questa città sfigurata, sporca e plumbea che una volta era loro, ora è di chiunque e ho detto tutto. Non sono triestina. Ma ho amato e rispettato questo luogo alla follia per oltre 40 anni; non più da quando ha cambiato volto, voce, cultura, eleganza, bellezza, signorilità, atmosfera, decoro. Me ne andrò. Ce n’è a bizzeffe, di pronti a sostituirvi/ci, e non sarà aimè un ricambio win-win.

  308. Fiora

    @316
    ” me ne andrò.” Dove Gianna? all’estero? perché nel Paese non ci vedo città meno “sfigurate”.
    Basti leggere i catastrofici resoconti,a cura degli aspiranti uomo della provvidenza ,pardon sindaco, di tutte le altre città, Capitale in primis.
    Degrado ecumenico che avanza, cui ognuno dei papabili propone la sua cura….infallibile!

  309. gianna

    @317: in Africa o in Medio Oriente e dintorni, per esempio; tra poco ci sarà un mucchio di spazio libero e il clima è pure meglio di quello di oggi qui. Ma non prima di aver avuto la soddisfazione di vedere Via Corridoni e Via Leghissa belle linde.

  310. Mauro Tinta

    Oggi, 2 marzo 2016, e’ un giorno da ricordare…

    La via Leghissa e’ stata finalmente pulita… ho parlato personalmente con l’addetta che si e’ prodigata a spazzare decentemente e togliere le buste piene di immondizia che giravano da ormai più di un mese per la via… grazie.

    Laureni e Camerino ovviamente non c’entrano nulla con questa piccola vittoria.

  311. sergio

    laureni e camerino due personaggi che dovrebbero essere eliminati dal comune

  312. sergio

    vogliamo ricordare il nome di Laureni alle prossime elezioni, Pessimo assessore

  313. Fiora

    Io voterei per Mauro Tinta, ma lui si è già sottratto quando gliel’ho buttata un centinaio di post fa.
    Comunque mai molar , Mauro! 🙂

  314. Mauro Tinta

    HA HA HA… Fiora, ti ringrazio ma… non io…

    Ma qualunque cittadino che ha a cuore la sua città sarebbe sempre meglio del migliore dei nostri politici…

    Penso che non serva aggiungere altre parole… d’altronde e’ sotto gli occhi di tutti l’operato di questi signori… magari un giorno le cose cambieranno, chissà… speriamo bene…

  315. Mauro Tinta

    Si dice che BISOGNA COGLIERE LA PALLA AL BALZO… bene… la nostra TV locale TELEQUATTRO sta’ raccogliendo le segnalazioni della cittadinanza per rispondere ad un sondaggio che probabilmente verra’ messo in onda questa sera…

    La domanda e’: TRIESTE E’ UNA CITTA’ SPORCA ???

    E come non accogliere questo appello ed inviare alla nostra bella TV tutto quello che stiamo facendo per queste nostre due vie ???
    DETTO FATTO… ho inviato immediatamente tutto a TELEQUATTRO e, se possibile, invito tutti i cittadini a segnalare le problematiche della NOSTRA BELLA, MA SPORCA CITTA’ inviando le segnalazioni a: [email protected]

  316. Mauro Tinta

    La situazione resta sempre invariata, ringraziamo i nostri politici per l’attenzione che porgono alle problematiche della nostra città… ma sono sicuro che sotto casa loro la strada viene spazzata quotidianamente… grazie di cuore anche ai residenti della zona, che nonostante il mio sollecitarli per unirsi in questa lotta leggono e basta… MIGA POSSO STAR ORE AL TELEFONO, GO ALTRO DE FAR MI… a buon intenditor… per me il discorso e’ chiuso e finisce qui… e con questo ringrazio Bora per avermi ospitato e saluto cordialmente tutta la redazione.

  317. Fiora

    Caro Mauro,
    rimane lo sterile apprezzamento ,mio e di tanti concittadini a prescindere dalla zona in cui abitiamo,ma soprattutto di persone che come te sono vox clamans in deserto.
    …anche in ambito più ristretto quale può esserlo un condominio. Io ne so qualcosa. Aggiungo che di norma il nosepolista medio ti ,ci considera dei rompiballe , ostentando magari approvazione di facciata.
    Comprendo la tua amarezza. Vorrei suggerirti di non darti per vinto, ma l’episodio di Davide che abbatte Golia è un caso isolato ,una storia vecchia come il cucco e chissà se vera!
    Ho seguito la tua iniziativa, tra entusiasmi e scoramenti e la tua resa mi rattrista.
    Ti auguro ogni bene per il tuo privato,
    Cordiali saluti,
    Fiorenza Degrassi

  318. Mauro Tinta

    Quanto pare ci sono riuscito… hanno mandato dei controlli per due giorni di seguito… l’Acegas e’ stata richiamata e sono intervenuti a pulire a fondo la zona… sarà stata sufficiente la mia battaglia ??? lo sapremo solo in seguito ma per il momento possiamo dire chiusa la vicenda di via Corridoni… grazie a tutti…

  319. John Remada

    @328 No bisogna mai molar!

  320. gianna

    1. La vicenda di Via Corridoni non sarà mai chiusa da quando negli anni hanno chiuso le tante piccole attività artigiane, era una meraviglia scendere a far due chiacchiere: si respirava aria buona e pulita in ogni senso. Il quartiere oggi è laido becero torvo e brutto. Una gentile signora amministrativa l’altro giorno è venuta a fare un sopralluogo, le sono state spiegate e chieste delle cose: prendeva diligentemente appunti, comprensiva e partecipe, chissà se prenderanno anche provvedimenti.
    2. Trieste è ormai allo sbando: una città ex-bella, fogna maleodorante a cielo aperto, cloaca di tutte la monnezza del mondo, una zozzeria urbana che tracima ogni residua traccia di leggiadrìa, decoro e dignità. Dalle deiezioni animali a quelle umane, defecate e vomitate dove capita, fino ai rifiuti imbustati o anche no, gettati per ogni dove, Trieste abdica a se stessa e si umilia. Che pena.

  321. Fiora

    @330
    realistico ritratto a tinte forti…due i rilievi.
    Trieste NON è solo lo squallido microcosmo in oggetto. Trieste è Piazza Grande,splendore perenne che si affaccia sul mare. E’ la pineta e la riviera di Barcola coi Topolini con la mularia fiore vivente,intemperante sì ma ornamentale, le cui tracce sgradevoli, canine incluse sono quotidianamente rimosse dalla pubblica amministrazione, con laTerrazza a Mare finalmente in dirittura d’arrivo per il recupero. E’ Miramar col suo parco, “che forse non morrà”, eccecc.
    Il secondo. Tenuto conto che la caralcuore ,volens nolens appartiene alla Repubblica Italiana (tra i nolentes e volentes io mi colloco in una fluttuante mezzarìa che quotidianamente aggiorno…) mi chiedo se davvero siamo il bubbone incancrenito in un corpo tanto più sano.
    Mal comune,rabbiosa constatazione,semirassegnata,semi combattiva.
    Leggasi “dammi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare ,il coraggio di cambiare le cose che posso” Ma disfattismo (rif. post 330) MAI!

  322. gianna

    Trieste ERA Piazza Grande prima dell’arrivo di giocolieri che lanciano in aria certe palline azzurre fosforescenti che si spiaccicano a terra tipo blob, mi chiedo cosa c’entrino col contesto.
    Trieste ERA Topolini fino al Bivio prima dell’arrivo di genitori incuranti e ignoranti che lasciano i figli arrancare come selvaggi su per i tronchi dei pini tipo scimmia Cita 2.0, servendosene come altalena: faccio il tifo affinché qualche ramo si spezzi, meglio se col picio su. Così la smettono e si servono dei giochi di plastica (brutti) sistemati all’uopo ma si sa, il cucciolo d’uomo ama la natura
    Trieste se coltiverà il suo Parco di Miramare come si deve e distruggerà quel pubblico obbrobrio baraccone fetido delle ex-terrazza a mare, sarà sempre troppo tardi.
    Trieste non è affatto il bubbone ‘locale’ incancrenito in un corpo ‘nazionale’ tanto più sano: il cancro è metastatizzato dovunque, eradicarlo impossibile e ce la saremo voluta.
    Detto questo, sono grata a chi mi ha consentito di apprezzare e adorare questa città, Via Corridoni inclusa, la sua eleganza, la sua bellezza, il suo garbo, la sua allegria e la sua gente, ripeto: sua (e non più tale) per decenni e fino a tot anni fa. E’ finita e di questo esproprio connivente ce ne faremo una ragione, o ce ne andremo.

  323. Fiora

    @332
    ribadisco, questione di carattere,dal quale decorrono i punti di vista. io sono per” la serenità di accettare le cose che non posso cambiare”, per “il coraggio di cambiare le cose che posso” per ” la saggezza di capire la differenza”
    Per il disfattismo depressivo e sterile, per le “fughe” più vagheggiate che realizzabili , MAI!

  324. Fiora

    …apprezzo i combattenti come Mauro Tinta, consapevoli che le vittorie sono poche,risicate e effimere,ma non per questo indietreggiano.
    Mi innervosiscono i riservisti brontoloni con tendenza alla bocciatura cosmica ,alibi per non fare nulla.

  325. gianna

    Cazziare chi lancia i mozziconi in mare con aria figona e sognante in posa da sirenetto o tronista in riva al Bivio mi pare sia già fare qualcosa. Come anche mettersi a raccogliere le cicche e altre schifezze che la gente (anziché gareggiare a chi le lancia più lontano tra i flutti) lascia abbandonate prima di ripiegare il telomare griffato e infilare gli zoccoli tacco 18. Delle innumerevoli martellanti telefonate da parte della sottoscritta per sollecitare interventi in Via Corridoni, neanche parlo. E che dire dei c.d. “Writers” che lordano – w la creatività libera – tutta la città? Che si fa, si fa denuncia contro ignoti? La fuga – se così la si vuol chiamare – è in realtà fattibilissima; il fatto è che un ‘altrove’ meno scadente di questo ormai è assai arduo da trovare, dall’Alpi alle Piramidi, perciò questo ci teniamo. Tanto, di peggio è ben difficile.

  326. Fiora

    ma nooo! “Presente e passato si danno il braccio. Da sempre: solo tenendoli insieme si può costruire un grande futuro. Per noi e per il nostro bel Paese . ”
    Appena letta.La condivido, o piuttosto me la faccio bastare,nonostante il quot di utopistico populismo.
    Ps: Nonono, potrebbe, ma non è di Renzi .

  327. Fiora

    ….Pure in me sonnecchia la laudatrix temporis acti, ma consapevole che la vita è adesso, mi scelgo gli ingredienti meno indigesti per la minestra da trangugiare in luogo di saltare dalla finestra 🙂

  328. Mauro Tinta

    Comunque… dopo l’intervento della solerte addetta che ha mandato la sua relazione hanno pulito la strada tre giorni di seguito… coda di paglia ???

    Oggi, dopo un giorno di stratempo, la strada e’ lercia e sporca e… lasciamo perdere… e ovviamente OGGI non si vede nessuno…

    Caro Laureni, dal momento che Voi fate sempre il vostro dovere, perché non vieni oggi a fare il tuo sopralluogo ???

    Giusto… la battaglia non sara’ mai finita…

  329. gianna

    Ieri ennesima telefonata alla Società del Gruppo Hera (Padova), a sollecitare intervento di spazzamento e, crepi l’avarizia, pure di derattizzazione – ma per questo, mi hanno detto, altri sono i referenti. W la burocrazia e w i ratti che nel frattempo banchettano e razzolano indisturbati. Comunque stamattina ecco un corpulento addetto, chioma fluente, sguardo sognante e passo pacato, che però, va detto, tirava su ogni piccolezza. Ci metterà il quintuplo del tempo necessario, così non si becca altre incombenze di lavoro per oggi, ma alla fine Via Corridoni sarà pulita e lo resterà per circa 3-4 ore a farla grossa. Tra parentesi, osservando la gente (sempre su sollecito, mai su iniziativa) inviano a spazzare questa martoriata via, mi chiedo se il Comune abbia esaurito la riserva di spazzini normali, che sanno fare il loro lavoro come deve essere fatto, punto. In vece di propinarci esemplari più o meno pittoreschi reclutati in base a chissà quali parametri e criteri. Anzi, lo sappiamo.

  330. Fiora

    339
    “chioma fluente sguardo sognante” e pure solerte e meticoloso in operazione all’occorrenza similcasalinga….da sposare!
    Nonché “pittoresco” il netturbino a progetto? valore aggiunto dai! 😉

  331. Gianni Bua

    @ 339…gianna.
    Sono personalmente,scusa l’ardire,’ interessato al metro di giudizio con cui si possa misurare le capacità e l’efficienza degli spazzini che ….infestano….Via Corridoni. Se fanno il loro lavoro con coscienza e professionalità, il loro aspetto e/o taglio dei capelli dovrebbero passare in fondo.
    Hanno tatuaggi/capelli a crespo di colore arcobaleno? Mao Tse tung diceva ,non mi interessa il colore del gatto, basta che mangi i topi.

    Servus, Gb

  332. gianna

    Concordo sulla chioma fluente, ma per certo lo sguardo sognante va bene per i sogni non certo per eseguire un lavoro con la tempistica e l’efficienza richieste: se questo qui infatti ci impiega 5 volte tanto a fare quello che deve fare (non si sa se con dolo o meno), ebbene questa è una diseconomia e un costo per la collettività. ‘Sognante ‘e ‘fluente’ fanno rima: scadente ne convengo, e inutile. Si perdoni il vezzo da discount.

  333. Fiora

    ” pian &ben” mi era apparso il procedere del Nostro ,siccome descritto al post 339,tale da farmi vagheggiare velleità di coniugio, bypassando pure l’improprio dress code.
    Mah!”Pourvu que ça dure!” in difetto di sponsali, dico del “pittoresco” spazzamento di via Corridoni!

  334. Gianni Bua

    Io non so se il mio rione è particolarmente fortunato, se gli addetti alla pulizia (che sono, mi sembra) tutti della stessa cooperativa ma stamane ho constatato – de visu – due addetti che pulivano le caditoie di Via dei Pagliericci (San Giovanni) con estrema cura seppure con attrezzi a dir poco antidiluviani. San Giovanni è per natura orografica la patria di tutti i torrenti. Da un paio d’anni, in occasione di piogge torrenziali non sono MAI saltati i tombini,le acque sono bene o male defluite creando i soliti problemi ma senza bloccare la viabilità. Va rimarcato che siamo sotto perenne scavo da parte dell’Acegas – o come diavolo si chiama adesso – per rotture di condotte che risalgono a Maria Teresa. Unico appunto, quando riasfaltano le caditoie sono sempre più piccole… per cui senza una pulizia accurata si intasano subito.
    Aggiungo, non mi paga la cooperativa che gestisce il mio rione !!

    Servus, Gb

  335. gianna

    sì, è un rione particolarmente fortunato; non so se per la perizia e il senso del dovere degli spazzini o per la buona creanza della gente (nativa e non) che lo abita e che non scambia la pubblica via per una discarica, per una sputacchiera, per uno svuotamozziconi e per pubblico cesso del proprio cane (trascinato qui dalle contrade circostanti giacché farlo defecare sotto casa propria non è igienico). Fossi un cane, proverei ribrezzo e vergogna per il mio padrone e, tanto per cominciare, gli mozzerei le mani visto che non gli servono per raccattare gli escrementi del canino, e certo manco per forbirsi il proprio, di deretano.

  336. Mauro Tinta

    Brava Gianna… ma prima o poi lo prendiamo questo individuo… e sarà mia premura alzar ben la voce sperando che ci siano altre persone presenti… giusto per farlo vergognare un po’….. e che dire del ” passeggiatore ” penso poco a bolla, come si dice a Trieste, che infesta la via dei suoi mozziconi di sigaretta ??? gettati via a meta’ e calpestati mentre se ne accende un’altra di bionda… gli addetti ??? beh li vediamo e mi sembra che Acegas mandi dalle nostre parti solo persone un po’… fuori ??? ma devono lavorare anche loro ed e’ giusto che sia cosi, solo che poi qualcuno dovrebbe controllare… e non voglio aggiungere altro altrimenti mi vien detto che sono un… un saluto e avanti cosi…

  337. gianna

    “lavorare meno lavorare tutti” scandiva un democratico sacrosanto slogan di decenni fa. Almeno lavorassero.

  338. Mauro Tinta

    Ma lo sapete come lavora il nostro comune ??? dopo quasi quattro anni di lotta ero riuscito a far asfaltare le vie… bene… e adesso ??? e adesso, a quanto pare, faranno uno scavo per lavori ACEGAS… ottimo… avremo di nuovo una strada rattoppata… e parlarne prima no ??? abbiamo veramente dei geni… complimenti… e sono curioso di vedere se qualcuno si scomoderà per controllare… incredibile… non ho parole…

  339. gianna

    In questa settimana c’è un gran movimento in città, zona Goldoni, Corso Saba, Barriera, Oriani e compagnia: rombanti automezzi di pulizia con tanto di spazzole e sifoni aspiranti, pulitura a fondo delle ‘vasche’ a fontana di Piazza Goldoni (sulla cui ‘riqualificazione’ meglio dispiegare un velo pietosissimo), gazzelle della Polizia in Via Gallina con fermo di passanti e richiesta di documenti, sventagliati con ostentata sicumera di fronte al cittadino ‘perbene’ che transita per di lì e così si sente protetto dalle forze dell’ordine. Ho detto a un poliziotto e a uno spazzino: “Settimana pre-elettorale eh?”. Mi hanno guardata imbarazzatissimi. Oggi intanto in Via Corridoni è ricomparso il serafico operatore ecologico che in tutta la mattinata non è riuscito a evadere un lavoro che a esagerare ci vuole un’ora a farlo bene. Però intanto c’era, s’è fatto notare. Settimana pre-elettorale, confermo. Non mi avranno.

  340. sergio zerial

    da vent’anni abbiamo sempre i soliti politici di destra e sinistrar, sempre loro, e purtroppo la gente continua a votarli, è ora di cambiare completamente tutto, dato visti e nessuno può negarlo i vari problemi di sporco, di poca pulizia del verde nelle periferie,di mancanza di manutenzione, di lavori fatti male, assessore Capretto da lanciare assolutamente, e ve lo dice uno uno che quando gira vede tutto purtroppo, lo so è una pecca, continuo a bombardare l’URP, e i vari settori, cose che dovrebbero fare i consiglieri comunali, una bella risposta me l’ha data per Sveglia Trieste, il Rovis, domanda perché i consiglieri comunali n on vanno a vedere i lavori fatti da comune Acegas e altri??
    Risposta, ci sono i direttori dei lavori e i dirigenti che devono andare a vedere i lavori io non c’entro, e allora mi domando cosa ci sta a fare?? Bisogna completamente mandare a casa queste persone che non hanno idee, votare il nuovo se poi anche questi non lo faranno altro lancio, gli elettori devono andare assolutamente a votare per persone capaci , con l’astensione si premiano quelli che in questi cinque anni hanno fatto poco o niente e anche il poco fatto male, un piccolo esempio Piazza Ponterosso, peggio sono, più paghiamo tasse questo devono ricordarsi gli elettori, e come avere l’amministratore di casa, se è onesto si spende poco, se no molto.

  341. sergio zerial

    scusatemi è il Mac che mi cambia nomi e altro correggere con assessore Dapretto

  342. gianna

    beh, da un bel pezzo son già tutti “a casa” in telelavoro, però a stipendio pieno, a giudicare da quanto e come si sta facendo per la cosa pubblica, cioè questa sventurata città che veramente è diventata patrimonio di tutti indiscriminatamente, i quali ne fanno ciò che gli pare: “tu chiamala se vuoi” democrazia partecipativa. Il giorno che i seggi elettorali chiuderanno per mancanza di clienti sarà sempre troppo tardi. I have a dream: spazi urbani decorosi e dignitosi in cui è bello camminare non lordati né graffitati. Non li avremo.

  343. Gianni Bua

    @ 352.
    “” . Il giorno che i seggi elettorali chiuderanno per mancanza di clienti sarà sempre troppo tard “”

    Egregia Signora/ina, chi vota – qualsiasi partito scelga – ha sempre ragione, chi NON vota ha sempre torto e sopratutto non ha il diritto di lamentarsi.

  344. gianna

    Egregio, l’istituto politico del voto democratico è troppo alto e nobile per essere barattato con, e infangato dam questi qui, chiunque questi qui siano. Da troppo tempo ormai votare serve solo a costoro non a noi. Faranno a meno di me, ho imparato a fare a meno di loro.

  345. Furio

    @ 353 Bua, hai ragione. Temo che l’atteggiamento di gianna sia il risultato voluto: lascia fare tutto a “loro”, e poi è inutili lamentarsi. Tanto vale tornare al podestà fascista.

  346. sergio zerial

    Egregia signora Gianna i partiti di potere la ringraziano per non aver partecipato, una di meno contro loro, votare è un diritto e dovere di tutti, andando a non votare si mette l’amministrazione in mano dei soliti, che esempio a Trieste stanno governando da anni, con il risultato che lei lamenta, e allora perché farli andare avanti a distruggere il territorio?? Perché non votare altri nuovi di altri partiti, vogliamo far vedere a questa gente in cerca di poltrone che quando non fa l’interesse dei cittadini non se li vota?? Ma loro sanno e mi scusi la parola che gli imbecilli che protestano e si lamentano, e poi al dunque, al voto non ci vanno. Non andare a votare vuol dire confermare quelli che lei lamenta, e allora?? Mi spieghi cosa ottiene non andando a votare, mi scusi degli “imbecilli” ma io quelli che non vanno votare e poi si lamentano senza fare niente per cambiare la situazione li chiamo così, per eliminare questi aveva tante persone da votare, tipo movimento 5 stelle, poi fra cinque anni poteva non rivotarli se non facevano niente, a me non piace ne il Cosolini e tanto meno di Piazza, così grazie a lei e ai suoi colleghi che non votano li sorbiremo per altri cinque anni mi scuso ancora una volta, e prossimamente la vedremo ancora qui a lamentarsi, ma uno che non va a votare non ha diritto mi scusi ancora saluti sergio

  347. Fiora

    Neppure a me piacciono più (e non da mo’!) a destra, né mai piaciuti a sinistra.
    Ho votato “altrove”. Per sperimentare la novità . per poterne a buon diritto eventualmente dire male a posteriori.

  348. John Remada

    Giusto, prima a casa chi non soddisfa,poi proviamo gli altri; a meno che,come a Monfalcone non si abbia una scheda di comando inserita o ipnosi non curabile….e quindi i vecchi diventano nuovi, i nuovi sono migliori dei rivali e i rivali sono fascisti o nuovi fascisti; intanto i pd del renzino cominciano a imboccare il viale del tramonto con molte poltroncine in rottamazione o da regalare alla caritas.

  349. Mauro Tinta

    Scusatemi… non andiamo fuori tema… e chi se ne frega di chi governa o di chi comanda… a me interessa solo chi fa il proprio dovere… siamo in un paese democratico e se uno sceglie rosso, giallo, verde o nero o non vuole partecipare al voto lo faccia pure… l’importante e’ lottare per la nostra bella città… e intanto si scava… e via Corridoni sarà di nuovo aperta… auguriamoci almeno che qualcuno venga a controllare i lavori e in particolare modo i… fine lavori… speriamo bene ma ho i miei seri dubbi…

  350. gianna

    dico semplicemente che 1. il voto è una conquista sociale, politica, democratica e storica di portata tale per cui mi ripugna infangarlo dando il voto a chicchessia di questi quaquaraquà, quale ne sia la giubba: li abbiamo visti sfilare tutti ma veramente tutti e non credo ci siano più sorprese o scoop miracolistici da scoprire: s’è visto tutto il possibile e l’immaginabile. 2. non presentarsi alle urne sarebbe un messaggio di portata epocale per rottomarli veramente tutti in massa e per ricominciare da capo e su serio dopo la bonifica e il repulisti generale. Non pretendo di ritornare a giganti del calibro, che ne so, di De Gasperi o Berlinguer ma di fronte a questi nani francamente non ce la posso fare a dare il mio avallo. Nel frattempo è iniziato lo sforacchiamento della Via Corridoni per lavori non meglio identificati, appunto; la nuova asfaltatura andrà così a farsi benedire, e la discarica sarà ora a cielo veramente aperto. Un rattoppo generale, una gran pezza al, e via.

  351. sergio zerial

    2. non presentarsi alle urne sarebbe un messaggio di portata epocale per rottomarli veramente tutti in massa e per ricominciare da capo e su serio dopo la bonifica e il repulisti generale.

    si ma non dovrebbe presentarsi nessuno alle urne, una cosa impossibile, ora come gia scritto per altri cinque anni ci terremo tutti i vecchi consiglieri sia del di Piazza e Cosolini, questo casino è creato dagli astenuti, propri bravi e molto intelligenti, era ora di cambiare con il movimento cinque stelle ed eliminare questi che in vent’anni poco hanno fatto, ma pare che agli astenuti questi va bene, e come scritto non lamentatevi, non ne avete il diritto, beccatevi i nuovi buchi e zitti, mi dispiace per Mauro che è uno dei pochi che protesta, se non l’unico, gli altri molto bla bla bla e niente altro saluti

  352. Mauro Tinta

    Ho scritto immediatamente al sig. Cortese… vediamo… per il momento nessuna risposta… speriamo mandi qualcuno a controllare a fine lavori… non ho molte speranze… ormai abbiamo visto come funziona in questa città… lottiamo e lotto, ma alla fine… mi sento affranto e demoralizzato… mi sono accorsi quattro anni per far asfaltare la via Corridoni e Leghissa e ci sono riuscito… e adesso… gia’ con l’inizio dei lavori si inizia male… ho chiesto: ma non tagliate l’asfalto con la macchina per fare un buon lavoro ??? ma i tipi ti guardano stralunati e non rispondono… mah… sub-appalto del sub-appalto del sub-appalto dell’appalto ??? siamo alle solite ??? vedremo alla fine… ACEGAS ha ditte diciamo ” parsimoniose ” e mi viene gia’ male perché so che dovrò lottare nuovamente…

  353. sergio zerial

    coraggio Mauro, per prima cosa prova a parlare con di Piazza che sarà contento di sputtanare Cosolini, l’assessore Dapretto , e i consiglieri comunali che non fanno bene il loro lavoro, per sottolineare il Rovis ha detto che i consiglieri non hanno l’obbligo di controllare chi asfalta, ci sono il direttore dei lavori l’assessore, bravissimo questo personaggio, detta a Sveglia Trieste, si sapeva che nella via doveva esserci un intervento dell’Acegas in futuro, io lo sapevo te lo dovevano dire, stessa cosa per strada di Prosecco asfaltata l’altr’anno e quest’anno aperta in vari punti, questa volta il comune però ha obbligato l’Acegas ad asfaltare mezza carreggiata, se se vol se pol, e solo mancanza di attributi delle persone che sono al comando, e diremo pure menefreghismo, e allora dobbiamo mettere in evidenza queste cose, scriverlo scriverlo, fino a che qualcuno si accorgerà dell’inefficienza di queste persone, e le sostituirà si spera con altre con maggior considerazione nei riguardi di noi cittadini e di un risparmio notevole, ci sono alcune ditte che lavorano bene, e moltissime male, c’è una che quando asfalta, se passi con una bicicletta non ti accorgi della riparazione, altre invece disastri, vediamo questa volta cosa dice l’ingegner Cortese che segue sempre le segnalazioni dei cittadini, sono sicuro che leggerà anche questa, e allora domando senza dover telefonare. Egregio ingegnere ma è mai possibile con non riuscite a mettervi d’accordo con chi deve fare dei lavori stradali, prima che il comune e lei ordini l’asfaltatura, è ben risaputo se l’asfaltatura e omogenea riesce a durare molto, con buchi riparati no, anche perché in moltissimi punti della città le ditte hanno asfaltato con asfalto è povero che si sfalda, è mai possibile che nessuno vada a controllare con una stasa se l’asfalto viene messo a opera d’arte, come dovrebbe?? Le ricordo inoltre che la famosa ditta che poi è fallita per poi formare un altra, quella che ha fatto molto male la posa delle pietre in Ponterosso, in via Romagna dove è crollato anni fa il muro, sono stati messi i cubetti di porfido a dosso di mulo, nonostante le mie segnalazioni a lei direttamente come direttore inoltre dei lavori il tutto è rimasto tale e quale, figuriamoci poi se il resto de comune va bene, come saprà ci sono anche persone che si distinguono all’interno ma come già scritto non sono nella stanza dei bottoni, riguardo invece alla fessura di scolo delle acque di Ponterosso come saprà per il sbaglio della ditta e per aver lasciato la ditta ulteriormente a sbagliare le piccolissime gettate di cemento si stanno sfaldando ostruendo la fessura, fessura che doveva avere la lamiera fino a livello stradale ma per lo sbaglio della ditta è rimasta 3 o 4 centimetri sotto, anche qui dopo le varie segnalazioni tutto è rimasto uguale, le ricordo che è lei che deve rimediare è un suo sbaglio, la cosa si poteva rimediare saldando due lamiere, e non mi dica che non si poteva mi ricordo che le pietre non erano ancora messe e la canaletta era possibile saldarla, ora ci sarà una manutenzione annuale, con costi che come al solito pagherà il solito stupido cittadino che non riesce a votare persone competenti, saluti

  354. Mauro Tinta

    Ho scritto anche al Di Piazza… nessuna risposta… penso proprio che Gianna abbia ragione… il nostro voto non va dato a questi signori… noi li paghiamo e loro pensano solo a riempire il proprio portafoglio… sono deluso, amareggiato… eppure sarebbe cosi’ semplice fare il proprio dovere ascoltando i cittadini e risolvendo questi piccoli problemi… niente… niente di niente… mi hanno sfiancato… che vadano tutti al diavolo… spero si rendano conto che ormai il cittadino non crede piu’ nella politica a causa della loro incompetenza, anzi no… del loro totale menefreghismo… come si dice… parlano bene ma razzolano male… sono tutti uguali e non servono a niente… anzi, servono a fregare chi crede ancora in loro… allocchi…

  355. Gianni Bua

    @ 364………….
    Egregio, io abito a san Giovanni e,per tornare a casa, devo – se non voglio fare N soste/deviazioni in Via dei Pagliericci – passare per via san Pelagio. La suddetta via, in DUE anni, è stata chiusa SEI volte. Attualmente è di nuovo chiusa per riasfaltatura della stessa..A 50 metri, via dela Caravaggio
    altra via che percorro quando uso l’auto, dopo TRE interventi Acegas è chiusa per due …voragini …per perdite metano. Devo scrivere a DiPiazza/Cosolini/varie ed eventuali? Devo non votare perchè le condutture di acqua-gas-telefoniche-scarichi acque nere/reflue risalgono a Maria Teresa?
    Se Ella ha un partito/movimento d’opinione/associazione e via discorrendo, abbia la cortesia di indicarmelo. Non votare significa arrendersi, lasciar fare agli altri i propri comodi,essere sudditi (non cittadini) di chi se ne frega di quanto Lei (ed,io per il mio quartiere) segnalano………a chi di competenza. Le suggerisco, se ha tempo e voglia, di leggersi quanto declarato nelle 4 leggi dette comunemente ..legge Bassanini. Troverà molti argomenti di dialogo.

    Servus, Gb

  356. Maur Tinta

    @365…

    Egregio… a ognuno le proprie considerazioni… il sarcasmo non serve a nulla… quando anche lei avrà combattuto per una sua causa per oltre quattro anni forse riuscirà a capire… non parliamo a vanvera… il mio voto a questi signori non lo do’ di sicuro….. e non votare significa essere stufi di essere presi in giro da questa gente… ed io non me la sento proprio di essere loro complice… e in ogni caso le strade vengono aperte e riaperte solo perché chi di dovere non comunica, non controlla, non fa il proprio dovere… lei a casa sua prima dipinge le pareti e poi fa le tracce per l’impianto elettrico ???

  357. Mauro Tinta

    @365…

    Egregio… a ognuno le proprie considerazioni… il sarcasmo non serve a nulla… quando anche lei avrà combattuto per una sua causa per oltre quattro anni forse riuscirà a capire… non parliamo a vanvera… il mio voto a questi signori non lo do’ di sicuro….. e non votare significa essere stufi di essere presi in giro da questa gente… ed io non me la sento proprio di essere loro complice… e in ogni caso le strade vengono aperte e riaperte solo perché chi di dovere non comunica, non controlla, non fa il proprio dovere… lei a casa sua prima dipinge le pareti e poi fa le tracce per l’impianto elettrico ???

    Un saluto…

  358. Fiora

    @366
    ..lo vedi perché completamente dalla tua, senz’ombra di sarcasmo io ti suggerivo di candidarti, Mauro?! Sei disgustato e non vuoi votare più per i soliti, ma sei un combattente, con i piedi per terra (e mai espressione s’attaglia di più a qualcuno come te che di due strade ha fatto il suo terreno di battaglia!)…un quadriennio te lo sei già fatto da cittadino praticamente inascoltato…perché non candidarti con un gruppo che rispecchi almeno parzialmente i tuoi valori e farti sentire se non da assessore, da consigliere?
    “….dammi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare,il coraggio di cambiare le cose che posso…”accanto al coraggio avresti avuto più forza. altro che lasciarti spegnere dall’indifferenza e dal menefreghismo al punto da non votare.

  359. Mauro Tinta

    @366…

    Grazie Fiora… la politica lasciamola a chi di dovere… di politicanti ne abbiamo gia’ troppi… chi pensa per la propria città o fa qualcosa di utile non può far parte di quel girone… meglio starne fuori e ” slavazar ” questi… e non aggiungo e non voglio aggiungere altro… io il mio lo faccio e forse, sarebbe il caso, che iniziassero a farlo anche loro…

  360. Gianni Bua

    @367/368/369….
    Egregio, non è solo Lei che difende gli interessi dei poveri triestini. Giacchè Lei rivendica i suoi interventi, io posso – carta canta e villan dorme – ciò che ho fatto da 4 anni :
    1) discarica alla Cava di san Giovanni; ho provocato Due assemblee pubbliche sul problema, se vuole documentarsi le invio (in privato,per non annoiare i lettori) che hanno all’atto pratico fatto modificare le procedure d’appalto. L’unca ditta che aveva provato a concorrere ha rinunciato.
    2) viabilità al distretto 4, ho una ventina di email a cui prima non ha risposto nessuno, poi vista la mia insistenza si è riusciti ad avere un incontro col responsabile del Distretto. A denti stretti, mi ha dato ragione e sono in attesa (purtroppo paziente) di quanto ci aveva promesso. NON demordo, ho già sollecitato quanto ci era stato promesso.
    3) riuso, o meglio ristrutturazione dello spazio antistante il posteggio di Piazzale Giobereti,. Spazio inutilizzato ,o meglio parzialmente utilizzato in rare occasioni, da convertire in giardino pubblico – panchine/giochi per bambini/eventualmente mercato rionale settimanale. Sono purtroppo partito tardi (ottobre) e gli assessori comunali interessati che erano più che favorevoli mi hanno tarpato le ali…troppo tardi prima dello scioglimento /tempi tecnici) del Consiglio Comunale.
    Aggiungo, sono iscritto al Pd ( e non me ne vergogno), ho votato e voterò Cosolini; aborro quelli che per ignavia non vanno a votare. Per me se lei ha scelto di votare Ciccio/Formaggio/e o altro candidato non ha fatto altro che il suo dovere. Partecipare alla vita pubblica non si limita a telefonate/email/giaculatorie all’assessore di turno e/o dirigente Hera ma anche e sopratutto scegliere chi dovrà amministrarci. Le ricordo, se posso permettermi, che esistono anche i Consigli Circoscrizionali; finora il VI a cui appartengo mi ha …quasi sempre… risposto.

    Servus, Gb

    Ps. aggiungo lungi da me fare propaganda elettorale..ho esposto dati di fatto ( e non è che ho avuto negli anni molta sponda dal mio partito).

  361. gianna

    Sono sempre più dell’avviso, spigolando tra le varie argomentazioni, che l’astensione dal voto sia l’unica formidabile arma dignitosa, radicale e democraticissima a disposizione di cittadini consapevoli che davvero abbiano a cuore il benessere e il decoro propri e della collettività. Quale che sia il tipo di asfalto, subappalto, taglio o sanpietrini prescelti da pubbliche amministrazioni noncuranti, becere e analfabete.

  362. Gianni Bua

    @ 371..

    Egregia, nel mio rione e più precisamente alla Rotonda del Boschetto c’è un negozio -non faccio nomi per non essere bannato per pubblicità – che vende tute,maschera antigas,teli di plastica e/o altro materiale per isolare Lei e la Sua abitazione dai voti altrui,dalle sigarette,dai gas di scarico/dai cattivi odori delle immondizie. In più, dignitosamente come Ella afferma, può chiedere una dispensa e trasferirsi sulle cime del Everest.
    Desolatamente Suo, Gianni Bua

  363. Mauro Tinta

    Caro GIANNI BUA… sinceramente non mi interessa di quello che fa lei come non interessa a molti quello che faccio io… qui non facciamo a gara di chi fa meglio o peggio… qui si discute e si denuncia un degrado cittadino generale che ne questa giunta, ne tantomeno le altre, hanno interesse a risolvere….. dunque, io combatto per i miei valori, lei per i suoi e chissà quanti altri per i loro… ma votare questa gente NO di sicuro… sono pienamente d’accordo con Gianna e con le sue parole… in campagna elettorale sono tutti bravi ma poi ??? si applicano ??? si dedicano ??? ci ascoltano ??? fanno il proprio dovere ??? non penso proprio, mi sono scontrato troppe volte con queste realtà e le posso assicurare che piu’ volte ne sono rimasto deluso, solo in pochissime occasioni ho avuto la mia rivincita… dunque lei faccia pure quello che pensa sia giusto, come io ed altri faremo quello che per noi e’ giusto… attenzione, personalmente non guardo la bandiera di nessuno, rossi, verdi , gialli o neri a me vanno bene tutti… tifo per chi fa il proprio dovere, il problema e’ che devo ancora trovarlo… detto questo aspetto la fine dei lavori di via Corridoni per andare, eventualmente, all’attacco…

  364. gianna

    La carega imbullonata al culo. Finis, gli altri (gli amministrati) s’impicchino. Questo il ragionamento (a voler usare parole grosse) di tutti i pubblici amministratori, da sempre e senza eccezione alcuna, con prove tangibili e visibili alla mano: dall’Alpi alle Piramidi dal Manzanarre al Reno, Everest incluso, e perciò questi ci teniamo. Chi vuole però può continuare a giocare alla democrazia e baloccarsi a depositare schedine colorate nelle urne. I sogni e le illusioni non ce li possono confiscare. o sì?

  365. Gianni Bua

    @ 373………..

    Io non ho postato quel poco che ho fatto per avere un’aureola di cittadino “Al di là di ogni sospetto”. L’ho fatto (mica come Lei che metteva online gli indirizzi e numeri di telefono di Laureni e/o della sua segretaria,del responsabile Acegas, del preposto alla pulizia della Sua zona) solo per dimostrare che se un triestino…qualsiasi,come me.. se tartassa ed angoscia le Autorità costituite qualche risultato l’ottiene, al di là del colore della Circoscrizione e/o della Giunta Comunale.
    Aggiungo,ennesima volta, che le strade/vie di Trieste NON sono equiparabili alle sale operatorie dell’ospedale di Cattinarra. Riaggiungo, nel mio rione Via San Pelagio, Via del Caravaggio e dinntorni sono ancora interdetti al traffico. Naturalmente, ad oggi alle 9.30 (uscita da casa) alle 12 (rientro alla maison) NESSUNO vi lavorava.

  366. Mauro Tinta

    @373…

    Non ho parole… non devo sicuramente giustificarmi con lei ma le dico solo che ho postato nomi, numeri ed indirizzi solo per aiutare altre persone a segnalare ai giusti preposti senza diventare pazzi per non saper chi contattare… e solo tartassando questa gente si ottiene qualcosa, e questo e’ appurato… detto questo la invito a TARTASSARE chi di dovere per le sue di strade… forse anche lei, se avrà la mia costanza, otterrà i suoi risultati…

  367. sergio zerial

    Partecipare alla vita pubblica non si limita a telefonate/email/giaculatorie all’assessore di turno e/o dirigente Hera ma anche e sopratutto scegliere chi dovrà amministrarci.

    Giuste parole, ma se chi ci amministra ci amministra male bisogna cambiare, mi dispiace che questa città non ha voluto cambiare completamente la politica di questa città che in questi 15 anni ha fatto poco, posso dire che il Illy è stato il pioniere che ha iniziato a cambiare il volto di questa città, ma di errori ne ha fatti anche lui, le pietre di masegno messe in piazza grande e in altri posti, e altro, il di Piazza nel primo mandato ha lavorato mentre al secondo e in regione non mi pare assolutamente molto, Cosolini invece per me che seguo i lavori di Trieste, è stato il sindaco che ha fatto poco e quel poco male, la piazza Ponterosso lo conferma, poi dare 43 MILIONI DI SOLDI DI TASSE SUDATE DEGLI ITALIANI, GRATIS ad un privato Arvesi, per aprire una fabbrica che inquina, perché mai si riuscirà a raggiungere dei buoni risultati, mi pare assolutamente assurdo, bene ha fatto il Russo, anche riguardo al porto, ma mi domando quando sarà di proprietà del comune dove si troveranno i soldi per metterlo a posto, ci vogliono miliardi, spero che non facciano speculazioni i vari palazzina, bisognerà stare molto attenti, in ogni caso speriamo!! Il Russo ha avuto il coraggio di denunciare l’immobilità, ma ha trovato nel suo partito la maggioranza contro anche sapendo che era pura verità, mancanza di manutenzione a Trieste, completamente dimenticata, in cinque anni, la nettezza urbana non funziona, verde pubblico, strade, lavori pubblici nisba, egregio signore cominci a guardare in che stato si trova la città, regione, provincia e comune sono tutte di sinistra, in cinque anni per il castello di Miramar hanno fatto fino ad ora poco o niente, i cittadini e mai come in questi cinque anni hanno protestato hanno fatto segnalazioni si sono lamentati qualche cosa non va, alcuni assessori sono da lanciare, ma questo lo faranno le elezioni, mi da fastidio anche che vinca il di Piazza, io li lancerei tutti e due, le sinistre e quelli che le votano sono convinti che tutto vada bene, chi è di sinistra non abbandonerà mai il suo partito neanche se non farà niente, basta vedere come sta andando l’Italia con il Renzi, fedeli sino alla morte, poi vede anch’io sono uno che telefona, segnala problemi, uno che ama Trieste e vederla in questi stati mi fa male, è la mia città , uno che non guarda il colore politico, ma guarda la competenza e il saper fare, da qualsiasi parte venga

  368. sergio zerial

    dimenticavo saluti

  369. gianna

    “…uno che ama Trieste e vederla in questi stati mi fa male, è la mia città…”.
    Credo che queste parole esprimano e condannino più di qualsiasi altra argomentazione.
    Ci fa male eccome, vederla in questi stati.
    Ma così ce la terremo, o peggio, se è ancora possibile un peggio ai troppi impuniti scempi.

  370. Mauro Tinta

    Ecco come lavora il nostro comune… a distanza di neanche un’anno dalla nuova asfaltatura la via Leghissa e’ stata già rattoppata e scavata per dei lavori Telecom… la via Corridoni e’ stata aperta due volte per cambiare tubazioni e adesso la riapriranno per scavare chissà cosa… perciò avremo due strade nuove scavate, ricavate e rattoppate… e dopo quattro anni di lotta non ne siamo proprio contenti… complimenti.

    Dulcis in fundo… non abbiamo piu’ nelle vicinanze i bottini dell’immondizia… risultato: la gente lascia sacchetti pieni di avanzi un po’ dappertutto… e nessuno li porta via se non vengono spostati sulla strada…

    E adesso chi ringraziamo ??? Cosolini o Dipiazza ???

  371. sergio zerial

    e qui è sempre la dirigenza che non funziona, in questo casa dovrebbe essere la politica e parlo di tutta la politica di destra e sinistra in testa il dirigente dei lavori pubblici A DOVER RIFARE COMPLETAMENTE LA STRADA ALLA TELECOM, invece BIECHI SOPRA BIECHI, su di una strada che è stata da poco asfaltata, qui è semplicemente il menefreghismo della classe politica e dei dirigenti dei lavori pubblici, che da anni lasciano fare alle varie ditte quello che vogliono senza assolutamente andare a controllare i lavori, non serve assolutamente da parte del cittadino fare segnalazioni, non viene preso in considerazione, un esempio la piazza del Ponterosso è stata pavimentata, ma gli scarichi dell’acqua sono stati fatti male la lamiera che doveva essere a filo della pavimentazione è stata lasciata sbagliatamene sotto di quattro o cinque centimetri, lasciando un buco pericoloso per le donne che portano i tacchetti, hanno fatto una ridicola gettata di cemento di due o tre centimetri che si sta sfaldando, già prima del completamento del lavoro che poteva essere corretto dato che la caditoia era ancora scoperta ho segnalato al dirigente il problema, nulla di nulla, ho segnalato a sveglia Trieste innumerevoli volte un po’ a tutti il problema, ed in ultimo all’assessore competente, tutti si sono scritti il problema ma fino ad ora niente, il dirigente non dovrebbe apporre la firma per il pagamento finché il lavoro sia completato nella maniera giusta, chissà quanti problemi che noi non vediamo sono stati fatti male, gli operai di oggi sono dilettanti allo sbaraglio, e le ditte sapendo che nessuno e dico nessuno controlla i lavori fanno cose pazzesche, le ultime case fatte fare dall’Ater confermano in piena il problema, qui è da cambiare i dirigenti del comune che lavorano male, questi signori a fine d’anno prendono soldi per lavori raggiunti, io gli farei pagare i danni, non ho mai visto una città rattoppata in queste condizioni dossi buche asfalto con pochi anni sgretolato, la città è un cantiere permanente, tutti sanno di questo scempio ma come al solito i responsabili non ci sono, penso che ci sia poco da riflettere e domandarsi il perché, e chi non ha vigilato le asfaltature in questi anni, basta semplicemente rimuoverlo se non è competente, e a riguardo basta fare un giro per la città

  372. Mauro Tinta

    Hai ragione Sergio… non se ne può piu’… e noi cittadini siamo costretti a lottare contro i mulini a vento… sembra quasi la storia infinita… e’ ridicolo… ma e’ proprio cosi’… andrebbero tutti licenziati… i nostri politici intendo ed anche, chi per loro, non esegue il proprio lavora e non controlla… ma quando mai… ma qualcuno di Voi ha mai visto qualcuno che a fine lavori viene a controllare ??? io mai… che schifo…

  373. sergio zerial

    Caro Mauro, il male è che ci sono sempre dei personaggi che trattano noi come dei rompiballe, specialmente se siamo populisti parola che va molto di moda nell’ambito politico per nominare un rompiballe, quando uno cerca di cambiare in meglio dalla politica viene chiamato populista, io sono fiero di esserlo, invece di darci una mano a sottolineare le cose scritte ti devi beccare anche degli apostrofi non graditi, a questi personaggi è meglio non rispondere, pare, anzi sono sicuro della loro arroganza e stupidità, ormai non sono per il popolo ma per il proprio tornaconto dopo aver perso le elezioni non si sono ancora resi conto perché le hanno perse, anche questa volta come già scritto stiamo vedendo un film già visto un paio di volte, ma pare che ai triestini questo vada bene, questi sono sicuramente meglio dei passati, che con arroganza hanno addirittura regalato 43,500 milioni di euro soldi nostri alla Ferriera fabbrica di morte, e fatto poco e niente e quel poco male esempio vedi piazza Ponterosso, ma anche questi di oggi non sono il massimo, bisognerà vedere cosa riusciranno a fare, dopo il voto a fine mandato, hai tutta la mia comprensione, chi ti critica è sicuramente iscritto a qualche partito, ma penso che ora non criticherà più dato che la situazione fortunatamente è cambiata , non mollare va avanti così, noi non abbiamo colori la critica deve essere sempre giusta qualunque sia il colore che governa al comune, e altro, saluti e auguri sergio

  374. gianna

    I bottini delle immondizie sono a una distanza di metri 40. Perciò non è questo il problema visto che se non sei o molto pigro o in letargo, un minimo di 50 metri al giorno te li fai, o no? Il problema è invece quello degli individui che ritengono che mollare il sacchetto della monnezza di casa propria dove capita sia un’usanza normale di questa parte del mondo. Lo sta diventando: lo spirito di emulazione del peggio è irresistibile. Ho naturalmente telefonato a Hera per il sacchetto in questione. Lo zelante operatore lo ha tolto, e ha pure (secondo lui) spazzato la strada, il che naturalmente non è vero; il prezzo pagato in tasse comunali diventa così esorbitante.

  375. Mauro Tinta

    Si Gianna, hai ragione… infatti di sacchetti abbandonati ne abbiamo visti parecchi… il problema e’ l’immondizia che abbandonano davanti alla porta dell’ ex meccanico di via Leghissa… gli operatori non puliscono perché non di loro pertinenza… dicono che essendo all’interno della casa non e’ loro compito… all’interno ??? mah… infatti per gli ultimi due sacchetti ho pregato la ragazza di toglierli comunque e mi sono autotassato di 5 euro da elargirle per un paio di caffè… ho naturalmente telefonato anche questa volta… e il problema lo sanno… l’unico modo e’ spostare quel sacchetto in strada… appena spazzano verra’ tolto e per la via Leghissa passano ogni 15 giorni… dovrò spostarlo mettendolo giu’ dal marciapiede… l’alternativa e’ lasciarlo dove sta’ e aspettare di avere una collina d’immondizie, fare una o due belle foto, ed inviarle un po’ dappertutto…

  376. gianna

    Quella della collina mi pare un’ottima soluzione, forse serve di più. Una montagna ci seppellirà. Non c’è ritorno, il danno è fatto.

  377. Mauro Tinta

    E la lotta continua… sembra una telenovela… ma senza fine… la via LEGHISSA e’ sporca, lurida, lercia… sacchi d’immondizia navigano per la strada… pantegane e cocai la fanno di padroni… e non serve a nulla telefonare o segnalare…

    Complimenti… e noi paghiamo…

  378. Kaiokasin

    Porta a porta con bidoncini di plastica chiusi, almeno per l’umido, da raccogliere 3 volte alla settimana. Costa di più ed è difficile da fare? Sì, certo (si possono esentare gli over 70). Ma crea anche un po’ di posti di lavoro e il materiale che si raccoglie è di buona qualità. Nei bottini stradali dell’umido vedo dentro di tutto?!

  379. Mauro Tinta

    Kaiokasin… ma che c’entra ??? non sarebbe forse meglio che il comune facesse il proprio dovere ??? sono stati segnalati piu’ volte questi problemi… e mai nessuno e’ venuto a controllare… prima Cosolini, adesso Dipiazza… morale, nessun cambiamento… dunque non serve aggiungere altro…

  380. gianna

    La gente deve imparare, o reimparare, a comportarsi come si deve. Abbandonare la propria monnezza dove capita è indice di barbarie e di incultura. I sacchetti stanno ancora lì, aspettiamo la creazione progressiva di una montagna di rifiuti e ben ci starà. Avrei in mente soluzioni, impopolari.

  381. Fulvia

    Salve, ho segnalato tre giorni fa al comune il problema, mi hanno risposto
    dicendomi che passeranno la segnalazione a chi di dovere, ma intanto sono
    piu’ di 10 giorni che questa spazzatura e’ sempre li e nessuno
    e’ venuto ancora a pulire le strade, grazie.

  382. Mauro Tinta

    A cosa e’ servita tutta questa battaglia ??? quattro anni di lotta per far asfaltare due vie… e adesso ??? la via Leghissa e’ stata già scavata e riassaltata, dunque un bel rattoppo… sempre la via Leghissa e’ stata riasfaltata a causa della stessa ditta che aveva lasciate parcheggiate la macchine rullatrici e perciò altro rattoppo… poi e’ toccato alla via Corridoni… primo rattoppo all’inizio con relativa asfaltatura… secondo rattoppo all’altezza del ristorante indiano, proprio fuori da un garage dove le macchine, ovviamente, girano e scavano e li sta’ gia’ cedendo la nuova asfaltatura che hanno fatto dopo aver richiuso lo scavo… e adesso nuovamente hanno iniziato a scavare in Corridoni, alla fine della via faranno un altro bel rattoppo di una 20ina di metri… e nessuno viene, come sempre, a controllare… basta… e’ inutile… per non parlare della sporcizia abbandonata un po’ dappertutto… e non serve segnalare e mandar e foto… e’ tutto inutile… se prima era peggio, adesso e’ ancora peggio di prima…

  383. michela

    mi domando quali soluzioni impopolari avrebbe in mente Gianna. insinuare che i responsabili del degrado di queste vie siano i signori stranieri che le abitano – addirittura insinuare che i clienti del ristorante INDIANO facciano la loro parte! – è possibile oggi solo perché, come ha ben fatto notare John Remada, la congrega di frequentatori sinistrorsi è bellamente scomparsa in questa fase decisamente calante del Forum. Altrimenti, Gianna e Mauro sarebbero stati sepolti qualche anno fa da una valanga di insulti e dall’accusa di essere razzisti, discriminanti, fascisti nonché omofobi tanto per completezza.

  384. Mauro Tinta

    Cara MICHELA… perche’ non vieni a vivere un mesetto da queste parti ??? sono sicuro che cambieresti idea… il ristorante indiano e’ complice nel senso che purtroppo i clienti, fumando all’aperto, sporcano e lordano i marciapiedi… la 50ina di egiziani che popolano tutta la casa in via Corridoni spesso e volentieri sporcano buttando cartacce e, sigarette e quant’altro dalle finestre… io stesso li ho richiamati piu’ volte ed ho parlato con le persone che li seguono, ma senza risultati… per non parlare della gente che orina in strada e nei portoni delle case… al numero 15 avevano defecato nel cortile interno… ti basta ??? e ti assicuro che non sono triestini quelli che sporcano… finiamola di fare i moralisti… e i perbenisti… e i permissivi… diciamo le cose come stanno… e se bisogna denunciare denunciamo… e attenta, non sono un razzista, ho anche amici di colore, ma a te non devo dare spiegazioni… ma prima di parlare a vanvera, colleghiamo il cervello, grazie.

  385. michela

    mauro, scusami: il mio commento era sarcastico verso la gentaglia che un tempo infestava questo forum e che ormai non si vede più. Io so benissimo come sono le tue parti, perchè giro là nei dintorni e so che hai veramente ma VERAMENTE ragione. Capisco che sei in guardia verso chiunque ma credimi il mio messaggio voleva solo stigmatizzare gli eterni buonisti di sinistra che santificano chiunque non sia italiano, mentre chi gli vive accanto sa benissimo che costoro sono persone senza educazione civica. Via Leghissa, via Toti, via Madonnina mi sono ben note e so che dici la verità.

  386. michela

    guarda che scrivere una sola parola non laudativa contro egiziani o indiani, ti sarebbe valso una secchiata di m…. da parte di utenti come il signor hobo e i suoi compari ben noti, che a priori consideravano meravigliosi questi personaggi che ci hanno imposto accanto e che dobbiamo considerare “risorse” dalle quali ispirarci come “stile di vita”.

  387. Mauro Tinta

    Scusami tu MICHELA… avevo stracapito e frainteso il tuo messaggio… comunque A QUESTI SIGNORI come dici tu, e’ anche ovvio che questa gente fa comodo… comunque se fossero italiani o triestini o di qualunque altro posto per me, in questo caso, sarebbe assolutamente uguale… in questo caso appunto non guardo ne il colore della pelle ne tantomeno la lingua parlata, guardo il comportamento e il senso civico, cosa alquanto sconosciuta per la maggior parte di questi signori… e adesso aspettiamo ACEGAS che mandi qualcuno a pulire…

  388. michela

    figurati mauro… io qui passo per una persona terribilmente fascista, punitiva, impietosa e pure omofoba suppongo…. solo perché mi piace l’urbanità dei modi e non scuso una persona per la sua inciviltà soltanto grazie al colore della sua pelle, o se ce l’ha come il mio soltanto per il suono balcanico del suo nome. Ricordo un mio amico, parecchi anni fa, abbastanza buonista per attitudine caratteriale: andò ad abitare a San Giacomo e nel giro di tre anni si iscrisse alla Lega 🙂

  389. gianna

    i discorsi stanno a zero, commenti, rettifiche e altre ciance lasciano il tempo che trovano. Il punto è uno solo: la gente non ha più idea di come ci si comporta in un contesto di civile convivenza. La zona è in preda a un degrado raccapriccante cui va posto rimedio e fine. I mezzi ci sono eccome, il punto è che non li si vogliono adottare. I metodi impopolari questi sono, pare difficilissimi:costringere al rispetto e alla buonacreanza, e ho detto veramente tutto. Questa città un tempo magnifica e la sua zozzeria di oggi, che pena.

  390. Mauro Tinta

    Hai ragione Gianna… i mezzi ci sono… sono le persone che non hanno voglia di fare il proprio lavoro… eppure lavoravo anch’io… ma quando ci chiamavano intervenivamo subito… mah, altri tempi o altre persone ???

    Nel frattempo, dopo 4 giorni di pressanti segnalazioni, hanno tolto quei benedetti sacchetti… bene, ma potevano anche spazzare le strade, oppure cascava la corona a qualcuno ???… ah si giusto… pulizia programmata…

    Adesso mi riservo di vedere quando asfalteranno il nuovo scavo… pensate che qualcuno dei nostri verra’ a controllare ???

  391. John Remada

    @Michela 396…..Anchio ho spesso richiamato hobo,la vespa maja e gli altri….ma non ci sono più,che siano emigrati a loro volta? Magari in Somalia,Afghanistan o in Kossovo?

  392. michela

    sai john la congrega di individui cui ti riferisci mi hanno più volte dato della forcaiola e perfino della bugiarda quando portavo qualche esempio negativo da criticare. ora sono migrati nel cyberspace visto che questo forum è in totale declino e non c’è più gusto ad insultare chi non la pensa come loro, essendoci troppa poca gente. Non credo però siano nelle tre nazioni da te nominate, perché mi sa tanto che appartengono ai comunisti dell’aperitivo, come li chiamo io, e non abbiano piacere di andare dove non vi sia l’omologa di una Via Torino. O come minimo l’omologo di un Knulp e di un Teatro Miela.

  393. John Remada

    [email protected] so,lo so…ma più che il declino del sito,credo sia la paura di avere troppa gente contro,non solo noi ; le buffonate tragicomiche ingiuriose di simili ceffi mentalmente divelti, ormai non sono più tollerate dalla massa comune degli italiani e anche non italiani,quindi da veri guerrieri di cartone meglio ripararsi alla prima pioviggine….compreso nel team anche il saccente veneziano che mi sa in rotta totale,magari con qualche costola incrinata. E’ probabile che ,visto la scarsità di intelletto dei soggetti,il proseguio dell’andazzo italiano gli sia sfuggito di visione e così è meglio sparire….a Monfalcone la batosta presa dalla sx è stata epica, erano sparite anche le falci e martelli sulle bandiere prima del voto. Ovviamente i signori citati sono invitati a intervenire,anche per avere notizie sulla salute degli stessi….ti ricordi Michela ,il ricercatore una volta ci ha anche accusato di aver diffuso la sua presunta dipartita terrena,poverino….

  394. Fiora

    @402,403
    Raga , io trasecolo ogniqualvolta vi leggo a citare ectoplasmi….
    i motivi di diserzione sono svariati. talvolta attengono al privato ,oppure alla carenza di argomenti o di interlocutori stimolanti.
    Se siamo rimasti in quattro gatti me ne rammarico, ma mi guardo bene dall’ attribuire ai disertori motivazioni che ignoro, delle quali sembrate così sicuri.
    Come ricorderete, ho avuto coi citati mille spiacevoli scontri. Sono quindi al disopra di sospetti di connivenza.
    Mi auguro che ci riflettiate e deponiate questi retroattivi livori che ai ( pochi) nuovi venuti non interessano e che per il quot di risentimento finiscono per compiacere i citati, qualora vi leggano.
    “la noncuranza è il maggior disprezzo”…ammesso e non concesso che ci sia commentatore che per una manciata di pregressi blabla si meriti il disprezzo

  395. Fiora

    tornando all’argomento ,caro Mauro, io confidavo che con l’avvento del terzo evo Di Piazza cambiasse qualcosa, limitatamente al decoro cittadino, giacché per il resto, ormai chi c’è c’ è e chissà quanti ancora ce ne appiopperanno…Già ! ” belli” (tutto è relativo…) i tempi quando c’erano solo i rissosi serbi da fronteggiare!
    In realtà sporcizia e degrado avanzano inesorabilmente in ogni angolo della città e le responsabilità si palleggiano tra maggiorenti, tetragoni a ogni forma di appello, vuoi informatico, vuoi diretto face to face… meno male che in Piazza torreggiano ben 24 abeti sfavillanti di luci colorate. Non sto ironizzando! di quelli scrausi Natali al risparmio degli anni passati traevo ulteriore malinconia.
    Sempre rifacendomi alla sgradita coatta convivenza, sebbene non credente ho in mente di piazzare presepi, in casa, nell’atrio del mio condominio e dovunque ne avrò facoltà…così per cultura, per ribadire un’appartenenza. Non cambia nulla nella sostanza, ma siamo fatti di carne e pure l’occhio ( dico del mio!) vuole la sua parte.
    Non mollare, Mauro voce di civiltà . con tristezza ti saluto!

  396. John Remada

    @405E’ un divertimento,ogni tanto,tirare qualche salva sul D.D.T……ammesso che il conto non sia già stato saldato del tutto.Tornando alle argomentazioni urbane,quì a Monfalcone si è voltato pagina,vedremo se i propositi si tramuteranno in realtà,c’è ne sono di lavori da fare; lasciamo passare un trimestre poi valuteremo.

  397. Mauro Tinta

    Ringrazio tutti per i commenti e le giuste affermazioni… mi domando solo se qualcuno legga tutte queste belle parole… chissà, forse l’avranno capita che non ho intenzione di mollare, e non mollero’ mai… oltre che un nostro dovere, e’ un nostro diritto di cittadini e la devono capire… e ci devono ascoltare, che gli vada o che non gli vada bene… almeno la capissero, adoperandosi subito avrebbero molte meno rotture… e buona giornata a tutti.

  398. michela

    John @ 403) altroché se mi ricordo quando il genio matematico mi accusò di aver diffuso notizia della sua morte, mentre avevo solo scritto “dov’è sparito, è morto?” o qualcosa di simile com’è modo di dire nelle conversazioni qualsiasi. Era solito manipolare ogni singola cosa che non gli garbasse, per rimaneggiarla e reinterpretarla nel modo che gli faceva gioco. Una persona impastata di malafede. Quanto alle vicende che hanno portato lui e i suoi famuli ad allontanarsi dal forum, non mi interessano: ho visto declinare il mondo dei blog e delle chat, tra qualche anno declinerà anche Twitter, declineranno Instagram e Whatsap, è normale e tutte queste sono solo mode. Che ai pochi nuovi venuti non interessino retroattivi livori è ovvio, ma io non scrivo mica per compiacere i nuovi venuti: scrivo quello che mi va e intendo continuare a farlo, visto che è il normale comportamento di TUTTI I FORUMISTI. Ma ormai negli ultimi due anni vi ho annoiato ben poche volte con i miei interventi, tant’è che Mauro Tinta non si ricordava di me e da quale parte tendessi. Sarebbe una parte che dovrebbe farmi apprezzare l’attuale Sindaco, cosa che non è: non sono affatto soddisfatta perché ricordo bene i dieci anni del suo governo precedente e ricordo una serie di cose sgradevoli che ha fatto, mentre la maggior parte dei cittadini sembrano essere di memoria corta. Cmq ieri la Piazza Unità in festa era cosa notevole, ben riuscita malgrado il tempo, e c’era un’atmosfera che non si vedeva da molti anni. Che poi a poche centinaia di metri vi siano buche e masse di spazzatura non mi meraviglia minimamente: costringere la gente al rispetto ed alla buona creanza come scrive Gianna, è troppo difficile e troppo impopolare.

  399. Mauro Tinta

    Michela… ” buche e masse di spazzatura ” non sono niente in confronto al problema igienico che soffre la nostra città…

    Siete mai rincasati a casa un po’ piu’ tardi ??? non vi siete mai accorti di quei simpatici animaletti che scorrazzano la notte ???

    Qui da noi ne abbiamo di tutte le taglie… anche a causa del cibo che viene regolarmente gettato dalle finestre dai nostri amici che ospitiamo con tanto altruismo…

    A suo tempo Michele Lobianco aveva fatto derattizzare la zona, ma adesso abbiamo uno zoo…

    Che dire altro ??? penso sia sufficiente questo…

  400. Fiora

    @409
    non si può chiamare direttamente la derattizzazione comunale dell’ Ufficio Igiene, Mauro?
    te lo chiedo ,perché nel caso di condomini ci pensa l’amministratore ( dopo reiterate e nominative richieste…che dico, sentite preci e minacce di cambiare amministratore 😉 ).
    A noi il servizietto ce lo mettono in conto, ma forse ci sarà una prassi diretta senza aggravi oltre alla tassa sui rifiuti.
    E a souvenirs di cani come siete messi?
    Sono convinta che almeno su questo fronte siate messi meglio, per motivi di densità.
    Di norma gli umani d’importazione non hanno tanta propensione all’animale da compagnia, eccezion fatta per i serbi, che in modesta percentuale optano chissà perché per i minuscoli cani pechinesi.
    (Mi sono chiesta spesso il perché del curioso abbinamento, stante la stazza slava di norma innegabilmente massiccia)
    Nella mia zona cosiddetta residenziale ,la popolazione canina è ormai uno (bipede) a uno (quadrupede).
    “apprezzo” lasciti di deiezione di tutte le carature, con netta intensificazione nei fine settimana.
    A rischio accusa di sessismo, ne ricavo la convinzione che i proprietari di sesso maschile che noto occuparsi della bisogna di sabato e di domenica sono per così dire più distratti delle titolari femminili, che magari escono in orari meno antelucani e forse raccolgono disciplinatamente i prodotti ,più per timore di critiche che per senso civico.

  401. Mauro Tinta

    La derattizzazione non serve se alimenti continuamente questi simpatici roditori… e i souvenir dei cani non mancano mai… abbiamo due famiglie che sono abituate ad aspettare il cane sul portone… nel senso che lo lasciano libero e loro aspettano… ovviamente fanno finta di non vedere o di non sapere che il loro animale fa anche bisogni solidi… infatti ho già richiamato una signora, che oltretutto in famiglia ha un vigile urbano… risposta ??? e cosa… non la ga niente altro de far che controlarme a mi ???

  402. Fiora

    … ” giusto siora! vol dir che qualcossa altro farò! ghe fazo una foto e cussì la pagherà 500 euri de multa!”

  403. Mauro Tinta

    Magari Fiora… ma tanto ha il marito che fa il vigile urbano… e la multa se la fa togliere…

  404. Mauro Tinta

    Il massacro stradale continua… e’ uno scempio… ho esortato controlli in merito… vediamo…

  405. Mauro Tinta

    Hanno iniziato a rattoppare gli scavi… ovviamente sono corso in strada a bloccarli, stavano asfaltando con uno spessore di neanche un centimetro perché avevano riempito a livello di terra… ma se io non intervenivo ??? mi domando, quando verra’ il giorno che qualcuno controllerà come vengono eseguiti i lavori ??? mai ??? ovviamente ho chiamato il comune spiegando il problema, e dopo piu’ di mezz’ora di insistenze mi hanno assicurato che andranno a controllare, ma ho i miei dubbi… avevo già chiamato eppure nessuno e’ venuto da queste parti… e noi continuiamo a pagare le tasse… ma non mi sembra giusto essere presi in giro in questo modo… gradirei una risposta pubblica da parte di qualcuno del servizio strade… tanto si sa che leggono e rispondere sarebbe un primo passo per far felice un cittadino rompiballe…

  406. gianna

    Cosa è peggio, sminare fogne in strada senza rattoppare o inciampare su sacchetti di monnezza? Altre scelte, anche in altre parti della città, non ne vedo. Leggere ed essere rompiballe non serve, evidentemente. C’è un potere superiore: quello di noncuranza, menefreghismo, disamore e incultura.

  407. Fiora

    ah datece De Magistris? 😉

  408. sergio zerial

    caro Mauro come scritto molte volte ci sono due settori nel Comune che non funzionano Lavori pubblici e strade, per decine e decine di volte ho telefonato al servizio strade riguardante asfaltature messe in opera di cubetti, e le famose cavallette di piazza Ponterosso non solo al Cortese, ma al nuovo assessore, al vecchio, a parecchi consiglieri che sono venuti a” Sveglia Trieste”
    un nulla di fatto, come sempre scritto bisogna cambiare il dirigente dei due settori, le strade di Trieste sono piene di “biechi” di avvallamenti, di dossi, asfalti mal fatti, asfalti poveri di bitume, etc etc. tutti possono vedere in che condizioni sono le nostre strade, girando per l’Italia per non dire all’estero non ho ancora mai visto una città circa di bieche buche, aggiungo tombini spora il manto stradale e sotto, tombini asfaltati, ma nessuno e dico nessuno, ne della giunta precedente e di quella nuova interessa, fino a quando non si avrà un dirigente con gli attributi di dovrà vivere in queste condizioni, mi pare assurdo che nessuno della politica si rende conto di questa situazione, dunque siamo in una situazione impossibile, si va avanti come nel tuo caso a fare scavi su strade appena asfaltate, ok ci sarà anche qualcuna che per sfiga salterà un tubo, ma tutte no, hanno rimesso a posto il borgo Teresiano come asfalto e ci sono stati scavi appena asfaltata la strada, domando che dirigenti abbiamo, ci deve essere coordinamento fra comune Acegas telecom e altri soggetti che hanno l’incarico di posare febbre ottiche e altro, non si può andare avanti così, se questo dirigente non va bene, e non va bene, se lo cambi, basta gente che non sa lavorare, e oltre al danno la beffa a fine anno si becca anche i premi

  409. Fiora

    @418
    ” che dirigenti abbiamo?” Buona domanda ,Sergio.
    alla tua, aggiungo la mia . Ora che la giunta è cambiata che nuovi dirigenti abbiamo? Possibile che a livello locale si riproduca la situazione del governo ,tale che dimessosi Renzi per trombatura referendaria e messo a capo un suo avatar, le figurine del teatrino rimangono le stesse? A Palazzo Cheba si cambia nell’impegno paro paro come a Palazzo Chigi?
    Perlomeno a livello nazionale c’è l’inconfutabile alibi che il governo non è stato sfiduciato e mancando inoltre la collaborazione dei partiti dell’opposizione, altro non gli restava all’incaricato che sostituire la zuppa col pan bagnato.
    Ma da noi le carte in tavola sono state sostitute a seguito di regolari elezioni e conseguente avvicendamento. Cambiano gli interpreti ma la trama resta la stessa?
    Neppure lo scova nova ,scova ben vale più? ah! non ci sono più le scope di una volta….

  410. Mauro Tinta

    Magari hanno bisogno di qualche collaboratore volenteroso… a titolo gratuito ovviamente, sapete, il comune e’ a corto di fondi… beh, se mi volete io ci sono… tanto sto’ già lavorando per voi…
    Ma a parte gli scherzi… non capisco come mai la gente solo si lamenti e non agisca, non faccia niente…
    Forse sarebbe il caso che i triestini si svegliassero e iniziassero a battere i pugni… forse e dico FORSE qualcosa ne verrebbe fuori…
    Nel frattempo subiamo tutti passivi… tanto no servi a niente telefonar… mi a casa mia go bel… e per chi doveria romperme…
    La cosa che mi fa piu’ rabbia e’ che paghiamo questi SIGNORI che non fanno niente… e basterebbe cosi’ poco…

    Grazie Cosolini, grazie Dipiazza… e buone feste…

  411. sergio zerial

    caro Mauro come scritto molte volte ci sono due settori nel Comune che non funzionano Lavori pubblici e strade, per decine e decine di volte ho telefonato al servizio strade riguardante asfaltature messe in opera di cubetti, e le famose canalette di piazza Ponterosso non solo al Cortese, ma al nuovo assessore, al vecchio, a parecchi consiglieri che sono venuti a” Sveglia Trieste”

    mi correggo, ho il PC che mi corregge di fantasia le parole ( e le famose cavallette) le correggo con canalette scusatemi e saluti

  412. Mauro Tinta

    INCREDIBILE… riaprono la via per la quinta volta… e la cosa piu’ incredibile e’ che la riaprono dove e’ stata aperta la prima volta… ma un direttore lavori esiste ??? si esiste… ma non e’ a Trieste e non e’ mai sul posto… ebbene… quattro anni di lotta… quattro lunghi anni a scrivere e telefonare per far asfaltare queste due vie… e adesso… e mi viene qualche dubbio dal momento che questi signori fanno quello che vogliono senza mai segnalare i nuovi cantieri… ma se lo facessimo noi cosa succederebbe ??? ah si… ma questi mettono la fibra ottica… parliamo di progresso… e il progresso non si ferma…

    Mi complimento con il Comune di Trieste e con gli addetti che dovrebbero vigilare… bravi…

  413. sergio zerial

    coraggio Mauro, e questi signori prenderanno anche il premio per obiettivi raggiunti, ho telefonato più volte ai vari politici per protestare e per dire il nullo interessamento nei lavori di asfaltatura fatti a Trieste dalla dirigenza, oggi il Furlanic, rifondazione comunista rispondeva che al comune sono tutti bravi, e fanno bene il loro lavoro, si vede che purtroppo questi consiglieri quando camminano per Trieste volgono la testa verso il cielo, ed è per puro miracolo che non si sono fatti male con tutte quelle buche dislivelli tombini che sono sotto il livello stradale o sopra, lavori di asfaltatura fatti male in più zone dove l’asfalto povero si sfregola, quando c’era il dirigente ing. Pocecco queste cose non succedevano, per non parlare dei lavori pubblici dove più di un ingegnere dovrebbe fare il manovale, potrei fare molti esempi ma è meglio che mi fermi quì

  414. Mauro Tinta

    Hanno asfaltato… ma che bravi… sono passati circa 10 giorni e all’angolo dell’armeria, verso il centro strada, l’asfalto sta’ già cedendo… mooooolto bravi, e molto bravo il direttore lavori… molto attento e solerte a richiamare gli operai… ma stiamo scherzando ??? le vie erano NUOVE… e adesso ??? per fortuna sono intervenuto almeno su uno di questi scavi… li avevo richiamati io…

    Purtroppo non avremo mai una Trieste decente… almeno fino a quando questi SIGNORI non si decideranno ad alzare il popi dalle loro sedie per andare a controllare queste ditte e come vengono eseguiti i lavori… sono veramente deluso e demoralizzato…

    E come sempre… ringraziamo il Comune e chi ci lavora…

  415. oliviero

    Andate per cortesia in via Enrico Toti è uno schifo totale!!!!!

  416. sergio

    Purtroppo non avremo mai una Trieste decente… almeno fino a quando questi SIGNORI non si decideranno ad alzare il popi dalle loro sedie per andare a controllare queste ditte e come vengono eseguiti i lavori
    caro Mauro sarà dura la politica non va a toccare i dirigenti che sono LORO i responsabili del disastro per la pavimentazione delle strade di Trieste, ho fatto anch’io decine di segnalazioni ad assessori, sindaci ,sveglia Trieste, ma quando si è praticamente soli vieni considerato un rompipalle , questi signori sono da licenziamento, la politica destra sinistra non vede, o non vuole vedere, intanto ogni anno si premiano questi personaggi per obiettivi raggiunti, mi fa ridere, come scritto già a sveglia Trieste ho interpellato l’ex (meno male) consigliere Rovis, gli esponevo il caso delle pavimentazioni mal fatte, e perché nessun consigliere andava a controllare, questo un po’ prima delle ultime elezioni, mi rispondeva che i consiglieri comunali non hanno il dovere di andare a controllare, sono i periti del settore strade, e allora….. ??? Ci vuole più gente che protesti sia verso la politica sia verso il settore in questo caso strade e fognature, con questo non voglio scrivere che tutti sono dei menefreghisti, conosco persone brave che si danno da fare in comune, ma nulla possono fare contro le direttive dei dirigenti, di cose mal fatte potrei fare un buon libro, e non sapendo altri lavori che noi non vediamo e non sappiamo specialmente nel settore lavori pubblici, per constatare la stabilità dell’arco di piazza Oberdank quello che si trova tra la regione e la cella del medesimo, ci sono voluti dieci anni, e per altrettanti sono rimaste le impalcature, quattro anni a mandare email all’ ex (meno male) sindaco Cosolini, che poi finalmente è riuscito a far finire il lavoro alla signora Iammarino dirigente del settore, c’era uno scarabocchio dei soliti deficieti sul muro di pietra lo ha fatto levare ma poteva già che era pulire tutta la parete, ora abbiamo un quarto di parete pulita e tre quarti sporca proprio vicino la cella del Oberdank, senza contare già che scrivo la parete a destra entrando nell’atrio tutta scrostata, Trieste città turistica, mi fermo perché sono sicuro che a pochi quelli che ci tengono ad avere una bella città, leggeranno questa mia, agli altri menefreghismo completo saluti e facciamoci gli auguri, io non mollo se posso e con soddisfazione scrivo parlando male di quei personaggi sia politici sia dei nostri impiegati comune regione che non fanno nulla, qualche volta però si arriva a raggiungere l’obiettivo saluti sergio

  417. Mauro Tinta

    Ti ringrazio per l’intervento Sergio… per il momento l’unica persona che mi ha risposto e’ l’assessore Elisa Lodi… spero vivamente che mandi qualcuno a controllare e che la ditta venga richiamata e costretta a riasfaltare in maniera decente almeno lo scavo Oriani / Corridoni all’altezza dell’armeria… scavo oltretutto che parte dal centro della strada, molto trafficata da centinaia di auto e corriere che vi passano ogni giorno… altrimenti tra un po’ ci ritroveremo con un asfalto sgretolato e inesistente… vediamo…

  418. gianna

    A questo punto è difficile stabilire se sia più grave il problema della monnezza o quello dei lavori eseguiti tanto per sforacchiare asfalto a caso senza capire a quale scopo. La somma dei due dà la condizione attuale di questa via e non solo: via Toti, infatti, e in genere tutti gli spazi pubblici di questo quartiere sempre più laido e martoriato. Una operatrice ecologica stamattina tirava mezzogiorno spazzando svogliatamente un mozzicone qua una cartina là.

  419. Mauro Tinta

    Peccato non possa mettere foto… comunque hanno riposizionato un tombino mettendolo piu’ basso del manto stradale… e per rimediare hanno messo sopra un po’ di asfalto… zona via Oriani, all’inizio di via Corridoni… proprio in pieno traffico di auto, motorini, ma in particolare modo autobus che rovinano tutto… morale ??? adesso abbiamo un bel buco e aspettiamo che qualche motorino ci finisca dentro e magari che ci scappi il morto… e nonostante le segnalazioni a che di dovere… nessuno, RIPETO… nessuno e’ intervenuto o e’ venuto a vedere e richiamare la ditta… complimenti…

  420. Mauro Tinta

    E’ incredibile… nonostante la pericolosità del buco che si e’ creato e nonostante tutte le mie segnalazioni non e’ ancora intervenuto nessuno… probabilmente hanno bisogno che qualcuno si faccia male veramente… e sicuramente non e’ ancora passato nessuno a vagliare la situazione… oltretutto sta’ piovendo e gli scooteristi che si accorgono del cratere lo evitano repentinamente rischiando di finire a terra… che dire… sempre la stessa cosa… complimenti…

  421. Mauro Tinta

    Sono intervenuti… hanno tamponato il buco… ha ha ha… mi vien da ridere… ma questi signori sanno o non sanno lavorare ??? hanno buttato un po’ d’asfalto che si sta’ letteralmente sgretolando sotto il peso degli autobus… comunque il problema e’ sempre quello… nessuno li controlla e… noi paghiamo… ringraziamo il Comune di Trieste.

  422. Fiora

    “far e disfar xè tuto un lavorar”… a spese del cittadino!

  423. sergio zerial

    Ho anch’io telefonato al comune, andranno a vedere, il comico è che il comune lascia alla Telecom asfaltare i tombini invece di farli rialzare, sono matti, come dico sempre dirigenti da lanciare, consiglieri comunali assenti, in special modo il sindaco che dopo il terzo mandato non si rende conto che al settore strade qualche cosa non va bene, le strade e marciapiedi sono sotto gli occhi di tutti, asfalti che si sfaldano, tombini mal messi o sopra il livello stradale o sotto, le buchi o trincee che fanno vengono asfaltate con dislivelli, marciapiedi pieni di buchi perche l’asfalto si sfregola, nessuno e dico nessuno che va a controllare i lavori, questo è il peggio settore del comune in coppia con i lavori pubblici, e noi paghiamo!!!

  424. Mauro Tinta

    Hanno rifatto il lavoro… e per la terza volta hanno rifatto lo stesso lavoro… controlli zero… mi sembra che siamo in mano ad una massa di incapaci e di incompetenti, oppure di menefreghisti… e altri posti segnalati dal sottoscritto nessun intervento… mi raccomando cari concittadini… dobbiamo pagare regolarmente le tasse perché i servizi sono ottimi e la gente che lavora per noi e’ splendida… e come sempre non ho parole…

  425. Mauro Tinta

    Siamo alle solite… e continuo a rammaricarmi vedendo che nessuno viene comunque a controllare i lavori che stanno eseguendo i signori che hanno ormai ridotto Trieste ad un colabrodo…
    Dopo la segnalazione dei tombini collocati bassi ecco un altro grande problema… questa volta in merito al nostro specchio collocato in via del Bosco… dopo vari incidenti siamo riusciti ad averlo… uscendo da via Leghissa per imboccare la via del Bosco… proprio accanto alla sala dei testimoni di Geova all’altezza del civico 6 di via del Bosco appunto… incrocio molto pericoloso perché le macchine scendono anche a piu’ di 50 orari… e adesso il nostro specchio non serve piu’… hanno fatto uno scavo… ricoperto tutto… fatta anche una bella sioletta di cemento…

    Problema: scavando hanno fatto cedere il palo che teneva lo specchio verso la carreggiata e adesso chi esce da via Leghissa non vede piu’ chi scende da via del Bosco… ed e’ pericolosissimo…

    Ovviamente ho avvisato il sig. Cortese, la signora Friolo e la signora Lodi…

    Speriamo bene… e forse questa volta si decideranno e manderanno qualcuno a controllare questa gente…

  426. sergio zerial

    MAURO AUGURI, siamo in pochi a protestare questo è il guaio, el triestin resta sempre melon saluti sergio

  427. Mauro Tinta

    Grazie Sergio… ho parlato questa mattina anche con l’ingegner Geroni che mi ha dato sua piena disponibilità… da quello che ho capito e’ la persona giusta da contattare in caso di controlli per gli scavi stradali… speriamo bene… saluti.

  428. sergio zerial

    come già parlato il Geroni e un geometra, speriamo che si svegli, perché se lui è responsabile dei controlli sia dei scavi stradali che del rifacimento dell’asfalto………. ci sarebbero moltissimi commenti da fare i lavori di asfaltatura sono pessimi possono vederli tutti, e non solo tombini sotto il livello stradale o sopra un disastro, se questo signore o non è esperto o non sa bisognerebbe cambiarlo con grande beneficio per pedoni, ciclisti, motociclisti e autisti, la città è in condizioni disastrose, ma io accuso sempre la dirigenza, dove non funziona il dirigente anche i subordinati non funzionano, non tutti, poi la politica, impossibile che i vari sindaci e politici non si sono accorti di questo problema??? Bisogna avere persone qualificate che vadano a vedere i lavori delle ditte se fatti male, se li fanno rifare!!!! Sarebbe un enorme risparmio per la città e in specialmodo per i cittadini

  429. sergio zerial

    correzione non e ma il Geroni è un geometra
    in specialmodo in special modo
    saluti e grazie

  430. Mauro Tinta

    Basta… sono stufo… non ne posso piu’… hanno cementato nuovamente il palo, non tropo a bolla, e lo specchio ??? lo specchio non e’ stato regolato e vediamo solo in parte chi scende da via del Bosco… ovviamente ho ritelefonato e avvisato del problema…
    Perché io vado a controllare e loro se ne fregano ??? la risposta e’ ovvia, io amo Trieste e loro amano solo la loro paga…
    Comunque questa e’ l’ultima volta che chiamo e avviso… se ne esce un incidente queste pagine saranno la prova che questi signori erano stati avvertiti…

  431. Mauro Tinta

    Lavoro eseguito… adesso lo specchio e’ perfettamente regolato… un ringraziamento alla signora Lodi e alla signora Friolo per essersi prodigate in merito… quando si scrive bisogna anche saper parlar bene e per fortuna non proprio tutti lavorano male… grazie a tutte e due…

  432. sergio zerial

    La signora Friolo è ed è stata sempre splendida come abbiamo parlato, se tutti gli impiegati del comune fossero come lei….. anche la Lodi non c’è paragone con l’assessore Dapretto , meno male che è andato fuori dalle………. mai risposto a una mia segnalazione, mai riuscito a trovarlo in ufficio anche io non mollo mai, ma questo era più duro di me devo ammetterlo saluti sergio

    Mauro come dice un proverbio “CHI LA DURA LA VINCE”
    e lo dico con presunzione siamo rimasti pochi purtroppo, ai triestini non interessano questi argomenti, ma poi si lamentano, basta vedere le risposte, anzi le non risposte, rispondono sempre quattro gatti me compreso nella covata, logicamente per questi temi saluti e complimenti

  433. gianna

    Stamane per la seconda volta nel giro di un mese è arrivato un automezzo comunale che ha provveduto a una pulizia ragionata e razionale della strada, ambo lati e con tanto di sifone e idrante. La prima volta credevo fosse uno sbaglio, invece è proprio vero. Non mi risulta che qui in zona si sia trasferito alcun politico né che siano indette imminenti elezioni. Che sia dunque un atto di normale civica amministrazione, o buongoverno che dir si voglia, al quale i cittadini contribuenti avrebbero normalmente diritto?
    Per intanto, vediamo se il miracolo si ripete, e per intanto un doveroso grazie a chi di competenza. Così si fa.

  434. Mauro Tinta

    Cara Gianna… nessun politico… semplicemente hanno ascoltato la mia proposta di passare almeno una volta al mese con la spazzatrice… il dramma e’ che stanno usando anche un soffiatore per fogliame e da quello che mi risulta, ma forse mi sbaglio, per legge non può essere utilizzato perché alza tonnellate di polveri sottili… ma a parte questo, comunque la macchina non aspira tutto, infatti la strada risulta sporca in piu’ punti e ci sono innumerevoli mozziconi di sigaretta che ovviamente non vengono spazzati perché gli addetti non si degnano a prendere una scopa in mano… ma OK, accontentiamoci… meglio di niente… speriamo almeno che lo stesso trattamento venga riservato anche alla dimenticata via Leghissa, che, povera lei, vede una spazzata sommaria ogni 15 giorni…

  435. gianna

    Io direi che, pur con le polveri sottili aimè, ci possiamo veramente accontentare, magari durasse! Vogliamo parlare di ciò cui siamo stati sottoposti in anni di incuria e degrado? Rispetto agli spazzini che tutto facevano meno che spazzare, qui ragazzi è grasso che cola. Talvolta pure ascoltano quindi, stavolta chissà in ragione di cosa. Sono cambiate forse certe posizioni ‘apicali’, come si dice oggi? Leghissa, Toti e via discorrendo anzi: vie discorrendo: esempi di una città martoriata di bruttezza, in cui si grida al miracolo quando vengono fatte cose di normalissima o ordinarissima amministrazione per una amministrazione che amministri davvero e quindi degna di questo nome. Grazie per il Suo intervento.

  436. Mauro Tinta

    QUESTA VOLTA IL COMUNE NON C’ENTRA… e voglio fare un appello a tutti i residenti… tenete gli occhi aperti… dobbiamo assolutamente prendere quella persona incivile che abbandona i sacchetti di immondizia in via Corridoni e in via Leghissa… i nostri amati cocai banchettano con questi sacchetti rompendoli e spargendo immondizie varie nelle vie, risultato ??? e’ un porcaio unico… perciò spero nel contributo di qualche residente nel pescare sul fatto questo o questa sporcugna di persona… e se legge le dico: VERGOGNATI…

  437. gianna

    Secondo me dobbiamo abituarci: così è e così anzi sempre peggio sarà. La normalità è questa. Per il momento, possiamo camminare sull’altro marciapiede. Presto sarà invaso anche quello, e poi tutta la strada, e tutte le strade e tutta la città sarà un tappeto morbido di nauseabonda monnezza. Potremo anche espletare le nostre funzioni fisiologiche all’aperto (già avviene, peraltro) e non formalizziamoci suvvia. Anche questa è libertà ossia, nell’idea di molti: faccio quello che mi pare, del prossimo me ne impipo.

  438. gianna

    E’ passato il mezzo meccanico e ha aspirato e ripulito tutto. Mi sono vergognata molto. Al prossimo intervento dunque, finché anche il mezzo meccanico ne avrà pieni i cosiddetti, di occuparsi della zozzeria e cafonaggine altrui e ci lascerà, ben giustamente, soffocare in mezzo a lerciume e rifiuti di ogni sorta.

  439. John Remada

    447@ Se l’esempio viene dai nostri politici , con qualche rara eccezione, sarebbe un ragionamento in linea con i vampiri /ladroni….. in realtà a Monfalcone è ancora peggio, gli imbrattatori appartengono a commando trasversali locali, italiani, stranieri, in pratica con licenza di farlo, visto che anche se beccati non paga quasi nessuno. Il cambio di governo locale non ha sortito chissachè….volontà encomiabile , ma poca elasticità nelle azioni di controcommando….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *