27 Marzo 2012

Art, fun and rock’n roll: al Miela la 4°edizione del CxG

La scorsa edizione del CxGArt, fun and rock’n roll. Venerdì 30 marzo, il teatro Miela (piazza Duca degli Abruzzi 3)  farà da sfondo alla 4° edizione del “CxG”, il concerto per Gabriele, promosso dall’associazione musicale Jambogabri. La manifestazione, dedicata a Gabriele Manfioletti, giovane chitarrista dei Watashiwa Cactus scomparso nel 2008, si aprirà alle 16, con la performance di 13 band emergenti, per un excursus dal classico rock a generi più sperimentali: ogni gruppo avrà lo spazio per un “concerto-spot”, per un esibizione, cioè, di 10 minuti. Si esibiranno (non in ordine di apparizione): i Baby Hermann, i Blindwind, i C^M, i Checkpoint, i Fluffy Army, gli ILV, gli Indigo,i Nasty Monroe, i Roy Force One, i Shattered Through Patterns, The Couches, i White Noise e i Windland.

Nella seconda parte del concerto invece , saranno 4 gruppi già affermati nel contesto artistico triestino a far ballare il pubblico del Miela. Si comincia alle 20, con le atmosfere degli Underhouse, che nel contesto della performance presenteranno il loro nuovo album, “Rusty sallow sun”. La band ha cominciato la sua carriera musicale nel 2005 e ha già ottenuto diversi riconoscimenti, tra cui quello di miglior gruppo dell’Opening band live music, vinto nel 2009. Sulla stessa scia si muovono i Nycc, gruppo più giovane, caratterizzato da un sound che oscilla tra l’indie e il brit pop e da una grande determinazione. Nonostante la formazione fresca, infatti , i Nycc hanno già inciso dei brani con le etichette Eccentric Record e Lsw.

Si passerà poi alla frizzante energia dei Back door men e delle loro sonorità rockabilly e swing. Al seguito della band, le ragazze burlesque della Fabbrica delle follie, che da tempo fanno da cornice retrò alle loro esibizioni. Chiuderanno la serata i Maxmaber orkestar, gruppo italo-croato-bosniaco che porterà sul palco del teatro i ritmi e le melodie caratteristiche del Mediterraneo e dell’Europa orientale.
Tra un esibizione e l’altra, nell’atrio del Miela, sarà possibile ammirare le opere che coronano l’evento e che sono state  realizzate dai  soci del Jambogabri. Quest’anno i ragazzi si sono concentrati sul tema della condivisione, sia legata al CxG, ma anche, in generale alla realtà dell’associazione, che offre diverse possibilità culturali.

Tag: , , .

Un commento a Art, fun and rock’n roll: al Miela la 4°edizione del CxG

  1. Avatar Cristina Petronio

    Un evento da non perdere,
    tanta buona musica e un bellissimo clima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.