Disegno di Sara Paschini
2 Giugno 2020

Pedocin: le dieci regole d’oro

el sunto El Pedocin, lo storico stabilimento balneare triestino, è ufficialmente aperto. Ripassiamo le sette regole storiche (e ironiche)

el pedocinRiparte la stagione del Pedocin con un nuovo regolamento causato dall’emergenza coronavirus.

Ma ci sono delle regole d’oro che vanno sempre rispettate, descritte da Micol Brusaferro nel suo libro “El Pedocin“, illustrato da Chiara Gelmini, che si trova in libreria oppure online. Eccole:

1. Più grande è il culo, più piccolo è il perizoma.

2. Il pelo selvaggio è prassi, in primis l’ascella stile Franchino.

3. Le tette che arrivano alla panza si sollevano parlando con le amiche nell’acqua bassa per una tintarella completa sul busto.

4. Costume dimenticato? Ecco spuntare l’intimo nude look o lo slip con scritto “I’m sexy and I know it”.

5. Le sedie del bagno sono in realtà proprietà privata delle storiche fruitrici. A toccarle si rischia la vita.

6. Donne in pausa pranzo o studio mangiano frutta fresca o un leggero panino. Le nonne stappano il menù tupperware, dall’antipasto di affettati passando per pasta, carne impanata, melanzane fritte e “strucolo de pomi”.

7. Per le over 70 il must è il perizoma stile filo interdentale da sfoggiare passeggiando.

8. Abitudine che non manca: il taglio delle unghie “on the beach” e se capita anche una striscia di ceretta a freddo.

9. Molto amate per le nuotate le cuffie, ma solo se con colori sgargianti e mille fiori applicati.

10. Cerchi un posto dove stendere l’asciugamano? Rispetta le aree colonizzate da anni. O dal Pedocin non uscirai viva!

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.