19 Giugno 2015

La grande guerra a piedi di Nicolò, stasera a Opicina

el sunto Stasera a Opicina alle 20.30 al Tabor presentazione del libro di Nicolò Giraldi “La Grande Guerra a piedi”

Da nord a sud. Da est a ovest. Da Londra a Trieste, dalla Bassa Friulana al Pordenonese, riparte il tour di presentazione del libro “La Grande Guerra a piedi (Edizioni Biblioteca dell’Immagine, prefazione di Paolo Rumiz) di Nicolò Giraldi:

Stasera alle ore 20:30 Nicolò Giraldi sarà a OPICINA/OPČINE al SKD TABOR Slovensko kulturno društvo TABOR per presentare il suo libro.

Laureato in storia moderna, Giraldi lo scorso anno con uno zaino, un taccuino e pochi soldi in tasca viaggiò a piedi per due mesi, ripercorrendo la linea di fuoco della Prima guerra mondiale, per vedere e osservare con i propri occhi, quello che è stato e quello che è rimasto, incontrando ogni giorno persone che lavorano alla memoria del conflitto. Attraversando sette paesi europei Giraldi si è inoltre confrontato con la memoria dell’omonimo bisnonno istriano, fante austroungarico che venne spedito da Pola sull’immenso fronte orientale in Galizia e fatto prigioniero dai Cosacchi.

Un viaggio, soprattutto interiore, spinto dalla passione per la ricerca, il viaggio e la storia, un viaggio che evoca invece di commemorare, un viaggio per mettere da parte le celebrazioni per il centenario. Un viaggio a piedi dalla stazione di Charing Cross a Londra al porto dell’ex impero asburgico a Trieste passando per la tomba di Thomas Beckett sulle colline di Canterbury, il Canale della Manica, le Fiandre, la Somme e i boschi di Verdun in Francia, poi la Baviera nella Germania meridionale, il Tirolo, le Dolomiti, le Alpi Carniche arrivando anche a ridosso di Caporetto, l’Isonzo e il Carso.

Maggiori informazioni sul libro e sul progetto Giro nella storia qui.

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.