17 Febbraio 2014

Grinta e personalità: e Trieste vince

LA PARTITA

Dopo la sconfitta di misura di domenica scorsa contro Centrale Latte Brescia, la Pallacanestro Trieste s’impone sulla Lighthouse Trapani di coach Lino Lardo (grande ex di Milano e Roma) per 81-74. Una grande prova di squadra ha permesso alla compagine biancorossa di avere la meglio sulla formazione siciliana.

Il taglio del “soldato” Ryan Hoover, a favore di Brandon Wood, è forse servito a qualcosa, dando maggiori responsabilità all’intera squadra. Una difesa granitica e un’ottima personalità, che non si è sempre vista questa stagione – soprattutto fuori casa -, hanno permesso a Trieste di contenere una Trapani mai arrendevole  e che ha lottato fino all’ultimo secondo di gioco.  E’ sicuramente da sottolineare l’ottima prestazione dei due triestini, freschi di convocazione nella nazionale maggiore, Stefano Tonut e Michele Ruzzier che nelle ultime 3-4 partite hanno saputo riscattarsi agli occhi dei tifosi dopo una stagione di luci ed ombre. In una serata in cui tutto va per il verso giusto, i due non mancano mai di accedere gli animi dei tifosi, anche dei “veci” più contenuti presenti al PalaTrieste.  E proprio grazie a loro che Trieste, nel primo tempo, è riuscita a rimanere sulla scia di una Trapani più che mai “calda” al tiro. Tonut chiude con 15 punti (3/4 da 3), 2 assist e 1 rimbalzo; Ruzzier con 16 punti, 2 assist e 3 rimbalzi. Nonostante una serata sfortunatissima al tiro (3/13 tiri totali), Brandon Wood dimostra di meritarsi la scelta di Dalmasson nel preferirlo a Hoover. Wood infatti si mette al servizio della squadra dispensando assist e a volte regalando al pubblico triestino delle grandi giocate. Senza dubbio è stata una grande prova di carattere quella del giocatore americano che chiude con 8 punti, 8 assist, 8 rimbalzi e 1 palla rubata. Un altro protagonista della partita è capitan Marco Carra che quando viene chiamato in causa da Dalmasson risponde all’appello prendendosi tiri difficili dalla breve e dalla lunga distanza. Sul finale di gara, con Trieste a 5 falli, intelligentemente Dalmasson lo ha inserito al posto di un Diliegro che, come si è visto nella sfida contro Brescia, fa fatica a sorreggere la pressione degli ultimi minuti di gioco. Con un 4/4 dalla lunetta negli ultimi secondi, Carra regala la vittoria a Trieste,  Dispiace ancora una volta evidenziare come Dane Diliegro, pur chiudendo il tabellino con 12 punti, 3 assist e 9 rimbalzi, non riesca sempre ad imporsi sotto canestro. Un Diliegro che se probabilmente ci metterebbe più grinta e cattiveria potrebbe tranquillamente essere tra i centri più forti della Lega Adecco Gold.

La prossima sfida che attende la Pallacanestro Trieste è in casa di Ferentino, attualmente a 22 punti in classifica, domenica 23 febbraio – ore 18.

Link alla classifica, calendario e statistiche della Lega Adecco Gold.

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.