14 Dicembre 2012

Continuano ad ampliarsi le Vie dell’Arte a Monfalcone: domenica inaugurazione della mostra di Giulio Fornarellie Stefano Azzano

Dopo il successo della prima mostra collettiva allestita in Borgo Rosta, che vanta già diversi visitatori, Le vie dell’Arte di Monfalcone propongono un nuovo incontro per un ulteriore locale rimesso a nuovo nel nome dell’arte. Domenica 16 dicembre, alle 11 in passo del Torrione, viene inaugurata la mostra di Giulio Fornarelli e Stefano Azzano, con un piccolo brindisi, una visita guidata e il sostegno musicale proposto da CAM Arte e Musica.
L’intento delle Vie dell’Arte appare chiaro anche solo passeggiando per il centro cittadino: già oggi si può vedere una città più viva, più ricca, che presenta i negozi sfitti fino a pochi giorni fa come piccole gallerie d’arte, allestite con i quadri degli artisti del territorio. Gli organizzatori intendono, in questo modo, rendere la città più confortevole, creare occasioni di condivisione, aprire i cittadini a nuovi interessi, con la certezza che i locali e tutto l’ambiente ne risultino ampiamente valorizzati.
Giulio Fornarelli, classe 1971, si occupa di pittura murale e ripristino e decoro di ambienti, collaborando con vari artisti e con i maggiori architetti regionali. Nel 2003 partecipa alla realizzazione pittorica della Sala Consigliare del Municipio di Turriaco; nel 2008 partecipa al restauro parietale del Duomo di Pordenone e nel 2009 si occupa della decorazione del Castello di Moruzzo e della stanza del Canova del Museo Revoltella di Trieste.
Stefano Saz Azzano, classe 1967, ha avuto sin da ragazzo un’ispirazione artistica che, grazie al suo spirito di ribellione e alla sua grande curiosità lo hanno portato a cimentarsi in diversi modi, dalla musica all’espressione materica. Da parecchi anni ha dato vita a un laboratorio artistico con Fornarelli e da lì ha iniziato ad esporre in varie Gallerie, concentrandosi su uno discorso crudo e sintetico che porta nelle sue linee e nelle sue costruzioni cromatiche il vissuto dell’artista. La collaborazione tra i due artisti è nata nel 2008

Le altre location già allestite comprendono: la mostra monografica di Fulvio Dot in via Rosselli e la monografica di Diego Valentinuzzi in via IX Giugno. Oltre alla mostra di Azzano e Fornarelli, la domenica prima di Natale, 23 dicembre sarà ufficialmente tagliato il nastro della mostra di Grozzo e Pagotto in Galleria Gran Pavese (comunque già visitabile). Ci sarà poi “84-87. NuovaMente” esposizione che sarà inaugurata il 27 dicembre alle “Antiche Mura” di via Rosselli, con 5 giovani disegnatori (Babich, Nolli, Racozzi, Perra, Giuliano). Saranno anche realizzati graffiti e disegni in diretta, che poi decoreranno l’area antistante il municipio di piazza della Repubblica.
Non mancano poi mostre ed esposizioni, ospitate in varie attività commerciali, tra cui alcune nate sull’onda dell’entusiasmo di VivaCentro per l’iniziativa: quella di Bressanutti a “Tutto per il bambino”di piazza della Repubblica, di Tomasin al ristorante “La Rocca” pure in piazza della Repubblica e di Paolo Figar nel negozio Pacor Ottica di via Rosselli. Sabato 15 alle 19 sarà inaugurata anche la mostra di Franco Buttignon al Caffè Carducci di via Duca d’Aosta.

Tag: , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.