6 Agosto 2019

Al via la diciottesima edizione di Dobiarteventi a Staranzano

el sunto Il Dobialab va ad ospitare una serie di eventi che includono concerti, esposizioni di land art, fotografia ed installazioni audiovisive

Ogni anno, gli appassionati di arte multimediale attendono il Dobiarteventi come fosse il Natale, e c’è da dargli ragione, con un programma lungo cinque giorni, la manifestazione che si svolge a Staranzano (GO) si è ritagliata uno spazio di tutto rispetto nel panorama internazionale.

Per il diciottesimo anno consecutivo, infatti, il Dobialab va ad ospitare una serie di eventi che includono concerti, esposizioni di land art, fotografia, installazioni audiovisive ed immersioni guidate nel territorio.

Si parte Mercoledì 7 Agosto proprio con un evento speciale: Un’escursione sonorizzata in forma di ascolto collettivo per esplorare la relazione tra paesaggi sonori immaginari e un luogo specifico nei pressi di Dobialab, il Lido di Staranzano (i dettagli per parteciparvi li trovate in fondo a questo articolo).

Sempre Mercoledì sera al Dobialab, arriva PADDY STEER  con i suoi 250 kg di sintetizzatori autocostruiti e copricapi autocuciti per un’inaugurazione oltre alla stravaganza, seguito dall’immancabile set di HYBRIDA SOUNDSYSTEM.

A seguire, Venerdì 9 Agosto, una serata all’insegna della nuova ondata di cumbia elettronica, con L’astro nascente argentino SAN IGNACIO che proporrà un set di elettronica minimalista squisitamente mixato con ritmi sudamericani per trasformare il lago di Dobbia nel delta del fiume Paraná, quando il sole tramonta, seguito dall’italiano MR.ISLAND e dal Dj Set di DAJABJABJABJAB.

Sabato 10 Agosto è il turno del duo elettronico sperimentale SPATEMBA! accompagnato dalle visuals di BIANCA NICOLESCU, seguito dalla performance audiovisiva di UHFF! ed il serbo LEHNART TAPES, che accartoccia con attitudine punk loop di ritmi industriali, canti mediorientali, sassofoni urlanti e rumori amorfi in un’unica meshalka di 4 walkman.

Domenica 11 Agosto trova posto il free jazz psichedelico del Maestro RICCARDO SINIGAGLIA, docente di musioca elettronica al Conservatorio di Milano, che dagli anni ’70 unisce mondi musicali apparentemente lontani tra loro. Prima con Futuro Antico, poi con Doubling Riders e ancora con altre decine di collaborazioni, spesso intergenerazionali, così come farà a Dobialab, proponendo un set in solo e uno assieme ai local heroes.

Il finale, Lunedì 12 Agosto con la performance PIENO E VUOTO, realizzata da ARIANNA ELLERO, PAOLO PASCOLO e STEFANO GIUST: Azione pittorica e azione sonora, antichi pigmenti, gesti, respiri e nuovi suoni elettronici. Manifestazioni indipendenti che grazie ai processi aleatori, possono essere messe in relazione tra loro direttamente dal pubblico, in uno stimolante e creativo assemblaggio visivo e sonoro.

Per tutta la durata della manifestazione, a Dobialab saranno presenti anche le opere di:

RODOLFO LIPRANDI – Land Art

LEONARDO ULIAN – Installazione

ALBERTO NOVELLO A.K.A. JESTERN – Installazione A/V

LORENA CANTARUT – Installazione interattiva

BIANCA NICOLESCU – Installazione

ADRIANA BIDIN, ENRICO COLUSSI, GIACOMO SORANZIO – Installazione video

Per partecipare all’escursione sonorizzata, i partecipanti devono comunicare la propria presenza mandando una e-mail all’organizzazione del festival:  [email protected]  .
Alle 18:00 del 7 agosto riceveranno un link da dove scaricare la composizione e le indicazioni esatte di dove comincerà la camminata.
E’ necessario essere muniti di cuffie e telefoni o mp3 player per riprodurre ed ascoltare il file.

Per raggiungere il Dobialab, QUESTA è la mappa.

QUESTA invece è la pagina facebook ufficiale.

La foto di copertina è di ERIN MC KINNEY

 

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.