1 Dicembre 2013

“Meno automobili, più bici elettriche e trasporto pubblico!”

Il consiglio regionale di venerdì 22 novembre ha votato un provvedimento che destina 3.000.000 di euro per un “eco” bonus di mille euro a 3.000 cittadini che nei prossimi mesi cambieranno auto acquistandone una euro 5 o 6. Il provvedimento è passato senza nessun voto contrario, mettendo d’accordo maggioranza e opposizione.

Secondo le Associazioni per una Mobilità Nuova in Friuli Venezia Giulia, un ritorno al passato, poiché nulla hanno a che vedere con le politiche più innovative che tendono a promuovere sempre più i mezzi di mobilità alternativi all’auto privata.

“Ben diverso sarebbe stato se si fosse destinata la stessa cifra ad un bonus di 300 euro per l’acquisto di una bici a pedalata assistita, come fa la Regione Emilia Romagna. Un siffatto provvedimento avrebbe comportato la presenza di 10.000 biciclette in più che nelle città della nostra regione, con un impatto ecologico significativo positivo e certo. Inoltre un provvedimento come questo, promuovendo la mobilità attiva, sarebbe stato uno strumento di prevenzione primaria e perciò avrebbe avuto anche delle ricadute positive sulla riduzione della spesa sanitaria.

Per questo proponiamo che, nel quadro degli impegni nazionali e regionali per la mobilità elettrica nella prossima finanziaria regionale si preveda di destinare un primo contributo di 300.000 euro per l’incentivazione all’acquisto di biciclette a pedalata assistita nel 2014.

E’ inoltre opportuno sottolineare che il tema della mobilità non ha a che vedere solo con la questione ecologica relativa alle emissioni inquinanti, ma è un tema centrale che tocca la democrazia stessa attraverso il diritto alla mobilità, l’accessibilità ai servizi, l’inclusione, la socialità, la costruzione e il futuro delle nostre città e la qualità dello spazio pubblico.”

Tag: .

Un commento a “Meno automobili, più bici elettriche e trasporto pubblico!”

  1. Gli incentivi ministeriali si sono dimostrati una buffonata in quanto i soldi messi a disposizione del ministero dell’ambiente sono predestinati, finiscono nelle mani di aziende che immettono sul mercato biciclette scadenti che ottengono come risultato l’esatto contrario della diffusione di una mentalità ecosostenibile. Per ovviare a tutto ciò, esiste un’azienda che a proprie spese ha adottato un’iniziativa che permette di avere uno sconto pari al contributo ministeriale per l’acquisto di biciclette a pedalata assistita di qualità come le FLYER; le KETTLER e le HAIBIKE. Per maggiori informazioni scrivere a [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.