26 settembre 2013

Seconda Rampigada Santa: foto e videociacolada

La Seconda Rampigada Santa finissi cussì:

con Mattia Bembi, 3 anni, premiado come concorente più giovane. Forsi el testimonial perfeto per el messagio che la manifestazion vol trasmeter: “Se se pol andar in bici o a pìe su per de là, se pol andar in bici o a pìe ovunque”. E Mattia ghe la ga fata.
Ma andemo con ordine.
El ritrovo per i bubez organizatori xe ale 7.30 a Roian, che xe de montar tuto. Ara ciò, gavemo el furgon targà Udin! Panico. Tavolin per i iscriti gavemo. Striscion gavemo. Cafetin gavemo. Eco che riva i cronometristi, gavemo anche lori. Machine in divieto no gavemo. I residenti xe stadi veramente comprensivi ed entusiasti dela festa, a lori va sicuramente un ringraziamento speciale. I primi concorenti riva za verso le 8.30, per cior i petorai, per curiosar e per incominciar a scaldarse.
El leit-motiv dela giornada xe la sostenibilità, no pol mancar la racolta diferenziata, con traduzion anche in inglese per foresti.

Ale 9.30 se taca banda. La strada xe serada, la gente incomincia a colonizarla salindo pian pian, precedendo i atleti. Al 10:00.00 parti Renato Pelessoni, el primo iscrito. Drio de lui, dopo 30 secondi, parti Frances Anderson, rivada de Milano per condivider in toto el spirito dela manifestazion. E poi professionisti, e amatori. I tempi finali va dai 10 minuti del primo ai 43 minuti del premio cagoia. Insoma ghe ne xe per tuti. E poi ghe xe tante persone che ga semplicemente voia de far festa.
El piferaio magico Armando Otti se porta drio qualche pantigana.

Matteo Toscan se la fa tuta sula sua bici con cui el gira el mondo e che lui ciama “el camper”.

Xe chi che scegli de farsela in graziella

E ghe xe poi siora Graziella e le altre comari

Questi i petorali dele vecete sante:
90- “xe i miei ani ma no go paura…(de scala santa)”-; 77- “le mie gambette”; 88- “rivo prima mi che la otto”; 69- “no dago miga ancora i numeri, savè?!”; 118- “Tiè!”.
E questa la partenza fulminea (o fulminante):

E poi tante tante face de rampigada, imortalade in queste belissime foto de Maurizio Costanzo:

Al’Obelisco xe la vera festa. Se magna, se bevi, se scherza, se zoga a carte sentadi sule tole con un dei panorami più bei de Trieste, se ridi, se curiosa tra i stand, se colassa. Insoma una gran bela giornada de festa. Chi xe rivado per primo? Magli Alessandro, in bici, in 10 minuti. Ciò, 10 minuti per andar da Roian a Opicina. Alora xe vero che se pol!
La classifica completa se pol trovar a questo link.
Ma forse el premio più particolare lo ga vinto Deyme Paolo e Derin Cindy, che ga trionfà nela “Combinata Spiz”, riservada a chi partecipava sia al’Olimpiade dele Clanfe che ala Rampigada Santa. Una sorta de Iron Man senape e cren, praticamente.

L’apuntamento xe per la Terza Rampigada Santa, tra un anno, sperando de continuar a veder ancora cussì tanta fantasia e morbin nei partecipanti. Un sentito grazie a tuti da parte de tuta la Clapa del’Associazion Spiz. Daghe!

P.S. chi c’era? Impressioni? Suggerimenti per le prossime edizioni?

Tag: , , .

Un commento a Seconda Rampigada Santa: foto e videociacolada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *