25 giugno 2013

Inizia il festival di musica balcanica a Borgo Grotta Gigante

Ci siamo! Si è tenuta oggi la conferenza stampa per la presentazione del festival di musica balcanica Guča na krasu che si svolgerà dal 5 al 14 luglio (il doppio della durata rispetto agli scorsi anni) a Borgo Grotta gigante, nell’ex campo volo militare.

Oramai un “cult” per gli affezionati della roboante musica balcanica e delle sue derive sperimentali nonchè una nuova occasione per tutti di passare delle serate divertenti e condite con specialità culinarie serbe ed eventi con il patrocinio del Comune di Sgonico e il contributo dell’Assessorato alle attività produttive della Regione FVG.

Il programma musicale ideato dal direttore artistico dell’associazione Altramusica Andrej Petaros è ancora più ricco se confrontato con le edizioni precedenti e coinvolgerà gli appassionati di ritmi balcanici con una rassegna intensa ed inebriante di ben ventidue gruppi provenienti da Serbia, Bosnia, Macedonia, Slovenia e Italia.

Per la prima volta il festival avrà un collegamento diretto con il leggendario festival serbo di gruppi di ottoni a Guča, dal quale prende il nome, attraverso le prime preselezioni ufficiali per Guča sul territorio italiano.

Ma veniamo ai grandi nomi di quest’anno. GORAN BREGOVIĆ confermerà il proprio legame con il festival triestino con il concerto che il 5 luglio aprirà l’edizione 2013 del festival, supportato dalla sua inseparabile WEDDING AND FUNERAL ORCHESTRA. Il cuore gitano della sua geniale musica d’autore attinge alla tradizione che per BOBAN e MARKO MARKOVIĆ rappresenta un’eredità familiare.

I due grandi artisti rom con la loro orchestra sono ospiti fissi della Guča carsica e il 13 luglio sorprenderanno nuovamente il pubblico con i loro irresistibili virtuosismi e la capacità fortemente comunicativa delle loro magistrali interpretazioni. Della parata di stelle fa parte a pieno titolo anche l’eclettico MAGNIFICO, uno dei rari cantanti sloveni che siano riusciti a scalare le classifiche internazionali.

Il 6 luglio la sua carica ironica e provocatoria sarà coprotagonista della serata che metterà sotto i riflettori anche il gruppo emergente bosniaco DUBIOZA KOLEKTIV, che sarà certamente la rivelazione di questa edizione del festival con l’energia irresistibile della sua musica ska che contiene elementi di hip-hop, dub, rock e folclore bosniaco. Il gruppo di Sarajevo è noto anche per il suo impegno sociale, che si esprime nella denuncia aperta delle problematiche più scottanti relative al paese, come la mancanza di prospettive per le giovani generazioni, per far conoscere al mondo una Bosnia fuori dagli stereotipi imposti dai media. Sia Magnifico che Dubioza kolektiv hanno registrato due spot con i quali invitano a Guča sul Carso e che si possono trovare anche sul profilo facebook del festival, che vecchi e nuovi appassionati dell’evento hanno inondato negli ultimi mesi di parole di entusiasmo, lodi e richieste che confermano la grande attesa per gli eventi.

Tra i concerti di maggiore richiamo rientra senza dubbio quello dei MODENA CITY RAMBLERS, gruppo combat folk italiano di grandissima popolarità, atteso protagonista della serata di venerdì 12 luglio. Il gruppo è stato fondato 22 anni da e ha iniziato a costruire la propria identità folk-rock sulla base dell’amore comune dei suoi musicisti per il folk irlandese.

Sarà invece autentica musica balcanica quella presentata il 14 luglio dall’affermato gruppo KOČANI ORKESTAR, che concluderà la serata finale del festival. Questi sono soltanto i nomi di maggiore spicco, ma non sono gli unici ospiti del festival che ogni sera completerà il già ricco programma con le esibizioni di molti altri gruppi di ottoni (da tre a sei ogni sera) che, come da tradizione, suoneranno sul palco e tra il pubblico.

Oltre ai gruppi del programma principale e complementare, le nuove promesse si confronteranno nelle preselezioni per la Guča serba. Quest’anno si è realizzata infatti un’ufficializzazione dei rapporti attraverso il riconoscimento della collaborazione con il festival di Guča, che avrà un doppio valore, istituzionale e culturale. Il direttore artistico del festival serbo Adam Tadić sarà dal 12 al 14 luglio presidente della giuria di esperti che ascolterà sul palco di Borgo Grotta gigante i partecipanti alla prima edizione delle preselezioni ufficiali per gruppi di ispirazione balcanica al di fuori dei confini degli stati dell’ex Jugoslavia. L’arrivo della delegazione serba nei giorni del festival avrà anche un aspetto istituzionale grazie all’incontro ufficiale con il sindaco e la giunta che si svolgerà presso il comune di Sgonico.

La festa aprirà ogni giorno alle ore 18.00, quando l’attività dei chioschi inizierà accompagnata dai ritmi delle esibizioni informali dei gruppi serbi di ottoni Elvis Bajramović, Zlatna Jabuka e Peter Milićević, ai quali verrà affidato l’intrattenimento in autentico stile balcanico prima dei concerti serali sul palcoscenico principale. Come ogni anno, alcuni concerti saranno a pagamento (a prezzi molto convenienti), gli altri a ingresso libero.

Il concerto di Goran Bregović è già in prevendita presso i circuiti Azalea, Ticketone e Eventim. Azalea e Vivaticket si occupano inoltre della prevendita dei biglietti per i concerti di Magnifico, Dubioza kolektiv e Modena City Ramblers. Gli ingressi per i concerti saranno ovviamente a disposizione anche il giorno stesso alla biglietteria del festival. Le ultime due maratone di musica balcanica, in programma il 13 e 14 luglio, saranno invece un omaggio gratuito per tutti gli appassionati del genere. Alcuni concerti del festival sono inseriti nella promozione Music&Live, realizzata dall’Agenzia TurismoFVG che permette a chi soggiorna in regione di ricevere il biglietto in omaggio (per informazioni www.musicandlive.it o www.turismofvg.it – tel. 800 016044). E’ possibile seguire le novità Guča su Facebook!

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *