3 Maggio 2010

Crotone – Triestina 2-0: incubi di maggio

La Triestina continua a precipitare verso la Lega Pro, e sembra che nessuno, e lei per prima, possa fare niente. Contro il Crotone è arrivata la quinta sconfitta nelle ultime sei partite, e la classifica inchioda impietosa gli alabardati al quartultimo posto in compagnia del Frosinone, con cui ora disputerebbe i play out.

Sembra che nulla giri per il verso giusto, né dentro la squadra, con giocatori ormai completamente nel pallone, né in panchina, dove alcune decisioni dell’ allenatore appaiono francamente discutibili. Contro i calabresi ci si è messa pure una certa dose di sfortuna. In un momento del genere non ci voleva proprio di incontrare un portiere in condizione stratosferica come quello del Crotone.

Ma veniamo alla cronaca del 2-0 di sabato. Arrigoni aveva presentato una formazione che ricalcava abbastanza fedelmente quella scesa in campo con il Modena, con il rientro di Scurto in difesa al posto di Brosco e l’ inserimento a sorpresa di Sedivec al posto dello squalificato Pasquato. Confermata la mossa di inserire Gorgone, fuori ruolo, sulla fascia destra.

Dopo l’ empasse iniziale in cui il Crotone ha macinato gioco per una ventina di minuti gli alabardati hanno cominciato a mettere la testa fuori dal guscio. La prima grande occasione è arrivata al 25’ sui piedi di Testini, che ben imbeccato da Della Rocca si è trovato a tu per tu con Concetti ma gli ha sparato il pallone addosso. Due minuti più tardi l’ estremo difensore del Crotone si è prodotto in un altro splendido intervento andando a togliere la palla dall’ incrocio dei pali su un colpo di testa di Nef che pareva destinato a finire in fondo al sacco. Lasciata passare la buriana, il Crotone ha ripreso il controllo del gioco e al 40’ ha colpito. Su un’ azione di calcio d’ angolo Abruzzese ha saltato indisturbato in mezzo a tre difensori. Il suo colpo di testa è stato respinto da Calderoni, che però nulla ha potuto fare sulla seguente conclusione di Viviani.

In questo campionato il gol di svantaggio ha sempre rappresentato una condanna per la Triestina, e la trasferta di Crotone non ha fatto eccezione. Questa volta non si è trattato di scarso impegno, perché la Triestina ha provato a raggiungere il pareggio, ma si è palesata per l’ ennesima volta la pochezza di una squadra che al momento è forse la più in difficoltà del campionato. La prima occasione della ripresa è arrivata sul piede sinistro di Sabato che ha lasciato partire un tiro al volo che Concetti è stato bravissimo a respingere con i piedi. Dopo un altro colpo di testa di Abruzzese uscito di poco Arrigoni ha mescolato le carte facendo entrare Tabbiani (al rientro dopo una lunga assenza) e Godeas. I cambi non hanno sortiti gli effetti sperati, anche se c’è da registrare una conclusione di Cottafava da buona posizione sparata alle stelle. Nei minuti finali è arrivato il 2-0 del Crotone segnato da Gabionetta (poi espulso) su azione di contropiede.

Crotone-Triestina 2-0

CROTONE (4-2-3-1): Concetti; Legati, Viviani, Abruzzese, Grillo (dal 1’ st Perpetuini); Beati, Galardo; Russotto (dal 23’ st Petrilli), Mazzarani (dal 32’ st De Martino), Gabionetta; Ginestra. A disp: Farelli, Digao, Degano, Bonvissuto. All: Lerda

TRIESTINA (4-4-1-1): Calderoni; Nef, Cottafava, Scurto, Sabato (dal 23’ st Godeas); Gorgone (dal 13’ st Tabbiani), D’Aversa, Gissi (dal 40’ st Volpe), Testini; Sedivec; Della Rocca. A disp: Dei, Magliocchetti, Pani, Princivalli. All: Arrigoni

ARBITRO: Giancola di Vasto

Guardalinee: Meli e Iori.

Quarto uomo: Paparazzo di Catanzaro

MARCATORI: 41’ pt Viviani (C), 39’st Gabionetta (C)

Tag: , , .

3 commenti a Crotone – Triestina 2-0: incubi di maggio

  1. Avatar massimiliano

    grande dirigenza.
    almeno Tonellotto nella sua megalomania visionaria era divertente…
    sarebbe ora che qualcuno dicesse in faccia a de falco che l’assioma
    “grande calciatore=posso tutto nel calcio” NON ESISTE.
    e fantinel, per le cose di calcio è un perdente da sempre.
    questa è la realtà.

  2. Avatar massimiliano

    dopo 8 ore nemmeno un altro post?
    sintomo chiaro della disaffezione totale.

  3. Avatar massimiliano

    perchè invece di perdere tempo dietro a questi tristi figuri pallisti che gestiscono la Triestina Calcio, non si dedica spazio alla pallamano?
    E’ storicamente l’unica realtà vincente triestina in campo sportivo.
    Sabato c’è un appuntamento importante.
    Vediamo se qualcuno “reagisce”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.