27 dicembre 2009

La muleria de Trieste: el cofe

Pubblichiamo il bel pupolo di Michele Zazzara sulla figura del cofe. La descrizione della categoria è come al solito affidata al noto linguista G. Dialetich, vicepresidente raccomandato dell’Accademia del Kruscovac, istituto transIsonzale per la salvaguardia e lo studio del dialeto triestin dal lontan 1899.

EL COFE


Lo cofe xe uno figuro fora come uno pergolo, o fora con li copi. Par invero che l’apelativo derivi da lo tedesco Kopfweh, che vol dir mal de crapa, e che sia una rimembrazion de lo linguagio militar austriaco. Famoxa in particolar guixa la figura de lo Treves, dotor (o infermier?) che curava li mati (cit. “Ciò cofe sta bon, se no ciamo Treves”).
Sinonimi: spanà, scovercià, flescià.

G. Dialetich
Vicepresidente de la Academia de lo Kruscovac

Tag: , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *