18 Dicembre 2009

“Un arresto che desta viva impressione”, la lettera di Peroni all’ambasciatore danese

(foto di ivan doglia)

(foto di ivan doglia)

Trieste Pubblichiamo il testo integrale della lettera inviata dal Rettore dell’Università di Trieste, Francesco Peroni, all’ambasciatore danese Gunnar Ortman. Per “testimoniare” che Luca Tornatore, il ricercatore arrestato a Copenaghen, è “persona impegnata politicamente e civilmente” e che tale impegno “si è sempre manifestato con modalità rispettose delle regole democratiche”.

Signor Ambasciatore,

mi rivolgo a Lei dopo aver appreso, da fonti di stampa, dell’avvenuto arresto a Copenaghen, del dott. Luca Tornatore, ricercatore a contratto presso questa Università.

Nel rispetto del procedimento giudiziario in corso, desidero testimoniarLe – perché possa farsene tramite presso le autorità danesi – che Luca Tornatore è, nella comunità scientifica, persona impegnata politicamente e civilmente, e che tale impegno, a quanto risulta dalla mia esperienza, si è sempre manifestato con modalità rispettose delle regole democratiche.

Anche per tali ragioni, la notizia del suo arresto sta destando viva impressione, oltre che nello scrivente, tra coloro che operano e studiano in questo Ateneo.

Confidando che vorrà informare di questa mia, nelle forme che riterrà opportune, le competenti autorità danesi, voglia accettare i sensi della mia più viva cordialità.

Francesco Peroni


Scarica la lettera in formato pdf

Tag: , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.