14 Dicembre 2012

Al via ”Abbasso l’impatto”, il nuovo progetto di Mobilità sostenibile scolastica del Comune di Monfalcone

Si svolgerà dal 17 al 22 dicembre la prima settimana di ”Abbasso l’impatto: facciamo un patto”, il nuovo progetto di Mobilità sostenibile scolastica del Comune di Monfalcone, che punta a garantire ai bambini e ragazzi una maggior sicurezza sul tragitto casa scuola, promuovendo l’uso di mezzi di trasporto alternativi all’automobile e favorendo una maggior consapevolezza sulle conseguenze delle modalità di spostamento adoperate.
In questi giorni, sempre nell’ambito dei percorsi sicuri casa-scuola, è stato avviato il cantiere per realizzare un percorso ciclabile lungo via Canaletto al fine di consentire gli spostamenti in sicurezza di pedoni e ciclisti. Si è quindi deciso di chiudere il cerchio mettendo in campo l’attività educativa e formativa nelle scuole sui temi della sicurezza stradale, del codice della strada e della promozione di comportamenti responsabili.
Ecco quindi che dal 17 al 22 dicembre, e poi dal 7 al 12 gennaio 2013, la scuola Randaccio sarà interessata dall’iniziativa ”Abbasso l’impatto: facciamo un patto”, gioco-sperimentazione che mette in competizione le varie classi e i bambini e ragazzi che dovranno provare a compiere una parte del tragitto da casa a scuola a piedi o in bicicletta. L’obiettivo è quello di rendere le vie attorno alle scuole più sicure, meno caotiche e più sane, spingendo allo stesso tempo i ragazzi a organizzarsi per incontrarsi al mattino e compiere almeno parte del tragitto assieme.
Al termine della sperimentazione verrà dato alle classi partecipanti un attestato che certifica quanti passi avanti sono stati fatti verso la mobilità sostenibile

Tag: , .

Un commento a Al via ”Abbasso l’impatto”, il nuovo progetto di Mobilità sostenibile scolastica del Comune di Monfalcone

  1. Patrik Maggiore ha detto:

    Ottima iniziativa! Da mesi il nostro gruppo BISIACHINBICI cerca di sensibilizzare persone e amministrazioni comunali per una mobilità sostenibile! Questa iniziativa dovrebbe essere da esempio per molti comuni. C’è ancora tanto lavoro da fare ma qualcuno disse che “L’oceano è formato da tante gocce d’acqua” questa è una di quelle gocce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *