18 Dicembre 2009

A Milica la cittadinanza italiana. Ai Serbi non richiesto il visto per i viaggi in Ue

Trieste Milica Novakovic, ragazza serba ma a detta degli amici “triestina a tutti gli effetti”, è diventata cittadina italiana. Il caso della 26enne che rischiava di essere espulsa dal Paese in cui ha vissuto per 19 anni, ha avuto quindi un buon fine. Questa mattina il sindaco Roberto Dipiazza ha presenziato al giuramento di fedeltà.

(immagine tratta dal blog informaTrieste che ringraziamo)

(immagine tratta dal blog informaTrieste che ringraziamo)


Milica Novakovic, laureata da poco in Pubblicità e comunicazione, rischiava di essere espatriata a causa della legislazione sugli immigrati.
Quest’estate la collabatrice de “Il Piccolo” Maddalena Rebecca aveva sollevato la questione. Spiegando come dei due requisiti- residenza da almeno 10 anni e il lavoro- uno mancasse (in parte) a Milica. Il primo contratto lavorativo della giovane serba era stato firmato nel 2007, ma solo nel 2008 la ragazza aveva potuto presentare la domanda che, in teoria, avrebbe dovuto ottenere risposta entro 2 anni. In pratica, i tempi burocratici si sono rivelati essere molto più lunghi. Trovandosi in mano solo un permesso di soggiorno, per di più scaduto il 21 settembre, Milica Novakovic ha rischiato l’espulsione.

La situazione, dopo l’impegno estivo del sottosegretario all’Interno Mantovano per il sollecito del rilascio dei pareri necessari, si è sbrogliata definitivamente stamani, quando Milica ha prestato giuramento recitando la formula di rito.

(Dipiazza consegna la spilla a Milica, foto di Mauro Zorzenoni che ringraziamo)

(Dipiazza consegna la spilla a Milica, foto di Mauro Zorzenoni che ringraziamo)

“Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservare la Costituzione e le leggi dello Stato” ha dichiarato Milica, alla presenza degli amici, dei parenti e del Sindaco di Trieste. Quest’ultimo, parlando di “una cittadinanza meritata”. ha donato alla ragazza una bandiera tricolore e una spilla con impressi i simboli di Trieste.

L’altra buona notizia per i connazionali di Milica arriva da Osservatorio Balcani: da domani, 19 dicembre, i cittadini della Serbia potranno viaggiare nei paesi dell’Unione Europea senza visto.
“Ciò – spiega l’osservatorio – vale per i cittadini in possesso di passaporto biometrico”. E il sito specifica: “L’assenza di visti non significa che i cittadini serbi possano lavorare o andare a scuola nei paesi membri dell’Ue, per fare questo serve loro ancora un permesso speciale.”

Tag: , , , , , , , , , , , .

Un commento a A Milica la cittadinanza italiana. Ai Serbi non richiesto il visto per i viaggi in Ue

  1. Avatar smsn smsn

    Pozdravi mamu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.