12 Gennaio 2010

La storia friulana di Carlino e Maria La Longa

Oggi el Quel dela Quela ospita per la prima volta Federico Manna, autore del Club Cinematografico Triestino, che ci mostrerà come i paesi del Friuli nascondano nei loro nomi una storia d’amore da far invidia a Romeo e Giulietta…
“Era risaputo che Maria La Longa era un gran Ampezzo di Fagagna e che Carlino aveva spesso voglia di Gemona…o di qualsiasi Porto Buso che gli andasse a Grado…”

Tag: , .

6 commenti a La storia friulana di Carlino e Maria La Longa

  1. Avatar DaVeTheWaVe ha detto:

    ah-ah! attenzione!!!!!!!!!!!!

    è praticamente lo stesso monologo di Luciano Bronzi che credo stia nella cassetta “el tranvier”…

  2. Avatar Diego ha detto:

    si, ghe xe incerteza sula paternità del testo.
    anche dario zampa (che xe furlan) ga un toco ssai simile:

  3. Avatar DaVeTheWaVe ha detto:

    quel de bronzi xè degli anni ’80…

  4. Avatar Massimo ha detto:

    Ciau muli,
    ve confermo che el testo originario xe stado scrito dal compianto Luciano Bronzi. Diversi altri in seguito lo ga doprado e a volte fazendo qualche picola modifica, resta comunqe el fato che l’autor xe ZIO LUCIANO.
    Se ve interessa qua
    http://www.tuttotrieste.net/prsng/bronzi.htm
    podè trovar el testo originale de “carlino e maria la longa” e le mitiche “marisa” e “che putela!”
    Ciau

  5. Diego Manna Diego Manna ha detto:

    Thanks Massimo 😉
    Quindi i titoli de coda saria:
    Rielaborazione del testo di Lodovico Zabotto da un’idea originale di Luciano Bronzi.

  6. Avatar adolfo melilli ha detto:

    questo e’ il testo, diffuso attraverso il nodo della rete Fidonet “Fatal Error” (Fido Pordenone), nel 1984…

    TO: tutti

    FROM: Adolfo Melilli

    SUBJECT: avventura di sesso in Friuli

    premessa: i nomi scritti in MAIUSCOLO sono nomi ci citta’ e paesi
    friulani….

    un giorno, a CARLINO venne una voglia FRATTA DI GEMONA, e disse a MARIA LA
    LONGA che era un gran AMPEZZO DI FAGAGNA: “Vieni, andiamo un ATTIMIS nella mia VILLA SANTINA che ti faccio provare un bel TRAMONTI DI SOPRA”

    MARIA LA LONGA, che era timida e appena uscita dall’ILLEGIO, rispose dolcemente: “si, che vengo nella tua CASARSA, ma solamente per un AZZANO DECIMO di secondo!”.

    E cosi’ presero un TOLMEZZO, attraversarono un FIUMICELLO su un ponte di BARCIS, poi una COLLINA e infine arrivarono al PALAZZOLO.

    A questo punto MARIA LA LONGA prese dolcemente CARLINO per PRADAMANO, gli diede un bel BARCIS sulla bocca e lo condusse sul BORDANO di un PRATO CARNICO e, accarezzandogli il BICINICCO mentre si titillava il SIGILLETTO gli sussurro’: “bel MORUZZO, sono tutta BAGNARIA ARSA di desiderio, SOCCHIEVEmi la TAIPANA e lasciami sorbire il tuo RIGOLATO”.

    CARLINO le rispose: “io saro’ anche un MANIAGO, ma tu sei proprio una bella PORCIA!!!”

    Le tocco’ dapprima il PORPETTO, poi le TOLMEZZO’ le mutande, estrasse l’ERTO CASSO e lo inseri’ di prepotenza nella STREGNA TORVISCOSA gridando: “sei CHIUSAFORTE, ma ora ti VERZEGNIS ben io!”

    Intanto MARIA LA LONGA strillava come un’AQUILEIA: “ce l’hai TREPPO GRANDE! sei troppo ROVEREDO! FLAIBANO che c’e’ piu’ gusto!”

    e CARLINO a lei: “ora te lo metto nel SEDEGLIANO” –

    “NIMIS” urlo’ sconcertata lei, “questo e’ OSOPPO!, GIAIS! mi fai MALBORGHETTO!, MAIANO
    che non sei altro, MORTEGLIANO te e tutti i tuoi parenti!!!”

    “MUZZANA, BUDOIA!” rispose urlando CARLINO, e poi penso’, con LESTIZZA: “ora ho il CAVAZZO MOGGIO e l’AMARO in bocca….
    ——–
    nom ci sono tutti i comuni del Friuli .. alla prossima release..
    Ciao e auguri !!!!

    — Via OpXpress V1.07á “Silver” Adolfo Melilli – Iv3BYA – SysOp 333/1
    * Origin: Opus_PN [La Principessa sul Pisello] 0434/32020 2:333/1.0
    SEEN-BY: 333/1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.