15 Settembre 2022

Piazzale Obelisco: eventi a tema “tram de Opcina” nel fine settimana

el sunto Sabato 17 e domenica 18 settembre il Piazzale Obelisco di Opicina ospiterà diversi eventi dedicati ai 120 anni del tram di Opicina

Sabato 17 e domenica 18 settembre il Piazzale Obelisco di Opicina ospiterà diversi eventi dedicati ai 120 anni del tram di Opicina, all’interno della Rampigada Santa, ormai giunta alla undicesima edizione.

Già dal primo pomeriggio di sabato 17 sarà allestito all’interno del piazzale il chiosco enogastronomico completo di tavolate gestito dall’Associazione Sportiva Mladina. Presenti anche diversi stand dedicati alla mobilità sostenibile e anche una copia in legno in dimensioni reali del “muso” del tram, che funge da controfigura in attesa del ritorno delle vetture vere e proprie.

Il primo appuntamento è previsto proprio sabato alle ore 18, con la presentazione del gioco di Diego Manna e Erika Ronchin “Tachite al tram”, dedicato proprio alla storica linea.

Alle 19 spazio all’esibizione della Skate School Trieste e subito dopo, alle 20, il concerto di Andrea Bussani di canzoni triestine, popolari e originali, di cui diverse dedicate al tram.

Domenica 18 spazio alla Rampigada Santa vera e propria.
Alle 9.30 Scala Santa sarà chiusa al traffico e chi vorrà potrà incominciare la salita a piedi da Roiano verso l’Obelisco.
Alle 10 la partenza della gara vera e propria, sempre da Roiano: ogni 30 secondi partirà, a piedi o in bicicletta, uno dei circa 200 concorrenti iscritti alla competizione.
Le iscrizioni sono ancora aperte sino a giovedì 15 settembre, rigorosamente online sul sito www.spiz.it.

Obiettivo? Dimostrare che “se se pol andar a pie o in bici su per de là, alora se pol andar a pie o in bici pertuto”.

“Promuovere una mobilità più sostenibile attraverso la dimostrazione estrema lungo Scala Santa è solo uno dei tanti temi legati alla Rampigada Santa” sottolinea Mauro Vascotto, presidente dell’Associazione di Promozione Sociale SPIZ. “Rivitalizzare il piazzale dell’Obelisco, che normalmente è un semplice parcheggio, rinnovare l’affetto per il Tram de Opcina, da troppo tempo bloccato in deposito, sensibilizzare sul valore culturale del Park Hotel Obelisco, dove furono tradotte dall’arabo ‘Le mille una notte’, sono solo alcuni dei tanti altri punti di interesse legati a questa manifestazione entrata ormai nel cuore dei triestini. Sia di quelli che amano la competizione contro il tempo sia di quelli che, invece, amano semplicemente Trieste”.

Le categorie sono quasi le stesse dell’Olimpiade dele Clanfe, l’altro grande evento “pazzo” ideato dagli organizzatori dell’Associazione SPIZ: Pici e Pice, Muleti e Mulete, Muli e Mule, Muloni e Mulone, Mati e Babe, Vece Bobe e Vece Marantighe, a cui va aggiunta la categoria degli Eterni/e.

All’arrivo all’Obelisco la grande festa per i partecipanti e non solo, visto che anche in questa giornata saranno presenti gli stand ed il chiosco. Tutti gli ingredienti per una vera e propria sagra popolare dedicata alla mobilità sostenibile e ai 120 anni del tram de Opcina.

Per chi volesse poi spostarsi di qualche centinaio di metri, va segnalato che sabato e domenica sarà aperta anche la mostra dedicata al tram dell’Associazione Tabor, in via del Ricreatorio 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.