9 Settembre 2022

Arriva in negozio Tachite al tram: il gioco dedicato al Tram di Opicina

el sunto In occasione dei 120 anni del “Tram de Opcina” esce nei negozi e librerie il nuovo gioco da tavolo di Diego Manna e Erika Ronchin "Tachite al Tram"

Il tram di Opicina compie oggi 120 anni. Nella sua lunga storia è stato fonte di ispirazione per canzoni, libri, modellini e testi teatrali. Da oggi si aggiunge anche un gioco da tavolo, dal titolo “Tachite al tram”, realizzato da Diego Manna e Erika Ronchin e pubblicato per White Cocal Press.

Tachite al tramCome funziona? Così recita il regolamento: “Sei alla guida dello storico ‘Tram de Opcina’ di Trieste. Costruisci il tuo percorso tra le fermate, trasporta più passeggeri che puoi tra i capolinea di Piazza Oberdan e Opicina e sarai eletto ‘frenador dell’anno’! Ma non pensare che la tua missione sia così facile, i passeggeri si lamentano e mille insidie ti attendono… ricordati sempre che ‘El Tram de Opcina xe nato disgrazià’!”

I giocatori si troveranno così a guidare dei graziosissimi tram colorati (nei colori “domaci” kruskovac, vitovska, teran e rosè) facendo salire via via alcuni dei tipici personaggi della fauna triestina, come “la nagana”, “el cotoler”, “la marantiga”, “el vecion”, “el mocoloso” e “el spuzolente”. E qui viene il bello: perché alcuni passeggeri proprio non vogliono avere dei vicini disturbatori. Così per esempio “el petesson” non potrà stare vicino alla “squinzia”, mentre la “ciacoleta” risulterà sopportabile per “el panzon”.

E le famose disgrazie? Si paleseranno molte volte durante la partita, sotto forma di carte “imprevisti” che colpiranno un po’ tutti. Del resto si sa, mal comune mezzo gaudio. Così risulterà sicuramente più sopportabile l’azione dei “pastrocioni” che deturperanno i tram, o i controlli burocratici, o i gabbiani e i cinghiali molesti, o il temibile controllore. Non poteva mancare ovviamente la carta “ovovia”. Non mancano però nemmeno le sorprese positive, come la carta dedicata allo storico concerto sul tram di Toni Bruna, che fa guadagnare un passeggero a tutti.

Nella speciale casella Officina si potrà anche personalizzare il proprio tram in quattro modalità: tram cocolo, tram sbonfo, tram zelante e tram buloto, ognuno con un potere speciale.
Il gioco è immediato e divertente, e a settembre sarà pronto anche il video tutorial per imparare a giocare in modo ancora più semplice.

tachite al tram

“Fare un gioco sul tram di Opicina è una cosa a cui tenevamo tanto,” fanno sapere gli autori Diego Manna e Erika Ronchin. “Oltre a essere un passatempo ovviamente divertente, è anche un modo per confermare l’amore di Trieste per il suo tram storico e la voglia di rivederlo scorrazzare sui suoi binari quanto prima.”

Il lavoro di progettazione e playtest è durato due anni.

Gli autori saranno presenti oggi 9 settembre alle ore 17.30 alla mostra per i 120 anni del tram de Opcina organizzata da Skd Tabor a Opicina, in via ricreatorio 1.

La presentazione ufficiale è prevista per sabato 17 settembre alle ore 18 in Piazzale Obelisco, all’interno degli eventi della vigilia della Rampigada Santa. L’ingresso è libero e subito dopo ci sarà anche il concerto di Andrea Bussani con canzoni triestine dedicate al tram. Presente anche un chiosco enogastronomico gestito dall’Associazione Mladina e la ricostruzione in legno del “muso” del tram fatta da Bandablanda. Insomma quasi una vera e propria festa di compleanno per la storica vettura triestina tanto amata dalla cittadinanza, nonostante la prolungata assenza del festeggiato vero e proprio.

 

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.