15 Settembre 2021

Trieste, città del “no se pol” o del “no ga senso”?

el sunto Esce in libreria “Trieste cinica - dal no se pol al no ga senso”, divertente libro di satira politica triestina. Presentazione venerdì 17 settembre

“Basta con il no se pol. È giunta l’ora del no ga senso!”. Questo sarebbe più o meno il programma elettorale di Italo Nazaj, finto candidato sindaco per l’altrettanto misteriosa “Lista Cinica Ancora Trieste”, letta con l’accento sulla A, il cui obiettivo è, appunto, quello di ancorare Trieste all’immobilismo perenne.

Qualche altro punto del suo programma elettorale?  “Sostituiremo San Giusto con Sant’Anna come patrono della città.”, “Gli altri partiti puntano al cuore dell’elettorato. Noi al fegato: anni de piomba per Trieste.”, “Siamo per una qualità dei servizi migliore: più cessi pubblici e più bei!”, “Italo Svevo scriveva Senilità. Noi vogliamo viverla.

trieste cinicaQuesti e molti altri divertenti spunti si trovano nel divertente libretto “Trieste cinica – dal no se pol al no ga senso”, già presente in libreria, scritto dal gruppo satirico Vile&Vampi. Il libro sarà presentato venerdì 17 settembre alle ore 17:30 presso Miti Caffè, in via Torrebianca 39/b, con ingresso libero. Saranno presenti gli autori ancora in vita.

Ma chi è questo Italo Nazaj? “Rappresenta un po’ l’immobilismo tipico della città,” raccontano gli autori, “e abbiamo lavorato per progettare come sarebbe un vero e proprio partito politico con un programma denso di nosepolismo. Il candidato perfetto non poteva che essere Italo Nazaj. Poteva, al passato, perché lo abbiamo immaginato passare a miglior vita prima ancora di poter partecipare alle elezioni, in modo da poter affermare con certezza che ‘sarebbe stato il sindaco di tutti’”.

Nel libro è infatti già presente il necrologio perfetto di Italo Nazaj: “mentre il risultato del voto usciva dalle urne, lui nell’urna vi entrava, mentre gli altri candidati si sburtavano per la carega, lui ha preferito andare sburtar radicchio. Italo Nazaj ha così scelto di salire sul carro di Zimolo piuttosto che su quello del vincitore.

Ma c’è un candidato tra i papabili che potrebbe fare sua parte del programma di Italo Nazaj? Gli autori rispondono citando ancora una volta il compianto Italo: “Nel 1960 il batiscafo Trieste scendeva a 10.900 metri. Siamo da sempre i migliori a toccare il fondo.”

“Trieste cinica – dal no se pol al no ga senso”, del prezzo di 5 euro, si trova in tutte le librerie di Trieste e dintorni, nonché online sulla nostra botega dei libri triestini.

Vile&Vampi è lo pseudonimo di un eterogeneo gruppo di disegnatori e autori di Trieste e dintorni, diversi per lingua, formazione e orientamento politico. Pubblicano da decenni sul quotidiano in lingua slovena di Trieste Primorski Dnevnik e recentemente anche su Il Piccolo nella pagina Cinciut. Dal 2008 sono presenti sul web, dove spupolano e spopolano grazie anche ai loro video irriverenti. Nel 2020 hanno pubblicato Vox Pupoli!, il libro che raccoglie i primi 20 anni della loro produzione.

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.