22 Ottobre 2020

Trieste Science +Fiction, la ventesima edizione del Festival è in modalità ibrida

el sunto Quest'anno quindi, oltre alle due sale del Cinema Ariston e del Teatro Miela, Trieste Science+Fiction si svolge anche nella Sala Virtuale di MYMovies.

Il ventesimo anniversario del più importante festival italiano dedicato al film di fantascienza, ricade in un momento dove fare due passi avanti è un obbligo, viste le oggettive limitazioni nell’offrire un evento in presenza.

Quest’anno quindi, oltre alle due sale del Cinema Ariston e del Teatro Miela, Trieste Science+Fiction si svolge anche nella Sala Virtuale di MYMovies.it, dove sarà possibile assistere a tutte le proiezioni in remoto, al suo debutto sul web il Festival propone una selezione del meglio della fantascienza del 2020 con anteprime e prime visioni in esclusiva: 19 lungometraggi, documentari scientifici, una serie televisiva completa e 4 programmi di corti.

TS+FF inizia il 23 Ottobre e Termina il 3 Novembre, ovvero 12 giorni di binge-watching per ogni appassionato di sci-fi.

Per seguire il festival della fantascienza online saranno disponibili quattro diversi pass, biglietti virtuali che consentiranno al pubblico di salire sulla navicella del Trieste Science+Fiction Festival per un viaggio verso le infinite meraviglie del possibile e il caleidoscopico mondo della fantascienza e del fantastico. Nello specifico, sarà possibile acquistare sulla piattaforma MYmovies il pass Raggi Fotonici, per vedere tutti i film su MYmovies.it (costo: 9,90 euro), il pass Alabarda Spaziale che include anche i gadget del festival (costo: 30 euro), l’accredito Asteroide per i sostenitori (costo: 150 euro), e l’accredito Visioni dal Futuro dedicato agli studenti universitari (costo: 25 euro), i pass sono acquistabili a QUESTA PAGINA

QUI invece puoi vedere tutto il programma del festival.

Da segnalare, tra le cose che si potranno vedere, dalla Corea, in esclusiva assoluta per il pubblico del Trieste Science+Fiction Festival, arriva la serie SF8, già definita la risposta asiatica a Black Mirror, con otto episodi girati dai migliori registi di genere coreani, tra cui Jang Cheol-soo (Bedeviled) e Min Kyu-dong (Memento Mori), qui alle
prese con i temi dell’intelligenza artificiale, della realtà aumentata, della realtà virtuale e del mondo dei robot.

La selezione ufficiale del Trieste Science+Fiction Festival presenta tre concorsi internazionali: il Premio Asteroide, competizione internazionale per il miglior film di fantascienza di registi emergenti, e i due Premi Méliès d’argento della Méliès International Festivals Federation per il miglior lungometraggio e cortometraggio europeo.

La sezione Spazio Italia raccoglie il meglio dell’underground del cinema fantastico italiano. Oltre ai film della selezione ufficiale Neon, un ruolo importante sarà anche quest’anno svolto dal Fantastic Film Forum con gli esperti della produzione
e della distribuzione cinematografica, dall’Education Program con laboratori, matinée e masterclass, e da MONDOFUTURO, la nuova macro sezione all’insegna della multidisciplinarietà, delle infinite declinazioni dei mondi del fantastico e dei cortocircuiti che si innescano tra scienza e fantascienza.

Trieste Science+Fiction Festival è organizzato da La Cappella Underground, storico cineclub triestino fondato nel 1969.

Negli anni passati, il Trieste Science+Fiction Festival ha avuto il privilegio di ospitare artisti di fama mondiale del calibro di, fra gli altri, Terry Gilliam, Roger Corman, Alejandro Jodorowsky, Joe Dante, Dario Argento, Jean “Moebius” Giraud, Neil Gaiman, Ray Harryhausen, Rutger Hauer, John Landis, Christopher Lee, Carlo Rambaldi, George A. Romero, Joe R. Lansdale, Richard K. Morgan, Douglas Trumbull e Phil Tippett.

 

Tag: , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.