1 Ottobre 2020

Big Sara, allosauro di dieci metri, sabato 3 ottobre in mostra

el sunto Big Sara, l'allosauro di 10 metri, sarà visibile sabato 3 ottobre dalle 15 alle 17 con turni di 30 minuti, ingresso libero su prenotazione

Misura 10 metri di lunghezza e ha 150 milioni di anni l’allosauro Big Sara che la Zoic, ditta triestina d’eccellenza mondiale nell’ambito della paleontologia, specializzata nell’estrazione e lavorazione dei resti fossili, mette a disposizione delle visite del pubblico sabato 3 ottobre tra le 15 e le 17.00 (ingresso gratuito su prenotazione) nel suo laboratorio di via Flavia 35 prima che il gigantesco scheletro parta alla volta di Parigi per essere battuto ad una delle più prestigiose aste mondiali di Scienze Naturali. “Big Sara”, questo il nome che è stato attribuito all’ultimo dinosauro ricostruito e montato dai paleontologi triestini, è un esemplare di allosauro, grande dinosauro carnivoro, proveniente dai giacimenti fossiliferi americani della Morrison Formation, risalente al periodo Jurassico superiore. Con i suoi 10 metri di lunghezza, l’esemplare si distingue per essere estremamente grande per il suo genere. I visitatori potranno osservare lo scheletro nella sua posizione d’attacco e ammirare da vicino gli enormi artigli delle zampe anteriori. Si devono alle preparazioni del team triestino – attivo da anni nel campo della paleontologia, che vanta un’esperienza ormai riconosciuta a livello internazionale, dal Canada all’Australia, fino alla Russia, il Giappone e, naturalmente, l’Europa – numerosi degli esemplari custoditi in diverse collezioni, sia pubbliche che private, di tutto il mondo. Unica realtà italiana che lavora a questi livelli, la ditta Zoic aprirà, sempre nella giornata di sabato, anche le porte dei suoi laboratori esponendo tanto esemplari completi che reperti in fase di lavorazione: un’occasione davvero rara per capire quale sia il lavoro del paleontologo, professione così affascinante e articolata. Si potranno conoscere le tecniche di estrazione di fossili complessi, scoprire come vengono cavati e successivamente lavorati passo passo prima di prendere nuovamente forma. L’attività principale della Zoic consiste, infatti, nel rendere disponibili allo studio, all’esposizione ed all’insegnamento campioni paleontologici professionalmente preparati, le loro perfette repliche e i loro modelli realizzati tridimensionalmente. Nel pomeriggio di sabato sarà possibile anche partecipare a un laboratorio dove provare a spaccare delle laste fossili americane per cercare pesci che, se trovati, saranno portati a casa dai partecipanti. La visita è gratuita mentre il laboratorio è a pagamento: disponibili entrambi su prenotazione fino ad esaurimento dei posti, scrivendo a stoneage@zoic.it

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.