22 Settembre 2020

Al via la settima edizione di Duino&Book

el sunto Ambiente, storia, sport e non solo sono gli elementi che verranno toccati dalla settima edizione di DUINO&BOOK FESTIVAL DEL LIBRO

Ambiente, storia, sport, disabilità, cultura, enogastronomia, territorio sono il potente mix di elementi che verranno toccati dalla settima edizione di DUINO&BOOK FESTIVAL DEL LIBRO, abbinato alla Rassegna VINI APPUNTAMENTO CON LA STORIA supportato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Al via il 21 settembre per concludersi il 21 dicembre 2020, il Festival toccherà l’intero territorio comunale con splendide giornate all’insegna della conoscenza e dei sapori. Grazie alla comprovata esperienza dell’edizione 2019, anche nel corso della nuova edizione verranno presentate le migliori produzioni dell’enogastromia che il territorio è in grado di offrire, abbinandole a escursioni, eventi e presentazioni in luoghi speciali carichi di storia, per lasciare impresse nei fruitori delle emozioni indelebili.

Promossa e coordinata dal Gruppo Ermada Flavio Vidonis di Duino Aurisina, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Goiulia e la Banca di Credito Cooperativo di Villesse e Staranzano, la rassegna Duino&book gode del patrocinio per alcuni eventi del Comune di Duino Aurisina all’interno di Algy il Magnifico Lettore e la disponibilità di alcune importanti realtà territoriali.

Ampia, come in ogni edizione, la preziosa collaborazione con entità associative ed editori regionali e nazionali che nel sostegno all’evento mettono il cuore e la volontà di presentare un territorio complesso e meraviglioso.  Al momento hanno offerto il proprio sostegno il Lions Club Duino Aurisina, il Gruppo Speleologico Flondar, l’Associazione Genitori Rilke, l’Università della Terza Età, il  Calisthenics  Trieste, il Gruppo Culturale e Sportivo Ajser 2000 il Goap, i Creativi di Malchina, la Società Nautica Laguna, l’Asd Sistiana Sesljan, la Proloco Mitreo, l’Associazione Corale Rilke, il Comitato di Borgo San Mauro, il Comitato disabili Duino Aurisina, il Sistiana Diving, iTracciati Editori, Ediciclo Editori, Bora.la, Morganti Editori, Gaspari Editori, Luglio Editori, Kapavu, Leg, Italo Svevo Srls. e molti altri ancora stanno aderendo per la realizzazione di un fantastico programma. La formula di Duino&book riproposta per il 2020 e già apprezzata negli anni precedenti prevede un mix di eventi collegati tra di loro in un percorso di storia cultura enogastronomia. Il lockdown, che ci ha costretto in casa, ha dato la possibilità di ritornare in molti a leggere un libro e a riscoprire il piacere di toccare con mano qualcosa di cartaceo e solido.

Con grande entusiasmo e con grande voglia di ricominciare Il Gruppo Ermada Flavio Vidonis ha voluto ripartire con le presentazioni di volumi, scrittori ed editori, che non hanno mai smesso la voglia di scrivere.

“Con una certa emozione, ma anche grande coraggio e determinazione – ha sottolineato Massimo Romita, Presidente del sodalizio – abbiamo inteso presentare un programma che prevederà oltre 50 eventi suddivisi in 6 percorsi diversi con un concentramento di eventi nella settimana centrale dall’8 al 15 novembre.

In particolare:

  • all’interno del Percorso Blu troveremo libri e iniziative dedicati al mondo sportivo e alla disabilità con temi di particolare attualità. Significativa la presentazione del Giro d’Italia a Nuoto 2021. In occasione della Barcolana poi, in collaborazione con il Lions Club Duino Aurisina, a Trieste e a Capodistria si terrà l’appuntamento internazionale con la Motonave che prevede una conferenza su temi storici e degustazioni di vini e prodotti transfrontalieri;
  • il Percorso Giallo propone libri e iniziative dedicati ai bambini e all’infanzia con laboratori creativi con i nuovissimi volumi editi da Bora.La;
  • il Percorso Marrone presenterà libri e iniziative dedicati alla storia, dalla Grande Guerra ai fatti odierni;
  • il Percorso Rosso conterrà libri e iniziative dedicati alla cucina, ai prodotti enogastronomici e alle degustazioni guidate (dalla jota ai sardoni, dalla Vitovska allo Jamar); tra gli appuntamenti principali, si segnala la presentazione di un video dal titlo “VENDEMMIA CON IL PRODUTTORE” dove, a raccontare con immagini e storie, saranno proprio i protagonisti del vino. Interviste, racconti, visite e degustazioni con le diverse generazioni di vignaioli, che illustreranno il loro oro, il vino, realizzato con cuore e sentimento.
  • il Percorso Verde racchiuderà libri e iniziative dedicati alla natura e ambiente e temi sensibili alla salvaguardia del nostro Pianeta;
  • il Percorso Viola infine sarà contraddistinto da libri e iniziative dedicati alla salute e a importanti temi sociali.

Gli appuntamenti di Duino&Book saranno diffusi principalmente su tutto il territorio comunale di Duino Aurisina, con alcune esperienze regionali ed internazionali, e alcuni eventi avranno anche finalità benefiche.

In particolare nelle giornate del 14 e 15 novembre, lo splendido Pavilion di Portopiccolo, ospiterà due intense giornate di eventi legati alla presentazione di volumi, degustazioni guidate, laboratori per bambini (con il laboratorio Fotofrafico del LEGO) e artigianato, nonché due importanti mostre: una dedicata ai dieci anni di PRIMAVERA AL CASTELLO – la Ex Tempore di Primavera promossa dal Gruppo Ajser – insieme al Catalogo del decennale ed una seconda a LE VIE DELLE FOTO Autunno sul Carso, l’evento fotografico più importante che si svolge in primavera a Trieste.

Con la collaborazione di varie associazioni sarà sviluppata una serie di escursioni sul Carso triestino, goriziano e sloveno; in bicicletta (lungo i sentieri Gemina e dei boschi della Cernizza), a piedi (sui sentieri della Grande Guerra, delle Foci del Timavo, del Sentiero della Salvia e del Sentiero Rilke) e a cavallo, per offrire ai partecipanti il meglio di quanto il territorio sa regalare, con la conclusione in una delle cantine del Carso aderenti al Progetto.  La valorizzazione dei luoghi passa anche nell’aprirli al pubblico, facendoli visitare e mostrandone tutte le caratteristiche anche attraverso una mostra fotografica itinerante: luoghi di fatica e di emozione come le cantine interrate del Carso.

Tra i principali obiettivi del Progetto Duino&book spicca infatti la messa in rete delle realtà esistenti, in particolare gli operatori, a cui si vuole offrire un’opportunità di animazione turistica finalizzata nel trasformare l’intero territorio in un sistema turistico integrato. Si vuole cercare di facilitare e valorizzare l’esperienza della vacanza in un periodo diversamente attrattivo per il territorio coinvolto nel progetto e di offrire qualcosa di nuovo e complementare alle proposte che enti pubblici e operatori sono in grado di mettere in campo nel periodo prescelto. Con queta offerta intendiamo raggiungere infatti un modello turistico basato su tre concetti chiave: competitività, attrattività e sostenibilità.

Ogni 21 del mese verrà presentato il programma del mese successivo e sul sito www.duinobookfestivaldelibro.blogspot.it saranno presenti tutte le informazioni sugli ospiti della rassegna.

IL PROGRAMMA DI DUINO&BOOK PER SETTEMBRE E OTTOBRE:

SABATO 26 SETTEMBRE DALLE ORE 18.30 – VILLAGGIO DEL PESCATORE – SEDE DELLA SOCIETA’ NAUTICA LAGUNA – CALICI IN PIAZZA – Evento organizzato dalla Società Nautica Laguna in collaborazione con l’AIS FVG. Durante il pomeriggio verranno degustati vini dello sponsor ufficiale della società e partner SPECOGNA. Nel corso della serata verranno presentati anche il volume edito dal Comune di Duino Aurisina “Mare Morje Sailing” e l’applicazione dell’OGS avvistAPP a cura di Valentina Tirelli (PERCORSO ROSSO)

GIOVEDÌ 1OTTOBRE ore 20.00 MALCHINA – CARDO BOUTIQUE &WINE Resort – INCONTRO CONVIVIALE con il Presidente del Museo del Caffè Gianni Pistrini promosso dal Lions Club Duino Aurisina: Info: Lidia 3494255042 (PERCORSO ROSSO)

DOMENICA 11 OTTOBRE dalle 8 alle 14 – BARCOLANA DI BENEFICIENZA L’evento, giunto alla sua seconda edizione e promosso congiuntamente con il LIONS CLUB DUINO AURISINA, prevede una giornata in barca con partenza da CAPODISTRIA (SLOVENIA) in occasione della Barcolana con degustazioni e presentazioni. La raccolta fondi servirà per la realizzazione dei Service Lions e per il progetto Duino Parco Aperto. I POSTI SONO LIMITATI: per prenotazioni contattare Linda 3452911405 o Lidia 3494255042 (PERCORSO BLU)

LUNEDì 19 OTTOBRE alle ore 18.00 AURISINA AGRITURISMO USAJ – Presentazione del libro MAX FABIANI Architetto del Carso di Luciano Ceschia e Laura Larconelli edito da MSG PRESS  (PERCORSO VERDE)

Max Fabiani è stato uno dei maggiori architetti e urbanisti della Mitteleuropa, ma fu anche designer, saggista-scrittore e inventore. La sua vita è emblematica della complessità del periodo storico e dei luoghi in cui operò. Nato nel 1865 a Cobidil, piccola località nei pressi di San Daniele del Carso, era figlio di un ricco possidente e di un’aristocratica triestina. Studiò architettura al politecnico di Vienna, collaborò presso lo studio di Otto Wagner e prese parte alla Secessione. L’assassino di Francesco Ferdinando a Sarajevo, nel 1914, influenzò direttamente la sua vita interrompendone l’attività di consulente privato dell’erede al trono per le questioni di architettura e storia dell’arte. Dopo la disfatta di Caporetto e la riconquista austro-ungarica di Gorizia, fu nominato responsabile per la ricostruzione dell’Isontino, posizione che mantenne anche dopo la fine delle ostilità. Successivamente divenne cittadino italiano, rinunciando al suo incarico di docente all’Università di Vienna. tornò a San Daniele del Carso di cui, durante il Ventennio, fu anche podestà. Si spense a 97 anni a Gorizia, nel 1962. Fabiani fu un interprete dell’evoluzione del pensiero architettonico europeo passando dallo stile eclettico, che introdusse in molte sue opere per l’Impero asburgico, allo stile razionalista più essenziale.

MERCOLEDì 21 OTTOBRE – alle ore 18.00 – Presentazione del volume “TRIESTE ASBURGICA” di Zeno Saracino – Centoparole editore e presentazione di TRIESTE FOTOGRAFICA di Linda Simeone (PERCORSO VERDE)

Dodici itinerari per una Trieste che fu: una panoramica su luoghi storici dimenticati o ancora attuali per conoscere la città in un modo diverso dal solito, fra i macchinari del Porto Vecchio, i caffè asburgici e i bagni dell’Ottocento

VENERDì 23 OTTOBRE – alle ore 18.00 – Presentazione del libro “LA BATTAGLIA DI TEMPLENIZZA” di Stelio Mattioni, a cura di Riccardo Cepach e Chiara Mattioni  (PERCORSO VIOLA)

Isadoro Berti, professore di storia dell’arte, si reca nella cittadella di Templenizza per studiare i ruderi di un antico castelliere. Arrivato a destinazione dopo un lungo e solitario viaggio, è investito dall’atmosfera sinistra che pervade il luogo. Giunto nell’unico albergo, una costruzione medievale e labirintica popolata da strani personaggi, apprende della misteriosa diffusione di un pericoloso virus che si trasmette da uomo a uomo. Le donne del posto si organizzano allora in bande allo scopo di emarginare i maschi, soprattutto se scapoli e omosessuali, e lo stesso protagonista sarà perseguitato e fatto ostaggio. Scritto tra il 1989 e il 1990, La battaglia di Templenizza è un romanzo insolito e straniante sul pregiudizio, sull’intolleranza, sul conflitto tra i sessi, presi nelle maglie di una storia surreale e suggestiva, come negli esiti più affascinanti di Mattioni 

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.