3 Settembre 2020

50 cose da NON fare a Trieste: domenica l’anteprima a Barbacan Produce

el sunto Esce una nuova guida indispensabile per triestini e non: le 50 cose da assolutamente non fare nel capoluogo giuliano. Domenica l'anteprima

Mai dare del friulano a un triestino. Ma anche: non pensare che ordinare un caffè sia così facile. E soprattutto: non sottovalutare mai i gabbiani! Ci sono ben 50 cose che non andrebbero mai fatte a Trieste… o anche sì, se si è amanti del richio!

“50 cose da non fare a Trieste”50 cose da non fare a Trieste è il titolo del nuovo libro di Andrej Praselj, edito da White Cocal Press, in libreria e negozi di souvenir da lunedì 7 settembre, ma presente in anteprima domenica 6 settembre al mercatino Barbacan Produce, nella postazione della casa editrice sulle scale di Santa Maria Maggiore. L’autore sarà presente per incontrare il pubblico dalle 17 alle 18.
Per l’intera giornata di domenica, White Cocal Press inoltre proporrà l’offerta 3×2 sull’intero catalogo: ogni 3 acquisti quello meno caro sarà in omaggio.

Andrej Praselj, già autore dei fortunati “El libro dele risposte triestine” e “Il libri des rispuestis furlanis“, nonché di divertenti vignette e videogiochi, continua a dare dei divertenti consigli a turisti, visitatori, foresti, triestini e diversamente triestini. Ma non si limita ad un semplice elenco di istruzioni: per ciascuna ne illustra invece il significato e l’origine.
Il risultato finale è quello di avere una vera e propria guida tascabile che, partendo dagli spunti umoristici delle peculiarità di Trieste, accompagna il lettore alla conoscenza delle caratteristiche più importanti della città.

Ecco allora che anche i foresti non si arrabbieranno se qualcuno gli dà del “mato”. “A Trieste,” illustra l’autore,  “per indicare in modo amichevole/non ufficiale una persona si dice “el mato”. L’etimologia della parola è controversa, ma d’altra parte Trieste è la città dove ebbe inizio la rivoluzione di Basaglia.”

E cosa dire a chi non conosce la parola “trombini”? “Lo scoprirai in un giorno di pioggia.” troviamo illustrato sulla guida, ““Trombini” (stivali di gomma) è una di quelle parole dialettali che i triestini considerano invece italiano corrente. Un altro esempio è “fapunte” (temperamatite).”

Il libro, del costo di 5 euro, sarà in libreria e negozi di souvenir dal 7 settembre, oppure online a questo link.
L’appuntamento con l’autore, ricordiamo, è per domenica 6 settembre dalle 17 alle 18 presso il banchetto di White Cocal Press sulla scalinata di Santa Maria Maggiore, all’interno della mostra mercato Barbacan Produce.
Per l’intera giornata di domenica, White Cocal Press inoltre proporrà l’offerta 3×2 sull’intero catalogo: ogni 3 acquisti quello meno caro sarà in omaggio.
L’offerta sarà mantenuta attiva anche per le consegne a domicilio per l’intero mese di settembre. Chi fosse interessato a ricevere i libri può scrivere direttamente a manna@bora.la. Qua il catalogo completo White Cocal Press.

Tag: , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.