dav
3 Agosto 2020

La Risiera di San Sabba al Premio Letterario Latisana per il Nord Est

el sunto La video intervista ad Alessandro Slama, autore assieme all'illustratrice Roberta Zucca del libro che spiega il dramma della Risiera ai bambini

Spazio anche per “La trisnonna Clementina e la Risiera di San Sabba” al Premio Letterario Latisana per il Nord-Est.
Ecco la bella intervista con Alessandro Slama, autore del libro, assieme all’illustratrice Roberta Zucca.

“La trisnonna Clementina e la Risiera di San Sabba” racconta la storia realmente accaduta di Clementina Tosi, bisnonna dell’autore, uccisa dai nazisti nella Risiera di San Sabba di Trieste nel 1944, per aver ospitato nella propria abitazione due persone coinvolte nel controspionaggio. Proprio nella Risiera di San Sabba c’è una targa che ricorda i quattro caduti della missione alleata del capitano Valentino Molina: il capitano stesso, il tenente colonnello Francesco Sante De Forti, Guido Gino Pelagalli e la signora Clementina Tosi vedova Pagani.

A memoria di Clementina Tosi è stata anche posata una pietra d’inciampo in via Ireneo della Croce 5.

L’obiettivo della pubblicazione del libro è quello di trasmettere ai bambini la conoscenza di un pezzo di storia importante di Trieste, utilizzando un linguaggio delicato, ma che trasmetta la consapevolezza della differenza tra bene e male e del valore della memoria e della libertà.
Il libro si trova in libreria in Friuli Venezia Giulia oppure online su italiandistricts.

Il Premio Letterario “Latisana per il Nord Est” nasce per amore del panorama culturale del Nord Est: l’obiettivo è quello di promuovere la reciproca conoscenza e alimentare il dialogo attraverso opere letterarie pubblicate (scritte o tradotte) in lingua italiana.

Il Premio è stato fondato nel 1994 con l’allora denominazione “Latisana per il Friuli”. Dall’edizione 2000 lo sguardo si allarga al Triveneto e il nome cambia, diventando “Latisana per il Nord Est”. Negli ultimi anni il Premio è stato ampliato ad Austria, Croazia e Slovenia e dal 2014 è articolato in due sezioni, una di narrativa e una di saggistica.

Il concorso è riservato agli scrittori nati o residenti nel Friuli Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige, Veneto, Austria, Croazia e Slovenia, che abbiano ambientato le proprie opere in queste regioni, o che abbiano trattato tematiche che riguardano questi Paesi.
Un allargamento legato alla volontà dell’Amministrazione Comunale di promuovere la reciproca conoscenza tra i popoli e il dialogo interculturale, perché il Premio potesse vivere di un respiro mitteleuropeo.

Tag: .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.