24 Giugno 2020

Orto e istrianità: fazo mi cussì sparagno

el sunto Seconda puntata della rubrica "l'orto dei diversamente furlani". Oggi si parla di risparmio e di quali piante provare ad associare.

Tanti penserà che fazendose l’orto da soli se sparagna sula spesa e dopo un’estate cussì podè farve un viagio intorno al mondo. Bon, almeno nel nostro caso de picio “orto strafanic” purtropo sta roba no xe vera.

Tra le spese de considerar xe almeno:

  1. La tera, che almeno el primo anno saria meo cior in agraria (poi dipendi de che tera gavè de base in realtà, ma pensemo al caso più sfigà). E, anche se l’orto xe picio, ghe resterè mal co ve corzerè che svodando quel saco cussì pesante in pratica… gavè zontado gnanca 1 centimetro de tera in tuto. Insoma no xe poca la tera che servi.
  2. Le piantine o le semenze, e su questo parleremo meo dopo.
  3. L’aqua, che no xe miga agratis.
  4. El tempo che ghe investì. Ma essendo l’orto strafanic un orto nato più per relax che per lavor, disemo che sto punto 4 se pol ignorar.

Desso, de boni istriani, vedemo un poco come limitar le spese de sti quatro punti.
1. La tera: dopo el primo anno, l’idea de base de un orto strafanic xe che basti zontar un poco de compost. La roba bela che go imparado al famoso “corso de contadin a Muja” xe che in realtà no servi missiar tuto quanto a fine stagion, perchè cussì fazendo te andassi a rovinar l’equilibrio che se ga creado tra parte anaerobia e parte aerobia dela tera. Ga in efeti senso. Quindi basta missiar i primi 20 centimetri de tera, senza andar a gratar più in fondo (e te se sparagni anche bastanza fadiga).
E dove se pol trovar sto compost de zontar? La roba più sparagnina xe propio quela de ciorse una bela compostiera e farselo de soli, butandoghe drento durante l’anno i residui vegetali. No scovaze e no monade, no carnaza, no ossi e no cevapcici. Cafè anche sì ma no tropo e anche agrumi, no tropi. Insoma ghe vol un poco de equilibrio, anche tra parte umida e seca e tuto devi esser sempre ben osigenà, altrimenti parti la fermentazion anaerobica che, tra le altre robe, fa spuza.
La roba che rendi ancora più sparagnina la compostiera xe che se te ghe segnali a esatto che te la ga comprada (basta foto+scontrin) i te fa el sconto del 20% sula tassa dele scovaze. Eco forsi sparagnè più su quel che sula spesa 😀

2. Piantine e semenze: mi son al terzo anno de orto strafanic. Al primo son partido (in ritardo) dale piantine comprade quindi za nate e un poco cressude.
Considerando che l’orto strafanic se svilupa in lungo quanto volè, ma in largheza dovessi gaver circa 120 cm in cui svilupar 5 corsie in cui piantar le robe (che, in gergo baloner definiremo 1 mediana, 2 mezzali e 2 esterni), el primo anno go piantado sui esterni zivole e bisi (le prime per l’azion antibaterica e i secondi per fissar l’azoto) e salata, sule mezali zuchete e capuzi, in mediana cetrioli.
Risultato: bisi e cetrioli non pervenuti, salata brusada quasi subito, giungla de zuchete.
Al secondo anno son partido dale semenze, che costa meno dele piantine, seminandole prima nei vaseti e poi trapiantandole. Go eliminado le piante che no me gaveva dado sodisfazion e go inserido anche i pomidori.
Quindi ai esterni zivole e bisi, mezzali pomidori e capuzi, in mediana 3 zuchete.
Risultato: bisi non pervenuti (e daghe!), jungla de pomidori e zuchete. Sopratuto perchè no go limitado i pomidori, ma de questo parleremo in un’altra puntata.


Sto anno son partido dai semi diretamente in campo, per veder se funziona. E funziona. E go inserido i fiori, che servi ad atirar inseti impolinatori e tegnir lontane altre bestiuze fastidiose.
Quindi ai esterni zivole, calendule e tagete. In mezzala pomidori, in mediana zuchete.
Risultato: vedi foto iniziale. Forsi go esagerado un poco cole calendule, ma le xe cussì bele che ghe perdonemo.

3. L’aqua: la grande incognita. Quando bagno? Matina? Sera? E quanto? E come?
Intanto vedemo el come: zerchemo de no bagnar le foie che no ghe fa sai ben. Meo de tuto, per l’orto strafanic, xe meter un impianto a goccia, ghe fa el lavoro da solo e lo fa pian pianin.
Sul quando la regola xe oviamente de no bagnar co xe caldo altrimenti evapora tuto e gavè butado via aqua per gnente. Quindi de sera xe sai ben perchè là la resta e le piante ga tuto el tempo de far quel che le vol. Solo che de giorno fa un poco impression veder la superficie del’orto seca, e la tentazion de butarghe un poca da aqua xe forte.
La paciamatura aiuta sicuramente a sparagnar aqua perchè evita che el sol rivi diretamente sula tera (la paciamatura va messa sora l’impianto a gocia, no soto).
Un’altra roba che iuta xe i pici contatori che te aiuta a capir quanta aqua te sta usando. Questo perchè l’impianto a gocia, utilissimo, no dà sai sodisfazion a livel visivo. El buta zo ioza drio ioza e no se capissi quanta aqua sta andando.
Cussì, fin l’anno scorso, implementavo l’aqua de l’impianto a gocia bagnando un poco col caro vecio sbrufador, che invece xe sai più “trasparente” e te par de darghe quintai de aqua ale piante. Sto anno finalmente (el iera in oferta de LIDL) me son ciolto sto picio misurador de aqua. Morale: intanto che l’impianto a gocia ghe molava 100 litri de aqua al’orto, mi col sbrufador zontavo 10 litri convinto de far chissà che robe.
Desso go setado tuto su 50 litri al giorno de sera (co no piovi, ma no serviva specificar credo) e 10 litri de sbrufador de matina (continua a darme sodisfazion usar el sbrufador).
Ultimo sul’aqua: se rivè ingrumar quela dela piova meo, no tanto per el sparagno che xe infinitesimo, quanto per la qualità del’aqua che per le piante xe sai meo rispeto a quela del rubineto.

4. El tempo: beh quel no ve lo torna nissun. Però veder le piantine cresser e dopo magnar le robe che gavè fato cresser ripaga tuto. E po, come disessi i veci, “savè de dove riva quel che magnè”. Bon, in efeti magari quel che ve ga vendudo la casa prima de andar via podessi gaver sconto scorie radioative soto tera e voi no saverè mai… ma bon, la sodisfazion comunque resta.

 

 

Tag: , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.